Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Differenze tra le versioni di "Mumbai"

Da Wikitravel.
Mumbai

Default Banner.jpg

(Storia)
(Storia)
Riga 41: Riga 41:
 
Sebbene l'arcipelago dove sorge l'odierna Bombay fosse noto fin dall'antichità, la storia della città prende il suo avvio nel 1498, anno in cui i Portoghesi, già installatisi nel vicino [[Gujarat]] presero possesso delle isole. Essi vi costruirono un forte e qualche chiesa nel caratteristico stile manuelino, una delle quali è oggi ancora visibile. Nel 1661 Caterina di Braganza sposò Carlo II d'Inghilterra cui portò in dote il territorio. Nel 1668 le isole furono affidate alla Compagnia delle Indie Orientali che vi costruì le prime infrastrutture portuali e il Forte. Fu allora che vennero costruite dighe con l'intento di strappare terra al mare, un processo che si è protratto fino al 1960.
 
Sebbene l'arcipelago dove sorge l'odierna Bombay fosse noto fin dall'antichità, la storia della città prende il suo avvio nel 1498, anno in cui i Portoghesi, già installatisi nel vicino [[Gujarat]] presero possesso delle isole. Essi vi costruirono un forte e qualche chiesa nel caratteristico stile manuelino, una delle quali è oggi ancora visibile. Nel 1661 Caterina di Braganza sposò Carlo II d'Inghilterra cui portò in dote il territorio. Nel 1668 le isole furono affidate alla Compagnia delle Indie Orientali che vi costruì le prime infrastrutture portuali e il Forte. Fu allora che vennero costruite dighe con l'intento di strappare terra al mare, un processo che si è protratto fino al 1960.
  
Nel 19 secolo si sviluppo l'industria grazie soprattutto allo spirito imprenditoriale di Parsi ed altri provenienti dal Gujarat. Le fabbriche attrassero forze di lavoro provenienti dai 4 angoli dell'India. Furono queste ondate migratorie che conferirono alla città il suo carattere cosmopolita.
+
Nel XIX secolo si sviluppò l'industria grazie soprattutto allo spirito imprenditoriale di Parsi ed altri provenienti dal Gujarat. Le fabbriche attrassero forze di lavoro provenienti dai 4 angoli dell'India. Furono queste ondate migratorie che conferirono alla città il suo carattere cosmopolita.
  
 
Fu sempre a Bombay che nacque l'Indian National Congress destinato a svolgere un ruolo predominante  nell'acquisizione dell'indipendenza.
 
Fu sempre a Bombay che nacque l'Indian National Congress destinato a svolgere un ruolo predominante  nell'acquisizione dell'indipendenza.

Versione delle 20:21, 26 mag 2007

Bombay: Taj Mahal Hotel

Bombay, oggi nota ufficialmente come Mumbai, è la più grande città dell'India e capitale dello stato di Maharashtra. In origine era una conglomerazione di 7 isole lungo la costa del Konkan che con il tempo si congiunsero tra loro e in seguito con la vicina isola di Salsette formando la Grande Bombay. Si stima che la popolazione della città ammonti a 17 milioni (anno 2005).
Bombay è la sesta città al mondo per numero di abitanti. È anche uno dei più grandi porti dell'India e di fatto la capitale economico-finanziaria del paese oltre che principale porta d'accesso per i visitatori provenienti dall'estero. Ha un carattere cosmopolita ed eclettico simbolizzata dalla presenza nella sua area metropolitana di stabilimenti cinematografici e studi televisivi noti con il nome Bollywood.

Distretti

L'ippodromo di Bombay e sullo sfondo i grattacieli di "Parel" un tempo povero quartiere di operai ed oggi zona di uffici in continua espansione

Mumbai si è sviluppata seguendo un asse da sud verso nord soprattutto in seguito a successive e massicce ondate di immigranti che hanno impresso un carattere etnico a ciascun quartiere. Di seguito viene fornito un profilo dei distretti cittadini con alcuni dei quartieri principali che essi accolgono:

  • Bombay sud - Comprende i quartieri di Forte, Colaba, la collina di Malabar, Nariman Point, Marine Lines, Tardeo.
Le più antiche zone di Mumbai. I quartieri benestanti si trovano in questa area che è anche molto turistica con numerosi ristoranti, bar, musei e gallerie d'arte. Sono molti i turisti stranieri che scelgono di risiedere a Bombay sud.
Un tempo questi erano i quartieri proletari che accoglievano famiglie di operai. Con il declino dell'industria il distretto si è trasformato in una zona di uffici e nella sua parte settentrionale in un quartiere residenziale della media borghesia. Vi si trova l'unico zoo di Bombay. .
Inizialmente il distretto era abitato da esponenti della borghesia medio-alta, eccezion fatta per Dharavi, che accoglie la più vasta bidonville del continente asiatico. Il distretto si sviluppò enormemente subito dopo la dichiarazione d'indipendenza dell'India soprattutto in seguito all'afflusso di elementi di religione induista cacciati dal Pakistan musulmano.
Sono in genere quartieri medio borghesi, un ripiego per quanti non possono permettersi un'abitazione nel più ambito distretto del Centro sud. Vi si trovano anche alcune spiaggie ma non abbastanza pulite. Vi abitano soprattutto indiani di fede cristiana. In questa zona si trovano i due areoporti di Bombay.
I sobborghi del centro sono per tradizione abitati dalla classe medio alta. Mulund e Ghatkopar in particolare sono i quartieri preferiti da commercianti provenienti dal vicino stato di Gujarat.
Qui si trovano le spiagge pulite di Bombay oltre al Sanjay Gandhi National Park e i templi di Mandapeshwar, scavati nella roccia e risalenti ad un periodo che va dal I secolo a.C. al V d.C.

Da sapere

Storia

Sebbene l'arcipelago dove sorge l'odierna Bombay fosse noto fin dall'antichità, la storia della città prende il suo avvio nel 1498, anno in cui i Portoghesi, già installatisi nel vicino Gujarat presero possesso delle isole. Essi vi costruirono un forte e qualche chiesa nel caratteristico stile manuelino, una delle quali è oggi ancora visibile. Nel 1661 Caterina di Braganza sposò Carlo II d'Inghilterra cui portò in dote il territorio. Nel 1668 le isole furono affidate alla Compagnia delle Indie Orientali che vi costruì le prime infrastrutture portuali e il Forte. Fu allora che vennero costruite dighe con l'intento di strappare terra al mare, un processo che si è protratto fino al 1960.

Nel XIX secolo si sviluppò l'industria grazie soprattutto allo spirito imprenditoriale di Parsi ed altri provenienti dal Gujarat. Le fabbriche attrassero forze di lavoro provenienti dai 4 angoli dell'India. Furono queste ondate migratorie che conferirono alla città il suo carattere cosmopolita.

Fu sempre a Bombay che nacque l'Indian National Congress destinato a svolgere un ruolo predominante nell'acquisizione dell'indipendenza.


L'alto costo della mano d'opera comportò dal 1980 in poi la chiusura di molte fabbriche, soprattutto di quelle che operavano nel tessile. Bombay attraversò un periodo di declino da cui uscì agli inizi del XXI secolo, reinventandosi come un centro di servizi. Sempre a partire dal 2,000 si cercò di migliorare la rete dei trasporti urbani, un'impresa immane i cui lavori sono ancora in corso.

Cultura

Clima

Come arrivare

In aereo

L'areoporto internazionale di Bombay ha il nome ufficiale di Chhatrapati Shivaji International Airport [1] [2] (BOM) e costituisce lo scalo principale dell'India.

È costituito da due terminals non contigui e serviti tra loro da bus navetta: l'International Terminal (Terminal 2, Sahar) e il Domestic Terminal (Terminal 1, Santacruz).

Il terminal dei voli domestici è a sua volta suddiviso in "1A" e "1B". Il primo è riservato agli aerei dell'Indian Airlines e alle sue affiliate, "Alliance Air" e "Kingfisher Airlines". Il secondo invece serve tutte le altre compagnie come "Jet Airways", "Air Sahara" etc.

L'interno dell'areoporto di Bombay riservato ai voli domestici (Santa Cruz airport)

Anche il Terminal dei voli internazionali ha un'analoga divisione: L'area "2C" è riservata all'Air India e alle compagnie partners mentre il "2A" serve tutte le restanti. Esiste un terzo terminal dei voli internazionali, il "2B" che però non è ancora in funzione.

I commenti dei viaggiatori sull'areoporto di Bombay sono tutt'altro che positivi. I funzionari della dogana sono lenti fino all'inverosimile e spesso alcuni di loro propongono di facilitare i viaggiatori in cambio di una ricompensa. Meglio non accettare per non incoraggiare questo tipo di corruzione. .

L'areoporto dista 28 km dal centro. Per evitare grattacapi con i conducenti di taxi è meglio acquistare un coupon prepagato all'apposito bancone. Sul coupon è riportato il numero di matricola del taxi che è stato prenotato e che si dovrà confrontare con quello riportato sul mezzo prima di salire a bordo. Meglio non accettare i servigi degli abusivi che praticano prezzi di gran lunga maggiori. Da sapere che molti alberghi di categoria superiore mettono a disposizione dei propri clienti dei servizi di navetta da/per l'areoporto. Se il proprio albergo avesse un simile servizio non si dovrebbe esitare ad usufruirne. Coloro che invece volessero risparmiare potrebbero prendere un taxi fino alla vicina stazione di Vile Parle e da lì proseguire con i treni suburbani per arrivare a destinazione. C'è da notare però che i mezzi pubblici sono affollati fino all'inverosimile nelle ore di punta che coincidono con le ore mattutine. Solo se si arriva a Bombay di pomeriggio o meglio ancora di sera è possibile servirsi dei mezzi pubblici e comunque è sempre meglio acquistare un biglietto di 1^ classe.

In treno

In autobus

Come spostarsi

Schema delle linee ferroviarie suburbane di Bombay
treno suburbano a Bombay

In auto

In taxi

In auto-rickshaw

In treno

In autobus


Lingue parlate

Da vedere

Attività ricreative

Apprendere

Yoga

Università

Opportunità di lavoro/business

Il centro fieristico di Bombay (Bombay Exhibition Centre) è situato a Goregaon, vicino l'areoporto e ad appena 10 minuti dalla vicina stazione ferroviaria. E' situato sulla Western Express Highway.

Acquisti

Dove mangiare

Ristoranti speciali

Bancarelle con cibo

Ristoranti "Udupi"

Irani cafes

Thalis

Catene di Fast food

Cosa mangiare

Bere

Coffeeshops

Alcohol

Dove alloggiare

Economici

  • Supergrowth, +91 22 2284 6179
  • Bentley's
  • Hotel Orritel West, Andheri West Mumbai 400053, +91 98199 09699. / +91 22 2675 2256/ +91 22 2634 2287, ([email protected]) [3]

Prezzi medi

  • Hotel Rosewood, Tulsiwadi opp. A/C Market, Tardeo, 400 034 , +91 22 2496 0310-29, +91 222386 0318, +91 22 2458 3568-69 ([email protected], fax: +91 22 2498 3567) [4].

Prezzi elevati

  • JW Marriott, Juhu
  • Hotels in MumbaiTaj
  • Leela Kempinski, [5].

Rimanere in contatto

Sicurezza personale

Numeri di emergenza

  • Polizia: 100
  • Vigili del fuoco: 101
  • Pronto soccorso: 102


Uscire da Bombay