Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Sri Lanka

Da Wikitravel.
Interno delle grotte di Dhambulla
Localizzazione
noframe
Bandiera
Ce-flag.png
In breve
Capitale Sri Jayewardenepura Kotte
Valuta Rupia di Sri Lanka (LKR)
Superficie totale: 65,610 km2
acque: 870 km2
terra: 64,740 km2
Abitanti 19.576.783
Lingua ufficiale Cingalese (Lingua ufficiale e di stato) 74%, Tamil (Lingua ufficiale e di stato) 18%, Altri 8%

nota: L'inglese è assai diffuso usato dal governo e parlato ad un livello superiore da circa il 10% della popolazione

Religione ,70% Buddisti, 15% Induisti, 8% Cristiani, 8% Musulmani(1999)
Elettricità 230V/50Hz
Presa Spina elettrica di tipo indiano (triangolare)
Prefisso +94
Internet TLD lk.
Visitatori 501,000 (anno 2003)
566,000 (anno 2004)
Sito web Sito ufficiale del turismo cingalese
Mappa dello Sri Lanka
Panorama di Kandy sugli altipiani centrali del paese

Sri Lanka, precedentemente nota come Ceylon, è uno stato insulare del subcontinente indiano bagnato dall'oceano indiano.

Regioni

  • Provincia centrale - In questa provincia si trova Kandy, una delle più importanti mete turistiche del paese dove ogni anno, nel plenilunio di Luglio si svolge l'Esala Perahera, un festival buddista spettacolare che nessun visitatore straniero dovrebbe mancare. Nuwara Eliya, sull'altopiano, al centro di vaste coltivazioni da tè, è un centro turistico d'importanza minore con ricordi soprattutto del periodo coloniale inglese. Nel distretto di Matale, poco più a nord di Kandy, si trovano i templi buddisti di Dambulla, scolpiti nella roccia e dichiarati dall'UNESCO patrimonio mondiale dell'umanità. Anche la rocca di Sigiriya con stupendi affreschi del V secolo d.C. si trova nel territorio di Matale.
  • Provincia del Nord Est. Questa provincia che abbraccia il tutto il litorale nord orientale dell'isola è "off limits" per i turisti a causa della presenza nella zona di numerosi centri della guerriglia Tamil. Ammesso anche che riusciate a convincere i gendarmi dei numerosi posti di blocco a lasciarvi passare, le immagini degli efferati massacri perpetrati dalle tigri Tamil ai danni delle comunità musulmane dovrebbero costituire un valido deterrente alla vostra tentazione di visitare Trincomalee, Jaffna e Pottuvil
  • Provincia del Nord Ovest Questa provincia a Nord di Colombo è poco frequentata dai turisti stranieri forse a causa dell'aspetto poco esuberante del litorale e soprattutto per timore dei centri della guerriglia Tamil, la cui presenza si fa sentire a Nord del parco nazionale di Vilpathu. La visita al parco non è consigliabile per ragioni di sicurezza. Chilaw e Marawila sono piccoli centri sulla costa. Non mancano siti archeologici come Yapahuwa e templi scavati nella roccia come il Ridi viharaya (tempio d'argento)
  • Provincia del Sud Le più belle spiagge dello Sri Lanka si trovano qui. Il litorale, purtroppo, è stato devastato dallo Tsunami. Anche la città coloniale di Galle ha subito gravissimi danni. Molti alberghi hanno riaperto i battenti ma parecchi restano ancora chiusi (Agosto 2006). In questa provincia si trovano il parco nazionale di Yala e quello più piccolo di Bundala entrambi interessanti dal punto di vista faunistico.
  • Provincia di Uva Una provincia montuosa e molto estesa con bellissime cascate, grandi bacini idrici e foreste dove trovano rifugio i Vedda, antica popolazione dell'isola simile per tratti somatici agli indigeni australiani che vive ancora oggi di caccia praticata con metodi primordiali.

Città

Le città più interessanti da un punto di vista turistico sono:

  • Colombo - L'ex capitale è la più grande città del paese nonché la porta d'accesso al paese.
  • Beregala
  • Galle è antico insediamento degli Olandesi
  • Jaffna, nel nord del paese è il cuore della resistenza Tamil al governo centrale
  • Kandy - Il cuore spirituale del paese con il tempio sul lago che accoglie le reliquie del Budda; è un centro di pellegrinaggi nonché una grande meta turistica
  • Matara - Centro balneare della provincia meridionale
  • Nuwara Elya
  • Sri Jayewardenepura Kotte La moderna capitale del paese, quasi un sobborgo di Colombo.
  • Trincomalee, nel nord è adagiata su una baia spettacolare, considerata tra le più belle del mondo.

Altre mete turistiche

Siti Archeologici

  • Anuradhapura rovine restaurate di un'antica capitale.
  • Mihintale - Un luogo storico che segna la conversione dello Sri Lanka alla religione buddista.
  • Polannaruwa altre rovine di un'antica capitale cingalese
  • Sigiriya, La rocca del Leone nata dal capriccio di un sovrano parricida, con antichi meravigliosi affreschi.

Località balneari

  • Bentota La più nota delle località balneari della costa a sud di Colombo con molti alberghi di categoria superiore. Purtroppo è stata devastata dallo Tsunami nel Dicembre 2004
  • Marawila piccola località balneare sul litorale a Nord di Colombo, risparmiato dallo Tsunami
  • Negombo importante porto peschereccio e centro balneare a Nord di Colombo vicino l'areoporto internazionale con molti alberghi.
  • Unawatuna - Località balneare adagiata in una bella baia poco dopo Galle considerata dai più la più bella spiaggia dello Sri Lanka. Lo Tsunami è passato anche qui distruggendo tutto.

Templi rupestri

  • Dambulla grotte affrescate dichiarate dall'UNESCO "Patrimonio Mondiale dell'Umanità"
  • Ridigama

Parchi nazionali

Capire lo Sri Lanka

Clima

http://srilankarent.wordpress.com/condizioni-climatiche/

Terreno

Storia

Come arrivare

Requisiti d'ingresso

Si richiede il passaporto con almeno 6 mesi di validità. Il visto, obbligatorio, si richiede online al costo di 20 Dollari pagabili esclusivamente con carta di credito. Da gennaio 2013 questa procedura sarà obbligatoria per tutti i viaggiatori e non sarà più concesso ottenerlo all'arrivo in aeroporto.

  • Indirizzo dell'ambasciata dello Sri Lanka in Italia:
    • Via Adige 2 - 00198 Roma Tel. +39 06 8554560 Fax. +39 06 84241670
  • Indirizzo dell'ambasciata italiana nello Sri Lanka:
    • 55, Jawatta Road - Colombo 5 Tel. 0094 11 2588388/12508418 Fax: 0094 11 2596344

In aereo

  • Compagnie aeree
    • Emirates Airlines Voli con scalo a Dubai
    • Sri Lankan airlines è la compagnia di bandiera. Effettua voli da diverse città del Nord Europa e anche da Roma Fiumicino 3 volte la settimana il mercoledi, venerdi e la domenica.
    • Royal Jordan airlines Secondo molti il modo più comodo e più economico per volare nello Sri Lanka se non si hanno problemi di tempo. Si fa scalo ad Amman ove si pernotta in un buon albergo tutto incluso. Il mattino seguente, con un lieve supplemento di prezzo si ha la possibilità di effettuare una visita guidata alla capitale giordana.
  • Agenzie turistiche on line
    • CTS propone sul suo sito un motore di ricerca con le tariffe più vantaggiose per i propri iscritti, indipendentemente dalla loro fascia di età.
    • Flight shop agente turistico con sede in Roma, Corso Vittorio Emanuele II, 108 - 00189 Roma - Tel. 06 687 5538 - Fax. 06 683 07863


In nave

Il porto di Colombo [1] è uno dei più importanti del mondo per traffico mercantile trovandosi sulla rotta Estremo Oriente - Europa ma niente navi passeggeri o traghetti con la vicina India. Vi fanno sosta però lussuose navi crociera che partono per lo più dal lontano Giappone.

Tour Operators

  • Se invece appartenete alla classe di comuni mortali per i quali il problema è il denaro o, peggio ancora, denaro e tempo, allora fate pure a meno dei nostri Tour Operators e rivolgetevi agli operatori del posto per il noleggio di una vettura con autista. Tenete presente però che gli imbroglioni abbondano in questo settore e dovrete fare molta attenzione al momento di versare la caparra; non sono pochi gli ingenui che l'hanno vista volatilizzata e le proteste presso l'Ente del turismo Nazionale non hanno sortito effetto alcuno. In alternativa potete servirvi delle autolinee extraurbane o dei treni e allora risparmierete veramente tantissimo ma siete avvertiti che pagherete un prezzo alto in termini di disagi.

Come spostarsi

Il mezzo di trasporto più popolare nello Sri Lanka è un veicolo a 3 ruote chiamato familiarmente tuk-tuk. I tuk tuk operano in una maniera simile ai conducenti di taxi e costituiscono sicuramente il mezzo più economico per spostarsi all'interno delle grandi città ma solo se si è abili nel trattare il prezzo della corsa in anticipo altrimenti conviene rivolgersi ai conducenti di taxi che hanno il vantaggio di essere più confortevoli e di praticare prezzi altrettanto modici. Se ci si vuole spostare da una città all'altra la regola è quella di noleggiare un'autovettura con autista. Molti di questi chauffers sono abilitati da istituzioni governamentali e spesso sono bilingui (inglese soprattutto) e offrono servigi come guide a varie località turistiche oltre che a riserve naturali. Si possono trovare autisti-guida che parlano italiano. Il vitto e l'alloggio del vostro autista non graveranno sulle vostre tasche. Comunque è bene lasciargli una mancia alla fine del viaggio.

I viaggiatori che hanno un budget limitato ricorreranno necessariamente agli autobus extraurbani che collegano anche i villaggi più remoti. Inutile dire che questi mezzi di trasporto sono estremamente affollati e privi della benché minima comodità ma il prezzo della loro corsa è assolutamente ridicolo. Per un prezzo doppio ma sempre irrisorio si possono usare gli AC buses che offrono, oltre la possibilità di prenotare un posto, anche l'aria condizionata. Ciò nonostante anche gli AC bus non possono definirsi confortevoli. Tenete presente inoltre che le stazioni degli autobus extraurbani sono il regno del caos più totale, soprattutto nelle grandi città. Forse potrà esservi di conforto sapere che tutti indistintamente cercheranno di tendervi una mano e vi aiuteranno indefessamente nella ricerca disperata del vostro agognato autobus.

Farsi capire

Fortuna vuole che per i viaggiatori italiani la probabilità di incontrare un singalese che parli italiano sia altissima. Questo perché molti di loro hanno avuto esperienze lavorative in Italia. La sfortuna vi voltasse le spalle, la maggior parte dei singalesi conosce discretamente l'inglese.

Acquisti

Cibi

In genere cibo e ristoranti sono molto a buon mercato con un costo di pochi euro; i più cari sono quelli orientati ad una clientela occidentale ma anche qui il prezzo difficilmente supera i dieci euro. Il piatto tipico cingalese è il riso al curry. Il curry non è in polvere come si usa in Europa ma è costituito da varie spezie grattate all'istante e tostati in padella senza condimenti di sorta. Secondo i Cingalesi la freschezza delle spezie garantisce la bontà del piatto. Per i nostri palati comunque si tratta di una miscela micidiale che brucia la bocca e ci induce a bere subito acqua ghiacciata nel vano tentativo di spegnere quel fuoco. Per fortuna molti ristoranti servono una varietà di riso al curry meno forte e più adatta ai palati occidentali. Miriadi di piccoli snack bars, denominati stranamente "Hotels" servono quasi esclusivamente riso al curry e vari tipi di "short eats" (Letteralmente: cibi corti), specie di fast foods costituiti da sfoglie ripiene di tonno, patate o vegetali vari altamente speziati. Comunque non si può affermare di aver visitato lo Sri Lanka se non si è entrati almeno una volta in uno di questi "Hotels". Anche ammesso che siate una persona vorace difficilmente potrete spendere oltre un euro.

  • Kakuluo è granchio bollito in latte di cocco e curry.
  • Kottu (Kothu) Roti un miscuglio di vegetali e carni di vostra scelta finemente tritati e arrostiti.
  • Sambol con questo nome si indicano vari tipi di condimenti estremamente piccanti. In genere sono a base di cocco grattuggiato, peperoncino verde o rosso piccante e cipolle tritate.
  • Buriyani carne di montone e riso aromatizzati alla menta.
  • Lambrais riso bollito in un brodo di carne e quindi passato al forno su foglie di banano.

Ma la vera chicca è costituita dalla frutta straordinariamente varia: banane, papaya, mango, ananas e soprattutto noci di cocco che contornano la maggior parte dei litorali dell'isola. Tenete presente che i Cingalesi mangiano con la mano destra in quanto la sinistra è ritenuta impura.

Naturalmente ci sono ristoranti di categoria superiore che, soprattutto a Colombo sono all'interno degli alberghi di lusso.

Bevande

Alloggi

http://srilankarent.wordpress.com/

Sicurezza personale

ATTENZIONE: Atti terroristici del gruppo terroristico tigri non si sono piu' verificati dopo la fine della guerra (maggio 2009). Adesso si possono visitare le piu' belle spiagge del'est come Nilaveli, Passekudah, Uppuveli, Arugambay ecc. dove il turismo sta crescendo molto velocemente. La cautela e la discrezione nel visitare queste zone va comunque sempre osservata in quanto è tutt'ora per buona parte soggetta a controlli militari. La delicatezza della questione relativa alla tregua armata va tutt'ora considerata e non sottovalutata.


Precauzioni sanitarie

Rispettare gli usi locali

Ci sono alcune usanze locali cui noi occidentali ci conformiamo con una qualche difficoltà iniziale.

  • La carta igienica qui come in molti altri paesi asiatici non è un bene di uso comune per cui è meglio portarsi qualche rotolo da casa

Comunicazioni


Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti