Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Repubblica Dominicana

Da Wikitravel.
Playa del Cayo Levantado
Localizzazione
noframe
Bandiera
Dr-flag.png
In breve
Capitale Santo Domingo
Governo Repubblica parlamentare
Valuta Peso dominicano (DOP)
Superficie totale: 48,730 km2
terra: 48,380 km2
acque: 350 km2
Abitanti 8.721.594 (Luglio 2002)
Lingua ufficiale Spagnolo
Religione Cattolica 95%
Elettricità 110/60Hz
Presa spina di tipo USA
Prefisso +1 809
Internet TLD .do
Visitatori 3,282,000 (anno 2003)
3,450,000 (anno 2004)
Sito web Ente ufficiale del Turismo
Mappa della Repubblica Dominicana

La Repubblica Dominicana è un paese dell'America Centrale che occupa i 2/3 della parte orientale dell'isola caraibica di Hispaniola. La parte restante di Hispaniola è occupata dallo stato di Haiti. La Repubblica Dominicana è bagnata a Nord dall'Oceano Atlantico e a sud dal Mare dei Caraibi.

Nota 
La Repubblica Dominicana non dovrebbe essere confusa con l'isola di Dominica situata anch'essa nella regione dei Caraibi

Regioni

La maggiore attrazione del paese è costituita da spiagge dalle accque cristalline; Distinguiamo pertanto il tratto della costa meridionale affacciata sul mar dei Caraibi:

  • La costa ad Est della capitale Santo Domingo:
    • Boca Chica -- a pochi minuti dall'areoporto internazionale Las Americas si trova questa spiaggia in una larga baia protetta da una barriera corallina. Data la sua vicinanza alla capitale ha un'intensa vita notturna
    • Juan Dolio -- nei cui paraggi si trovano le incantevoli spiagge di Playa Caribe, Playa Guayacanes e playa Juan Dolio, con un palmeto a lle sue spalle.
    • San Pedro de Macoris -- capoluogo di provincia sorto agli inizi del XIX secolo e divenuto assai prospero grazie al commercio dello zucchero, tanto da meritarsi l'appellativo di "Sultana dell'Est". Conserva ancora molte magioni dell'epoca, residenze di ricchi latifondisti
    • La Romana -- Centro balneare tra estese piantagioni di canna da zucchero, capoluogo della provincia omonima. Appena attraversato il fiume Dulce si trova Casa de Campo, un complesso turistico che dispone anche di un areoporto privato. Di fronte questo tratto di costa sta la Isla Catalina
    • Altos de Chavon -- un villaggio di artisti in stile mediterraneo degli anni '70 messo su dall'italiano Roberto Coppa che ha curato le scenografie di alcuni film di Fellini e De Laurentis. Vi sono stati girati i film "Apocalypse Now" e "King Kong". Vi si trova anche un amfiteatro in cui si sono esibiti Luciano Pavarotti e Celia Cruz, celebre cantante della Salsa. La costruzione del villaggio è stata finanziata da Charles Blühdorn (1926-1983), un industriale americano di origini austriache che fu, tra l'altro, presidente della Paramount Pictures. Sua figlia Dominique cura l'amministrazione del villaggio. Vi si trova un solo albergo ma in compenso vi si trovano notevoli negozi di artigianato, (oreficeria, ceramica e tessuti). Il villaggio si trova a pochi minuti dal centro balneare di "La Romana"
    • Isla Saona all'estremità sud orientale della costa orientale, facente parte del Parco Nacional del Este
  • Sulla costa ad ad ovest di Santo Domingo troviamo:
    • San Cristobal
    • Bani a un'ora dalle capitale, base per escursioni alle vicine saline
    • Barahona con spiagge tranquille e base per escursioni alla Sierra di Baharuco con vette oltre i 2.000 m
    • Palenque
    • San Cristobal
    • Il Lago Enriquillo -- un lago di acque salate al centro di una riserva naturale
    • Parco Nacional Jaragua comprendente anche l'isola Beata
Suddivisione amministrativa 
29 province (provincias, singolare - provincia) e 1 distretto* (distrito); Azua, Baoruco, Barahona, Dajabón, Distrito Nacional*, Duarte, Elias Pina, El Seibo, Espaillat, Hato Mayor, Independencia, La Altagracia, La Romana, La Vega, Maria Trinidad Sanchez, Monseñor Nouel, Monte Cristi, Monte Plata, Pedernales, Peravia, Puerto Plata, Salcedo, Samaná, Sanchez Ramirez, San Cristobal, San Juan, San Pedro de Macorís, Santiago, Santiago Rodriguez, Valverde

Città

Altre destinazioni

Capire

Clima

Il clima è tropicale marittimo, con piccole variazioni stagionali di temperatura. La temperatura media diurna va dai circa 25° di gennaio ai 30° di luglio nella città di Santo Domingo. Il periodo da giugno ad ottobre è la stagione delle piogge, ed è il periodo con il rischio di uragani, che tuttavia nella Repubblica Dominicana sono raramente distruttivi. In ogni caso, è bene informarsi sui cicloni in atto.

Terreno

Altopiani irregolari e montagne inframmezzate da fertili valli.

Punti estremi 
depressione massima: Lago Enriquillo -46 metri
cima più alta: Pico Duarte 3.175 metri

Storia

Incisioni Taino su roccia. Località Las Caritas

Il nome originario dell'isola di Hispaniola era Quisqueya che nella lingua dei Taino significa "Madre di tutte le terre". I Taino erano gli abitanti originari dell'isola stimati a circa 250.000 individui al tempo del primo sbarco di Cristoforo Colombo (5 dicembre 1492). Essi vivevano di caccia e pesca ed erano altresì dediti all'agricoltura e alla coltivazione del tabacco. Proprio dai Taino gli europei assunsero la dannosa abitudine di fumarne le foglie. In seguito le angherie dei conquistadores, i lavori forzati cui furono obbligati, le malattie importate dagli Europei decimarono l'originaria popolazione nel giro di un cinquantennio. [1].
L'isola di Hispaniola divenne il punto di partenza per l'espansione nei Caraibi e nel resto del continente da parte dei Conquistatori Spagnoli.
Nel 1697, la Spagna riconobbe il dominio della Francia nella parte occidentale dell'isola, che nel 1804 diventò Haiti. Il resto dell'isola, fino a quel momento conosciuto come Santo Domingo, cercò di guadagnare la propria indipendenza nel 1821, ma fu conquistato e governato dagli haitiani per 22 anni; conseguì l'indipendenza, con il nome di Repubblica Dominicana, nel 1844, grazie a un trio di lberatori:Juan Pablo Duarte, Ramon Matias Mella e Francisco del Rosario Sanchez. Nel 1916 gli Stati Uniti occuparono l'isola. Al ritiro delle truppe americane nel 1924 seguì la dittatura di Rafael Trujllo [2] assassinato nel 1961. Dopo la sua morte la democrazia fu reintrodotta nel paese.

Come arrivare

In aereo

Dall'Italia non esistono voli di linea diretti per la Repubblica Dominicana; gli unici voli diretti sono charter. La compagnia spagnola Iberia effettua giornalmente un volo da Madrid con destinazione Santo Domingo.

La tassa d'ingresso nel Paese è di 10 USD, da pagare esclusivamente in valuta americana, (esiste un ufficio di cambio in aeroporto, prima di passare la dogana).

Attenzione alla tassa di partenza: dipende dalla durata del soggiorno, è importante leggere il coupon consegnato dalla dogana all'arrivo nel Paese. Il taxi dall'Aeroporto a Santo Domingo (Ciudad Colonial) può costare fino a 25-30 USD, ma se avete la possibilità (e la pazienza) di discutere il prezzo, potete risparmiarne anche la metà. All'aeroporto e nelle agenzie di cambio in città è possibile cambiare gli euro in pesos dominicani. Attenzione: alla partenza potrebbe non essere possibile cambiare nuovamente i pesos dominicani in aeroporto, meglio farlo in città prima di partire.

In treno

Nella Repubblica Dominicana non esiste una rete ferroviaria pubblica.

Come spostarsi

Per spostarsi all'interno del Paese ci sono compagnie di autobus interurbani che collegano le varie città. Gli autobus sono sempre dotati di aria condizionata, ed il viaggio è confortevole.

Nel paese sono presenti numerose agenzie di autonoleggio, anche di compagnie internazionali. Il costo del noleggio si aggira sui 50 - 60 € al giorno per una macchina di media cilindrata. Sebbene tutte le strade principali siano asfaltate, le carreggiate non sono sempre curate, ed è abbastanza facile trovare sconnessioni improvvise.

Parlare

Lingua ufficiale
Spagnolo

Valuta

Valuta ufficiale
Peso dominicano (1 € = 42 DOP) - agosto 2006

Nei negozi più grandi sono accettate le maggiori carte di credito

Bevande

Birre e rum di produzione locale

Dove alloggiare

Apprendere

Affittasi vendesi case Appartamenti Terreni Bayahibe

Lavorare

Sicurezza personale

È opportuno osservare le dovute misure di precauzione, in particolare se si gira non accompagnati nella capitale: sono abbastanza frequenti i casi di furti e scippi a danni dei turisti. Se si è fermi in macchina al semaforo, è consigliabile chiudere la serratura delle portiere.

Prevenzione sanitaria

Se vi addentrate nelle foreste pluviali, il rischio principale è la malaria, causata dalle zanzare anofeli. Al di fuori dei luoghi boschivi il rischio è inesistente. Eventualmente consultate un medico prima di partire. Alcune zanzare, comunque, potrebbero causare febbre; è fortemente consigliabile usare un repellente per zanzare. I cibi locali sono di norma sicuri, e non presentano alcun pericolo. Gli stranieri, tuttavia, non dovrebbero bere acqua di rubinetto: è consigliabile bere solo acqua imbottigliata o altre bevande.

Rispettare gli usi

Comunicare

Nella Repubblica Dominicana esiste una rete GSM, funzionante con i cellulari tri-band. Il prefisso internazionale per chiamare l'Italia dalla Repubblica Dominicana è 011 39



Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti