Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Karnataka: differenze tra le versioni

Da Wikitravel.
Sud : Karnataka
m (TravelBot_(test),_sostituisco_Image_con_Immagine)
m (TravelBot,_correzioni_semplici_)
 
Riga 23: Riga 23:
 
* '''Il [[Nord (Karnataka)|Nord]]'''
 
* '''Il [[Nord (Karnataka)|Nord]]'''
 
* '''Il [[Sud (Karnataka)|Sud]]'''
 
* '''Il [[Sud (Karnataka)|Sud]]'''
* '''La [[Costa del Karnataka)|Costa]]''' Il lungo litorale sul mar arabico è il dominio delle palme da cocco e delle risaie. E' pochissimo valorizzato dal punto di vista turistico e possiede un solo porto importante, quello di Mangalore  
+
* '''La [[Costa del Karnataka)|Costa]]''' Il lungo litorale sul mar arabico è il dominio delle palme da cocco e delle risaie. È pochissimo valorizzato dal punto di vista turistico e possiede un solo porto importante, quello di Mangalore  
 
* '''Il [[Centro (Karnataka)|Centro]]'''
 
* '''Il [[Centro (Karnataka)|Centro]]'''
  

Versione attuale delle 16:38, 11 lug 2007

Localizzazione dello stato nell'ambito dell'Unione Indiana
Palazzo di Mysore

Karnataka [1] è uno stato del Sud dell'India.

Da Sapere[Modifica sezione]

Questo stato raggruppa popolazioni che parlano il Kannada, lingua appartenente al ceppo dravida

Geografia[Modifica sezione]

Il Karnataka confina a nord-ovest con gli stati di Maharashtra e Goa, a est con l'Andhra Pradesh, a sud-est con il Tamil Nadu e a sud-ovest con il Kerala. Ha una lunga facciata marittima sul Mar Arabico. Vi si distingue una piana litoranea, facilmente accessibile dove si coltiva il riso, delimitata dalla catena dei Ghati occidentali i cui fianchi occidentali sono coperti da foreste e, al dilà di questi l'altopiano interno del Deccan piuttosto arido dove l'agricoltura è praticata con il metodo dell'irrigazione. (vi sono state create numerose dighe)

Storia[Modifica sezione]

Lo stato nacque nel 1956 in attuazione del States Reorganisation Act con il nome di Mysore al fine di raggruppare in un unica entità statale popolazioni di lingua kannada. Prima di quella data il Mysore era un regno che entrò a far parte dell'Unione Indiana al momento della sua indipendenza (1947) e il suo maraja ne divenne governatore . Nel 1973 il nome veniva mutato in quello attuale.

Popolazione[Modifica sezione]

Nonostante sia stato creato su una base linguistica, il Karnataka non è omogeneo da punto di vista etnico e comprende alcune minoranze che non parlano il Kannada:

  • Musulmani, i cui avi formavano la classe dirigente dello stato principesco di Mysore e che oggi si esprimono in Urdu.
  • Mahratti, che vivono nella zona costiera. Molti di loro sono stati convertiti al Cristianesimo.
  • Kodagas, stanziati nella zona di Coorg sull'altopiano del Deccan.
  • Popolazioni Tamil ad Est

La religione più diffusa è l'Induismo che qui viene praticato nella forma dello Shivaismo. Molto potente è la setta dei Virashaivas o Lingayats. Un 15% professa la religione cristiana e musulmana.

Regioni[Modifica sezione]

  • Il Nord
  • Il Sud
  • La Costa Il lungo litorale sul mar arabico è il dominio delle palme da cocco e delle risaie. È pochissimo valorizzato dal punto di vista turistico e possiede un solo porto importante, quello di Mangalore
  • Il Centro

Distretti[Modifica sezione]

Sono 27 i distretti in cui è suddiviso amministrativamente lo stato del Kernataka. Quelli di maggior interesse turistico sono:

Città[Modifica sezione]

Le città con maggiore interesse turistico sono:

  • Bangalore -- capitale del Karnataka, sede di importanti industrie legate all'elettronica e all'aereonautica. Possiede anche fabbriche di porcellana e di tessuti di seta. Famoso è il suo istituto della scienza, creato grazie alle liberalità della famiglia Tata, una delle più ricche di Bombay di origine Persiana.
  • Belgaum, una città sull'altopiano del Deccan con numerose industrie e quindi con nessun interesse turistico se non fosse per la presenza di qualche tempio jainista.
  • Bijapur città fortificata su una zona arida dell'altopiano del Deccan, capitale di un regno musulmano del XV e XVI secolo d.C.
  • Mungold, piccolo borgo a 50 km dalla città di Hubli dove si trova un'importante comunità tibetana fondata da monaci di Lasa nel 1959
  • Mangalore -- importante porto sul mar arabico con numerose industrie ma senza interesse turistico
  • Mysore, -- capitale di uno stato principesco agli inizi del XIX secolo. Tra la fine di settembre e gli inzi di ottobre vi ha luogo il Dashara, festa in onore di Durga in grado di rivaleggiare con le più celebri manifestazioni del Carnevale.
  • Sullia

Altre destinazioni[Modifica sezione]

  • Aihole a 26 km da Pattadakal e a 49 km da Badami, si trova un'altra straordinaria concentrazione di templi.
  • Badami -- villaggio che sorge sul sito di Vatapi, antica capitale del regno dei Chalukaya, che raggiunse l'apogeo nel secolo VII d.C. Vi si ammirano le grotte scolpite, fra i piu notevoli esempi di arte indiana.
  • Bandipur (Parco Nazionale) nel distretto di Chamarajanagar - Un parco di 90 km2 con foreste di albero di sandalo.
  • Belur capitale del regno di Hoysalla. Hale Belur è la vecchia capitale. In entrambe si trovano antichi templi riusciti a giungere intatti fino ai nostri giorni nonostante le innumerevoli guerre che hanno devastato la zona nei tempi passati. I templi si trovano nel distretto di Hassan
  • Bylakupee - Un luogo abitato in prevalenza da genti tibetane.
  • Cascate di Hebbe nel distretto di Chikmagalur nel bel mezzo di estese coltivazioni di caffè
  • Cascate di Jog Un complesso di cascate nel distretto di Shimoga.
  • Devarayanadurga un monte nel distretto di Tumkur dove si trova un tempio.
  • Halebid -- modesto villaggio che occupa il sito dell'antica Dvarasamudra, capitale del regno di Hoysala. Vi si trovano magnifici templi indù
  • Hampi - città che con il nome di Vijayanagar fu capitale di un regno indù che conobbe grande prosperità grazie al commercio delle spezie e alla cultura del cotone su vasta scala. Fu saccheggiato e completamente distrutto dai musulmani nel 1565. Oggi costituisce un grande museo a cielo aperto dichiarato dall'UNESCO patrimonio mondiale dell'Umanità.
  • Kokkare Bellur - un villaggio nel distretto di Mandya tra Bangalore e Mysore famoso per le rare razze di uccelli.
  • Nandi Hills - stazione climatica a 60 km da Bangalore.
  • Pattadakal a 23 km da Badami racchiude un complesso di templi consacrati a Brahma eccetto uno eretto dai seguaci della religione jainistica.*Shravanabelagola un tempio jainista di grande bellezza.
  • Shivanasamudram dove si trovano le cascate di Gaganachuki e Barachukki

Da sapere[Modifica sezione]

Lingue parlate[Modifica sezione]

Come arrivare[Modifica sezione]

Come spostarsi[Modifica sezione]

Da vedere[Modifica sezione]

Itinerari[Modifica sezione]

Attività ricreative[Modifica sezione]

Cibi[Modifica sezione]

Bevande[Modifica sezione]

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Uscire[Modifica sezione]


Questo articolo è un outline ed ha bisogno di maggiori contenuti. Ha un template, ma non è abbastanza. Per favore, buttati e aiutalo!

Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti