Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Yangon

Da Wikitravel.
Yangon: Palazzo Karaweik sul lago Kandawgyi

Yangon [1], precedentemente nota come Rangoon, è l'ex capitale di Myanmar. La città odierna è un amalgama di influenze birmane e coloniali britanniche oltre che cinesi ed indiane. Yangon è nota per i suoi eleganti edifici coloniali, purtroppo oggi alquanto decadenti. Nel 1990 si diede avvio alla costruzione di moderni grattacieli in seguito al varo di una legge che apriva il paese agli investimenti stranieri. Ciò nonostante, Yangon continua ad essere una città del passato come dimostrano le bancarelle per strada e i suoi pungenti odori.


Come orientarsi

Distretti Cittadini

Il centro di Yangon con Sule Paya e i Giardini Mahabandoola sulla sinistra della foto

Yangon è limitata ad ovest e a sud dal fiume omonimo e a est dal fiume Bago. La città si sviluppa in senso longitudinale, dalla zona dell'aeroporto a nord, fino alla sponda meridionale del fiume Yangon con il suo centro situato esattamente all'estremità meridionale. È divisa in 32 circoscrizioni comunali (Myo-thit in birmano)

  • Centro - Il centro propriamente detto si sviluppa sulle rive del fiume Yangon ed è limitato dalle linee ferroviarie a nord, dal fiume Pazundaung Chaung ad est. Corrisponde alla città di epoca coloniale con strade che si incrociano ad angolo retto. Il suo cuore è la piazza intorno a "Sule Paya", la pagoda dal tetto dorato alta 46 m. Sule Paya, considerata il miglio "0" da cui si misurano tutte le distanze cittadine, si trova all'incrocio del viale Mahabandoola che scorre parallelo al fiume con via "Sule Pagoda" che va dal lungofiume (Strand) alla stazione ferroviaria. Tra i municipi che occupano la zona del centro quelli più interessanti sono:
    • Lanmadaw - In questa circoscrizione all'estremità occidentale del centro si trovano le banchine da dove partono i battelli per Pathein, Mandalay, Bagan e altri porti lungo il fiume Irrawaddy.
    • Latha - Estesa tra la 15a strada e Sule Paya, questa circoscrizione corrisponde alla Chinatown di Yangon (Ti'youht Tun). È un'area commerciale con numerosi negozi disposti per lo più sul lunghissimo viale Mahabandoola.
    • Kyauktada - Il nome della circoscrizione intorno a Sule Paya con molti edifici di epoca coloniale.
    • Pabedan - La zona del centro dove si trova il famoso mercato "Bogioke Aung San" (ex Scott market). Si estende sul fianco ovest della stazione ferroviaria, vicino la cattedrale della Santa Trinità.
    • Little India (Kalah Tun) - Si estende ad est di Sule Paya.
  • Dagan - Il distretto a nord del centro, oltre le linee ferroviarie dove si trova Shwedagon Paya, la più celebre delle pagode cittadine.
  • Bahan - Un distretto disseminato di alberghi, sempre a nord del centro, tra il laghi Kandawgyi e Inya. L'ambasciata italiana è dislocata qui.


Da sapere

La pagoda di Schwedagon, il più celebre monumento di Yangon e simbolo della città

Cenni storici

Yangon fu ai suoi inizi un villaggio abitato dall'etnia "Mon", noto con il nome di Dagon. Il piccolo centro fu in seguito conquistato dal re birmano Alaungpaya che gli diede il nome di Yangon che significa "la fine del conflitto". Continuò ad essere un centro senza importanza fino alla conquista britannica, quando nel 1850 le fu assegnato il ruolo di capitale con il nome di Rangoon. Gli inglesi elaborarono un nuovo piano urbanistico sul modello di Londra. Con la proclamazione della indipendenza della Birmania nel 1948, la città entrò in un'era di isolamento e di disordini politici. Nel 1988 vi avvenne una dimostrazione pacifica per il ritorno del paese alle libertà democratiche cui presero parte migliaia di persone, soprattutto studenti ma anche monaci buddisti. Le forze dell'ordine non esitarono a sparare sulla folla inerme, causando molte vittime. Nel 1989 la città riassunse il vecchio nome birmano di Yangon per volere della giunta militare. Nel 2005 la capitale fu trasferita a Pyinmana, nella divisione di Mandalay.

Aung San Suu Kyi e il suo partito NLD sono a favore dell'uso del vecchio nome di Rangoon invece di Yangon, come distintivo del loro indirizzo democratico. Anche molti governi occidentali sostengono l'uso di Rangoon per esprimere il loro dissenso dalla giunta militare al potere.


Popolazione

La maggioranza della popolazione di Yangon appartiene all'etnia Bamar, dominante nel resto del paese. Le minoranze più rilevanti sono la cinese e l'indiana, entrambe costituitesi e ingranditesi nell'arco del XIX secolo, al tempo della dominazione coloniale britannica. Altri gruppi etnici presenti nella città includono gli Shan e i Kayin. "Kabya" è termine con cui si indicano individui di razze miste, per altro molto comuni a Yangon.

Clima

Yangon, situata nella zona tropicale, è soggetta a piogge monsoniche da febbraio a ottobre. Il miglior periodo per una visita va da novembre a gennaio, mesi in cui le temperature si abbassano così come il tasso di umidità.

Quando visitare

Come scritto nella sezione precedente il miglior periodo per una visita va da novembre a gennaio. Ma chi volesse assistere alla festa birmana del nuovo anno, il Thigyan dovrà venire in aprile

Come arrivare

Il terminal dell'aeroporto internazionale di Yangon, inaugurato nel maggio del 2007
Sala d'attesa riservata ai vip s all'aeroporto internazionale di Yangon
La stazione ferroviaria di Yangon. Costruita dagli Inglesi nel 1877 secondo lo stile proprio dell'epoca vittoriana fu distrutta dagli stessi nel 1943 sotto l'incalzare delle truppe giapponesi. L'edificio attuale fu inaugurato il 5 giugno 1954 su progetto dell'architetto Sithu U Tin che si è ispirato all'architettura tradizionale birmana

In aereo

L'areoporto internazionale, situato a 30 minuti a nord di Yangon, costituisce il principale punto di accesso per i turisti occidentali. Voli diretti per Bangkok, Kuala Lumpur, Singapore e Taipei.
Non bisognerebbe permettere di farsi portare i bagagli da improvvisati facchini che gironzolano per l'areoporto non tanto perché vi chiederanno prezzi eccessivi per la loro prestazione ma perché non ve li scrollerete più da dosso. Questi individui affollano in particolare il terminal dei voli domestici.

Se si hanno problemi con gli ispettori doganali, questi si risolvono facilmente con l'elargizione di danaro, una specie di tassa nota come "la mancia per il tè" . Fuori dall'areoporto attendono altri facchini improvvisati, per cui bisogna tener d'occhio il proprio bagaglio se non si vuol vederlo sparire in un battibaleno.

In treno

La stazione centrale di Yangon si trova in fondo al viale di Sule Pagoda. Il viaggio fino a Mandalay, distante circa 650 km, dura 15 ore con un treno express salvo imprevisti. L'espresso è l'unico treno da prendere un considerazione essendo tutti gli altri estremamente lenti. Si distingue dal colore giallo della locomotiva. Il treno Yangon - Mandalay effettua fermate intermedie a Bago, Pyinmana (Naypyitaw), Thazi.

Sul tratto Yangon - Naypyidaw, la nuova capitale del paese è stato inaugurato da poco (2007) un servizio quotidiano di treni che partono alle 07:30 e arrivano alle 16:15. Il biglietto di sola andata costa 1800 K in classe superiore, la metà se si viaggia in classe ordinaria. Sono comunque tariffe che si applicano ai locali e non agli stranieri cui è imposto un sovraprezzo come su tutti gli altri mezzi di trasporto.

Oltre la linea principale Yangon - Mandalay, esistono altre linee in partenza da Yangon ma sono molto pochi gli stranieri che se ne servono. I treni birmani non sono infatti affidabili sulle linee secondarie essendovi stato registrato qualche incidente mortale in passato. I ritardi poi sono all'ordine del giorno. Comunque eccole elencate:

In Autobus

Evitare di prendere autobus extraurbani della compagnia statale che, oltre ad essere malandati, sono lenti fino all'esasperazione. Gli autobus delle compagnie private, pur costando di più, sono di gran lunga più confortevoli. Agli stranieri però vengono applicate tariffe molto più alte che non ai locali. La compagnia "Leo Express" gode di buona reputazione disponendo di autobus moderni con aria condizionata e servizio di ristorazione a bordo. Ciliegina sulla torta, questa compagnia è l'unica a non applicare sovrapprezzi di sorta ai stranieri. La prenotazione è obbligatoria e in certi casi va fatta addirittura 4-5 giorni prima, soprattutto se si vuol viaggiare con la Leo express. Molte compagnie private hanno i loro uffici nei pressi della stazione ferroviaria centrale così per la prenotazione e l'acquisto dei biglietti non è necessario recarsi alle stazioni che rimangono parecchio fuori mano.

Yangon ha due stazioni di autobus extraurbani:

  • Saw Bwar Gyi Gone - Questo è il nome dela principale stazione di autobus extraurbani di Yangon. Si trova a 4 km circa dall'aeroporto internazionale e a 18 km dal centro. Serve molte destinazioni del Nord con corse frequenti per Mandalay (16 ore), Bagan, Taunggyi. Molti autobus operanti sul lungo raggio partono alle 17:00 per arrivare a destinazione il mattino presto. Di meno gli autobus che partono alle 07:00 per giungere la sera. A questa stazione fa capolinea l'autobus urbano n° 51 che costa un'inezia (20k più 10k per il bagaglio). In realtà bisogna prendere un taxi perchè l'autobus è sempre stracolmo di gente. Questa stazione è alquanto squalliduccia e in balia della polvere.
  • Stazione Aung Mingalar - Serve le destinazioni di Bago e Kyaiktyio. Dal centro si può prendere l'autobus n° 43 altrimenti un taxi per una somma 100 volte superiore ma pur sempre modica (2000k circa).

In nave

I moli da dove partono i battelli che risaliranno il fiume Irrawaddy (o Ayeyarwady) ed altri corsi d'acqua alla volta di Bagan, Mandalay, etc. si trovano tutti nella circoscrizione di Lanmadaw, ad ovest di Sule Paya e Chinatown.

"Myanma Five Star Line" (MFSL) [2] e "Inland Water Transport" (IWT) [3] sono le due compagnie marittime da tempo nazionalizzate che gestiscono i collegamenti da Yangon ad alcuni porti fluviali dell'entroterra ma anche per alcune località costiere come Kawthoung.

Pur costituendo un'esperienza estremamente piacevole, sono pochi i visitatori che affrontano un viaggio in battello per i loro spostamenti a lungo raggio (come Bagan o Mandalay). Questi mezzi, chiamati ancora vapori anche se funzionano a diesel, sono infatti troppo lenti e durante la stagione secca può verificarsi qualche imprevisto. I collegamenti per i porti sul Mar delle Andamane (Dawey, Myeick, Kawthoung) sono alquanto aleatori soprattutto nella stagione delle piogge. La traversata in nave è comunque magnifica, soprattutto nell'ultimo tratto, quando si passa tra le numerose isole dell'arcipelago Mergui. Se tutto va bene dura due giorni e due notti.

Ancora bisogna notare che non esistono orari prestabiliti e questi si apprendono qualche giorno prima agli uffici delle due compagnie presso i moli di Lammadaw. Gli impiegati oppongono parecchie difficoltà agli stranieri che si presentano ai loro sportelli con l'intenzione di effettuare la traversata fino a Kawthoung per cui è bene servirsi di una conoscenza sul posto in grado di districarsi tra le pastoie della burocrazia locale.

Come spostarsi

I Taxi sono facilmente reperibili perché troppo onerosi per i locali. Occorre sempre concordare il prezzo della corsa in anticipo. Comunque i conducenti sono generalmente onesti e possono essere messi a propria disposizione per una giornata intera a prezzi abbastanza vantaggiosi.

Mai tentare di mettersi al volante di una vettura a Yangon perché la circolazione è assai pericolosa e in caso di incidente sono previste pene severe. L'uso di motocicli e biciclette è vietato e l'infrazione alla norma comporta ammende salate.

È possibile camminare a piedi per le strade della città ma bisogna essere prudenti soprattutto quando si attraversano le strade, spesso non provviste di semafori.

Da vedere

Shwedagon Paya, il più noto dei monumenti di Yangon
La moschea sunnita di Yangon vicino la Sule Paya
Yangon, il lago Kandawgyi
Yangon: Il parco del lago di Inya

Edifici religiosi


  • Shwedagon Paya - La principale meta di pellegrinaggio in Myanmar è questa stupa buddista la cui cupola dorata raggiunge l'altezza di 100 metri. All'interno della pagoda è custodita una reliquia e precisamente una ciocca di capelli che secondo la credenza popolare sarebbe appartenuta al Budda. L'ingresso alla pagoda è a pagamento. Esiste un ascensore che porta fino al basamento della stupa.
  • Vijaya Paya - Vicino a Shwedagon Paya si erge questa stupa la cui costruzione risale al 1980.
  • Sule Paya - Situata nel centro di Yangon, anche questa stupa di forma ottagonale custodisce al suo interno un'altra ciocca di capelli che si crede essere appartenuta al Budda
  • Cattedrale di Santa Maria - La cattedrale cattolica con un bell'interno
  • St. Paul's Cathedral - Una delle due cattedrali anglicane costruite al tempo della dominazione inglese.
  • Musmeah Yeshua Synagogue - Situata al n° 86 della 26^ Strada , è l'unica sinagoga di Yangon. Fu eretta nel 1893 e il suo interno è ben conservato.
  • Mailamu Paya -

Parchi

  • Giardino zoologico - Aperto nel 1906, vi sono ospitati esemplari della ricca fauna del paese. In occasione di festività pubbliche vi si tiene il circo degli elefanti e la danza dei serpenti. Lo zoo è aperto dalle 08:00 alle 18:00 .
  • I Giardini Mahabandoola - Si trovano nel centro cittadino tra il fianco di Sule Paya e il lungofiume. Sono famosi per i loro magnifici roseti. Il monumento all'indipendenza, a forma di obelisco, si trova al centro del parco. Tutt'intorno si estendono edifici coloniali in alcuni dei quali hanno sede le ambasciate dell'India e degli Stati Uniti d'America.
  • Il Parco del Popolo - Vicino a Shwedagon Paya. E' famoso per le sue fontane. Chiude alle 19:00 e si paga qualcosa per accedervi.
  • Il lago di Inya - Il più grande dei laghi che costellano la città di Yangon è circondato da un parco dove si trovano gli edifici dell'Università e il famoso albergo Inya Lake. Molte le ville private che appartengono a esponenti della giunta militare che governa il paese con pugno di ferro.
  • Lago Kandawgyi - Noto in epoca coloniale come Victoria Lakes, ha una forma ovale e gli stranieri che desiderano accedervi devono pagare qualcosa. All'estremità sud occidentale del lago si trova il palazzo Karaweik costruito nelle forme di un'antica imbarcazione reale birmana mentre nel suo angolo di nord-ovest si trova il parco Bogyoke Aung San Park accessibile da via Natmauk.
  • Mausoleo dei Martiri - Eretto per ricordare l'assassinio del generale Aung San e di 6 membri del suo governo. Il monumento si trova sulla sommità di una collina a fianco di Shwedagon Paya e offre belle viste sulla città sottostante.

Miscellanea

  • Casa di Aung San Suu Kyi - Si trova sul viale dell'Università vicino alle rive del lago Inya. Sono molti i turisti stranieri che per curiosità vanno a vedere la residenza dell'unico leader che è stato capace di mettere in crisi la giunta militare che da decenni ormai governa il paese con pugno di ferro. La villa è recintata con filo spinato ed è sorvegliata da forze della polizia militare. Il traffico su questo tratto del viale è stato deviato e la visita rimane un po' difficile per via dei posti di blocco che vietano anche il traffico pedonale.
  • Museo Nazionale - Si trova al n° 26 di via Pansodan ed ospita collezioni di manufatti di epoca birmana. E' aperto dalle 10:00 alle 15:00 e chiude di sabato e domenica.
  • Strand Hotel, al n° 92 di Strand Road è il più famoso (e anche il più costoso) degli alberghi di Myanmar. Fu costruito nel 1901 in stile neo classico.


Attività ricreative

If you would like to make a guide tour you can contact with local english lunguage guide who are offical licensed tour guide: Khin Maung Aye khinmaungaye@mail4u.com.mm

Acquisti

Bogyoke Aung San, il più grande e il più frequentato dei mercati di Yangon

Yangon offre parecchi affari ai turisti a caccia di oggetti d'artigianato locale ma bisogna essere abili nel trattare. I prezzi praticati agli stranieri sono comunque alti.

Yangon è anche un buon posto per farsi fare una camicia su misura e con colletto in stile tradizionale birmano. I prezzi sono modici, molto più che a Hong Kong (6 USD) ma bisogna attendere 4-5 giorni prima che il capo sia pronto.

  • Bogyoke Aung San (ex Scott Market) - Questo mercato è il più famoso di Yangon e i negozi all'interno espongono numerosi oggetti d'artigianato come tavolinetti laccati e oggetti in legno scolpito. La laccatura non è però eseguita secondo le tecniche di una volta e si stacca facilmente.
  • Chinatown - Un altro posto dove fare acquisti è la locale Chinatown, pullulante di negozi di ogni genere. È possibile trovarvi souvenirs di ogni tipo, dalle monete di epoca coloniale ai gioielli.


  • Shwedagon Paya's entrance hallway offers many 1-room shops that sell Burmese antiquities, including papier-mache owls, wood-carved statues, and Buddhas.

There are several shopping malls in Yangon, such as the Dagon Centre and the FMI Centre. Many of the items sold are from Thailand and China, and usually have fixed prices.

Dove mangiare

Economici

  • 999 Shan Noodle Shop - Al n° 130 della 34a strada. Pietanze cinesi per circa 1000 K.
  • Feel - Al n° 124 di Pyihtaungsu Avenue nel distretto di Dagon. Cucina tradizionale birmana con piatti speziati a circa 2000 K. Ampia scelta di insalate e fritture.
  • Kyet Shar Soon Biriani (franchises in Mingalar Taung Nyunt, Pabedan, and Kyauktada Townships) offers a dish of Burmese-accented biryani for around 700 K.
  • YKKO - Al n° 286 di via Seikkanthar nel municipio di Kyauktada . Un noto e buon ristorante il cui piatto forte è il kyei-o, una specie di tagliatelle in brodo. Via Seikkanthar è una parallela di Sule Paya, tre isolati più ad est.
  • Street vendors sell fries, such as samosa, onion balls, and other Indian snacks in Little India for ~200 K.

Prezzi medi

  • Karaweik Buffet Restaurant (Kandawgyi Lake), a buffet restaurant inside the Karaweik boat, offers a wide selection of Asian dishes, and a 1-hour cultural show from 1930 to 2030 hours. It is 7500 K per person.

Prezzi elevati

An interesting experience is to have High Tea at the Strand Hotel,on 92 Stand Rd. High Tea is around $15, astronomical for normal Burmese folk, but is served in the restaurant of one of the classic examples of the Colonial Hotel in Southeast Asia. One can choose from either Burmese or English high tea.

Bere

Vita notturna

La maggior parte dei night clubs si trova all'interno dei grandi alberghi. Il Music Club è ospitato nell'hotel Grand Plaza, il Paddy O'Malley's al Sedona e il Pioneer allo Yuzana Garden. Tra i rari locali notturni non all'interno degli alberghi possono essere menzionati il BME1 e il BME2 a nord del centro. Tra i posti dove la gioventù locale ama intrattenersi abbondano i locali Karaoke, bar e disco come Asia, JJ's e 225. Questi locali sono in genere aperti dalle 23:00 alle 03:00 e l'ingresso costa dai 3 ai 5 dollari mentre per la consumazione (birra locale in genere) si pagano 1 o due dollari USA in più.

Dove alloggiare

Gli alloggi turistici a Yangon sono in genere a buon mercato anche se ai turisti stranieri viene applicata una tariffa più alta che non ai locali. Si può tranquillamente pagare il conto in euro o in dollari. Gli alberghi appartengono tutti a esponenti della giunta militare anche se alcuni sono stati ceduti in leasing a privati per un periodo massimo di 30 anni.

Economici

  • Panda - All'incrocio di Wadan Street & Min Ye Kyaw Swa Road, [4]. L'albergo Panda, vicino alla Chinatown di Yangon, è costituto di 117 stanze. Le tariffe partono da $ 25.
  • Thamada - Al n° 5 di via Alan Pya Paya. Un vecchio albergo vicino la stazione ferroviaria con 58 stanze e prezzi a partire da 25 $.
  • Yuzana Garden - Al n° 44 di Alan Pya Paya. [5]. Si trova vicino il mercato di Bogyoke Aung San. Yuzana Garden è composto di 12 stanze e ospita al suo interno un famoso locale notturno, il Pioneer. Prezzi a partire da 30 USD.
  • Classique Inn - Al n° 53(B) di Golden Valley Road (+951525557). Sta nel quartiere delle ambasciate a circa un miglio dalla Pagoda Shwe Dagon, proprio sul fianco dell'ambasciata del Bahrain. E' un albergo molto tranquillo con pareti decorate in legno teak laccato. A pochi minuti c'è il "Bogalay Mohenga Shop", un posto dove viene servita la colazione tipica birmana che consiste di spaghetti di riso in una zuppa di verdure. Una doppia costa 25 dollari USA (agosto 2006).

Prezzi medi

L'albergo Traders di Yangon
  • Traders - Al n° 223 di via Sule Pagoda. [6]. Un centralissimo albergo di 403 stanze con prezzi a partire da 70 USD.
  • Dusit Inya Lake - Al n° 37 di via Kaba Aye Pagoda. [7]. Un albergo gestito da Russi sulle rive del lago Inya. 176 stanze con vista sul lago e prezzi a partire da 55 USD.
  • Nikko Royal Lake - Al n° 40 di Natmauk Road, [8]. Un albergo di 10 piani e con 310 stanze nei pressi del lago Kandawgyi e con prezzi a partire da 55 USD.
  • Sedona, al n° 1 di Kaba Aye Pagoda Road, [9]. Questo albergo in stile birmano vicino al lago di Inya è composto di 366 stanze con prezzi a partire da 60 $.
  • Grand Plaza Park Royal, Al n° 33 di Alan Pya Paya Road, [10]. Il Grand Plaza Park Royal è un albergo a 5 stelle nel cuore di Yangon. Dispone di 359 stanze e i prezzi partono da 45 USD. Per le stanze poste all'ottavo piano (Orchid floor) si pagano 70 USD inclusa la 1^ colazione e il servizio di lavanderia.

Prezzi elevati

  • The Strand, Al N° 92 di via Strand sul lungofiume, in pieno centro. [11]. Un albergo in stile coloniale a 5 stelle costruito su iniziativa dei fratelli Sarkies nel 1906. Fu nazionalizzato nel 1963 ma nel 1995 fu ceduto all'imprenditore indonesiano Adrian Zecha che provvide a restaurarlo con cura riportando l'edificio ai suoi fasti di epoca coloniale. Prezzi a partire da 450 $.
  • The Governor's Residence, Al N° 35 di Taw Win Road, [12]. Una vecchia magione con interni in teak completamente rinnovato e restaurato. Situato in uno dei quartieri più esclusivi di Yangon.48 stanze e prezzi che partono da USD 140.
  • Savoy, Al No. 129 di Dhammazedi Road, [13]. Un albergo completamente rinnovato vicino Shwedagon Paya con prezzi che partono da USD 100.

Comunicazioni

Sicurezza personale

Prima del 2005 Yangon era considerata una delle metropoli più sicure di tutto il Sud-est asiatico ma da quell'anno in poi è stato segnalato un aumento degli scippi perpetrati ai danni dei turisti. Alcuni sono stati attaccati addirittura con coltelli mentre passeggiavano per strada. Per queste ragioni non è consigliabile andare a zonzo in luoghi bui o isolati.

Sempre dal 2005 sono aumentati gli attentati di natura politica. Bombe sono state fatte esplodere nel maggio di quell'anno in tre shopping centers della città, a Dagon, a Junction 8 Shopping Mall e a City Mart. Più di 200 persone hanno riportato ferite più o meno gravi. Sempre nel 2005, ad ottobre esplose una bomba all'interno dell'hotel Traders per fortuna senza gravi conseguenze. L'ultimo di questa serie di attentati risale 15 gennaio 2007 quando esplose un plico nell'ufficio centrale delle Poste vicino a Sule Paya.

Evitare di parlare di politica locale con gente appena conosciuta. Sono molti gli agenti politici che sorvegliano i turisti.

La prostituzione e il traffico di stupefacenti sono attività illegali perseguite penalmente. Il codice prevede la pena di morte per chi contrabbanda droghe anche in piccole quantità.

Una precauzione necessaria, se si ha intenzione di lasciare Yangon alla volta di altre destinazioni turistiche in Myanmar, è quella di inscriversi sul sito "Dove Siamo nel Mondo", soprattutto se si viaggia in forma individuale. La sede della nostra rappresentanza diplomatica si trova al n° 3 di Inya Myaing Road. Tel.: +95 1 527100. fax: +95 1 514565. Sito web. Tenete presente che in caso di arresto le autorità birmane non avvertiranno l'ambasciata italiana.

Prevenzioni sanitarie

L'ospedale generale di Yangon

L'acqua del rubinetto non è potabile. Il clima caldo-umido della città rende imperativo, quando si va in giro, portarsi sempre appresso scorte di bottigliette d'acqua.

Tuberculosi e AIDS affliggono una considerevole percentuale della popolazione cittadina.

Servizio sanitario

Il servizio sanitario nazionale lascia molto a desiderare e per entrare negli ospedali statali bisogna pagare addirittura una tangente. Ciò nonostante l'Ospedale Generale di Yangon è noto per la sua inefficienza e per le pessime condizioni in cui versa. L'alternativa è costituita dalle numerose cliniche private ma, essendo i prezzi elevati, occorre salvaguardarsi con una polizza assicurativa sottoscritta in Italia..

Gabinetti pubblici

Alberghi, shopping centres e ristoranti mettono a disposizione le loro toilettes. Quasi sempre però si tratta di gabinetti alla turca. Le toilettes poste nelle vicinanze dei principali monumenti andrebbero evitate nei limiti del possibile.

Uscire

Escursioni

  • Allied War Memorial Cemetery - Un cimitero di guerra in località Htaukyanta 32 km a nord di Yangon. Vi sono sepolti 27,000 soldati delle forze del Commonwealth che perirono negli anni della II guerra Mondiale combattendo contro i Giapponesi che avevano invaso la Birmania..
  • Thanlyin (Syriam) - Località a sud di Yangon dove si trovano le rovine di una chiesa portoghese del XVIII secolo e di un'altra dedicata al Sacro Cuore ed eretta nel 1870 da missionari francesi.
  • Kyauktan, which contains Ye Le Paya, is located on a small island in the Hlaing River. It is near Thanlyin and is accessed by boat.
  • Bago (Pegu), located north of Yangon, is a large town known for its pagodas and temples. It is accessed using Myanmar's main highway.
  • Pathein (Bassein), located west of Yangon, is an overnight boat ride away. It is famous for its paper umbrellas, and its stunning religious architecture.





Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti