Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Differenze tra le versioni di "Bratislava"

Da Wikitravel.
Bratislava

Default Banner.jpg

(In aereo)
Riga 4: Riga 4:
  
 
==Da sapere==
 
==Da sapere==
 +
Bratislava, o ''Pozsony'' in ungherese e ''Pressburg'' in tedesco, un tempo capitale del Regno di Ungheria, è la capitale e la più grande città della Slovacchia. Ha una popolazione di quasi 450.000 abitanti ed è il centro amministrativo, economico e culturale del Paese.
 
===Geografia===
 
===Geografia===
Bratislava è situata in riva al Danubio, vicino all'[[Ungheria]] e all'[[Austria]].
+
Bratislava è situata in riva al Danubio, vicino all'[[Ungheria]] e all'[[Austria]]. Ha un piacevole centro storico medievale, stradine strette, un castello posto sulla cima di una collina sul Danubio, e molte chiese storiche ed edifici degni di una visita. La città vecchia si sviluppa intorno a due piazze, Hlavne namestie (la piazza principale) e Hviezdoslavovo namestie (piazza Hviezdoslav, in nome di un famoso poeta slovacco). Di diverse forme architettoniche sono alcuni edifici dell'epoca comunista e che si trovano nelle parti più recenti della città; un esempio lampante è il quartiere di Petrzalka, il più grande complesso urbano dell'Europa Centrale, che si estende a perdita d'occhio oltre il fiume. Andando verso est si trovano svariati luoghi rurali da visitare. Fattorie, vigne, terreni agricoli e minuscoli villaggi sono situati a meno di 50 km a nord e ad est di Bratislava.
 +
Oggi Bratislava ed i suoi dintorni formano la seconda regione più prosperosa dell'Europa Centrale ed Orientale, con un GDP pro capite di circa 129,3% della media degli UE-25 (dopo Praga).
 
===Storia===  
 
===Storia===  
Fino al 1919 la città chiamava Prešporok in [[slovacco]], Pozsony in [[ungherese]], Preßburg in [[tedesco]] e Presburgo in italiano.
+
Dopo la caduta del Grande Impero di Moravia, la Slovacchia divenne parte del Regno di Ungheria a partire dal X secolo fino alla fine della Prima Guerra Mondiale, quando il Trattato di Trianon diede la Slovacchia alla Cecoslovacchia, un paese di cui gli slovacchi vanno fieri (per esempio, alcuni personaggi cecoslovacchi, come Alexander Dubcek e Gustàv Husàk, erano originariamente slovacchi).
 +
 
 +
Tra il 1939 e il 1944, la Slovacchia fu uno stato controllato dalla Germania, poi fu conquistata dall'URSS per creare una Cecoslovacchia filo-sovietica.
 +
 
 +
Bratislava fu la capitale (1536-1784), la città dell'incoronazione (1563-1830) e la sede della dieta (1536-1848) del Regno di Ungheria per molti anni. Dal 1960 è stata la capitale dello stato federale di Slovacchia, all'interno della Cecoslovacchia e, dal 1993, è la capitale dell'indipendente Slovacchia.
 +
 
 +
Anche se al giorno d'oggi la popolazione di Bratislava è composta principalmente da slovacchi, dal XIII alla fine del XIX secolo, il maggiore gruppo etnico della città era composto dai tedeschi, che rimasero numericamente maggiori fino alla Prima Guerra Mondiale (nel 1910, il 42% erano tedeschi, il 41% ungheresi ed il 15% slovacchi su una popolazione di 78.000 abitanti). Gli ungheresi formarono un altro importante gruppo etnico nella città nel XIX secolo, ma dopo la Prima Guerra Mondiale molti tedeschi ed ungheresi si trasferirono in Austria ed Ungheria rispettivamente, ed i tedeschi rimasti furono espulsi alla fine della Seconda Guerra Mondiale.
  
 
==Come arrivare==
 
==Come arrivare==

Versione delle 12:44, 9 ago 2010

Bratislava vista dal Danubio

Bratislava è la capitale della Slovacchia e ha 450 000 abitanti.

Da sapere

Bratislava, o Pozsony in ungherese e Pressburg in tedesco, un tempo capitale del Regno di Ungheria, è la capitale e la più grande città della Slovacchia. Ha una popolazione di quasi 450.000 abitanti ed è il centro amministrativo, economico e culturale del Paese.

Geografia

Bratislava è situata in riva al Danubio, vicino all'Ungheria e all'Austria. Ha un piacevole centro storico medievale, stradine strette, un castello posto sulla cima di una collina sul Danubio, e molte chiese storiche ed edifici degni di una visita. La città vecchia si sviluppa intorno a due piazze, Hlavne namestie (la piazza principale) e Hviezdoslavovo namestie (piazza Hviezdoslav, in nome di un famoso poeta slovacco). Di diverse forme architettoniche sono alcuni edifici dell'epoca comunista e che si trovano nelle parti più recenti della città; un esempio lampante è il quartiere di Petrzalka, il più grande complesso urbano dell'Europa Centrale, che si estende a perdita d'occhio oltre il fiume. Andando verso est si trovano svariati luoghi rurali da visitare. Fattorie, vigne, terreni agricoli e minuscoli villaggi sono situati a meno di 50 km a nord e ad est di Bratislava. Oggi Bratislava ed i suoi dintorni formano la seconda regione più prosperosa dell'Europa Centrale ed Orientale, con un GDP pro capite di circa 129,3% della media degli UE-25 (dopo Praga).

Storia

Dopo la caduta del Grande Impero di Moravia, la Slovacchia divenne parte del Regno di Ungheria a partire dal X secolo fino alla fine della Prima Guerra Mondiale, quando il Trattato di Trianon diede la Slovacchia alla Cecoslovacchia, un paese di cui gli slovacchi vanno fieri (per esempio, alcuni personaggi cecoslovacchi, come Alexander Dubcek e Gustàv Husàk, erano originariamente slovacchi).

Tra il 1939 e il 1944, la Slovacchia fu uno stato controllato dalla Germania, poi fu conquistata dall'URSS per creare una Cecoslovacchia filo-sovietica.

Bratislava fu la capitale (1536-1784), la città dell'incoronazione (1563-1830) e la sede della dieta (1536-1848) del Regno di Ungheria per molti anni. Dal 1960 è stata la capitale dello stato federale di Slovacchia, all'interno della Cecoslovacchia e, dal 1993, è la capitale dell'indipendente Slovacchia.

Anche se al giorno d'oggi la popolazione di Bratislava è composta principalmente da slovacchi, dal XIII alla fine del XIX secolo, il maggiore gruppo etnico della città era composto dai tedeschi, che rimasero numericamente maggiori fino alla Prima Guerra Mondiale (nel 1910, il 42% erano tedeschi, il 41% ungheresi ed il 15% slovacchi su una popolazione di 78.000 abitanti). Gli ungheresi formarono un altro importante gruppo etnico nella città nel XIX secolo, ma dopo la Prima Guerra Mondiale molti tedeschi ed ungheresi si trasferirono in Austria ed Ungheria rispettivamente, ed i tedeschi rimasti furono espulsi alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Come arrivare

In aereo

All'Aeroporto di Bratislava che dista 9 km dal centro città, atterrano voli provenientei di Napoli, Roma, Bari e Bergamo/Milano. L'autobus numero 61 collega l'aeroporto con la stazione ferroviaria di Bratislava dalle 04.45 alle 23:45. Non molto lontano si trova anche l'Aeroporto Internazionale di Vienna con collegamenti anche con altre città italiane.

In treno

Collegamenti diretti da Vienna. Il tragitto dura un'ora circa.

In auto

In autobus

In nave

Come spostarsi

La città è ben servita da autobus, tram e filobus. I biglietti si acquistono nelle edicole o nei distributori automatici.

Da vedere

Vista notturna del castello di Bratislava
Bratislava: Teatro Nazionale
  • Il Castello - fu abitato dai Celti, Romani e Slavi. Nel 1811 scoppiò un terribile incendio causato dall'imprudenza dei soldati di Napoleone. Il castello fu completamente distrutto e per 150 anni vi rimasero solo le macerie. La ricostruzione venne terminata nel 1968 e oggi il castello ospitale alcune collezioni del Museo Nazionale Slovacco.
  • Palazzo Grassalkovich - palazzo in stile barocco, oggi sede del Presidente slovacco.
  • Duomo di San Martino - venne costruito nel XV secolo in stile gotico. Sulla torre troneggia una copia della corona del re ungherese S. Stefano. La corona pesa 300 Kg e ricorda le 19 incoronazioni celebrate nel Duomo tra il 1563 e il 1830. Nel 1835 Ludwig van Beethoven diresse la prima della Missa sollemnis op. 123.
  • Porta di San Michele - l'unica delle quattro porte d'ingresso alla città medievale munite di torri che si è conservata. All'interno della torre sono esposte le armi antiche e si può salire in cima per ammirare il panorama del centro storico.
  • Resti del Castello Devin
  • Torre Michalská - museo di armi e di fortificazione municipale. Via Michalská 22
  • Museo di orologi via Zidovska 1
  • Museo nazionale slovacco Vajanskeho nabrezie 2 [1]
  • Museo archeologico via Zizkova 12
  • Museo della cultura Ebrea via Zidovska 17
  • Teatro Nazionale

Attività ricreative

Apprendere

Oportunità di lavoro

Acquisti

Dove mangiare

Economici

Prezzi medi

Prezzi elevati

Bere

Vita notturna

Discoteca Circus Barok in riva al Danubio,discoteca Sparx,discoteca Laverna vicino al centro,discoteca Charlie's in centro vicino al centro commerciale Tesko e un'altra disco che non mi ricordo come si chiama ma comunque è all'interno del centro commerciale Aupark.

Dove alloggiare

Economici

Appartamento Le Rondini

Appartamenti nel centro di Bratislava [2]

Prezzi medi

Prezzi elevati

Comunicazioni

Da consultare: Frasario slovacco

Poste

Telefoni

Internet

Sicurezza personale

Uscire

Escursioni

Terme di Piestany a 85 km da Bratislava.

Itinerari

  • Castello di Devin [3] a 13 km dalla città ed è uno dei più antichi castelli slovacchi.
  • Castello di Cerveny Kamen a 35 km da Bratislava.
  • Modra è un piccolo paesino a 30 km dalla città ed è noto per la produzione di vino e l'elaborazione artigianale di brocche in ceramica.



Album fotografico