Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Bologna

Da Wikitravel.
Bologna

Default Banner.jpg

La Torre degli Asinelli e la Torre Garisenda di Bologna

Bologna è il capoluogo dell'Emilia-Romagna. Città di medie dimensioni, è comunque il centro di un'area metropolitana dove vive oltre un milione di persone. Celebre centro universitario animato da migliaia di studenti provenienti da ogni parte d'Italia e d'Europa, Bologna è anche famosa per essere uno dei più importanti snodi autostradali e ferroviari della penisola, è un importante centro industriale e culturale tanto da essere stata nominata "capitale europea della cultura" nel 2000 e "città della musica" UNESCO dal 2006.

Da sapere[Modifica sezione]

Chiamata la "grassa", per la sua cultura gastronomica ricca e calorica, la "dotta" per la presenza Università (la più antica d'Europa e una delle più antiche al mondo) e la "rossa", come il colore dei suoi tetti, Bologna è una città di medie dimensioni in una posizione strategica rispetto ad altri centri di interesse turistico quali Venezia, Firenze, Milano, Ferrara e la riviera romagnola. Oltre ad essere meta di visite turistiche è quindi anche un buon punto di partenza per visitare molte altre località e regioni vicine.

Pur non godendo della stessa fama di altre città italiane, Bologna vanta un patrimonio artistico e culturale di enorme importanza pur non avendo un capolavoro assoluto in grado di richiamare migliaia di turisti come invece avviene in altre città quali Firenze o Venezia. Dell'antica Bologna di origine etrusche e romana non è rimasto granché, ma l'impianto del centro storico medievale è rimasto pressoché immutato e oggi si possono ammirare splendide piazze, i palazzi delle famiglie nobili molti dei quali risalenti al Cinquecento, le torri, basiliche e musei di grande importanza. Quasi tutto quello che c'è da vedere si trova all'interno del centro storico caratterizzato dai portici.

Storia[Modifica sezione]

Città dalla storia millenaria e sorta in una zona abitata già nell'età del ferro, venne urbanizzata dagli Etruschi, fortificata dai Galli Boi per poi diventare un municipium in epoca romana. In seguito è stata attraversata da varie popolazioni tra cui Unni, Goti, Longobardi, Carolingi, Austriaci, Francesi, ciascuna delle quali ha lasciato tracce ancora visibili nella città. Nel corso della sua storia Bologna è sempre stata in bilico tra Imperi, regni, lo Stato Pontificio e l'autonomia; è stata dominata da due Signorie, i Pepoli e i Bentivoglio, ma è stata anche un feudo papale sempre in lotta per la propria libertà. Fu il primo Comune italiano e fra le prime città del mondo ad approvare un atto che aboliva la servitù, il Liber Paradisus nel 1256; deve la sua grande apertura in primo luogo al fermento sorto intorno all'Università: l’Alma Mater è stata fondata nel 1088 il che la rende una delle più antiche del mondo e fin dai primi anni della sua esistenza ha attirato studenti da ogni parte d’Europa e del mondo.

La sua storia e la sua vitalità hanno fatto in modo che grandi della storia abbiano lasciato qui tracce indelebili, non solo nella musica ma nella scienza, nelle arti, nell'architettura. Scienziati come Galvani e Guglielmo Marconi, pittori ed artisti come Morandi, Guido Reni, il Guercino, i Carracci, Leonardo da Vinci sul quale naturalmente non manca una leggenda che lo vede dipingere qui la Monna Lisa; Giotto, di cui purtroppo i bolognesi in lotta con il Papa distrussero una cappella interamente affrescata che sorgeva nell'area dell'odierna Piazza XX settembre; Cassini che nella Basilica di San Petronio ha lasciato la più lunga ed importante meridiana del mondo; Michelangelo, del quale rimangono diverse sculture in particolare nella Basilica di San Domenico. Un ruolo importante lo ha avuto anche Napoleone Bonaparte che ha reimpostato la città dal punto di vista urbanistico e Carlo V incoronato Imperatore nella Basilica di San Petronio.

Distretti cittadini[Modifica sezione]

San Petronio e Piazza Maggiore viste dalla cime della Torre degli Asinelli

Bologna è Suddivisa in 9 quartieri:

  • Borgo Panigale;
  • Navile;
  • San Donato;
  • Reno;
  • Porto;
  • San Vitale;
  • Saragozza;
  • Santo Stefano;
  • Savena.

Come arrivare[Modifica sezione]

In aereo[Modifica sezione]

L'aeroporto Guglielmo Marconi offre collegamenti con le maggiori località europee ed internazionali. Distante circa 6 km dal centro città, è facilmente raggiungibile grazie alla navetta Aerobus BLQ che lo collega direttamente alla Stazione Centrale.

In treno[Modifica sezione]

La Stazione Centrale di Bologna, nodo di collegamento importante per l'intero sistema ferroviario italiano, è facilmente raggiungibile in quanto offre collegamenti diretti con quasi tutte le più grandi città italiane. Situata in centro città offre collegamenti con numerose linee bus urbane ed extraurbane.

In auto[Modifica sezione]

Bologna è un nodo autostradale importantissimo per l'Italia, ed è raggiungibile con molta facilità, in quanto vi partono e vi arrivano diverse Strade e autostrade. Bologna si può raggiungere arrivando da Roma e da Firenze percorrendo la A1 verso nord, oppure arrivando da Milano e Piacenza percorrendola nel verso opposto. È collegata a Padova, e quindi al resto del Veneto grazie alla A13. Da Bologna inoltre inizia la A14, che finisce a Taranto e permette di attraversare tutta l'Italia sul lato del Mar Adriatico.

In autobus[Modifica sezione]

L' Autostazione di Bologna, situata a due passi dalla Stazione Centrale, offre numerosi collegamenti autobus nazionali ed internazionali, oltre ad essere capolinea per molte linee bus extraurbane e regionali.

Come spostarsi[Modifica sezione]

L'area del centro storico è quella compresa all'interno delle vecchie mura medievali dove ora si trova la circonvallazione di viali che sono intervallati dalle dodici porte in corrispondenza di alcune delle strade principali.

Dentro le mura Bologna sembra un labirinto di stradine e vicoli che si uniscono ad arterie più grandi e trafficate. Come cantava il celebre cantautore bolognese Lucio Dalla nel centro di Bologna non si perde neanche un bambino, e ad un primo impatto perdersi tra le viuzze del centro può sembrare quasi normale ma in realtà, per le dimensioni non eccessive del centro storico e per la facilità con cui si riescono a raggiungere (anche a caso) alcuni dei punti più celebri, girare per Bologna risulta abbastanza semplice e piacevole.

Girare a piedi per il centro è il modo migliore per scoprirne i segreti, anche perché diverse zone sono pedonali.

Cosa vedere[Modifica sezione]

Centro Storico[Modifica sezione]

Palazzo Re Enzo
  • Basilica di San Petronio (Piazza Maggiore) - Uno dei più grandi esempi del gotico in Italia e uno dei simboli stessi della città. In origine avrebbe dovuto diventare la basilica più grande del mondo ma non venne completata nemmeno la facciata.
  • Palazzo del Podestà - Piazza Maggiore, 1 - di fronte alla Basilica di San Petronio
  • Collezioni Comunali d'Arte [29] - Piazza Maggiore. Allestite all'interno di Palazzo d'Accursio o Comunale
  • Palazzo dei Notai - Eretto nel 1381 dalla società dei Notai e completamente restaurato nel 1908 da Alfonso Rubbiani. All'interno sono custoditi affreschi quattrocenteschi
  • Palazzo Re Enzo, Piazza del Nettuno 1/c. Uno dei palazzi più celebri della città, risale al XIII secolo. Famoso per essere stato la dimora coatta di Re Enzo di Sardegna, figlio di Federico II di Svevia, in seguito alla sua cattura dopo la battaglia di Fossalta (nei pressi di Modena). Rimase qui per 23 anni fino alla sua morte.  edit
  • Palazzo dell'Archiginnasio, Piazza Galvani 1, [1]. A due passi da San Petronio, uno dei palazzi più belli della città e sede della biblioteca comunale.  edit

Musei[Modifica sezione]

  • Museo Civico Archeologico, via dell’Archiginnasio (in Palazzo Galvani), [2].  edit
  • Museo d'Arte Moderna di Bologna (MAMBO), via Don Minzoni 14, [3]. Uno dei musei d’arte moderna più importanti d’Italia.  edit
  • Pinacoteca Nazionale di Bologna, via delle Belle Arti 56, [4]. Nell'ex noviziato e chiesa gesuita di Sant’Ignazio. Al suo interno una ricca collezione di opere d'arte di artisti bolognesi come Vitale da Bologna, i Carracci e Guido Reni e di artisti italiani che hanno operato per edifici religiosi della città. Di notevole interesse sono il polittico di Giotto e l'Estasi di Santa Cecilia di Raffaello.  edit
  • Museo Civico Medievale, via Manzoni 4, [5]. A Palazzo Ghislardi Fava
  • Museo di Palazzo Poggi (Musei universitari), via Zamboni 33, [6]. Il palazzo ospita la sede centrale dell'Università di Bologna. l'interno è decorato con affreschi di Pellegrino Tibaldi, All'interno di Palazzo Poggi sono stati allestiti numerosi Musei Universitari tra cui il Museo della Specola. Nella Biblioteca Universitaria di Bologna è conservata la "Quadreria" con oltre 600 pregevoli ritratti di una collezione iconografica iniziata nel 1754.  edit
  • Museo Internazionale e Biblioteca della Musica, Strada Maggiore 34, [7].  edit
  • Museo Morandi, via Don Minzoni 14, [8].  edit

Le torri[Modifica sezione]

Le torri sono una delle tante caratteristiche di Bologna, in epoca medievale se ne contavano circa cento mentre oggi ne sopravvivono 24 e non sempre visibili con facilità. Le più famose, simbolo stesso di Bologna, sono la Torre degli Asinelli, alta 98 metri, e la Torre Garisenda più piccola e inclinata: si trovano in Piazza di Porta Ravegnana alla fine di via Rizzoli e all'inizio di importanti strade come via Zamboni, via San Vitale, Strada Maggiore, via Santo Stefano e via Castiglione. È possibile salire in cima alla Torre degli Asinelli per ammirare lo splendido panorama (quando la giornata è limpida), l'ingresso costa 3€ ma ricordate che si sale a piedi e la scala è piuttosto stretta. Altre torri famose sono la Torre Prendiparte in via S. Alò e la Torre Azzoguidi in via Altabella. Sono rimasti inoltre diversi torresotti che facevano parte della vecchia cerchia muraria (detta appunto dei torresotti). Alcuni esempi si trovano in via Castiglione e in via San Vitale in corrispondenza dell'incrocio con via Petroni - Piazza Aldrovandi.

Piazze[Modifica sezione]

Palazzo della Mercanzia, sull'omonima piazza

Bologna vanta alcune splendide piazze. Oltre alle conosciutissime Piazza Maggiore e Piazza del Nettuno vanno ricordate Piazza Santo Stefano, considerata una delle piazze più belle d'Italia; Piazza San Giovanni in Monte; Piazza della Mercanzia (in parte a Piazza di Porta Ravegnana, dominata dal bellissimo Palazzo della Mercanzia); Piazza Verdi, cuore della zona universitaria e dove si trova il Teatro Comunale; in Piazza San Domenico c'è la chiesa di San Nicolò delle Vigne che ospita il sepolcro del fondatore dei domenicani al quale lavorò anche Michelangelo; Piazza Galvani, dietro e in parte a San Petronio, la piazza è dominata dalla statua di Luigi Galvani e dal Palazzo dell'Archiginnasio.

Altro[Modifica sezione]

  • La finestra di via Piella - C'è una Bologna segreta sottoterra: è la città delle acque. Dalla finestrella di via Piella fra i civici 16 e 18 si può vedere il canale delle Moline, uno degli scorci più suggestivi della città.
  • Santuario della Madonna di S. Luca - Colle della Guardia - Dal centro proseguite lungo via Saragozza, il percorso porticato più lungo del mondo. Il santuario si vede arrivando a Bologna sia in treno che dall’autostrada, dalla cima si gode di un magnifico panorama.
  • I Portici di Bologna. Quasi 40km di lunghezza che permettono di girare la città al riparo dalle intemperie d'inverno e all'ombra d'estate. Rappresentano il tratto più distintivo della città. Il portico più lungo di Bologna e del mondo è quello che porta da via Saragozza porta al santuario della Madonna di San Luca. È composto da 666 archi e si arrampica sul Colle della Guardia.
  • Gli scavi archeologici all’interno della Salaborsa in Piazza del Nettuno. La biblioteca Salaborsa è uno spazio che accoglie turisti e residenti (e moltissimi studenti). Qui si possono ammirare gli scavi archeologici che hanno portato alla luce strutture di epoca romana ed etrusca. Al suo interno c'è anche un bar. Ospita inoltre eventi e manifestazioni ed è uno dei "salotti" più frequentati del centro.

Attività ricreative[Modifica sezione]

Portico del Pavaglione

Bologna ha un fitto calendario di eventi e manifestazioni di ogni genere, dalle fiere alle grandi mostre che si tengono nei palazzi storici come Palazzo Ghislardi-Fava in via Manzoni o in Palazzo Albergati in via Saragozza. La città offre qualcosa per tutti. Ricordate che questa è una terra di motori e non a caso Bologna ospita il Motorshow. A Borgo Panigale poi ha sede la casa motociclistica Ducati con annesso museo. Gli appassionati poi non potranno dimenticare che a pochi chilometri da Bologna si trova Maranello, sede della Scuderia Ferrari. Tra le numerose manifestazioni che si tengono in città vanno ricordate il Future Film Festival, il Festival del Fumetto, il Cioccoshow dedicato al cioccolato.

Musica dal vivo[Modifica sezione]

Molto interessante la proposta di musica dal vivo in città. Gli appassionati di rock e poo possono contare su locali come l'Estragon e il Link che ospitano spesso star nazionali e internazionali. Non mancano poi location più piccole.

  • Estragon, via Stalingrado 83, +39 051 323490, [9].  edit
  • Take Five, via Cartoleria 15, [14]. Uno dei jazz club della città.  edit
  • Cantina Bentivoglio, via Mascarella 4/B, [15]. Ristorante, enoteca, osteria, jazz club. Uno dei locali storici di Bologna.  edit
  • Bravo Caffè, via Mascarella 1 (di fronte alla Cantina Bentivoglio), [16]. Ristorante e jazz club  edit

Nei week end, inoltre, si può visitare il più grande mercato di Bologna, detto dai bolognese "Piazzola", che offre davvero qualsiasi tipo di merce, ed è situato su Piazza VIII Agosto, e sul parco della Montagnola, nei pressi della stazione ferroviaria e di via Indipendenza.

Opportunità di studio[Modifica sezione]

Alma Mater Studiorum: offre una grandi quantità di proposte di corsi di laurea e facoltà. È una delle migliori Università italiane, e utilizza anche le strutture di Ferrara, Cesena, Rimini.

Acquisti[Modifica sezione]

Le vie dello shopping più frequentate sono via dell'Indipendenza, via Rizzoli e via Ugo Bassi. Più esclusive sono via D'Azeglio e via Farini dove si trova anche la Galleria Cavour. Tra i vicoli compresi tra Piazza Maggiore, via Rizzoli, via Farini e via Castiglione si trovano alcune botteghe storiche dove acquistare prodotti tipici bolognesi.

Dove mangiare[Modifica sezione]

La cucina tradizionale bolognese è tra le più note d'Italia. Ci sono ristoranti, enoteche, pub, trattorie ma le tipiche osterie sono forse il più autentico fulcro della vita notturna della città. La storia stessa di Bologna è così legata all'enogastronomia che già intorno al 1300 si contavano circa 150 osterie.

La gastronomia bolognese offre una quantità davvero significativa di prodotti, frutto di secoli di evoluzione e influenze delle migliaia di studenti provenienti da ogni angolo d'Italia e non solo. La provincia di Bologna è la prima in Italia per numero di prodotti DOP e IGP, gli elementi più importanti sono il maiale e la pasta all'uovo, e diversi sono i piatti tipici registrati: la mortadella; le tagliatelle, la cui pasta deve obbligatoriamente essere tirata a mano; le lasagne verdi, che devono la colorazione all'uso di spinaci o ortica; il ragù; i tortellini, di piccole dimensioni e con un ripieno a base di carne; il fritto misto, che comprende carne, verdure, frutta e crema; la cotoletta, ricoperta da prosciutto e mozzarella; ed il friggione; ma molti altri ne compongono le specialità.

In città non mancano poi le varie piadinerie, anche se va ricordato che la piadina non è strettamente bolognese ma è tipica della vicina Romagna. Non temete, anche a Bologna si può mangiare un'ottima piadina.

La carta dei vini dei Colli Bolognesi comprende: Pignoletto, Chardonnay, Sauvignon, Riesling Italico, Bianco Colli Bolognese, Cabernet Sauvignon, Barbera, Merlot, indicato per bolliti e funghi. Da non dimenticare poi il Lambrusco.

Per uno spuntino non si può non andare da Altero, la più famosa pizzeria take-away di Bologna. Una è anche nella centralissima via dell'Indipendenza. Ci sono poi i soliti fast-food, ma in qualunque bar è possibile mangiare panini e piadine senza spendere troppo.

Bere[Modifica sezione]

A Bologna non mancano certo i locali notturni. Dalle birrerie ai locali dove mangiare, bere e ascoltare musica dal vivo la scelta è davvero molto ampia.

Vita notturna[Modifica sezione]

Bologna è piuttosto famosa per la vita notturna, anche a causa dell'alto numero di studenti, universitari e non, presenti. È ricca di locali per tutti i gusti, si dividono in pub, discopub, discoteche e osterie, oltre che ovviamente ristoranti e bar.

Pub[Modifica sezione]

  • Celtic Druid, [30] in via Caduti di Cefalonia, in pieno centro. In una laterale di via Rizzoli dalla parte opposta rispetto al Palazzo di Re Enzo
  • Mc Willows, in via Saffi, fuori dal centro.
  • Pub Number Ten, in via Saffi, riconosciuto come il pub più antico di Bologna
  • Le Stanze, in via del Borgo di San Pietro, in pieno centro.
  • Cluricane, in via Zamboni. Perfetto stile Irish in piena zona universitaria
  • British Empire, in via Zamboni.

Bar[Modifica sezione]

  • Bar Balanzone, in via Petroni
  • Cafè Paris, via Petroni
  • Piccolo e sublime, in Piazza Verdi
  • Moulin Rouge, via San Vitale

Dove alloggiare[Modifica sezione]

Economici[Modifica sezione]

  • Cristina Rossi Bed and Breakfast. Via Porta di Castello 6 - Bologna - Tel: +39 3356223113 - [email protected] - B&B ubicato nel pieno centro storico di Bologna, a soli 300 metri da Piazza Maggiore. Il Cristina Rossi Bed and Breakfast offre camere arredate in stile classico o moderno, alcune di esse dispongono di un bagno privato con doccia e vasca idromassaggio. La connessione Wi-Fi è gratuita. Al mattino vi attende la colazione dolce e salata servita nel salone climatizzato con TV satellitare 48" e divani.
  • Residence Miramonte, Via Miramonte 11, +39 339 5697513 (fax: +39 051 331168), [25].  edit
  • Residence San Luca (Residence), Via Turati 106, [26]. Appartamenti (30 mq) recentemente ristrutturati, confortevoli e arredati in ogni dettagio, incluso Wireless gratuito , sittuato vicino il centro di e le colline. Vicino trasporti e negozi. Appartamenti da affittare.  edit

Prezzi medi[Modifica sezione]

  • Alberta D Bed and Breakfast, Via Sant'Isaia 58, [27]. Camere graziose (2) perfettamente ristrutturate, arredate con ogni comodità, incluso free Wireless, situato in centro di Bologna. Vicino negozi ristoranti e attrattive turisiche . Camere da affittare.  edit
  • UNA Hotel Bologna. Via Pietramellara 41/43 - 40121 Bologna - Tel: 051 60801 - Fax: 051 60802 - [email protected] - Situato di fronte alla stazione centrale, a pochi passi dal centro storico e dalla Fiera, l'UNA Hotel Bologna, grazie alla sua posizione strategica è adatto per qualsiasi tipo di soggiorno, leisure o business. Con le sue 93 camere, 6 suites e 3 sale riunioni, offre ambienti di design, confortevoli e dotati delle più moderne tecnologie. Ristoro e relax si esprimono al meglio nel bar con terrazza e nel ristorante. Garage interno.
  • UNAWAY Hotel Bologna Fiera Piazza della Costituzione 1 - 40128 Bologna - Tel: 051 41666 - Fax: 051 41665 - [email protected] - Moderna e funzionale struttura situata in posizione strategica vicino alla Fiera, al Centro Congressi e a soli 2 km dal centro storico di Bologna. Le 162 camere sono modernamente arredate e dotate di ogni comfort. L’American bar offre un’ampia scelta di cocktail mentre il ristorante propone piatti tipici della cucina emiliana La sala fitness e la piscina all’aperto sono a disposizione degli ospiti per rilassarsi. L’hotel dispone inoltre di 7 sale meeting.
  • Amadeus Hotel [31]. Via Marco Lepido, 39 - 40132 Bologna - Tel: 051 40.30.40 - Ubicato nelle immediate vicinanze dell'aereoporto, nella prima periferia di Bologna, l'Hotel Amadeus dista 15 minuti d'auto o di bus dalla stazione centrale, dal centro storico e dal quartiere fieristico, essendo situato sulla direttrice Bologna - Modena.
  • Paradise Hotel Bologna – Vicolo Cattani, 7 - Cap: 40126, Bologna, Italy. [32]. Telefono +39 051 231792 • Fax +39 051 234591. Albergo a 3 stelle vicino al centro con 18 camere da letto singole, doppie, matrimoniali e triple e comodi appartamenti indipendenti con angola cottura. Gli altri servizi includono il bagno privato con la doccia, la TV satellitare, la connessione Wi-Fi gratuita, l’aria condizionata, la colazione inclusa e il bar. Matrimoniale e doppia: 60 Euro.
  • Hotel Metropolitan, Via dell'Orso 6, tél +39 051 229393, fax +39 051 224602. Hotel rinnovato in pieno centro storico a pochi passi dalla Stazione ferroviaria e da Via Indipendenza. Wi-FI gratuito, TV sat, AC, colazione inclusa, reception h24
  • Hotel Porta San Mamolo, Vicolo del Falcone 6/8, tél +39 051 583056, fax +39 051 331739. [33]
  • Hotel Imperial, Via del Gomito 16, tel +39 051 327183, fax +39 051 4187076. [34]
  • UNAWAY Hotel Bologna San Lazzaro, Via Fantini 1 - San Lazzaro di Savena 40068 Bologna, Tel. +39 051 4997411 - Fax +39 051 4997450.[35]
  • Casa Isolani Santo Stefano, Via Santo Stefano 16, +39 338 288 1153 (), [28]. checkin: 12:00; checkout: 10:30. B&B di charme a Palazzo Isolani: dormire nella bellezza. Nel centro storico di Bologna, a due passi dalle due Torri e da Piazza Maggiore, dentro l’atmosfera del complesso monumentale delle Sette Chiese, in Piazza Santo Stefano. Le camere sono all’ultimo piano dell’incantevole Palazzo Isolani del Settecento, proprietà di una delle famiglie più antiche di Bologna. Claudio Abbado, il Maestro, se ne innamorò all'istante e vi abitò per oltre dieci anni. Connessione internet WiFi e prima colazione incluse nel prezzo. TV LCD satellitare, bagno privato, aria condizionata, accappatoio, asciugacapelli, cassaforte, cani accettati.  edit

Prezzi elevati[Modifica sezione]

  • Grand Hotel Elite Via Aurelio Saffi, 36, 40131 Bologna, Tel. +39.051.6459011 Fax +39.051.6492570, [36], L'eleganza qui si sposa con servizi e comodità: posizionato in centro, a 10 minuti dal quartiere fieristico, a 5 minuti dalla stazione e dall'aeroporto. Albergo 4 stelle a Bologna, riesce a soddisfare ogni tipo di esigenza vantando nell’ ampia gamma di proposte, altamente differenziate in qualità e servizio, ben 142 Suite e 35 Camere differenziate tra Classiche e Prestige.
  • Alloro Suite Hotel Via Ferrarese, 161, 40128 Bologna, Tel. +39.051.372960 Fax +39.051.372127, [37]. L'Alloro Suite Hotel un altro concetto di albergo, dove il silenzio, l’accoglienza e la naturalità trasformano l’ambiente in un’isola speciale dentro la città. All’Hotel Alloro troverete comodità, cortesia e quiete ma anche efficienza e praticità. Se ancora non ci conoscete, vale la pena di provarci.

Comunicazioni[Modifica sezione]

Poste[Modifica sezione]

Telefoni[Modifica sezione]

Postazioni Internet e Wi-Fi spots[Modifica sezione]

A Bologna c'è un progetto che si chiama "Iperbole Wireless" dove ci si puo' connettere ad internet sfruttando la Rete Wi-Fi offerta dal comune, di una parte del centro della città. Attualmente le zone interessate sono: Via dell’Archiginnasio, Piazza Maggiore, Piazza Nettuno, Via Rizzoli, Via Zamboni fino a Piazza Verdi. Link Iperbole Wireless

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Bologna è una città vivace e accogliente ma questo non significa che non ci siano problemi legati alla delinquenza e purtroppo allo spaccio di droga. Specie nelle ore serali o in piena notte evitate la zona della stazione centrale, evitate zone buie e poco frequentate. La zona universitaria di via Zamboni è una delle più affollate del centro, ad ogni ora, qui però si trovano anche alcune vie dove operano spacciatori. Se vi dimostrate disinteressati non succederà niente, basta comunque fare attenzione ed evitare certi personaggi. Specie nelle aree più affollate del centro come i mercati nelle piazze possono esserci dei borseggiatori all'opera. Fate attenzione.

Fuori città[Modifica sezione]




Questo articolo è un outline ed ha bisogno di maggiori contenuti. Ha un template, ma non è abbastanza. Per favore, buttati e aiutalo!