Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Kachin (stato): differenze tra le versioni

Da Wikitravel.
m (TravelBot_(test),_sostituisco_Image_con_Immagine)
m (TravelBot_(test),_correzione_errori_comuni)
Riga 7: Riga 7:
 
* '''[[Myitkyina]]''' — la capitale del Kachin, unico posto aperto al turismo
 
* '''[[Myitkyina]]''' — la capitale del Kachin, unico posto aperto al turismo
 
* '''[[Maijayang]]''' — un posto alla frontiera con la [[Cina]], ''([[Yunnan]])'' in pieno sviluppo e con mille divertimenti (''per lo più loschi'') tra cui un casinò gestito dai ribelli che si oppongono al regime militare. Naturalmente la località è preclusa al turismo ma c'è chi vi è andato in barba alla burocrazia, partendo dalla Cina. La località è comunque assai pericolosa per i turisti occidentali in quanto circola molta droga che costituisce una specie di moneta di pagamento per le merci cinesi che entrano in [[Myanmar]].
 
* '''[[Maijayang]]''' — un posto alla frontiera con la [[Cina]], ''([[Yunnan]])'' in pieno sviluppo e con mille divertimenti (''per lo più loschi'') tra cui un casinò gestito dai ribelli che si oppongono al regime militare. Naturalmente la località è preclusa al turismo ma c'è chi vi è andato in barba alla burocrazia, partendo dalla Cina. La località è comunque assai pericolosa per i turisti occidentali in quanto circola molta droga che costituisce una specie di moneta di pagamento per le merci cinesi che entrano in [[Myanmar]].
* '''[[Hapkant]]''' — al centro di una zona mineraria dove si estrae la giadeite, molto apprezzata dai mercanti cinesi. La località, 148 km ad ovest di [[Myitkyina]], ai confini con la [[Sagaing_(Divisione)|divisione di Sagaing]], è preclusa al turismo ma se vi piace la giada non è necessario venire fin qui perchè ne viene contrabbandata in grande quantità nella strade di Mytkyina. Tenete presente che non potrete farla uscire, considerati i controlli minuziosi cui verrete sottoposti alle dogane. Sicuramente rischierete di passare qualche anno della vostra vita nelle non accoglienti galere di questo paese.
+
* '''[[Hapkant]]''' — al centro di una zona mineraria dove si estrae la giadeite, molto apprezzata dai mercanti cinesi. La località, 148 km ad ovest di [[Myitkyina]], ai confini con la [[Sagaing_(Divisione)|divisione di Sagaing]], è preclusa al turismo ma se vi piace la giada non è necessario venire fin qui perché ne viene contrabbandata in grande quantità nella strade di Mytkyina. Tenete presente che non potrete farla uscire, considerati i controlli minuziosi cui verrete sottoposti alle dogane. Sicuramente rischierete di passare qualche anno della vostra vita nelle non accoglienti galere di questo paese.
 
* '''[[Puta-O]]''', ('' '''Fort Hertz''' in epoca coloniale'') — In una valle chiusa del Nord ai confini con l'[[India]], [[Anurachal Pradesh]] "off limits" per i turisti.
 
* '''[[Puta-O]]''', ('' '''Fort Hertz''' in epoca coloniale'') — In una valle chiusa del Nord ai confini con l'[[India]], [[Anurachal Pradesh]] "off limits" per i turisti.
 
* '''[[Bhamo]]''' — A 186 km a sud di [[Myitkyina]] con un pittoresco mercato e nelle vicinanze resti di mura che cingevano la città di [[Sampanago]], fondata dagli Shan.
 
* '''[[Bhamo]]''' — A 186 km a sud di [[Myitkyina]] con un pittoresco mercato e nelle vicinanze resti di mura che cingevano la città di [[Sampanago]], fondata dagli Shan.

Versione delle 13:26, 11 lug 2007

Lo stato di Kachin evidenziato in giallo nella mappa di Myanmar

Kachin, è il più settentrionale degli stati di Myanmar. Confina con la Cina a nord e ad est e con l'India a ovest.

Indice

Regioni

Città

  • Myitkyina — la capitale del Kachin, unico posto aperto al turismo
  • Maijayang — un posto alla frontiera con la Cina, (Yunnan) in pieno sviluppo e con mille divertimenti (per lo più loschi) tra cui un casinò gestito dai ribelli che si oppongono al regime militare. Naturalmente la località è preclusa al turismo ma c'è chi vi è andato in barba alla burocrazia, partendo dalla Cina. La località è comunque assai pericolosa per i turisti occidentali in quanto circola molta droga che costituisce una specie di moneta di pagamento per le merci cinesi che entrano in Myanmar.
  • Hapkant — al centro di una zona mineraria dove si estrae la giadeite, molto apprezzata dai mercanti cinesi. La località, 148 km ad ovest di Myitkyina, ai confini con la divisione di Sagaing, è preclusa al turismo ma se vi piace la giada non è necessario venire fin qui perché ne viene contrabbandata in grande quantità nella strade di Mytkyina. Tenete presente che non potrete farla uscire, considerati i controlli minuziosi cui verrete sottoposti alle dogane. Sicuramente rischierete di passare qualche anno della vostra vita nelle non accoglienti galere di questo paese.
  • Puta-O, ( Fort Hertz in epoca coloniale) — In una valle chiusa del Nord ai confini con l'India, Anurachal Pradesh "off limits" per i turisti.
  • Bhamo — A 186 km a sud di Myitkyina con un pittoresco mercato e nelle vicinanze resti di mura che cingevano la città di Sampanago, fondata dagli Shan.

Altre destinazioni

Da sapere

Lo stato del Kachin fu istituito nel 1948 con i distretti coloniali di Bhamo, Myitkyina e Puta-o (Fort Hertz). L'etnia predominante dei Kachin vive per lo più sulle montagne, mentre nelle vaste zone pianeggianti si riscontrano elementi Birmani e Shan. La Cina reclamava l'intero territorio dello stato fin dal XVIII secolo ma nel 1960 le sue rivendicazioni sono cessate. In era Konbaung, il 75% della giadeite che era estratto dalle miniere di Hpakant entrava in Cina dove era molto più apprezzato della locale nephfrite.

Le truppe Kachin formavano una parte significante dell'esercito birmano. Nel 1962, in seguito all'abrogazione unilaterale della costituzione dell'Unione Birmana operata dal dittatore Ne Win, I Kachin si ritirarono per fondare l'esercito per l'Indipendenza del Kachin (KIA) sotto il controllo dell'Organizzazione per l'Indipendenza del Kachin. Eccezion fatta per le zone di Pianure il Kachin è stato virtualmente indipendente dal 1960 al 1994 con un'economia basata sul contrabbando di sostanze stupefacenti e giada. Nel 1994 però dopo che l'esercito governativo aveva ripreso il controllo delle miniere di giada di Hpakant fu firmato un trattato di pace che permetteva al KIO un largo controllo su parecchie zone dello stato. Per effetto del cessate il fuoco l'organizzazione si scisse in più fazioni che non concordavano sul trattato di contribuendo così a mantenere alto il livello di instabilità politica nella regione.

Al momento attuale il KIO con il suo vice presidente Gauri Zau Seng è alleato del regime militare al potere in Myanmar [1]

I Kachin praticavano e praticano tuttora una sorta di agricoltura itinerante. La loro tradizionale forma religiosa era l'animismo i cui riti sono ancora largamente praticati nonostante molti di loro si siano convertiti al Cristianesimo grazie all'opera intensa di missionari cattolici ma soprattutto della Chiesa Battista.

Lingue parlate

La lingua cinese può essere di grande aiuto per chi visita questa remota regione, molto più del del Birmano e dell'Inglese.

Come arrivare

Myitkyina ha un areoporto con voli diretti per Yangon. I più avventurosi (e pazienti) potrebbero tentare di prendere il treno da Mandalay che impiega circa 24-30 ore senza però contare eventuali imprevisti.

Come spostarsi

Eccezion fatta per Myitkyina e dintorni, sotto il controllo del KIO, il resto del territorio è precluso al turismo e i permessi sono impossibili da ottenere. Qualche audace turista occidentale ha però visitato il Nord in mano ai secessionisti entrandovi dalla Cina

Da vedere

Attività ricreative

Mangiare

Bere

Sicurezza personale

ATTENZIONE: Data l'alta instabilità politica del Kachin non è assolutamente consigliabile recarsi nel Kachin, nemmeno nelle poche zone aperte al turismo.
Bisogna considerare poi che l'epidemia dell'AIDS sta diventando un fenomeno di sempre maggiori dimensioni nel Kachin

Uscire


Questo articolo è un outline ed ha bisogno di maggiori contenuti. Ha un template, ma non è abbastanza. Per favore, buttati e aiutalo!

Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue