Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Azerbaijan

Da Wikitravel.
Caucaso : Azerbaijan
Ganja, Azerbaijan - Casa con decorazione
Localizzazione
noframe
Bandiera
Aj-flag.png
In breve
Capitale Baku (Baki)
Governo Repubblica, (con sfumature autoritarie)
Valuta Azerbaijani manat (AZN)
Abitanti 9,000,000 (stima del 2010)
Lingua ufficiale Azerbaijani (Azeri) 93.4%, Russi 3%, Armeni 2% (Nagorno-Karabakh), altri 1.6%
Religione Musulmana 95%, Ortodossa russa 2.5%, Armena 2%, altre 0.5%; nota:
Elettricità 220V/50Hz
Presa spina di tipo europeo
Prefisso +994
Internet TLD .az
Visitatori 681,000 (anno 2000)
1,349,000 (anno 2004)


L'Azerbaijan è una ex repubblica Sovietica e si trova nel Caucaso meridionale. Dal punto di vista geografico fa parte sia dell’Europa che dell’Asia.

Capire[Modifica sezione]

Il paese è situato tra la Russia e l'Iran e confina a Ovest con l’Armenia e con la Georgia. La regione autonoma di Nakhchivan è una exclave azera che confina con l’Armenia, l'Iran e la Turchia. La regione del Nagorno Karabakh è stata la causa della guerra con l’Armenia ed è dal 1991 uno stato de facto.

La maggioranza della popolazione (più del 90%) è composta dagli azeri che condividono una cultura simile a quella turca. Le minoranze in Azerbaijan sono costituite da Lezghini, Russi, Avari, Turchi, Tatari, Armeni (nel Nagorno Karabakh) Ucraini e Georgiani.Con l’andamento della storia avendo l'influenza russa in Republica dell'Azerbaijan e persiana in Azerbaijan Iraniano (le province della parte nord dell'Iran) hanno sviluppato la cultura e stile di vita totalmente diverse. La maggior parte degli abitanti del paese sono di cultura musulmana (maggior parte musulmani sciiti) ma come conseguenza della forte influenza Russa durata 2 secoli, lo stile di vità degli abbitanti ha poche differenze dagli altri paesi dell'Est Europa ed oggi l'Azerbaijan è considerato uno dei paesi più laici al mondo. Il governo è un regime ibrido con elementi dell'Autoritarismo e forte presenza dello Stato in tutte le sfere dell'economia. Tuttavia il paese rimane abbastanza aperto sia dal punto di vista culturale che economico. Anche se si sono verificati degli episodi dell’imprigionamento degli oppositori e giornalisti il regime non è cosi severo come si può vedere in Iran, Turkmenistan le regioni Caucasiche della Russia. Inoltre vi è in corso un processo di ammodernamento delle istituzioni ed abbassamento significativo dei livelli di corruzione attraverso la digitalizzazione della maggior parte dei servizi pubblici. Tuttavia il paese non può essere chiamato democratico. Dopo l’indipendenza ottenuta nel 1991, l’Azerbaijan permise lo sviluppo dei suoi giacimenti petroliferi dalle compagnie occidentali e questo causò il boom della produzione e nello sviluppo economico, soprattutto nei primi cinque anni del 2000. Le infrastrutture del paese si sono rinnovate nel modo molto significativo nell'ultimo decennio. Tuttavia rimane un grande divario tra la capitale ed il resto del paese; mentre a Baku si vive il pieno boom edilizio e la crescita della classe media, il resto del paese rimane molto rurale con l'incremento soltanto nel settore agricolo. L'Azerbaigian è il paese economicamente più sviluppato della regione del Caucaso e produce quasi 70% del PIL di tutto il Caucaso del Sud. Tutto il territorio del paese (tranne le provincie militarmente occupati dalla vicina Armenia) è considerato sicuro per tutti i viaggiatori.

Regioni[Modifica sezione]

Regions of Azerbaijan

Baku
Il centro politico economico e culturale dell'Azerbaijan
Ganja
Nagorno Karabakh
Il Nagorno Karabakh è una repubblica de facto, indipendente dal 1991 con un proprio governo (armeno), e non è sotto controllo dell'Azerbaijan.
Nakhchivan
Exclave nel territorio della Turchia al confine con l'Armenia
Nord Azerbaijan
Un'etnicamente differente regione tra le montagne del Grande Caucaso ricoperte di lussureggianti foreste
Sheki
Verde regione montuosa al confine con la Georgia e nella quale sorgono le più belle città del paese
Sud Azerbaijan
Talysh






Città[Modifica sezione]

  • Baku — La capitale e la città più cosmopolita del Caucaso.
  • Ganja — La seconda città più grande dell’Azerbaijan, con la lunga storia e importanti siti storici.
  • Lankaran — La città situata nel Sud, vicino al confine con l’Iran.
  • Naftalan — La città conosciuta grazie al petrolio curante.
  • Nakhichevan - Il centro amministrativo della regione autonoma di Nakhichevan.
  • Sheki — Una bellissima città in mezzo alle foreste delle Montagne del Caucaso con molti posti da visitare e vedere.
  • Sumqayit — La terza città più grande del peaese, il centro dell’industria Chimica.
  • Xachmaz — La destinazione turistica più importante del paese con delle bellissime spiagge e foreste. Pronunciato anche come Khachmaz.

Altre destinazioni[Modifica sezione]

  • Le Grotte di Gobustan con dei grafitti preistorici.
  • Khinalug il pittoresco, remoto villaggio montagnoso una volta il centro dello Zoroastrismo. Oggi è abitato dagli discendenti diretti degli Albani Caucasici con la propria lingua e cultura completamente diversa da quella Azera.
  • Lahic Un villaggio famoso per la produzione artigianale soprattutto degli oggetti in rame ma anche dei tappeti.
  • I vulcani di fango Azerbaijan ospita la quantità dei vulcani di fango più alta nel mondo. Sono quasi 300 in tutto il paese . La maggior parte si trova intorno alle Grotte di Qobustan.
  • Le Foreste Ircane del Caspio Si trovano vicino alla frontiera con l’Iran.

Da sapere[Modifica sezione]

Geografia[Modifica sezione]

Clima[Modifica sezione]

Azerbaigian ospita 9 delle 11 zone climatiche esistenti. La temperatura media annua nel tutto il paese è di 14-15 °C . Le montagne del Caucaso proteggono il paese dalle masse Artiche che colpiscono la Russia durante l’inverno, mentre il Mar Caspio fa da scudo contro l’aria calda e secca provenente dall’Asia Centrale. Temperatura media durante l’inverno è 0-15 °C nella pianura e -20°C nelle aree montagnose. L’estate varia tra 20-40°C nella maggior parte del paese, i venti costanti nell’area costiera rendono più sopportabile il caldo durante la stagione.

Storia[Modifica sezione]

Cultura[Modifica sezione]

Festività[Modifica sezione]

Anno nuovo (Gennaio 1-2) Festa della Donna (Marzo 8) Giorno della Vittoria (Maggio 9) Giorno della Republica (Maggio 28) Giorno della salvezza nazionale (Giugno 15) Giorno dell’Esercito (Giugno 26) Giorno dell’Indipendenza (Ottobre 18) Giorno della Costituzione (Novembre 12) Giorno della Soliderarietà degli Azeri nel mondo (Dicembre 31) Festa Novruz– 19-21 Marzo


Come arrivare[Modifica sezione]

Visti[Modifica sezione]

Per visitare Azerbaijan è necessario richiedere il visto. I cittadini italiani possono richiedere il visto elettronico valido per 30 giorni di permanenza attraverso il sito ASAN Visa. Il visto viene rilasciato entro 3 giorni lavorativi ed ha un costo di 20 USD. Possibile ottenere anche il visto urgente entro 3 ore con il costo totale di 50 USD. Per i cittadini Italiani unico documento necessario è il passaporto valido almeno 6 mesi. Entro 3 giorni dalla richiesta arriva una mail con il visto elettronico in formato PDF. Va stampato e dimostrato alla frontiera insieme al passaporto. Con il visto elettronico è possibile entrare nel paese sia dagli aeroporti internazionali che dalle frontiere terrestre.

In aereo[Modifica sezione]

Il pasese è servito dalle principali compagnie aeree tra cui Aeroflot, Azerbaijan Airlines (AZAL), Buta Airways, Turkish Airlines, Lufthansa e Qatar Airways, e da tutta una serie di compagnie aeree più piccole. L'unica compagnia che offre i collegamenti diretti dall'Italia è l'Azerbaijan Airlines con 2 voli Milano Malpensa-Baku due volte alla settimana. Air Baltic offre anche voli con buoni prezzi da / via Riga; La compagnia aerea low cost turca Anadolujet offre voli dall'aeroporto Sabiha Gokcen di Istanbul. Wizz Air offre un'opzione a basso costo da Budapest a Baku (da 39 EUR solo andata). L'opzione molto economica che permette visitare anche la vicina Georgia è quella di prendere i voli della Wizzair da Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Bologna,Venezia Treviso, Pisa, Napoli verso la città Georgiana di Kutaisi (i prezzi a partire da 9.99 EUR solo andata) poi prendere da Tbilisi volo fino a Baku con la Buta Airways che offre 2 voli giornalieri (a partire da 29 EUR solo andata).

In treno[Modifica sezione]

Ci sono i collegamenti diretti con i treni notturni dalla Georgia, Russia e dall'Ucraina su base regolare.La tratta più usata dagli Europei è la Tbilisi-Baku, un treno notte che parte ogni giorno alle 20:40 ed arriva a Baku alle 09:30 del giorno dopo. Il viaggio in seconda classe (quattro letti per cabina) da Tbilisi ha un costo di circa 51 GEL (14 EUR), mentre in prima classe (due letti per cabina) costa 97 GEL (26 EUR) a persona. L'unico modo per acquistare i biglietti da Tbilisi è alla stazione ferroviaria di Tbilisi, di solito si trovano i biglietti anche in giorno della partenza. Da Baku verso Tbilisi i biglietti si possono acquistare sul sito delle Ferrovie dell'Azerbaigian. Altri collegamenti vi sono da Mosca (60 ore) parte tre volte alla settimana, c'è anche un treno una volta alla settimana che parte da San Pietroburgo (70 ore) la domenica. Altre città con collegamenti meno frequenti includono Novosibirsk (80 ore) e Ekaterinburg (75 ore), Kiev (68 ore) ha un servizio in partenza ogni sabato, con le carozze aggiunte da diverse altre città. Inoltre, in alcune occasioni c'è un treno diretto dalla città bielorussa di Brest (81 ore) che ferma anche a Minsk (76 ore).

In autobus[Modifica sezione]

Ci sono i collegamenti internazionali regolari con la Georgia, Russia, Iran e Turchia

In auto[Modifica sezione]

In nave[Modifica sezione]

Come spostarsi[Modifica sezione]

In aereo[Modifica sezione]

In treno[Modifica sezione]

In autobus[Modifica sezione]

In auto[Modifica sezione]

In nave[Modifica sezione]

Lingue parlate[Modifica sezione]

Attività ricreative[Modifica sezione]

Moneta[Modifica sezione]

Valuta locale[Modifica sezione]

Costo della vita[Modifica sezione]

Acquisti[Modifica sezione]

Cibi[Modifica sezione]

La cucina azera unisce le tradizioni turche e quelle dell'Asia Centrale. Molto frequente è il riso (plov), utilizzato quasi sempre, condito con spezie e mescolato con carne e pollo. Altro piatto molto comune è il kebab, tipico della Turchia, carne condita con frutta secca e spezie e fatta arrostire al fuoco in verticale. I prodotti agricoli non sono numerosi, in particolare ci sono patate e cavoli utilizzati nelle grandi minestre. Un piatto particolare è il dogva: yogurt e spinaci con riso e carne. Tra i piatti di pesce fresco e affumicato del mar Caspio c'è il caviale: molto apprezzato lo storione che viene venduto al porto di Baku. Il kutab, di origine turca, è un pasticcio di spinaci e zucca. Nei ristoranti di Baku è possibile assaporare ricette russe rimaste a completamento della cucina azera.

Bevande[Modifica sezione]

Ci sono case da tè, chiamate chai khanas, dove gli uomini sorseggiano per ore tè nero dolce in piccoli bicchieri. Molto gradito è l'alcol, anche se la maggior parte della popolazione è musulmana. I vini e liquori sono prodotti anche localmente; molto popolare è la vodka russa così come molti altri liquori importati dalla Georgia e dalla Turchia. A Baku si possono trovare molte bevande europee come la birra che qui è rara e poco conosciuta.

Tipologia di ristoranti[Modifica sezione]

Alloggi[Modifica sezione]

Educazione[Modifica sezione]

Opportunità di lavoro[Modifica sezione]

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Prevenzioni Sanitarie[Modifica sezione]

Rispettare gli usi[Modifica sezione]

Comunicazioni[Modifica sezione]

Poste[Modifica sezione]

Telefoni[Modifica sezione]

Internet[Modifica sezione]

Quest'articolo è uno stub e ha bisogno del tuo aiuto. Esso contiene minime informazioni. Per favore buttati e aiutalo!