Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Monaco: differenze tra le versioni

Da Wikitravel.
Germania : Baviera : Monaco
m (do not place those external links)
(Attività ricreative)
(9 revisioni intermedie di 8 utenti non mostrate)
Riga 11: Riga 11:
 
|sito=[http://www.muenchen.de/ Sito istituzionale]
 
|sito=[http://www.muenchen.de/ Sito istituzionale]
 
}}
 
}}
[[Immagine:Mun flags frauenkirche.jpg|noframe|250px|right]]
+
[[Immagine:Mun flags frauenkirche.jpg|thumb|190px|Frauenkirche]]
 +
[[Image:Altes Rathaus in Muenchen Ostseite.jpg|thumb|190px|Veduta dell'Altes Rathaus]]
 
'''Monaco''' (in [[Frasario tedesco|tedesco]] ''München'') è la capitale della [[Baviera]], il più esteso dei 16 "Länder" che compongono la [[Germania|Repubblica Federale Tedesca]].
 
'''Monaco''' (in [[Frasario tedesco|tedesco]] ''München'') è la capitale della [[Baviera]], il più esteso dei 16 "Länder" che compongono la [[Germania|Repubblica Federale Tedesca]].
 
La città è situata sulle rive dell' Isar, fiume che ghiaccia nei mesi invernali. Monaco è facile da percorrere a piedi o in bicicletta, essendo completamente piatta con un'unica piccola altura.
 
La città è situata sulle rive dell' Isar, fiume che ghiaccia nei mesi invernali. Monaco è facile da percorrere a piedi o in bicicletta, essendo completamente piatta con un'unica piccola altura.
Riga 20: Riga 21:
 
Il centro di Monaco propriamente detto è costituito da Karlsplatz, chiamata anche "Stachus" dai suoi abitanti e dalla zona pedonale riservata alla shopping che conduce a Marienplatz, molto amata dai turisti. Nel Centro vengono normalmente incluse le aree adiacenti alle due piazze.
 
Il centro di Monaco propriamente detto è costituito da Karlsplatz, chiamata anche "Stachus" dai suoi abitanti e dalla zona pedonale riservata alla shopping che conduce a Marienplatz, molto amata dai turisti. Nel Centro vengono normalmente incluse le aree adiacenti alle due piazze.
  
*'''[[Monaco_(Schwabing)|Schwabing/Maxvorstadt (Zona universitaria)]]''' Schwabing con il vicino quartiere di Maxvorstadt è una zona piacevole e alla moda appena oltre  "Ludwig-Maximilian", la famosa università. Il distretto è servita dalle linee blu e arancione della metro con le fermate "Universität" e "Münchener Freiheit"). È una zona di shopping molto costosa con innumerevoli bar e ristoranti etnici. Schwabing è sempre stata un posto molto ricercato e non è difficile immaginare il perché se si da solo un'occhiata ai suoi viali con tre filari di alberi.
+
*'''[[Monaco_(Schwabing)|Schwabing/Maxvorstadt (Zona universitaria)]]''' Schwabing con il vicino quartiere di Maxvorstadt è una zona piacevole e alla moda appena oltre  "Ludwig-Maximilian", la famosa università. Il distretto è servito dalle linee blu e arancione della metro con le fermate "Universität" e "Münchener Freiheit"). È una zona di shopping molto costosa con innumerevoli bar e ristoranti etnici. Schwabing è sempre stato un posto molto ricercato e non è difficile immaginare il perché se si solo un'occhiata ai suoi viali con tre filari di alberi.
 
<!---
 
<!---
 
The Leopoldstraße (get out at Universität or Münchner Freiheit) also offers coffeeshops such as Starbucks or the San Francisco Coffee Company.-->
 
The Leopoldstraße (get out at Universität or Münchner Freiheit) also offers coffeeshops such as Starbucks or the San Francisco Coffee Company.-->
Riga 29: Riga 30:
 
*'''[[Munich/Thalkirchen|Thalkirchen]]'''
 
*'''[[Munich/Thalkirchen|Thalkirchen]]'''
  
==Da sapere==
+
Nel 1632 la città fu occupata dalle truppe di Gustavo II Adolfo di Svezia, durante la guerra dei Trent'anni e successivamente 1705 fu sottomessa agli Asburgo per alcuni anni. Nel 1759 venne fondata la prima istituzione accademica bavarese. Nel 1806 divenne capitale del nuovo regno di Baviera e furono costruiti i palazzi del parlamento e dell'Arcidiocesi di Monaco e Frisinga. Vent'anni più tardi l'Università della Baviera si insediò nella nuova sede cittadina. Molti degli edifici e delle piazze più belle di questo periodo sono stati costruiti durante i regni di Ludovico I e Massimiliano II, come la Ruhmeshalle o molti palazzi della Ludwigstraße e del Königsplatz (opere degli architetti Leo von Klenze e Friedrich von Gärtner) e la statua della Baviera di Ludwig Michael von Schwanthaler.
Se chiedete ad un tedesco in quale città del suo paese gli piacerebbe vivere, molto probabilmente la risposta sarà "Monaco".
+
Nel 1882 a Monaco fu introdotta la luce elettrica e la città ospitò nello stesso anno la prima fiera dell'elettricità in Germania[4]. Diciannove anni più tardi venne aperto lo zoo Tierpark Hellabrunn.
Tra le ragioni di questa preferenza sono da includere il carattere cordiale dei loro abitanti (''la cultura della birra ne è una prova''), l’atmosfera calda della città che ha conservato il carattere rococò e barocco del passato, i dintorni verdissimi e infine le facili comunicazioni con i paesi vicini: l'[[Austria]] e le sue Alpi, L'[[Italia]] e i suoi litorali sono facilmente raggiungibili in treno in autostrada o con voli economici di poche ore.
+
Storia contemporanea [modifica]
Questi sono i pregi ma ci sono anche alcuni piccoli nei da considerare:
+
Dopo la prima guerra mondiale la città fu preda e covo di inquietudini sociali e politiche. Nel novembre del 1918 i comunisti presero il potere fondando la Repubblica Sovietica di Monaco (Münchner Räterepublik) che venne però rovesciata il 3 maggio 1919 dai Freikorps, alcuni dei quali furono successivamente arruolati da Adolf Hitler e dal Nazismo. Nel 1923 Hitler ed i suoi sostenitori, che si erano riuniti a Monaco, effettuarono il Bierhallenputsch (o Hitlerputsch), un tentativo di spodestare la Repubblica di Weimar e di dare la giusta dimensione al loro potere. La rivolta fallì e costò al fanatico ideologo un arresto e la messa al bando del neonato partito nazista, che era sconosciuto al di fuori di Monaco.
:Monaco è una delle città più care della Germania.
+
::I Bavaresi sono molto conservatori di mentalità, quasi dei reazionari (anche se tradizionalmente Monaco è retta da un consiglio comunale democratico sociale). Familiarizzare con loro può essere duro soprattutto se si adotta una moda appena un po’ stravagante: così indossare blue jeans strappati può provocare disapprovazione che in genere si manifesta con un’alzata di sopracciglia.
+
  
Monaco è una città delle arti e delle scienze. Nel XVIII e XIX secolo tutti i sovrani avvicendatisi sul trono di Baviera si sono dati da fare per abbellire la città. Furono anche dei grandi mecenati, protettori di artisti famosi. Il richiamo culturale di Monaco non cessò con l'annessione della Baviera all'impero di Germania:  Leo von Klenze, Franz von Lenbach, Wassily Kandinsky e gli altri artisti della scuola espressionista del '' Blaue Reiter '' operarono a Monaco. Gli scrittori Thomas Mann e leone Feuchtwanger vissero a Monaco finché i Nazisti non ne decretarono l'espulsione a causa della loro arte considerata "degenerata". Questa tradizione di Monaco come centro della cultura continua anche ai nostri giorni: La città è sede di una famosa Università e di un'apprezzata scuola di cinematografia.
+
 
Gli abitanti della città vorrebbero che il visitatore si ricordasse di tutto questo e non collegasse semplicemente all'Oktober fiest che suona alquanto riduttivo.
+
Porta della Vittoria danneggiata dai bombardamenti nel 1945.
 +
Tuttavia la città divenne una roccaforte Nazista una volta che Hitler prese il potere in Germania, nel 1933 e fu indispensabile per l'ascesa del Nazismo, tanto da essere chiamata dai nazisti stessi Hauptstadt der Bewegung ("capitale del movimento"). Il quartier generale del NSDAP fu stabilito a Monaco e costruito, assieme ad altri edifici utili al partito, a Königsplatz; molti di questi edifici quali sono tutt'ora esistenti. Nel 1939 Monaco fu teatro del fallimento di Georg Elser nel tentativo di assassinare Hitler mentre arringava la folla col suo discorso annuale per commemorare il Putsch della birreria nel Bürgerbräukeller.
 +
Monaco fu inoltre la città dove nacque la "Rosa Bianca" (in tedesco Die Weiße Rose), formata da un gruppo di studenti che si costituirono in un movimento di resistenza al Nazismo dal giugno 1942 al febbraio 1943, quando il nucleo del gruppo venne arrestato ed ucciso dopo la distribuzione di volantini all'Università di Monaco da parte di Hans e Sophie Scholl.
 +
Monaco di Baviera fu molto danneggiata dai bombardamenti alleati durante la seconda guerra mondiale. Dopo la liberazione americana, il 30 maggio 1945, la città fu in gran parte ricostruita con un meticoloso lavoro tendente a restituire la stessa fisionomia a strade e palazzi rispetto alla situazione pre-bellica.
 +
Nel 1972 Monaco ospitò la XX edizione delle Olimpiadi, tristemente famosa per il massacro di undici atleti israeliani da parte di terroristi palestinesi.
 +
Nel 1974 fu sede di molte partite dei Mondiali tenutisi in Germania Ovest. A trentadue anni di distanza ha ospitato ancora le partite della stessa competizione, nel corso dei mondiali di Germania 2006.
  
 
==Come arrivare==
 
==Come arrivare==
Riga 67: Riga 71:
  
 
==Da vedere==
 
==Da vedere==
[[Immagine:Chinesischer Turm.jpg|thumb|300px|right|Chinesischer Turm ]]
+
[[Immagine:Schloss Nymphenburg.jpg|thumb|280px|right|Il castello di Nymphenburg]]
[[Immagine:Schloss Nymphenburg.jpg|thumb|300px|right|Il castello di Nymphenburg]]
+
[[Image:Maximilianeum Muenchen 565-dvf3.jpg|thumb|280px|Maximilianeum - Parlamento Bavarese]]
 
===Musei, Gallerie===
 
===Musei, Gallerie===
 
<!--Vedi anche: [[Centro_(Monaco)|Monaco centro]]-->  
 
<!--Vedi anche: [[Centro_(Monaco)|Monaco centro]]-->  
Riga 89: Riga 93:
  
 
===Parchi===
 
===Parchi===
 +
[[Immagine:Chinesischer Turm.jpg|thumb|200px|right|Chinesischer Turm]]
 
*'''Englischer Garten''' [http://www.schloesser.bayern.de/englisch/garden/objects/mu_engl.htm] - is in '''[[Munich/Schwabing|Schwabing]]'''. L'entrata ai giardini inglesi è libera e sono un buon posto per il relax. La seconda birreria-giardino più grande di Monaco è situata qui. Si raggiunge con l'autobus 54 che fa capolinea alla torre cinese (Chinesischer Turm) ma ci sono fermate della metropolitana m locals.  
 
*'''Englischer Garten''' [http://www.schloesser.bayern.de/englisch/garden/objects/mu_engl.htm] - is in '''[[Munich/Schwabing|Schwabing]]'''. L'entrata ai giardini inglesi è libera e sono un buon posto per il relax. La seconda birreria-giardino più grande di Monaco è situata qui. Si raggiunge con l'autobus 54 che fa capolinea alla torre cinese (Chinesischer Turm) ma ci sono fermate della metropolitana m locals.  
 
* '''BUGA05''' [http://www.buga2005.de/]. Il Bundesgartenschau 2005 è attualmente chiuso. Fatto non proprio triste, perchè per 14€ non si sarebbe visto granchè. L'area sarà ricostruita e il parco con il lago resteranno. Durante una giornata calda si può prendere la U2 fino a ''Messestadt West'' senza dimenticare il costume da bagno!
 
* '''BUGA05''' [http://www.buga2005.de/]. Il Bundesgartenschau 2005 è attualmente chiuso. Fatto non proprio triste, perchè per 14€ non si sarebbe visto granchè. L'area sarà ricostruita e il parco con il lago resteranno. Durante una giornata calda si può prendere la U2 fino a ''Messestadt West'' senza dimenticare il costume da bagno!
Riga 101: Riga 106:
  
 
==Attività ricreative==
 
==Attività ricreative==
 +
 +
* [http://barcosbarcelona.com/alquiler-yates-monaco.html Alquiler de barcos en Monaco]
 +
* [http://www.alquilerdeyatesenibiza.com Alquiler yates]
 +
* [http://www.alquilerdegoletas.net Alquiler de goletas]
 +
 
<!-- * per i giovani lo scomparto in linea sotterraneo [http://www.stadtpool.de stadtpool.de] per Monaco di Baviera è una fonte di informazioni interessante per coltura e gli eventi a Monaco di Baviera.--->
 
<!-- * per i giovani lo scomparto in linea sotterraneo [http://www.stadtpool.de stadtpool.de] per Monaco di Baviera è una fonte di informazioni interessante per coltura e gli eventi a Monaco di Baviera.--->
 
===Folclore e Manifestazioni===
 
===Folclore e Manifestazioni===
Riga 112: Riga 122:
  
 
==Dove alloggiare==
 
==Dove alloggiare==
 +
 +
Sia che si parta per visitare Monaco, o che ci si rechi per motivi di lavoro, nella città è possibile trovare numerosissime strutture dove alloggiare, aperte in tutto il periodo dell'anno. La città è accogliente e i prezzi delle accomodazioni sono molto flessibili; è possibile dormire a poco prezzo in pratici [http://www.ostellimonaco.net/ ostelli a Monaco], oppure trovare sistemazione in più comodi alberghi.
  
 
===Economici===
 
===Economici===
Riga 120: Riga 132:
  
 
===Prezzi medi===
 
===Prezzi medi===
 +
Situati in vari punti di Monaco di Baviera, sia in centro che vicino la fiera o l'autostrada, i [http://www.leonardo-hotels.it/Hotel_a_Monaco Leonardo Hotels] sono alberghi a quattro stelle e tre stelle di vario genere che accontentano tutti i gusti e le esigenze.
  
 
===Prezzi elevati===
 
===Prezzi elevati===
 +
 
==Comunicazioni==
 
==Comunicazioni==
 
Da consultare: [[Frasario tedesco]]
 
Da consultare: [[Frasario tedesco]]

Versione delle 12:29, 21 nov 2012

noframe
Stemma
noframe
In breve
Nazione Germania
Stato
noframe
Baviera (Lander)
Distretto
noframe
Alta Baviera (Kreise)
Abitanti 1.305.522 (2006)
Superficie 310,43 km²
Altitudine 530 m s.l.m.
Sito web Sito istituzionale
Frauenkirche
Veduta dell'Altes Rathaus

Monaco (in tedesco München) è la capitale della Baviera, il più esteso dei 16 "Länder" che compongono la Repubblica Federale Tedesca. La città è situata sulle rive dell' Isar, fiume che ghiaccia nei mesi invernali. Monaco è facile da percorrere a piedi o in bicicletta, essendo completamente piatta con un'unica piccola altura.

Indice

Distretti cittadini

  • Il Centro (Marienplatz/Isartor/Karlsplatz/Odeonsplatz) -- In genere per "Centro di Monaco" si intende la parte racchiusa entro le antiche mura di cui rimangono tratti ancora visibili e il viale Altstadtring che forma un anello intorno al centro. Molto importanti sono i punti di Stachus, Isartor e Sendlingertor (tutti serviti da stazioni della metropolitana U-Bahn/S-Bahn).

Il centro di Monaco propriamente detto è costituito da Karlsplatz, chiamata anche "Stachus" dai suoi abitanti e dalla zona pedonale riservata alla shopping che conduce a Marienplatz, molto amata dai turisti. Nel Centro vengono normalmente incluse le aree adiacenti alle due piazze.

  • Schwabing/Maxvorstadt (Zona universitaria) Schwabing con il vicino quartiere di Maxvorstadt è una zona piacevole e alla moda appena oltre "Ludwig-Maximilian", la famosa università. Il distretto è servito dalle linee blu e arancione della metro con le fermate "Universität" e "Münchener Freiheit"). È una zona di shopping molto costosa con innumerevoli bar e ristoranti etnici. Schwabing è sempre stato un posto molto ricercato e non è difficile immaginare il perché se si dà solo un'occhiata ai suoi viali con tre filari di alberi.

Nel 1632 la città fu occupata dalle truppe di Gustavo II Adolfo di Svezia, durante la guerra dei Trent'anni e successivamente 1705 fu sottomessa agli Asburgo per alcuni anni. Nel 1759 venne fondata la prima istituzione accademica bavarese. Nel 1806 divenne capitale del nuovo regno di Baviera e furono costruiti i palazzi del parlamento e dell'Arcidiocesi di Monaco e Frisinga. Vent'anni più tardi l'Università della Baviera si insediò nella nuova sede cittadina. Molti degli edifici e delle piazze più belle di questo periodo sono stati costruiti durante i regni di Ludovico I e Massimiliano II, come la Ruhmeshalle o molti palazzi della Ludwigstraße e del Königsplatz (opere degli architetti Leo von Klenze e Friedrich von Gärtner) e la statua della Baviera di Ludwig Michael von Schwanthaler. Nel 1882 a Monaco fu introdotta la luce elettrica e la città ospitò nello stesso anno la prima fiera dell'elettricità in Germania[4]. Diciannove anni più tardi venne aperto lo zoo Tierpark Hellabrunn. Storia contemporanea [modifica] Dopo la prima guerra mondiale la città fu preda e covo di inquietudini sociali e politiche. Nel novembre del 1918 i comunisti presero il potere fondando la Repubblica Sovietica di Monaco (Münchner Räterepublik) che venne però rovesciata il 3 maggio 1919 dai Freikorps, alcuni dei quali furono successivamente arruolati da Adolf Hitler e dal Nazismo. Nel 1923 Hitler ed i suoi sostenitori, che si erano riuniti a Monaco, effettuarono il Bierhallenputsch (o Hitlerputsch), un tentativo di spodestare la Repubblica di Weimar e di dare la giusta dimensione al loro potere. La rivolta fallì e costò al fanatico ideologo un arresto e la messa al bando del neonato partito nazista, che era sconosciuto al di fuori di Monaco.


Porta della Vittoria danneggiata dai bombardamenti nel 1945. Tuttavia la città divenne una roccaforte Nazista una volta che Hitler prese il potere in Germania, nel 1933 e fu indispensabile per l'ascesa del Nazismo, tanto da essere chiamata dai nazisti stessi Hauptstadt der Bewegung ("capitale del movimento"). Il quartier generale del NSDAP fu stabilito a Monaco e costruito, assieme ad altri edifici utili al partito, a Königsplatz; molti di questi edifici quali sono tutt'ora esistenti. Nel 1939 Monaco fu teatro del fallimento di Georg Elser nel tentativo di assassinare Hitler mentre arringava la folla col suo discorso annuale per commemorare il Putsch della birreria nel Bürgerbräukeller. Monaco fu inoltre la città dove nacque la "Rosa Bianca" (in tedesco Die Weiße Rose), formata da un gruppo di studenti che si costituirono in un movimento di resistenza al Nazismo dal giugno 1942 al febbraio 1943, quando il nucleo del gruppo venne arrestato ed ucciso dopo la distribuzione di volantini all'Università di Monaco da parte di Hans e Sophie Scholl. Monaco di Baviera fu molto danneggiata dai bombardamenti alleati durante la seconda guerra mondiale. Dopo la liberazione americana, il 30 maggio 1945, la città fu in gran parte ricostruita con un meticoloso lavoro tendente a restituire la stessa fisionomia a strade e palazzi rispetto alla situazione pre-bellica. Nel 1972 Monaco ospitò la XX edizione delle Olimpiadi, tristemente famosa per il massacro di undici atleti israeliani da parte di terroristi palestinesi. Nel 1974 fu sede di molte partite dei Mondiali tenutisi in Germania Ovest. A trentadue anni di distanza ha ospitato ancora le partite della stessa competizione, nel corso dei mondiali di Germania 2006.

Come arrivare

In auto

L'itinerario E45 è quello comunemente seguito dagli Italiani diretti a Monaco. Si percorre l'autostrada del Brennero fino ai confini e si raggiunge quindi Innsbruck in Austria per poi proseguire fino a Monaco. Il consiglio è quello di lasciare la propria auto in un parcheggio e di servirsi dei mezzi pubblici particolarmente efficienti

In aereo

L' aeroporto internazionale di Monaco di Baviera [1] (Sigla IATA|MUC) è il secondo per importanza tra quelli tedeschi. Ha due terminali:

Il terminale 2 è utilizzato dalla Lufthansa e da compagnie associate [2].
Il più vecchio terminale 1 è utilizzato da tutte le altre linee.

L'aeroporto è situato a nord est di Monaco. L'enorme espansione del traffico aereo da e per Monaco richiede che i viaggiatori si presentino almeno due ore prima dell'imbarco. I tempi di attesa sono in genere lunghi e si formano code di una certa consistenza. L'aeroporto è collegato alla stazione centrale da treni della S-Bahn (linee S1 o S8). Una corsa semplice costa €8.80 e il tragitto si compie in 30-40 minuti.

In treno

La maggior parte delle città europee compresa Roma sono collegate a Monaco di Baviera da treni internazionali che partono in genere la sera. Hauptbahnhof [3] è la stazione principale di Monaco, situata nel centro della città appena due stazioni più in la della metro (S-Bahn) da Marienplatz. La stazione ferroviaria è dotata di parecchi servizi di accoglienza per il viaggiatore compresi uffici di informazione turistica e di prenotazione alberghiera. Gli alberghi meno cari si trovano in quest'area. Da Monaco è facile raggiungere qualsiasi altro centro della Germania con i treni della Deutsche Bahn Deutsche Bahn ed anche molte città di paesi limitrofi (Austria, Svizzera e Repubblica Ceca).

Come spostarsi

Autobus, Tram, U-Bahn (metropolitana) e S-Bahn (treni suburbani)

Per un turista il miglior modo per spostarsi in città è offerto da tram e autobus. La metropolitana è veloce ma, essendo sotterranea, non permette di vedere le attrazioni della città. Sobborghi e dintorni si visitano con i treni suburbani della S-Bahn , segnalati da “una S„ bianca su fondo verde.
Esistono biglietti giornalieri, settimanali e per gruppi. Le stazioni della metro (U-Bahn) sono segnalate da una lettera “U„ maiuscola di colore bianco su un fondo blu.
L'idea migliore, appena scesi dall'aereo è quella di comprare un biglietto giornaliero valido per l'intera rete (Gesamtnetz). Se si rimane a Monaco per più di tre giorni, allora può esser conveniente acquistare una carta settimanale.

In bicicletta

La bicicletta è un altro ottimo mezzo per visitare la città. I percorsi ciclabili ammontano a più di 200 km e poi non bisogna dimenticare che a Monaco non ci sono alture di rilievo. Le biciclette possono essere noleggiate presso "Call a Bike", un servizio gestito da "Deutsche Bahn", le ferrovie tedesche.

Da vedere

Il castello di Nymphenburg
Maximilianeum - Parlamento Bavarese

Musei, Gallerie

  • Museo Egizio [4] - ingresso €4 (ridotto €3, ingresso libero per bambini. Gratis per tutti le domeniche
  • Galleria Lenbachhaus [5] - Opere di Kandinsky e altri esponenti dell'Espressionismo tedesco.
  • Campo di concentramento di Dachau La visita del campo di Dachau può essere un'esperienza da shock e non è consigliabile portarsi aprresso i bambini.
  • Deutsches Museum -- Situato ad Haidhausen è uno dei più grandi musei al mondo dedicato alla tecnica.
  • Pinakotheken [6] - La Pinacoteca di Monaco è divisa in tre sezioni:
La prima (Alte Pinakothek) raccoglie pitture a carattere religioso dal XV al XVIII secolo.
La seconda (Neue Pinakothek) è dedicata all'Impressionismo e all'Espressionismo.
La terza (der Moderne Pinakothek) raccoglie, come indica il nome, opere di correnti d'avanguardia del XX secolo.
  • Statua della Baviera, Theresienhöhe 16 (Linee Metro U4 o U5 per Theresienwiese), +49-89-290671, [7]. Una statua di 20 m d'altezza. Possibilità di salire fino alla testa della statua dove è stata allestita una piccola piattaforma panoramica. Prezzo: €3.00/€2.00

Le domeniche l'accesso a tutti i musei statali costa €1.00.

Torri panoramiche

  • Olympiaturm, La torre della TV ha un'altezza di 291 metri. A 182 metri c'è il ristorante e poco più su la piattaforma panoramica.

Piazze

Le piazze più importanti sono situate nel centro della città

Parchi

Chinesischer Turm
  • Englischer Garten [8] - is in Schwabing. L'entrata ai giardini inglesi è libera e sono un buon posto per il relax. La seconda birreria-giardino più grande di Monaco è situata qui. Si raggiunge con l'autobus 54 che fa capolinea alla torre cinese (Chinesischer Turm) ma ci sono fermate della metropolitana m locals.
  • BUGA05 [9]. Il Bundesgartenschau 2005 è attualmente chiuso. Fatto non proprio triste, perchè per 14€ non si sarebbe visto granchè. L'area sarà ricostruita e il parco con il lago resteranno. Durante una giornata calda si può prendere la U2 fino a Messestadt West senza dimenticare il costume da bagno!
  • Hirschgarten è a Neuhausen
  • Lo Zoo di Monaco è situato nella zona di Thalkirchen

Palazzi e Castelli

  • Schloss Schleißheim [12]. Poco fuori Monaco, raggiungibile con la linea S1 S-Bahn, scendendo alla fermata di Oberschleißheim

Attività ricreative

Folclore e Manifestazioni

Teatro, Opera e Musica

Tours

Dove alloggiare

Sia che si parta per visitare Monaco, o che ci si rechi per motivi di lavoro, nella città è possibile trovare numerosissime strutture dove alloggiare, aperte in tutto il periodo dell'anno. La città è accogliente e i prezzi delle accomodazioni sono molto flessibili; è possibile dormire a poco prezzo in pratici ostelli a Monaco, oppure trovare sistemazione in più comodi alberghi.

Economici

  • Offerte per hotel economici a Monaco con Hotel Reservation Service - HRS Hotel

Prezzi medi

Situati in vari punti di Monaco di Baviera, sia in centro che vicino la fiera o l'autostrada, i Leonardo Hotels sono alberghi a quattro stelle e tre stelle di vario genere che accontentano tutti i gusti e le esigenze.

Prezzi elevati

Comunicazioni

Da consultare: Frasario tedesco



Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti