Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Portogallo

Da Wikitravel.
Europa mediterranea : Portogallo
Panorama di Lisbona dalla collina del Castello
Localizzazione
noframe
Bandiera
noframe
In breve
Capitale Lisbona
Governo Repubblica parlamentare
Valuta Euro (EUR)
Superficie 92.391 km²
Abitanti 10.148.259 (2001)
Lingua ufficiale Portoghese
Religione Cattolica 94%, Protestante
Prefisso +351
Internet TLD .pt
Visitatori 11,707,000 (anno 2003)
11,617,000 (anno 2004)
Sito web Sito ufficiale del Turismo Portoghese


Il Portogallo [1] è una nazione dell'Europa meridionale, che occupa insieme alla Spagna la penisola iberica situata all'estremità occidentale del continente. Geograficamente e culturalmente presenta caratteri peculiari che lo distinguono dalla vicina Spagna. Il paese ha una ricca cultura e storia e vanta bellissime città oltre a una campagna deliziosa. Il Portogallo rimane uno dei paesi più poveri del suo continente, anche se la sua integrazione nell'Unione Europea ha significato un progresso notevole e una prosperità maggiore e un incremento dei prezzi per i visitatori stranieri. Nonostante l'ascesa dei prezzi nel settore turistico, il paese è considerato a tutt'oggi come una delle migliori mete turistiche in Europa. Ciò è dovuto alla varietà dei suoi paesaggi, al patrimonio artistico delle sue città anche quelle minori, ai bei litorali dell'Algarve, al temperamento latino della popolazione. In un solo giorno si può passare dalle verdeggianti montagne del Nord coperte da vigneti e più in alto da grandi varietà di alberi di latifoglie alle steppose piane dell'Alentejo e, ancora più giù alle splendide spiagge dell'Algarve. Se vi piace questo condensato d'Europa in così piccolo spazio, allora il Portogallo fa al caso vostro.

Da sapere[Modifica sezione]

Il Portogallo ha 900 anni e anche se si tratta di una piccola regione ha ricoperto un ruolo cruciale nella storia mondiale. Tutt’ora è il più vecchio Stato europeo ad avere gli stessi confini. Tra il Quattrocento e il Cinquecento ha avuto un ruolo primario in quello che è stato il periodo delle Grandi Scoperte. Stabilì una rotta navale per l’India e colonizzò parte dell’Africa (Angola, Mozambico, Capo Verde) del Sud America (Brasile), in Asia (Macao) e Oceania (Timor-Est) creando un vero impero. La lingua portoghese continua ad essere il punto di unione tra questi continenti.

Nel 1910 venne istituita la Repubblica e la fine della monarchia. La repubblica tuttavia era fragile e venne soppiantata da una dittatura militare durata per 40 anni che fece finire il paese in una sorta di stagnazione. Nel 1974 il Portogallo divenne una libera democrazia e nel 1986 entrò a far parte dell’Unione Europea avvicinandosi velocemente agli standard continentali.

Clima[Modifica sezione]

Il Portogallo è uno dei paesi più caldi dell’Europa. Nella zona interna la temperatura media è di circa 15°C nel nord e 18°C nel sud. Madeira e le Azzorre hanno una differenza di temperatura più stretta dato il clima insulare, con la prima caratterizzata da basse precipitazioni mentre la seconda ha un clima più umido. Durante la primavera e l’estate il clima è soleggiato e le temperature sono molto alte specie a luglio e ad agosto, con le massime che vanno tra i 35°C e i 40°C all’interno, e 30°C e 35°C nel nord. L’autunno e l’inverno sono ventosi e umidi, ma le giornate di sole non sono rare. Le temperature raramente scendono sotto i 5°C vicino alla costa, con una media di 10°C ma possono scendere sotto lo zero nella parte interna. La neve è comune sulle montagne a nord, in particolare nella Serra da Estrela, ma si scioglie rapidamente appena finita la stagione. Il clima portoghese può essere classificato come “mediterraneo”, in particolare nella zona a sud dell’ Algarve e Alentejo, anche se tecnicamente affacciate sull’Oceano Atlantico.

Regioni[Modifica sezione]

Regioni del Portogallo

Nord Portogallo
Regione storica considerata il luogo di nascita della nazione. Include la seconda città del paese, Porto.
Centro Nord Portogallo
Centro Sud Portogallo
La capitale, Lisbona, Estremadura e la parte superiore dell'Alentejo.
Sud Portogallo
Le spiagge e il sole dell' Algarve e la tranquilla area del sud Alentejo.
Azzorre
Madeira







Città[Modifica sezione]

Altre mete turistiche[Modifica sezione]

Come arrivare[Modifica sezione]

Validità minima dei documenti di viaggio

  • I cittadini EU, EEA e di nazinalità Svizzera, così come i cittadini non-EU che sono esenti da visto (per esempio Neozelandesi e Australiani) devono solo esibire il passaporto che deve essere valido per tutta la durata del loro soggiorno in Portogallo.
  • Cittadini di altre nazionalità a cui è richiesto il visto (per esempio Sudafricani) devono esibire un passaporto che sia valido almeno 3 mesi oltre il periodo di permanenza.


In aereo[Modifica sezione]

Mappa del Portogallo.

Oltre alla compagnia di bandiera TAP (Air Portugal), quasi tutte le maggiori compagnie aeree propongono voli a prezzo intero verso il Portogallo (British Airways, Air France, Lufthansa). Ad ogni modo ci sono delle tariffe convenienti proposte da compagnie low cost come Fly Monarch, RyanAir e Vueling, che hanno di recente cominciato a proporre voli verso Lisbona(Lisboa)[(LIS)] e Oporto Porto [(OPO)] a prezzi vantaggiosi. Il Portogallo dispone di tre aeroporti internazionali in terraferma: quello di Lisbona situato a nord della città, non lontano dal centro e facilmente raggiungibile con mezzi pubblici, Porto e Faro Faro/Algarve[(FAO)] a sud. Altri aeroporti internazionali sono nelle isole di Madeira/Funchal/Madeira[(FNC)] e delle Azzorre/Ponta Delgada/São Miguel[(PDL].

In treno[Modifica sezione]

I treni da Lisbona raggiungono tutte le più importanti città come Porto, Braga, Aveiro, Coimbra, Evora, Faro. Lisbona è connessa a Madrid, Spagna; Porto a Vigo, Spagna; Vilar Formoso alla Spagna, alla Francia e al resto d’Europa. A sud non è possibile entrare in Portogallo dalla Spagna. Non ci sono connessioni per esempio da Siviglia a Faro. L’unico modo è utilizzare l’autobus. Il sud-est del Portogallo è connesso a tratte internazionali (linha do Leste e linha de Caceres) Per maggiori informazioni: CP [2], le ferrovie portoghesi.

In autobus[Modifica sezione]

  • Spagna/Portogallo: ALSA [3] e Auto Res [4]
  • Porto/Portogallo: Porto Airport Taxi
  • Lisbona/Portogallo: Lisbon Airport Taxi
  • Da Madrid/Parigi: Aníbal [5]

In nave[Modifica sezione]

Il paese è servito da diversi porti molto trafficati. Per la maggior parte sono navi commerciali, ma ci sono anche molte navi passeggeri (soprattutto crociere).

Come spostarsi[Modifica sezione]

In treno[Modifica sezione]

Viaggiare in treno in Portogallo è solitamente più veloce che con l’autobus, ma i servizi sono meno frequenti e più costosi. Le zone attorno a Lisbona e Porto sono ben servite da linee locali.

La rete ferroviaria principale è buona. I treni veloci Alfa-Pendular sono comodi e la prima classe è eccellente. Questi treni si fermano solo nelle città principali,Braga, Porto, Gaia, Aveiro, Coimbra, Lisbona e Faro, e spesso necessitano di prenotazione.

I treni intercity vi porteranno in altre località come Évora, Beja e Guarda.

In autobus[Modifica sezione]

Sfortunatamente le linee ferroviarie sono limitate quindi potrete trovarvi in difficoltà per raggiungere zone meno battute. Rede Expresso Rede Expresso è una delle compagnie di autobus più importanti.

Lisbona e Porto hanno sistemi di metropolitana (sotterranea e di superficie) comodi e moderni.

Il traffico a Lisbona e Porto è parecchio congestionato e nelle ore di punta è praticamente bloccato lungo le principali vie d’accesso alla città. Viaggiare in macchina è il modo più conveniente e l’unico che c’è per raggiungere le zone attorno alle grandi città. Affittare una macchina non è troppo costoso, quello che costa è l’assicurazione (a meno che non abbiate preso un pacchetto completo dall’estero). Prestate attenzione ai consigli riguardo le qualità al volante di certa gente illustrate in seguito.

In generale il Portogallo non è un buon posto per fare autostop. Nelle strade meno trafficate potreste aspettare ore prima di trovare un passaggio. Parlate con la gente nelle stazioni di servizio o con gli autisti di camion. La gente tende ad essere sospettosa, ma se farete in modo di non sembrare un pericolo allora non dovreste avere problemi. Cercate di sembrare puliti e ordinati, il ’’genere hippy’’ non riscuote molto successo. E come in ogni altra parte del mondo, due uomini che fanno l’autostop difficilmente troveranno un passaggio.

In macchina[Modifica sezione]

Le strade sono in buone condizioni ed è facile raggiungere le maggiori città sia con autostrade che con altre strade moderne e comode. Le grandi città sono servite da autostrade (la maggior parte a pagamento) tanto che si può attraversare il paese da Nord a Sud senza lasciare l’autostrada.

Tuttavia alcune strade secondarie sono in cattivo stato e possono essere pericolose se non si presta attenzione. Oltretutto lo stile di guida portoghese sembra folle e francamente terrificante per chi non lo conosce. Il paese ha in comune con altri paesi del sud Europa li guidatori indisciplinati, cosa che il governo sta cercando di combattere con un inasprimento delle sanzioni per quanto riguarda l’eccesso di velocità, la guida senza patente, la guida sotto l’effetto di alcool o droghe eccetera.

Le autostrade con i guidatori più spericolati sono i 50 km attorno a Lisbona e Porto, la A1 e la A” e l’Algarve.

Potete stare su un’autostrada a 2 corsie e non vedere altro traffico oltre alla macchina che state sorpassando oltre il limite di velocità e la macchina incollata dietro di voi che accende i fari per sorpassarvi. Altre tipiche esperienze portoghesi sono i sorpassi azzardati e i segnali che vi indicano quando è possibile sorpassare e quando no, spesso poco distanti l’uno dall'altro. Un’altra cosa sono le luci che impongono il rispetto dl limite in entrata dei centri abitati, con tanto di telecamera. Peccato però che non si controlli la velocità anche dentro i centri abitati.

Se non siete esperti del modo di guidare in Portogallo evitate le ore di punta e la zona tra Lisbona e Porto. Le altre città sono decisamente migliori ma hanno strade molto strette.

Autostrade a pagamento[Modifica sezione]

Il Portogallo ha un sistema di pagamento dei pedaggi elettronico indicato da una V verde (Via Verde). Dato che molti stranieri non ce l’hanno bisogna pagare a un casellante, in contanti ma anche con carta di credito. Se per caso passate per la Via Verde avete 48 ore di tempo per recarvi in un ufficio apposito e pagare senza rischiare una multa. [6], tel. 707 500 900 (8:30-20:30),.

Guida in stato di ebbrezza[Modifica sezione]

La guida in stato di ebbrezza e’ una questione controversa e ancora piuttosto comune. Il limite tollerato e’ 0.49 g/L nel sangue; oltre e’ illegale e si incorre in una multa fino a €1250 e sospensione della patente da uno a dodici mesi. Se risultate tra 0.8 e 1.2 g/L, la multa può arrivare a €2500 con sospensione della patente da due mesi a due anni. Oltre 1.2 g/L e’ reato penale punito fino a un anno di carcere e tre anni di divieto di guida.

Da vedere[Modifica sezione]

Se vi piace visitare monumenti e ammirare splendidi panorami allora Lisbona, Sintra e Porto sono i posti che fanno per voi. Ma non lasciate perdere Viana do Castelo, Braga, Guimarães, Coimbra, Tomar, Aveiro, Amarante, Bragança, Chaves, Lamego, Viseu, Vila Real, Lagos, Silves, Évora e Angra perché anche queste località hanno molti luoghi da visitare di grande interesse. Sebbene in Portogallo la gran parte dei monumenti storici sia poco conosciuta dal punto di vista turistico, è facile trovare chiese romaniche vecchie di 900 anni ancora intatte. Anche i vecchi monasteri di Alcobaça o gli splendidi palazzi di Mafra (uno dei più grandi d’Europa) o Queluz non dovrebbero mancare nella vostra visita. Nella maggior parte di questi posti non farete nemmeno coda per entrare.

Le spiagge più famose sono nella spettacolare zona costiera di Algarve. L’acqua sulla costa meridionale è più calma e calda rispetto alla costa occidentale, che è direttamente affacciata sull’Oceano Atlantico e non beneficia della Corrente del Golfo. Per fare surf ci sono spiagge favolose lungo la costa occidentale vicino Lisbona e Peniche. Non dimenticate poi le spiagge semi-deserte della Costa Vicentina, nella regione di Alentejo.

Per la vita notturna Lisbona, Porto e Albufeira in Algarve sono i posti migliori dove potersi divertire.

Se volete passare le vacanze in campagna, potreste visitare Viana do Castelo, Chaves, Miranda do Douro, la Valle di Douro, Lamego, Tomar, Leiria, Castelo Branco, Guarda, Portalegre, Évora, Elvas o anche Viseu.

E se volete scoprire la natura, Madeira e l’arcipelago delle Azzorre sono i posti ideali, senza dimenticare la Riserva Naturale di Peneda-Gerês, la Valle di Douro e la Serra da Estrela.

Cosa fare[Modifica sezione]

Spiagge: Le spiagge portoghesi valgono una visita. Sono molto famose per sport come il surf e il kite-surf. Alcune delle più famose (da nord a sud) sono:

  • Espinho, vicino Porto, sulla Costa Verde, a nord.
  • Figueira da Foz, vicino Coimbra, sulla Costa de Prata, regione centrale.
  • Peniche
  • Praia das Maçãs e Praia Grande[Sintra], Carcavelos ed Estoril[Cascais], vicino Lisbona.
  • Zambujeira do Mar, sulla Costa Alentejana e Vicentina.
  • Salema, Praia da Rocha, nell’Algarve.

Golf: Il clima e gli investimenti hanno trasformato il Portogallo in un paradiso per golfisti. Nominato "Best Golf Destination 2006" dai lettori di Golfers Today, una rivista britannica, il Portogallo ha 14 campi tra i 100 migliori di tutta Europa, percorsi per tutti i gradi di difficoltà ed esperienza. Gli abitanti hanno sentimenti contrastanti al riguardo, molti non sono contenti per l’enorme utilizzo d’acqua che serve per mantenerli e per l’apparente inutilità.

Anche la campagna offre numerose possibilità. Escursioni in bicicletta attraverso le montagne di Geres o rafting sugli affluenti del fiume Douro sono esperienze davvero piacevoli e divertenti.

Eventi[Modifica sezione]

Ci sono diverse Fiere, in particolare durante i mesi estivi e nel nord del Portogallo. Sono molto comuni anche i festival musicali. Nel nord del paese si tengono due dei più vecchi appuntamenti come la Paredes de Coura e Vilar de Mouros. I luoghi scelti per i festival in genere sono circondati da splendidi scenari e villaggi accoglienti. Nel sud l’appuntamento più famoso è il Festival do Sudoeste, nella parte occidentale della costa sud, con le sue spiagge infinite.

Controllate gli eventi principali nel sito ufficiale dell’ente turistico, [7].


Mangiare[Modifica sezione]

La cucina portoghese si è evoluta dal cibo contadino dell’interno, dal pesce abbondante che si trova lungo le coste e dai bovini, suini e ovini allevati all’interno. da queste umili origini e grazie alle spezie importate nei secoli delle esplorazioni e delle colonizzazioni dalle Indie e dall’Estremo Oriente, si è formata una cucina molto particolare che ha avuto e ha ancora influenze in molte vecchie colonie e oltre, da Capo Verde al Giappone.

La Zuppa è un tipico primo piatto. La più famosa è la specialità di Minho caldo verde, fatta con cavolo, patate e salsiccia affumicata e speziata. Nel Minho oltretutto potete assaggiate il miglior vinho verde, raramente in bottiglia. In molti luoghi specie lungo la costa potete assaggiare svariate zuppe di pesce, a volte così dense da essere mangiate con la forchetta.

Il bacalhau (merluzzo salato) si trova ovunque. I portoghesi dicono che ci sono tanti modi per cucinarlo quanti giorni del calendario.

In Portogallo i migliori piatti di pesce sono a base di sogliola (linguado) e sardine (sardinha) anche se il salmone (salmão) e la trota (truta) si trovano molto spesso così come il più tradizionale sgombro (carapau), il pescada (una specie di merluzzo), pesce persico (robalo), coda di rospo (tamboril) e varie specie di rombo (cherne). Questi vengono fatti bolliti, fritti, grigliati o serviti con diverse salse.

Ci sono poi specialità a base di riso: con coda di rospo, piovra, anatra e frutti di mare.

In molti posti si trovano freschi le aragoste (lagosta), lavagante, cozze (mexilhão), ostriche (ostras), vongole (amêijoas), e i tipici perceves, dei piccoli crostacei.

A seconda di quanto turistica è l’area in cui soggiornate, vedrete griglie davanti ad ogni ristorante. Il pollo alla griglia portoghese, marinato in chili, aglio e olio d’oliva, è famoso in tutto il mondo anche se la gente stanca di pollo senza sapore allevato in batteria preferisce vitello o semplicemente carne di maiale.

Nella regione settentrionale potete trovare capretto, e in Alentejo, agnello ensopado e molti tipi di maiale incluso il maiale nero'. In Alentejo, se chiedete il bitoque (si trova ovunque, manzo fritto ocn patate e uova) è più facile che vi servano carne di maiale. Molto comune un piatto a base di maiale e vongole, Carne de Porco à Alentejana, così come cotolette di pesce impanato (tiras de choco frito). A volte si trovano anche piatti a base di cinghiale selvatico.

A Mealhada (vicino Coimbra) il maiale arrosto (leitão) col vino frizzante del posto e pane, da non perdere assieme alla pastel de nata.

I vegetariani avranno vita difficile nella maggior parte dei ristoranti tradizionali del Portogallo. Nella maggior parte di questi le verdure sono solo un contorno e spesso sono solo patate (fritte o lessate). In genere un’insalata è solo con l’aggiunta di pomodori e olio d’oliva, sale e aceto. Tuttavia si trovano ristoranti indiani, cinesi, messicani e italiani dove potete trovare un menu che segua i vostri gusti.

In molti ristoranti se ordinate un’insalata vi verrà servita già condita con sale. Se non lo volete basta ordinarla dicendo "sem sal" (senza sale) o addirittura "sem tempero" (senza condimento).

Pochi ristoranti, specie nelle aree non turistiche, non hanno menu. Dovete entrare e chiedere ed è meglio chiedere di farsi scrivere i prezzi per evitare sorprese al momento del conto.

Molti ristoranti portano degli snack come antipasto - pane, burro, formaggio e altro - e di solito per questo servizio si pagano 5€. Non abbiate timore a chiedere quanto costa e se non vi va o supera il vostro budget potete sempre chiedere che vi venga portato via. Controllate sempre comunque il conto per evitare che vi vengano addebitati lo stesso.

I negozi di alimentari sono spesso molto ben forniti di svariati prodotti spesso a buon mercato. Se vi piace il formaggio duro provate "Queijo da Serra",se preferite morbido chiedete requeijao. Sfortunatamente il successo del "Queijo da Serra" ha dato il via a un proliferare di versioni industriali meno saporite e molto diverse dall’originale. Nei negozi più grandi delle grandi città potete poi trovare specialità più esotiche.

Negli alimentari e nei supermercati si pesa al momento di prendere il prodotto, non alla cassa. Se non lo fate vi diranno Tem que os pesar o Tem que pesar,"tem que ser pesado".

Il Portogallo è famoso per i dolci e la pasticceria opastéis(singolare: pastel). La più amata, pastéis de nata (chiamata semplicemente natas nel nord), è un dolcetto con ripieno alla crema e condito con zucchero (açúcar) e cannella (canela). Provateli in qualsiasi "pastelaria". La migliore è ancora la vecchia Confeitaria dos 'Pastéis de Belém' a Belém, anche se molte "pastelarias" eccellono nelle proprie "pastéis". Per una volta tutte le guide hanno ragione. Potreste dover fare un po’ di coda, ma ne sarà valsa la pena.

Buono ma più secco il bolo de arroz (letteralmente “torta di riso") e le torte all’arancia o alla carota.

Tra ottobre e novembre si vendono le caldarroste (castanhas)!

Provate il caffè espresso portoghese (bica).

Specialità delle varie regioni[Modifica sezione]

  • Sintra: queijadas de Sintra o travesseiros
  • Mafra: pane Pão de Mafra
  • Mafra: il dolce della città: "Fradinhos"

Bere[Modifica sezione]

Drinks

Quando si viaggia in Portogallo è normale bere del vino, in particolare vino rosso anche se il bianco è altrettanto apprezzato dai portoghesi. Inoltre il Portogallo, così come la Spagna, ha una particolare varietà di vino bianco tendente al verde appunto chiamato Vinho Verde. È molto frizzante, viene servito freddo e in genere si accompagna a piatti a base di pesce.

Il vino di Porto serve sia da aperitivo che da dessert Il vino Alentejo non avrà la stessa fama del Porto ma è ugualmente buono. In Portogallo poi ci sono diverse regioni vinicole (regiões vinhateiras) come Madeira, Sado o Douro in cui si producono ottimi vini.

Bere un bicchiere in compagnia è un aspetto importante della vita sociale dei Portoghesi. Rifiutare un bicchiere di vino perché si deve guidare va bene, ma farlo adducendo scuse strampalate potrebbe risultare offensivo in alcune regioni del paese.

Attenti al 1920 e all'Agua Ardente, sono entrambi molto forti.

L'eta legale per bere in Portogallo è di 18 anni


Vino di Porto[Modifica sezione]

Un bicchiere di Porto

Porto è famosa per il vino di porto, un vino fortificato con l'aggiunta di brandy prima della fine della fermentazione. Secondo la legislazione dell'Unione Europea, il vino può essere chiamato Porto solo se l'uva proviene dalla valle del Douro e il vino è prodotto a Porto. Il prodotto finale è forte, dolce e ha un gusto complesso e se conservato con cura può durare anche più di 40 anni.

Ci sono diverse gradazioni di porto, ma le varietà più comuni sono:

  • Vintage, invecchiato in bottiglia per 5-15 anni, può essere molto costoso per le annate migliori ma ne vale sempre la pena.
  • Late-Bottled Vintage (LBV), più economico e invecchiato in botte.
  • Tawny, invecchiato dai 10 ai 40 anni, con un sapore ricco e dolce, una delle varietà migliori che si possono trovare e che migliora con l'invecchiamento.
  • Ruby, il più giovane e il meno caro, dal caratteristico color rubino.
  • Bianco prodotto con uva bianca e invecchiato in botti di quercia. Non è molto conosciuta come varietà ed è un peccato perché si trova sia dolce che secco.

Vinho Verde[Modifica sezione]

  • Il vinho verde si trova ovunque e viene prodotto soprattutto nella regione a nord della città di Porto (Minho). È un vino leggero e rinfrescante (circa 9% -9.5% in volume), fatto con uve particolari a basso contenuto di zucchero. A volte leggermente frizzante, molto dolce ed economico.

Dormire[Modifica sezione]

Ci sono moltissimi ostelli in Portogallo [8], e anche tanti campeggi.

Ovviamente non manca una vasta scelta di strutture alberghiere. Le più economiche tipo ostelli si trovano in tutte le città a prezzi molto convenienti, ma a volte di scarsa qualità. Ci sono poi strutture più lussuose molte delle quali gestite da Pestana che offrono alloggi in strutture vecchie come castelli e palazzi.

Le "Casas de Campo" indicano invece i tipici agriturismo, molto comodi e convenienti specie se si viaggia nella zone rurali e fuori dai grandi centri. Qui si trovano anche pittoreschi e molto convenienti bed & breakfast. Attenzione però, è difficile che siano aperti yutto il'anno quindi farete bene a pianificare bene il viaggio e i pernottamenti.

Sicurezza[Modifica sezione]

Il Portogallo è un paese sicuro, tuttavia l'uso del buon senso vi aiuterà ad evitare problemi. Non ci sono conflitti interni, quindi il territorio è sicuro, non si registrano crimini particolarmente violenti ai danni di stranieri. L'unica cosa fastidiosa può essere data dal solito abuso di alcool il sabato sera, più comune nelle maggiori città.

Ci sono comunque alcune zone di Lisbona e di Porto che è meglio evitare, specie di notte. Fate attenzione ai borseggiatori e ricordate che i turisti sono spesso le vittime più comuni di questo reato. Quindi prendete tutte le solite precauzioni, non girate da soli, state particolarmente attenti in luoghi affollati come centri commerciali, autobus o metropolitana e tenete sempre d'occhio borsa, portafogli eccetera.

Uso di droghe[Modifica sezione]

Dal 1 Luglio 2001 una legge dello Stato ha depenalizzato l'utilizzo di droghe a scopo ricreativo. Questo non vuol dire che le droghe siano legali, il possesso per uso personale e l'utilizzo sono ancora un reato, ma sono diventati reati amministrativi e non più penali. Il traffico di droga è però ancora perseguito come reato penale.

La guida sotto l'effetto di droghe è reato penale e viene perseguita severamente allo stesso modo della guida in stato d'ebbrezza.

Rispetto[Modifica sezione]

I Portoghesi sono sempre disponibili ad aiutare i turisti e se farete lo sforzo di dire qualche parola in portoghese allora saranno ancora più felici di aiutarvi. Molti inoltre capiscono lo spagnolo e l'inglese è molto diffuso specie tra i più giovani. Attenzione però con lo spagnolo, sarà facile sentire una frase che dice più o meno "in Portogallo si parla portoghese, in Spagna lo spagnolo", segno della vecchia rivalità tra i due paesi. Meglio affidarsi all'Inglese ma anche l'Italiano

Se si visitano chiese o altri monumenti religiosi ricordate di vestirvi in modo appropriato e rispettoso.

Fumare nei locali pubblici è vietato a meno che non vediate un esplicito cartello blu.

Non è insolito per le donne prendere il sole in topless nelle spiagge e ci sono anche diverse spiagge per naturisti.

Sebbene il 90% della popolazione si dica Cattolica, solo il 19% è praticante, quindi non meravigliatevi se parlando di religione troverete una scarsa conoscenza dei riti o sostegno su diverse questioni come l'eutanasia o i dibattiti sull'omosessualità. In Portogallo la religione non è vista come un valido argomento a sostegno di questioni politiche. L'aborto i Portogallo è legale dal 2007 e i matrimoni tra persone dello stesso sesso sono legali dal 2010.

Il Portogallo è una nazione piuttosto gay-friendly, ma non aspettatevi la stessa apertura mentale nelle aree rurali. Lisbona ha una comunità gay molto attiva, con diversi bar e locali notturni, specie nei quartieri di Bairro Alto, Chiado e Principe Real.

Se vedete donne o ragazze camminare a braccetto o tenendosi per mano non pensate subito che siano delle lesbiche perché questo è un gesto molto diffuso in Portogallo e segno di amicizia.

In alcune città del Portogallo si tengono ancora delle corride, ma a differenza della Spagna il toro non viene ucciso perché illegale. Molti portoghesi sono del tutto indifferenti alle corride o le disprezzano come disprezzano la crudeltà. Non generalizzate su questo aspetto perché potrebbe risultare offensivo. Nella città di Barrancos, al confine con la Spagna, le corride prevedono ancora l'uccisione del toro nonostante questo sia apertamente contro la legge in vigore.

Contrariamente a quanto credono in molto, la lingua portoghese non discende dallo spagnolo.

Il Reintegrazionismo è un movimento culturale che difende l'unità del Galiziano e del Portoghese in un'unica lingua. Entrambe discendono da una lingua romanza medievale a cui si fa riferimento con Galiziano-Portoghese, e non dallo Spagnolo. L'indipendenza del Portogallo ha fatto sì che il Galiziano si sviluppasse sotto l'influenza spagnola mentre il Portoghese si è sviluppato in modo indipendente. Nonostante tutto le due lingue hanno una percentuale di mutua intellegibilità dell'85%. Molti portoghesi sono del tutto indifferenti a questa problematica ma per i Galiziani e per alcuni Spagnoli e Portoghesi invece è un argomento molto sentito. La lingua galiziana non può essere ufficialmente riconosciuta portoghese anche a causa dell'opposizione del governo spagnolo. Il Portogallo e la Galizia hanno molti aspetti culturali in comune e la congiunta partecipazione al programma UNESCO Oral and Intangible Heritage of Humanity è stata approvata nel 2001. In Galizia ci sono stati numerosi dibattiti anche per mettere il portoghese e la visione dei programmi televisivi in portoghese come materia di studio nelle scuole. Nonostante tutto oggi è più facile dire che i Galiziani sono un popolo spagnolo fiero e preferirebbero l'indipendenza dalla Spagna all'unirsi con il Portogallo anche se molti attivisti del Reintegrazionismo si battono per l'unificazione. Questo è un dibattito politico che coinvolge molti aspetti e le opinioni sono spesso differenti, un argomento da evitare per evitare di offendere qualcuno.



Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti