Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Phnom Penh

Da Wikitravel.
Phnom Penh: Lungofiume (Sisowath Quay).


Phnom Penh è la capitale della Cambogia. Nonostante la sua fama di città violenta e insicura accumulata nei decenni passati, Phnom Penh è oggi una meta turistica e può essere visitata senza eccessivi timori.

Distretti cittadini

Da sapere

Geografia

Storia

Come arrivare

In aereo

Tasse di imbarco/sbarco:

Voli internazionali: 25 US$
Voli domestici: 6 US$

Solo in teoria queste tasse possono essere pagate con carta di credito. In realtà bisogna disporre di contanti (dollari o valuta locale).

L'aeroporto internazionale di Phnom Penh (Template:IATA | Template:ICAO) - chiamato "Pochentong" in passato - è il più grande dei due aeroporti internazionali cambogiani (l'altro è a Siem Reap). Frequenti i collegamenti con Bangkok, Hong Kong, Ho Chi Minh City, Singapore, Taipei ed anche con Luang Prabang (Laos). Tra le compagnie che vi operano la Bangkok Airways", la "Lao Aviation", la "Shanghai Airlines", la "Thai Airways", la "Silk Air" e la "Dragon Air".

Air Asia è una compagnia malese a basso costo che effettua collegamenti quotidiani per Bangkok e Kuala Lumpur. Il nuovissimo terminal dispone di un ufficio postale, un'agenzia bancaria con macchina ATM, ristoranti, duty-free shop, uno sportello di informazioni turistiche e un business center.

L'aeroporto dista 11 km circa dal centro cittadino. (Sisowath Quay). Una corsa in taxi ha un prezzo fisso di 7 US$. Pagate la tariffa direttamente allo sportello all'interno del terminal e proprio a fianco dell'uscita. Quanti avessero con sé un bagaglio poco ingombrante potrebbero prendere una motocicletta-taxi per appena 2 dollari.

In autobus

C'è un servizio d'autobus per Poipet (posto di frontiera con la Thailandia) e per Ho Chi Minh City in Vietnam (8-10 US$, 5-6 ore). Numerosi i collegamenti con altre località minori della Cambogia. Due delle maggiori compagnie di autolinee locali sono la "Sorya" (ex Ho Wah Genting) e GST. Gli autobus di entrambe fanno capolinea alla stazione sul fianco del mercato centrale che versa in una situazione abbastanza caotica. La compagnia "Capitol Tours" effettua collegamenti con Ho Chi Minh City e località del delta del Mekong in collaborazione con l'agenzia vietnamita "Sinh Cafe". La prenotazione è consigliabile e può essere effettuata tramite agenzie turistiche del centro o anche per il tramite del proprio albergo dietro pagamento di una piccola commissione.

Quasi tutti i turisti che hanno attraversato in autobus il confine con la Thailandia fanno di solito una sosta a Siem Reap per visitare il sito archeologico di Angkor, il più stupefacente di tutto il sud-est asiatico e, secondo alcuni, superiore a Bagan, un sito di per sé già eccezionale. Il viaggio in autobus da Siem Reap fino a Phnom Penh dura circa 5 ore. Gli autobus partono al mattino presto ed altri intorno a mezzogiorno. Frequenti le corse per Sihanoukville. Attenzione a non prendere autobus senza aria condizionata, (del resto molto pochi). Gli autobus a due piani con toilettes e servizio di ristorazione sono un po' più cari ma con maggiore comfort a bordo.

In nave

I traghetti che fanno la spola tra Phnom Penh e Siem Reap impiegano crca 4-5 ore per fare la traversata. Per gli stranieri il passaggio ha un costo di 20-30 US$. Solo alcune di queste imbarcazioni presentano posti a sedere sul tetto che offrono un vista più ampia e più panoramica. Il viaggio in nave però non è comodo come quello via terra e bisogna munirsi di cappellini e quantità sufficienti di bottiglie d'acqua e creme solari nel caso non infrequente che l'imbarcazione s'incagli sul fondo del fiume.

Lance a motore partono alle 8 del mattino da Chau Doc, località sul delta del Mekong (Vietnam) e impiegano circa 5 ore per arrivare a Phnom Penh. Il viaggio in senso inverso avviene nella stessa giornata (partenza da Phnom Penh alle ore 13:00).


Come spostarsi

I viali principali di Phnom Penh sono larghi e ben tenuti mentre vicoli e strade secondarie versano in condizioni pietose con cumuli d'immondizia e pozzanghere maleodoranti ovunque. Comunque andare in giro non è un problema se si conosce un pochino la città e, nel caso fosse la prima volta, ci si può aiutare con una cartina.

  • Motociclette - Sono disponibili per il noleggio (è proibito agli stranieri noleggiare autovetture). Il traffico è caotico e per ragioni di sicurezza si consiglia di ripiegare su uno dei mezzi pubblici descritti di seguito.
  • Motociclette-taxi (motodops/motodups in lingua locale) - Sono ovunque e costituiscono un mezzo di trasporto molto popolare a Phnom Penh così come nel vicino Vietnam. Le tariffe, poi, sono più che modiche. per fare un semplice Una corsa da Sisowath Quay al mercato centrae costa circa 2,000 riel (1/2 dollaro) anche se di notte si paga un po' di più.
  • Taxi - Sono pochi così come i parcheggi situati in genere davanti le rappresentanze diplomatiche estere o a "Sisowath Quay". I taxi locali non hanno tassametro e bisogna concordare il prezzo della corsa in anticipo. Le tariffe variano a seconda dell'altalena dei prezzi del carburante e per conoscerle si può chiedere al personale del proprio albergo.
  • Tuk-tuk I Tuk-tuks in versione cambogiana consistono in una motocicletta che traina un cabinato per i passeggeri. Il prezzo della corsa è sensibilmente inferiore a quello di un taxi ma sono più pittoreschi senza contare che i conducenti masticano un po' d'inglese.
  • Cyclos Sono i vecchi rickshaws oggi simili in tutto ai tuk-uk ma con funzionamento a pedali. Considerevolmente più lenti, tendono a scomparire dalle vie cittadine anche se sono molto richiesti da quanti visitano per la prima volta una città del sud-est asatico.
  • Passeggiare Può essere pericoloso andare a piedi per le strade di Phnom Penh visto che gli automobilisti non rispettano i pedoni. Bisogna pensarci due volte prima di attraversare la strada e una soluzione può essere quella di accompagnarsi a monaci buddisti che godono di molto rispetto tra i locali. I semafori sono pochi e limitati ai viali principali.

Da vedere

Phnom Penh: la pagoda d'argento nell'ex palazzo reale


Attività ricreative

Folclore e manifestazioni

Opportunità di studio

Opportunità di lavoro

Acquisti

Il mercato centrale di Phnom Penh dalla caratteristica cupola in stile "deco


Dove mangiare

Economici

Prezzi medi

Prezzi elevati

Bere

Vita notturna

Dove alloggiare

Economici

Prezzi medi

Prezzi elevati

Comunicazioni

Poste

Telefoni

Postazioni Internet e Wi-Fi spots

Sicurezza personale

Uscire

Escursioni

Itinerari


Questo articolo è un outline ed ha bisogno di maggiori contenuti. Ha un template, ma non è abbastanza. Per favore, buttati e aiutalo!


Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti