Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Islanda

Da Wikitravel.


noframe
Localizzazione
noframe
Bandiera
noframe
In breve
Capitale Reykjavik
Governo Repubblica costituzionale
Valuta Corona islandese (ISK)
Superficie 103,000 km²
Abitanti 290,570 (2003)
Lingua ufficiale Islandese
Religione Luterani evangelici 87.1%, altri Protestanti 4.1%, Cattolici 1.7%, altri 7.1%
Internet TLD .is
Sito web Sito ufficiale del turismo islandese

L'Islanda (Ísland) è una nazione insulare dell'Europa del Nord.

Da sapere[Modifica sezione]

Posta nell'Oceano Atlantico fra l'Europa e il Nord America, Islanda significa "Isola dei Ghiacci". In un certo senso, il nome le è appropriato dato che più dell'11% della sua superficie è ghiacciata, in un altro senso no, dato che il clima è tutto sommato mite e ci sono sorgenti termali calde dovute all'intensa attività vulcanica.

L'Islanda è un posto incredibilmente bello se vi piacciono i paesaggi strani e desolati. La quantità di luce diurna varia notevolmente a seconda della stagione. D'estate il sole tramonta brevemente ogni notte di giugno, ma il cielo si oscura solo poco prima dell'alba successiva. Negli equinozi di marzo e settembre i giorni e le notti sono all'incirca della stessa lunghezza, come in altre parti del mondo. Se si va in dicembre, ci sono quasi 20 ore di buio al giorno. L'estate è sicuramente il momento migliore per andare: il sole di mezzanotte è uno spettacolo bellissimo e sicuramente da non perdere. È facile perdere la cognizione del tempo quando il sole è ancora alto alle 23:00. L'inizio o la fine dell'inverno, tuttavia, possono essere tempi sorprendentemente buoni da visitare. Alla fine di gennaio, la luce del giorno va dalle 10:00-17:00 circa, i prezzi sono più bassi che in alta stagione, e il paesaggio innevato è incredibilmente bello. (Alcuni siti sono, tuttavia, inaccessibili in inverno). Durante i mesi invernali l'Islanda è uno dei posti migliori dove poter ammirare l'aurora boreale.

Geografia[Modifica sezione]

Clima[Modifica sezione]

Nonostante la latitudine, il clima islandese si può tuttavia considerare temperato-freddo. Ciò è dovuto alla forte influenza della Corrente calda del Golfo che consente agli islandesi di godere di temperature più miti di quelle di altri paesi posti alla stessa latitudine. Questo fenomeno è maggiormente presente nella zona sud ovest dell'isola che quindi gode di clima meno rigido, ma comunque più umido e ventoso, rispetto a quello della costa Nord, influenzata dalle freddi correnti polari. Le temperature medie nella capitale oscillano tra i -2°C di Gennaio e i 10°C di Luglio: quest'ultimo insieme a Maggio, Giugno, Agosto e Settembre rappresenta il mese migliore per visitare l'isola.

Storia[Modifica sezione]

L'Islanda fu abitata inizialmente da popoli nordici e celtici nel IX secolo d.C. - la tradizione dice che il primo colono permanente fu Ingólfur Arnarson, un vichingo norvegese che fece la sua casa dove oggi sorge Reykjavik. Si pensa che i monaci irlandesi avessero abitato temporaneamente l'isola alcuni anni prima. Il popolo islandese parla ancora sostanzialmente la lingua dei vichinghi. L'Islanda ha ricevuto un gran numero di immigrati negli ultimi anni, la maggior parte di queste persone (provenienti dall'Europa orientale e dal Sud-Est asiatico) viene per lavoro. Gli immigrati in Islanda sono ormai ben oltre il 10% della popolazione. Gli islandesi continuano anche ad utilizzare il vecchio sistema patronimico norreno rimasto in uso in Norvegia, Danimarca, Svezia e Isole Faroe fino al XIX secolo, fino a quando i loro governi decisero che la popolazione avrebbe dovuto adottare un cognome.

Cultura[Modifica sezione]

Festività[Modifica sezione]

Regioni[Modifica sezione]

Map of Iceland

Islanda sudoccidentale
dove si trova la capitale Reykjavík e la maggioranza della popolazione
Fiordi occidentali
Un territorio aspro con dozzine di fiordi
Islanda occidentale
Il ghiacciaio Snæfellsjökull, le isole di Breiðafjörður e molto altro
Islanda settentrionale
Distese di lava e spettacolari cascate
Islanda orientale
Altri fiordi e l'unico porto internazionale dove sbarcano i turisti
Islanda meridionale
Qui si trovano le più importanti attrazioni turistiche, incluso il Golden Circle
Entroterra
Un'area pressoché disabitata e coperta da ghiacciai







Città[Modifica sezione]

Altre destinazioni[Modifica sezione]

La spiaggia nera di Reynisfjara nel sud dell'Islanda

È un peccato che la maggior parte dei visitatori non si allontani dalla capitale, dato che alcune delle attrazioni più memorabili dell'Islanda sono situate più lontano. Ci sono molte escursioni offerte dalle compagnie turistiche, facilmente reperibili da uno qualsiasi dei principali centri come Reykjavík e Akureyri. Vi faranno volare in giro e vi porteranno sui ghiacciai e sui grandi vulcani ad un prezzo ragionevole. Tuttavia, l'opzione più economica è quella di andare in giro con un'auto a noleggio, poiché nessuno di questi siti ha tariffe d'ingresso.

Parchi nazionali[Modifica sezione]

  • Þingvellir -[2] Parco Nazionale e patrimonio mondiale dell'UNESCO 30-50 km a est di Reykjavík. Interessante per una serie di motivi: Non solo è la sede originaria del parlamento più antico del mondo (il nome significa letteralmente "campi parlamentari"), ma è anche il luogo in cui le placche continentali nordamericane ed europee si stanno separando.
  • Parco nazionale Snaefellsjokull - Situato sulla punta della penisola di Snæfellsnes nell'Islanda occidentale, questo parco ospita il cratere vulcanico ricoperto di ghiaccio che ha fatto da sfondo al libro di Jules Verne "Viaggio al centro della terra".
  • Parco nazionale Vatnajökull - Il più recente parco nazionale islandese è stato fondato il 7 giugno 2008 e comprende gli ex parchi nazionali di Skaftafell e Jokulsargljufur. Il Parco Nazionale Vatnajökull è il parco nazionale più grande d'Europa con i suoi 12.000 km², che copre circa il 12% della superficie dell'Islanda. Il parco ospita la montagna più alta d'Islanda, l'Hvannadalshnúkur, il più grande ghiacciaio, il Vatnajökull, e la cascata più grande d'Europa in termini di portata, il Dettifoss.

Altre attrazioni[Modifica sezione]

Gullfoss
Geysir Strokkur
  • Laguna Blu - Famosa piscina all'aperto e centro benessere. Il centro benessere si trova a Grindavík, nella penisola di Reykjanes, nel sud-ovest dell'Islanda. Si trova a circa 13 km (8 miglia) dall'aeroporto internazionale di Keflavík e 39 km da Reykjavík. Questo centro termale geotermico nel mezzo di un campo di lava con le sue acque blu latteo è abbastanza surreale. La prenotazione è obbligatoria e deve essere effettuata con largo anticipo per essere sicuri di ottenere la fascia oraria richiesta.
  • Gullfoss - Le Cascate d'Oro. Ai margini dell'inospitale interno dell'Islanda, a circa 100 km ad est di Reykjavík, il fiume Hvítá si tuffa in una doppia cascata per creare quella che molti credono sia la cascata più bella d'Islanda.
  • Kerið - lago nel cratere del vulcano
  • Geysir - Punto caldo geotermico situato a 10 km ad ovest di Gullfoss. La stessa Geysir (da cui deriva la parola inglese "geyser") non è più attiva in modo affidabile, ma fortunatamente il vicino Strokkkur si attiva ogni cinque o dieci minuti.
  • Mývatn - uno dei laghi più suggestivi dell'isola
  • Keflavik - aeroporto internazionale, ex base NATO

Come arrivare[Modifica sezione]

In aereo[Modifica sezione]

L'aeroporto internazionale si trova a Keflavik a 40 km dalla capitale. [3] E' disponibile il servizio navetta Flybus ([4]) che collega l'aeroporto internazionale con il centro di Reykjavik e che parte circa 35 minuti dopo l'arrivo di ogni volo (sono previste due fermate intermedie a Hafnarfjörður e Garðabær). Il costo è di ISK 1950 (agg. 2012) per tratta e il posto è sempre garantito. Dall'Italia non esiste un volo diretto per Reykjavik

In nave[Modifica sezione]

Esiste un servizio marittimo dalla Danimarca, ma il costo del viaggio è piuttosto salato. Il servizio è gestito da Smyril Line e parte da Hirtshals. Il viaggio dura circa due giorni fino a Seyðisfjörður, sulla costa islandese orientale, con tappe a Torshavn e le Isole Faer Oer.

Come spostarsi[Modifica sezione]

In aereo[Modifica sezione]

Gli aerei in Islanda sono come gli autobus o i treni altrove - sono la principale forma di viaggi interni diversi dalle strade. Attenzione: il viaggio può essere un po' sconnesso se si entra in uno dei fiordi come Akureyri.

Il servizio di linea verso le destinazioni vicine, comprese la Groenlandia e le Isole Faroe, è fornito da Air Iceland [5] e Atlantic Airways [6].

In autobus[Modifica sezione]

Jökulsárlón

In auto[Modifica sezione]

L'auto è il mezzo di trasporto più flessibile per viaggiare in Islanda. Noleggiare un'auto in Islanda è abbastanza costoso, si possono pagare non meno di $500 USD per una settimana di noleggio nei mesi estivi. Numerose agenzie noleggiano veicoli e i traghetti permettono ai singoli individui di portare con sé la propria auto. I prezzi di noleggio sono alti - almeno 4.000 ISK al giorno per un veicolo a due ruote motrici, e fino a 12.000 ISK al giorno per un veicolo a quattro ruote motrici; questi prezzi includono l'assicurazione di base, ma è possibile acquistare un'assicurazione aggiuntiva per proteggersi da danni causati da ghiaia o altri incidenti comuni. Leggete bene le clausole però, perché le cose che di solito si rompono (parabrezza, pneumatici, fondo dell'auto) sono di solito escluse. I viaggiatori possono vedere la maggior parte delle attrazioni turistiche islandesi con un veicolo a due ruote motrici, ma chi è interessato ad avventurarsi nell'interno o in luoghi come Landmannalaugar avrà bisogno di quattro ruote motrici - e di una lunga esperienza al volante - poiché le strade sono accidentate e i fiumi potrebbero dover essere attraversati. In alcune località è meglio non viaggiare da soli a causa delle difficili condizioni del terreno e del tempo. Siate consapevoli che il noleggio di un veicolo a quattro ruote motrici può richiedere prenotazioni effettuate con diversi mesi di anticipo in quanto questi veicoli sono molto richiesti. Inoltre, noleggiare auto in loco non è quasi mai più economico che farlo in anticipo, e il noleggio auto, anche in aeroporto, non è aperto 24 ore su 24.

In Islanda c'è una sola autostrada, la Ring Road, che percorre il perimetro dell'isola. La maggior parte delle strade di montagna sono chiuse fino alla fine di giugno, o anche di più a causa delle condizioni di bagnato e fango che le rendono totalmente impraticabili. Quando queste strade sono aperte al traffico, molte di esse possono essere percorse solo da veicoli a quattro ruote motrici. Le strade che richiedono la trazione integrale (ed eventualmente pneumatici da neve) hanno un numero di strada con il prefisso "F", ad esempio F128. Il limite di velocità generale sulle strade rurali islandesi è di 90 km/h sulla superficie asfaltata e di 80 km/h sulla ghiaia, mentre nelle aree urbane il limite di velocità generale è di 50 km/h. Ci sono alcune eccezioni ai limiti generali che sono specificamente firmati come tali (il limite però non è mai superiore a 90 km/h), ma si tenga presente che il limite di velocità generale non è solitamente indicato dalla segnaletica. Gli autovelox sono affissi in tutto il paese e le multe possono facilmente raggiungere le 50.000-130.000 ISK. Il limite di alcol è di 0,05%, con una multa minima di 70.000 ISK, meglio non bere se dovete guidare.

Se si viaggia su strada un ottimo sito da controllare è il Iceland Meteorological Office che ha un ottimo set di pagine tra cui il Icelandic Road Administration su tutte le strade principali. Questo sito web dovrebbe sempre essere controllato per verificare le condizioni delle strade. Comprende informazioni in tempo reale sulle condizioni stradali e sul traffico. Assicuratevi di controllare anche la Ultimate Guide to Driving in Iceland prima di noleggiare o guidare un'auto in Islanda per la prima volta.

Una caratteristica affascinante della guida in Islanda è il numero di pecore (e a volte di cavalli) che vagano liberamente sulle strade, compresa la Ring Road. Rallentate sempre quando ne vedete una sulla strada, perché è possibile che la pecora che vedete sia la madre e i suoi figli stiano per correre sulla strada per incrociarla.

Se siete avventurosi e avete intenzione di fare un tour autonomo per accedere ad alcuni degli altopiani islandesi, allora dovrete guidare un fuoristrada 4x4. Ricordate che la guida fuoristrada è illegale in Islanda, in quanto danneggia la natura delicata ed è punibile con multe molto alte, che probabilmente saranno più del costo dell'intero viaggio. Il costo di un'ammenda minima obbligatoria di 35000000 ISK per incidente. La guida fuoristrada è in condizioni estremamente sfavorevoli.

In nave[Modifica sezione]

Lingue parlate[Modifica sezione]

Islandese, Inglese

Attività ricreative[Modifica sezione]

  • L'Islanda offre molte opportunità di escursioni. Camminare in Islanda non è un'attività facile, si consigliano robusti scarponi da trekking che sostengono le caviglie. Allo stesso modo, è necessario essere preparati per forti raffiche di pioggia laterale e nevischio, specialmente in inverno e nelle mezze stagioni, e in particolare in montagna. Non allontanatevi su terreni sconosciuti senza un'attrezzatura adeguata e informatevi bene sulle escursioni in Islanda.
  • L'Islanda non è molto conosciuta per lo sci o grandi aree sciistiche, ma la città di Akureyri nel nord ha una bella area sciistica e le montagne della penisola di Troll offrono un terreno di classe mondiale per lo sci e l'eliski.
  • Le arrampicate su ghiaccio sono fantastiche, con cascate di ghiaccio di livello mondiale e numerosi ghiacciai.
  • L'escursionismo sui ghiacciai è una delle attività turistiche più popolari in Islanda, con la zona di Skaftafell come punto più importante.
  • Il Whale watching è possibile tutto l'anno da Reykjavik e durante l'estate da Husavik, ma gli avvistamenti sono più comuni in estate in entrambi i luoghi.
  • Ci sono alcune buone opportunità per andare in motoslitta e questo può fornire l'accesso a zone altrimenti inaccessibili.
  • Il rafting è popolare. Nel sud si può fare rafting sul grande fiume Hvita. Il nord dell'Islanda ha alcuni dei migliori fiumi per il rafting come Vestari e Austari Jokulsa. Le aziende che offrono rafting si trovano a Varmahlid. Una di queste è Bakkaflot con ottime strutture (piscine calde, alloggio ristorante e bevande) da utilizzare dopo la vostra avventura.
  • Dogsledding Iceland, Hólmasel, +3548636733, [1]. Potete godervi un giro con i cani husky nella meravigliosa campagna sulla costa meridionale dell'Islanda. Dogsledding Iceland è stata fondata nel 1997 e da allora offre tour per famiglie tutto l'anno. From 19.900 ISK.  edit

Shopping[Modifica sezione]

Accettano carte di credito ovunque, volendo ci si paga anche il caffè.

Mangiare[Modifica sezione]

In Islanda la cucina locale offre piatti a base di carne di agnello e vitello. Il pesce è ottimo così come tutti i prodotti del latte (burro, yogurt, skyr eccetera). Alcuni piatti più particolari sono le bistecche di balena e hamburger di renna.

Alcuni dei piatti tipici islandesi possono essere davvero difficili per i gusti di un europeo abituato alla dieta mediterranea. Tuttavia si possono trovare cose molto gustose. Altre invece possono risultare immangiabili.

Tra i piatti tipici ci sono:

  • Skyr — una crema di yogurt
  • Surmatum — pietanza a base di frattaglie di animali (agnello, foca, balena) immerse in latte acido
  • Súrsadir hrútspungar — Testicoli di montone
  • Hangikjöt — Prosciutto affumicato d'agnello.
  • Svid — Teste di pecora bollite
  • Hákarl — Carne di squalo stagionata sottoterra per eliminare la sua tossicità. Di fatto è carne di squalo fermentata (e non "putrefatta" come viene descritta erroneamente). Ha un forte odore di ammoniaca, e per questo è spesso accompagnato con la tipica acquavite islandese Brennivín per mascherarne l'odore.
  • Hardfiskur — Pesce essiccato, comunemente venduto nei negozi di alimentari, che viene mangiato col burro.
  • Rúgbrauð (letteralmente "pane di segale"), il tradizionale pane nero islandese.

Bevande[Modifica sezione]

Se volete comprare della birra, non andate nei supermercati dove viene venduta quasi analcolica. Esistono negozi che vendono solo alcolici ed hanno ampia fornitura. Meglio la birra locale (viking), molto buona e chiaramente più economica.

Dove alloggiare[Modifica sezione]

Non mancano hotel e pensioni nei centri abitati, ma se avete intenzione di girare l'isola allora dovrete fermarvi nelle fattorie, nei campeggi o nelle altre strutture sparse per l'isola.

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Prevenzioni Sanitarie[Modifica sezione]

Rispettare gli usi[Modifica sezione]