Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Valle d'Aosta

Da Wikitravel.
Valle d'Aosta
Valle d'Aosta-Stemma.png
Valle d'Aosta-Posizione.png
Dati
Stato Italia
Zona Italia nord-occidentale
Province Non esistendo province, alcune funzioni provinciali vengono espletate dalla regione
Capoluogo Aosta-Stemma.png Aosta
Abitanti 119.548
Superficie 3.262 km²
Sito Sito istituzionale

La Valle d'Aosta (nome ufficiale: Regione Autonoma Valle d'Aosta - Région Autonome Vallée d'Aoste) è la più piccola regione d'Italia. Circondata dalle montagne più alte d’Europa (tra cui il Monte Bianco, il Monte Cervino, il Gran Paradiso e il Monte Rosa), è formata da una valle centrale solcata dal fiume Dora Baltea e da 13 vallate laterali scavate da ghiacciai e torrenti. Quasi un terzo del territorio regionale è protetto per tutelare la biodiversità, e comprende due parchi naturali: il Parco nazionale Gran Paradiso e il Parco regionale Mont Avic. Conosciuta in tutto il mondo per le grandi vie di scalata che hanno fatto la storia dell’alpinismo, per gli itinerari di trekking e per le sue stazioni sciistiche di livello internazionale, la Valle d’Aosta offre un patrimonio storico, culturale e artistico notevolissimo: monumenti romani, castelli medievali e chiese romaniche; lingua, cultura e tradizioni vive e autentiche; produzioni artigianali e agricole tipiche; gastronomia e vini DOC di ottima qualità. Sin dall’antichità, la Valle d’Aosta è stata un importante crocevia delle Alpi occidentali; oggi è collegata alla Francia attraverso il traforo del Monte Bianco e il colle del Piccolo San Bernardo e alla Svizzera attraverso il colle e il traforo del Gran San Bernardo.


Subregioni


Città

Elenco alfabetico dei Comuni della Valle d'Aosta
A - C C - J L - R S - fine

Altre destinazioni

  • Cervinia o Breuil – Situata ai piedi del Cervino, a 2.050 metri di quota, Breuil-Cervinia dà accesso a uno dei comprensori sciistici più vasti delle Alpi, che si estende da Valtournenche a Zermatt, in Svizzera.
  • Pila – Collegata alla città di Aosta da una telecabina che in soli 17 minuti percorre gli oltre mille metri di dislivello che la separano dal capoluogo regionale, Pila è una terrazza panoramica naturale affacciata sulle Alpi. Stazione sciistica “sci ai piedi” in inverno, si converte ogni estate in un paradiso della mountain bike.

Da sapere

Il territorio della Valle d’Aosta vanta una storia antichissima: sede di insediamenti preistorici, di cui rimangono importanti testimonianze archeologiche come l’area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans ad Aosta, in età romana divenne un centro strategico di controllo dei territori conquistati e delle vie di accesso ai valichi alpini. Ad Aosta si trovano, infatti, alcune tipologie di costruzione che risalgono all’Impero Romano: l’impianto viario cardo-decumano, ancora riconoscibile; le mura di cinta con torri quadrangolari; l’imponente Arco di Augusto, eretto in occasione della vittoria dell’imperatore sulla popolazione locale (i Salassi); il criptoportico forense; la monumentale porta di accesso alla città, denominata Porta Praetoria, vicino alla quale sorgono il grandioso Teatro e l’Anfiteatro. Le tracce del medioevo e dell’età signorile sono invece distribuite in tutta la regione, dove i tanti castelli sono una parte caratteristica del paesaggio. I castelli più noti sono quelli di Fénis, Issogne, Ussel, Verrès, Sarre e Introd, oltre al Castel Savoia di Gressoney-Saint-Jean e Sarriod de la Tour a Saint-Pierre. Il Forte di Bard, uno dei migliori esempi di fortezza di sbarramento di primo Ottocento, ospita l’innovativo Museo delle Alpi. [1]

Geografia

La Valle d’Aosta è situata nel nord-ovest dell’Italia. È circondata da catene montuose imponenti, tra cui il Monte Bianco, il Monte Cervino, il Gran Paradiso e il Monte Rosa, con decine di vette che superano i 4.000 metri di altezza. La sua conformazione orografica — caratterizzata da una valle centrale solcata dalla Dora Baltea, dalla quale si dipartono 13 vallate laterali scavate da ghiacciai e torrenti — crea una grande varietà di ambienti e di paesaggi. La Valle d’Aosta è collegata alla Francia attraverso il traforo del Monte Bianco e il colle del Piccolo San Bernardo e alla Svizzera attraverso il colle e il traforo del Gran San Bernardo.

Clima

La Valle d’Aosta è caratterizzata da un clima alpino, con estati fresche e ventilate e inverni rigidi, con precipitazioni nevose. Nel resto dell’anno il clima è piuttosto secco, motivo per il quale nell’Alto Medioevo sono state costruite delle grandi opere di canalizzazione irrigua, chiamate rûs, che sono usate ancora oggi.

Storia

Abitata già in epoca preistorica, la Valle d’Aosta fu in seguito occupata dai Salassi, una popolazione di origine celto/ligure. Nel I secolo a.C., dopo una lotta secolare contro i Salassi, i Romani si stabilirono nella regione e fondarono Augusta Pretoria nel 25 a.C. La regione passò quindi sotto il controllo di Burgundi, Longobardi e Carolingi, fino all'affermarsi di casa Savoia. Nel 1191 Tommaso I di Savoia concesse la "Carta delle Franchigie", che sanciva il riconoscimento dell'autonomia politica e amministrativa della regione, e che fu mantenuta fino al 1770. La Valle d’Aosta beneficiava così di una forma di autogoverno politico con proprie leggi, presieduta dall'Assemblea degli Stati Generali e dal 1536 dal Conseil des Commis, una specie di giunta esecutiva formata da 24 membri. Nel 1800, Napoleone, impegnato nella campagna d'Italia, attraversò la regione, e il suo passaggio fece nascere leggende e racconti che ancora oggi si tramandano. Con la costituzione del Regno d'Italia, l'autonomia secolare della regione fu più volte messa in discussione, finché, il 26 febbraio 1948, fu emanato lo Statuto Speciale che garantisce alla Valle d'Aosta una particolare autonomia legislativa e amministrativa e riconosce il bilinguismo italiano e francese.

Lingue parlate

La Valle d’Aosta è una regione bilingue. Le lingue ufficiali sono l’italiano e il francese. Il dialetto locale, di origine franco-provenzale, si chiama Patois. Nell’alta valle del Lys, i Walser parlano dialetti di ceppo tedesco, il titsch e il toitschu.

Come arrivare

In auto

La Valle d’Aosta è raggiungibile agevolmente in auto, dall’Italia tramite l’autostrada A5 Torino – Aosta, che si congiunge con l’autostrada A4 Torino – Milano tramite il raccordo di Santhià, dalla Francia tramite il Traforo del Monte Bianco o il passo del Piccolo San Bernardo (in estate), dalla Svizzera tramite il Traforo del Gran San Bernardo o l’omonimo passo (in estate).

In treno

Aosta è collegata direttamente alla stazione di Ivrea, e, con un cambio, alle stazioni piemontesi di Torino Porta Nuova o Torino Porta Susa. Con un cambio a Chivasso è possibile raggiungere direttamente Milano. In corrispondenza delle località principali, e in coincidenza con gli orari dei treni, sono disponibili dei collegamenti con autobus alle valli laterali. Dalla stazione di Aosta è possibile proseguire il viaggio in treno fino a raggiungere la località di Pré-Saint-Didier, ai piedi del Monte Bianco.

In autobus

La Valle d’Aosta è raggiungibile anche in autobus, con collegamenti nazionali o internazionali. Collegamenti nazionali: Torino/Aosta o Milano/Aosta e ritorno, con partenze da Cervinia, Aosta e Courmayeur Collegamenti internazionali: Bourg-Saint-Maurice, Chamonix e Chambéry con partenze da Aosta e Courmayeur, Martigny con partenze da Aosta

In aereo

Gli aeroporti più vicini sono:

Come spostarsi

In treno

La valle centrale è percorsa dalla linea ferroviaria da Pré-Saint-Didier ad Aosta (con fermate nelle caratteristiche stazioni di Morgex, La Salle, Arvier, Villeneuve, Saint-Pierre e Sarre) e da Aosta a Pont-Saint-Martin (con fermate a Chatillon / Saint-Vincent, Verrès e Pont-Saint-Martin).

In autobus

L’intero territorio della Valle d’Aosta è percorso da servizi bus giornalieri, che collegano tutte le valli laterali con la valle principale e la città di Aosta sia verso Courmayeur (alta valle), sia fino a Monjovet (media valle), sia nella zona che va da Monjovet a Pont-Saint-Martin (bassa valle). La città di Aosta e i comuni limitrofi sono serviti da uno specifico servizio autobus.

In auto

Da vedere

Castelli

  • Castello di Fénis – Il più noto dei castelli valdostani è un maniero medievale con torri e mura merlate. Ospita il museo dell’arredamento valdostano.
  • Castello di Issogne – Castello rinascimentale, con l’aspetto di un palazzo residenziale, ha splendidi affreschi e una curiosa fontana ottagonale, con un albero di melograno in ferro battuto.
  • Forte di Bard – Imponente opera difensiva ottocentesca; ospita l’innovativo Museo delle Alpi, mostre temporanee e rassegne culturali.
  • Castello Sarriod de la Tour – Di origine medievale, ha una sala con un soffitto ligneo sorretto da 171 mensole scolpite con forme grottesche. Si trova nel comune di Saint-Pierre, a pochi chilometri da Aosta.
  • Castello Reale di Sarre – Di aspetto ottocentesco, ospita il museo che attesta la presenza dei Savoia in Valle d’Aosta.
  • Castello di Verrès – All’interno di questo imponente cubo in pietra, che domina la valle, colpiscono il monumentale scalone e alcuni tra i camini più belli della regione.
  • Castello di Ussel – Il castello ha mantenuto la sua struttura originaria, che risale al 1343. È sede di mostre temporanee.

Monumenti romani

  • Arco d’Augusto ad Aosta – Arco di trionfo eretto nel 25 a.C. ad Aosta per commemorare la vittoria delle truppe romane sulla popolazione dei Salassi.
  • Cinta muraria di Aosta – Le mura di cinta della città di Aosta sono costituite da uno strato interno di pietre fluviali e da uno esterno di blocchi di travertino. In alcuni tratti si vedono ancora i materiali di rivestimento originari.
  • Porta Praetoria di Aosta – Porta occidentale di accesso alla città romana, ha tre arcate ed è ottimamente conservata.
  • Teatro romano di Aosta – Imponente edificio ad archi, recentemente restaurato, situato in prossimità della Porta Praetoria.
  • Criproportico forense di Aosta – Questo suggestivo edificio seminterrato di età augustea, situato in prossimità dell’attuale Cattedrale, era in origine un passaggio coperto che prolungava il porticato del Foro.
  • Arco di Donnas – Arco ricavato nella roccia, perfettamente rifinito, parte dell’antica strada consolare delle Gallie, di cui è ancora ben visibile un tratto.
  • Ponte di Pont-Saint-Martin – Monumentale ponte che, con un’unica arcata lunga 36 metri, scavalca le acque del torrente Lys a 23 metri di altezza.
  • Ponte-acquedotto di Pondel – Opera grandiosa lunga più di 50 metri, canalizza le acque a circa 56 metri dal livello del torrente. È possibile transitare anche al suo interno.

Chiese

  • Collegiata di Sant’Orso ad Aosta – Fa parte di uno dei complessi monumentali più importanti delle Alpi. Il chiostro è caratterizzato dalla presenza di meravigliosi capitelli istoriati in stile romanico.
  • Cattedrale di Santa Maria Assunta ad Aosta – Di origini antichissime, ha subito varie modifiche nel corso dei secoli, preservando le tracce della storia. Ha un importante museo di arte sacra.
  • Santuario di Notre Dame de la Guérison – Famoso per le facoltà miracolose della Madonna custodita al suo interno, si trova all’inizio della Val Vény, a pochi chilometri da Courmayeur.

Musei

  • Museo Archeologico Regionale – L’allestimento del museo, con sede ad Aosta, offre un ottimo percorso cronologico nella storia valdostana, raccontata attraverso i reperti rinvenuti nel territorio.
  • Museo delle Alpi – Percorso pluridisciplinare, multimediale e interattivo per scoprire le Alpi e capire la montagna, con sezioni dedicate ai ragazzi e alla didattica. È ospitato nel Forte di Bard.
  • Museo del Tesoro della Cattedrale – La Cattedrale di Aosta custodisce un museo con numerosi oggetti sacri, sculture e paramenti di grande valore storico e artistico.

Grandi montagne

  • Monte Bianco (4.810 m) – È la montagna più alta d’Europa. La salita in funivia da Courmayeur a Punta Helbronner (3.452 m) è un’esperienza da non perdere, che permette anche di visitare il giardino botanico alpino Saussurea e una mostra dei cristalli del Monte Bianco.
  • Monte Cervino (4.478 m) – Conosciuta anche come Matterhorn, l’inconfondibile piramide del Cervino è circondata da una delle aree sciistiche più ampie d’Europa (Valtournenche-Cervinia-Zermatt), meta di sciatori provenienti da tutto il mondo. Ai piedi del versante italiano del Cervino sorge la località sciistica di Breuil-Cervinia (2.050 m).
  • Monte Rosa (4.634 m) – Il più grande massiccio alpino, secondo in altezza solo rispetto al Monte Bianco, ospita un importante complesso sciistico intervallivo.
  • Gran Paradiso (4.061 m) – Unico monte oltre i 4.000 metri situato completamente in territorio italiano, custodisce il Parco nazionale del Gran Paradiso, primo parco nazionale italiano.

Parchi naturali

  • Parco nazionale Gran Paradiso – Si estende prevalentemente su un territorio di alta montagna ed è sede di tre centri visitatori, che permettono di approfondirne gli aspetti naturalistici.
  • Parco naturale Mont Avic – È il primo parco naturale regionale della Valle d’Aosta. Tra i molti elementi naturali di interesse, comprende decine di specchi d’acqua, acquitrini e torbiere.

Cosa fare

La Valle d’Aosta è una regione da vivere in tutte le stagioni: in inverno dominano gli sport invernali, mentre in estate è possibile dedicarsi al trekking, all’escursionismo, all’alpinismo e all’arrampicata. Le stagioni intermedie sono ideali per visitare i castelli e gli altri monumenti della regione, oltre che per scoprire tradizioni e gastronomia alpine. Ci sono tuttavia alcune esperienze speciali da non perdere:

  • La funivia sul Monte Bianco – Permette di sorvolare la catena del Monte Bianco, tra Italia e Francia, sospesi tra ghiacciai e paesaggi normalmente riservati agli alpinisti.
  • L’Osservatorio Astronomico di Saint-Barthélemy – Per vedere le stelle da vicino.
  • Il casinò di Saint-Vincent – Una delle case da gioco più grandi e prestigiose d’Europa, sede di numerose iniziative culturali, premi e spettacoli.
  • Le terme di Pré-Saint-Didier – Le piscine termali all’aperto permettono di rilassarsi al cospetto del Monte Bianco, circondati dalla neve in inverno e dal giardino delle essenze in estate.
  • Lo sci estivo a Breuil-Cervinia – Il ghiacciaio del Plateau Rosa, a 3.000 m di quota, permette di sciare anche in estate.

Bere

La Valle d’Aosta produce numerosi vini DOC, tra cui:

  • Blanc Morgex - La Salle
  • Torrette
  • Nus Rouge
  • Chambave Rouge
  • Arnad-Montjovet
  • Enfer Arvier
  • Donnas
  • Chambave Muscat
  • Nus Malvoisie

Oltre ai vini, vanno segnalate le grappe e il génépy, un liquore prodotto con erbe aromatiche alpine. La grappa valdostana è anche uno degli ingredienti del caffè alla valdostana, da bere in compagnia nella tradizionale coppa dell’amicizia.

Mangiare

Il formaggio valdostano per eccellenza è la fontina, di sapore dolce e aroma fragrante, ingrediente base per la preparazione di numerose ricette tradizionali, tra cui la fonduta, la polenta concia (polenta con fontina e burro fuso) e la zuppa alla Valpellinense (zuppa con brodo, pane, fontina, cavolo verza, burro fuso). Da provare anche il Bleu d’Aoste, premiato formaggio erborinato a pasta morbida, e le tome stagionate. Tra i salumi tipici aromatizzati con le erbe di montagna vanno ricordati lo Jambon de Bosses, prosciutto crudo stagionato, il lardo di Arnad, dalla consistenza morbida e dall’aroma inconfondibile, e la motzetta, carne essiccata di bovino, tenera e gustosa. Gli esercizi contraddistinti dal marchio di qualità Saveurs du Val d’Aoste permettono di acquistare i prodotti tipici regionali e di gustare i piatti tradizionali della Valle d’Aosta in un contesto autenticamente valdostano.

Dove Alloggiare

La Valle d’Aosta propone un’ ampia varietà di tipologie ricettive, per venire incontro alle esigenze di qualsiasi turista. Per delle vacanze a tema sono disponibili gli hotel e i resort Wellness Valle d'Aosta, specializzati nell’offerta di avanzati servizi per il benessere in un’ambientazione tipicamente alpina, i bike hotel Valle d'Aosta, che propongono servizi studiati appositamente per i ciclisti, e le piccole strutture dell’associazione Slow Holiday, per vivere il proprio soggiorno in tutta tranquillità, lontani dalla frenesia cittadina.

  • Agriturismi Aosta: scegli tra agriturismi, residence e dimore storiche in Valle d'Aosta, richiedi disponibilità.
  • Offerte Agriturismi - Cerca le offerte ed i last minute in agriturismo, Valle d'Aosta e non solo


Sicurezza personale

Uscire


Quest'articolo è uno stub e ha bisogno del tuo aiuto. Esso contiene minime informazioni. Per favore buttati e aiutalo!



Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti