Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Amsterdam

Da Wikitravel.


Il centro di Amsterdam

Amsterdam è la capitale dei Paesi Bassi, anche se il governo olandese risiede a L'Aia. Si trova nella provincia di Noord-Holland. Con più di un milione di abitanti nell'area urbana è la città più grande del paese oltre ad esserne il centro culturale, finanziario e creativo.

Il nome Amsterdam deriva dalla diga (“Dam”) del fiume “Amstel”. In passato era chiamata "Amstelredamme" ma il nome in seguito venne cambiato in “Amsterdam”. Amsterdam è una delle mete più popolari dell'Europa e ogni anno è visitata da circa 7 milioni di turisti.

Amsterdam è generalmente conosciuta come la Venezia del Nord (in verità ci sono altre città che sono soprannominate allo stesso modo) per i canali che la attraversano, la sua magnifica architettura e i 1500 ponti.

La città è in grado di offrire qualcosa per soddisfare tutte le esigenze, sia che cerchiate cultura e storia, divertimento e vita notturna o il puro e semplice relax di una vecchia città europea.




Distretti[Modifica sezione]

Districts of Amsterdam

Città vecchia
Il centro medievale e la parte più visitata di Amsterdam. Famosa per l'architettura, i canali, lo shopping e i tanti coffee shop. Piazza Dam è considerata il centro ma ci sono altri luoghi interessanti come Nieuwmarkt e Spui. Qui si trova anche il quartiere a luci rosse.
Canal Ring
Patrimonio dell'UNESCO, il Canal Ring venne scavato nel XVII secolo per attirare i più ricchi. È ancora una zona i lusso e molti ricchi olandesi hanno qui delle proprietà. Leidseplein e Rembrandtplein sono i centri della vita notturna della città
Jordaan
Zona della classe operaia recentemente diventata alla moda, ricca di gallerie d'arte, negozi e ristoranti. Include Haarlemmerbuurt e le isole occidentali.
Plantage
La maggior parte dei musei di Amsterdam si trova in quest'area. Appena oltre il Waterlooplein si trovano il museo ebraico, l'Hermitage Amsterdam e l'orto botanico. A piedi si raggiungono l'Artis Zoo, il museo tropicale e lo Scheepvaart Museum.
Sud
Una delle zone principali di Amsterdam. Rilassatevi a Vondelpark o cercate affari all'Albert Cuyp Market. Gli alloggi qui sono molto meno cari rispetto al centro città.
Ovest
Una vasta area che si può dividere in vecchia e nuova. La parte vecchia è molto bella e risale all'Ottocento. la parte nuova venne costruita dopo la Seconda Guerra Mondiale e spesso viene menzionata per fatti riguardanti la criminalità: ci sono lavori in corso per migliorarne le condizioni.
Nord
Soprattutto una zona residenziale. Molti progetti per sviluppare attività culturali lungo il fiume, una zona di campagna che si visita bene in bicicletta.
Est
Una zona vasta e variegata. La zona portuale e IJburg sono conosciute per l'architettura.
Sud est
Un'exclave di Amsterdam, il sud-est doveva diventare il quartiere del futuro ma è si è trasformato in una zona per immigrati spesso al centro di criminalità e furti. Le condizioni sono migliorate negli ultimi anni ma è ancora una zona visitata da pochi turisti avventurosi (e tifosi di calcio).






Da sapere[Modifica sezione]

Amsterdam di notte

I principali uffici del turismo VVV: Stationsplein (al binario 2B e di fronte la Stazione Centrale), Leidsestraat (Leidsplein 1); Aereoporto Schiphol (Arrivi Hall 2). Dove è disponibile la City Map con le linee dei trasporti pubblici ed elenco dei musei e relativi orari.

La stazione centrale di Amsterdam

Geografia[Modifica sezione]

Amsterdam: il canale Singel

La cittá vecchia di Amsterdam é cinta da quattro canali principali che formano un semi-anello attorno ad essa: il Singel, Herengracht, Keizersgracht e Prinsengracht. Il semicerchio é chiuso a nord dal fiume IJ, chiamato fiume ma che più precisamente è un estuario. Dall'altro lato dell'IJ c'é una delle nuove parti della cittá, Amsterdam Nord, mentre a sud, est ed ovest la cittá si estende per diversi kilometri oltre la cittá vecchia.

Storia[Modifica sezione]

Come arrivare[Modifica sezione]

In Aereo[Modifica sezione]

L'aeroporto di Schiphol [1] Si trova circa ad una decina di chilometri dal centro città. Il trasporto più comodo e veloce è il treno [2] che collega l'aeroporto con la stazione centrale in circa 20 minuti.

Oltre alle compagnie aeree tradizionali, varie compagnie aeree low-cost prevedono voli dall'Italia per Amsterdam Schiphol:

  • Transavia da Milano/Bergamo, Treviso/Venezia, Pisa, Verona, Roma, Napoli, Catania e Palermo
  • Easyjet da Milano Malpensa
  • Myair da Bari

Come spostarsi[Modifica sezione]

A Piedi o in Bicicletta[Modifica sezione]

Il modo migliore per scoprire Amsterdam è sicuramente a piedi o in bicicletta. Il quartiere del centro, dove si trovano le più importanti e famose attrazioni turistiche, infatti non è così ampio.

Noleggiare una bicicletta può essere anche un modo per vivere "da olandesi". Infatti questo è sicuramente il mezzo di trasporto preferito dai locali. Le piste ciclabili percorrono tutta la città e permettono di muoversi agevolmente. Ci sono vari posti dove poter affittare una bicicletta, trai quali: Orange Bike, Macbike, Star Bike rental, Yellow Bike.

Trasporti pubblici[Modifica sezione]

Il trasporto pubblico all'interno della città è effettuato dalla GVB (Gemeentevervoerbedrijf) che gestisce un 30 linee di autobus, 16 linee di tram, 4 linee di metro, 4 linee di battelli e 9 linee di autobus notturni. La metropolitana collega principalmente l'hinterland. Il Tram e il Bus gestiscono i collegamenti principali nell'area del centro.

I biglietti si possono comprare anche sul bus o sul tram, il biglietto standard per bus, tram e metro è lo strippenkaart, si comprano nelle appositi distributori in stazione o nelle stazioni della metropolitana, al GVB di fronte alla stazione centrale, tabaccai, supermercati, giornalai. Gli strippenkaart (non necessariamente individuali) sono biglietti multipli, consistono in un certo numero di strisce (strippen) correlate alle zone in cui è suddivisa l'area cittadina. Bisogna convalidare il biglietto nelle apposite obliteratrici prima di entrare nella metro, o dal controllore-conducente del bus o del tram, si devono timbrare le strisce a seconda di quante zone si desidera attraversare (ad es. 1 zona = 2 strisce). Si può' utilizzare, sempre convalidandolo prima anche per i NS treni all'interno della città, ma non è valido er i collegamenti con l'aeroporto di Schiphol. Esistono anche biglietti per più giorni fino ad una settimana, denominati dagkaart. Se il biglietto ha validità giornaliera si può utilizzare anche sulle linee di autobus notturne (in vigore dalle 24 alle 7.30), altrimenti si dovrà pagare un supplemento. Una comoda soluzione può essere l'acquisto della I amsterdam Card, una tessera (a scelta, con diverso prezzo per 24, 48 o 72 ore) che permette di viaggiare sui trasporti pubblici, bus e tram, e metro della GVB comprensiva dell'entrata in alcuni musei, tour dei canali, e sconti in alcuni ristoranti (consultare il sito per l'elenco aggiornato delle convenzioni). Si trova negli uffici turistici, in alcuni musei e nei punti vendita del grande magazzino V&D.

I Battelli seguono vari itinerari (Green Line, Red Line, Blue Line) si possono comprare pass giornalieri non vincolati ad una unica linea. Canal Bus. Tour dei canali vengono organizzati da varie compagnie, i battelli salpano dai moli di fronte alla stazione centrale, da Rokin all'atezza di Muntplein e da Leidseplein, circa ogni mezz'ora in primavera-estate.

La piazza Dam

Taxi[Modifica sezione]

Fare attenzione ai taxi abusivi (abitudine molto frequente soprattutto vicino al centro)

Treni[Modifica sezione]

La rete ferroviaria collega in modo efficiente Amsterdam alle altre città olandesi ed estere. Orari e prezzi dei biglietti sono disponibili sul sito (in olandese e inglese) [3].

Macchina[Modifica sezione]

Il traffico di Amsterdam, come ogni capitale, è abbastanza intenso e trovare parcheggio può essere una sfida. Ci sono alcuni parcheggi, in genere a pagamento. E' comunque possibile noleggiare un auto presso l'aeroporto di Amsterdam e in centro città.

Da vedere[Modifica sezione]

Musei[Modifica sezione]

Nel sito della GVB è presente una lista con le fermate dei tram e dei bus relative ad ogni museo

  • Rijksmuseum [4]. Il più noto e famoso museo di Arte e Storia nei Paesi Bassi: è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00, al venerdì dalle 9.00 alle 22.00. Adulti 11€ (Attualmente in parziale ristrutturazione fino circa al 2009)
  • Van Gogh Museum [5] Museo dedicato al pittore Vincent Van Gogh, uno degli artisti olandesi più famoso di tutti i tempi. Si trova in Museumplein, vicino al Rijksmuseum. Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.30 (venerdì dalle 10.00 alle 22.00). Il biglietto d'ingresso per adulti costa € 17, per ragazzi da 13 a 17 anni € 2.50 e per ragazzi da 0 a 12 anni gratis.
  • Stedelijk Museum [6] Museo di arte moderna della città di Amsterdam. Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00. Il biglietto d'ingresso per adulti costa €9, ragazzi da 7 a 16 anni €4.50, bambini fino a 6 anni gratis.
  • Nemo [7] Museo della scienza Nemo (il più grande dell'Olanda), che offre attività didattiche e divertenti, per questo particolarmente adatti anche ai bambini. Il Nemo si trova vicino alla stazione centrale di Amsterdam, a circa 15 minuti a piedi. E' facilmente riconoscibile, dato che l'edificio ha la forma della prua di una nave, ed è stato progettato dall'architetto italiano Renzo Piano. Aperto dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 17.00 (in Giugno, Luglio, Agosto aperto anche il lunedì). L'ingresso costa €11.50 per tutte le persone dai 4 anni in su (da 0 a 3 anni gratis). I biglietti possono essere acquistati anche online, sul sito del museo.
  • Medieval Torture Museum [8]Damrak 33, Nel Medioevo la tortura era una nota punizione per quasi tutti i delitti. Passando dallo stupro all’omicidio, ma soprattutto per l’eresia. Il Museo della Tortura Medievale espone più di 100 strumenti di tortura. La collezione esclusiva di fotografie, disegni, strumenti di tortura e immagini in cera mostra l’orrenda atmosfera del Medioevo. Il viaggio alla scoperta nel museo sarà terribile. Dopo la visita sarete felici di non aver vissuto nel Medioevo!
  • La casa di Anna Frank [9] Prinsengracht 267 (nel quartiere Jordaan, vicino alla Westerkerk). Questa è la casa dove dove Otto Frank aveva la sua attività commerciale e nel cui retro si nascose Anne con la sua famiglia durante la Seconda Guerra Mondiale. Sebbene le stanze siano vuote, la disposizione di oggetti personali, fotografie, documenti storici e filmati evocano l'atmosfera in cui si svolsero i fatti.
  • Amsterdams Historisch Museum [10] Museo storico della città, situato sul luogo del vecchio orfanotrofio comunale in funzione fino al 1960, le entrate sono su Nieuwezijds Voorburgwal 357 e Kalverstraat 92. Aperto: Lunedì-Venerdì 10.00-17.00, Sabato Domenica e festività 11.00-17.00. Adulti €6. Organizzano visite guidate del museo combinate a tour del centro città.
  • Museum Amstelkring - Onze Lieve Heer op Zolder, ossia Nostro signore in soffitta al n.40 di Oudezijds Voorburgwal, l'edificio commerciale fu trasformato per contenere una chiesa clandestina nella soffitta, dedicata a San Nicola nel 1663, quando l'unica religione ammessa era il calvinismo.
  • Allard Pierson Museum [11] Museo archeologico dell'università di Amsterdam, Oude Turfmarkt 127. Aperto dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 17.00, sabato e domenica dalle 13.00 alle 17.00, Chiuso lunedì. Adulti 5€. Reperti greci, Romani e Ittiti.
  • Tropenmuseum [12] Museo sulla cultura di Africa, Asia e Sud America.

Chiese[Modifica sezione]

  • Nieuwe Kerk [13] circa del 1490, si trova su piazza Dam, qui vengono incoronati i sovrani, l'ultima incoronazione, quella della regina Beatrice nel 1980, è anche il luogo dei matrimoni reali. All'interno il mausolei dedicato a De Ruyter (1607-1676) famoso ammiraglio olandese, ma anche altre eminenze ed artisti cittadini. Viene utilizzata per mostre e concerti d'organo. Apertura: 10-18. Adulti 10€
  • Oude Kerk [14]: l'edificio religioso più antico di Amsterdam, fu consacrata nel 1303 dal vescovo di Utrecht e dedicata a San Nicola. Il campanile ottagonale è del 1565 contiene ancora il carillon di Francois Hemony. Dal Lunedì al Sabato 11-17; Domenica 13-17. Adulti 5€, Visita alla Torre 5€ entrata ogni 30'. Si tengono mostre, cerimonie e concerti d'organo, infatti nella chiesa sono presenti 3 organi a canne. Vi sono sepolti alcuni personaggi illustri fra cui Saskia, la moglie di Rembrandt.
  • Sint Nicolaaskerk Chiesa cattolica neo-rinascimentale e neo-barocca dall'architetto Bleijs (1842-1912), si affaccia su Prins Hendrikkade ed è stata consacrata nel 1888.

Ponti[Modifica sezione]

  • Magere Brug, letteralmente il ponte magro, il più famoso ponte basculante di Amsterdam, in legno bianco, sull'Amstel, risalente al 1670, connette le rive del fiume su Kerkstraat street, fra il canale Keizersgracht ed il Prinsengracht ed è riservato a pedoni e biciclette. Di notte è illuminato da 1200 lampadine.

Palazzi[Modifica sezione]

  • Koninklijk Paleis [15]: il neoclassico palazzo reale del 1648 si affaccia su piazza Dam. E' uno dei tre palazzi a disposizione della Regina Beatrice che lo occupa in occasione di ricevimenti ufficiali; prima palazzo municipale dal 1936 di proprietà della corona. All'interno la Sala Burgenzaal ossia dei ricevimenti, con la statua di Atlante che sovrasta le carte topografiche in marmo in cui Amsterdam viene raffigurata come centro del mondo. Sarà riaperto all'inizio del 2008 dopo esser stato chiuso per restauri dal 2005. Riprenderanno quindi i tour guidati che debbono esser prenotati in anticipo
  • Beurs van Berlage [16]: il palazzo della Borsa lungo il Damrak, disegnato dall'architetto Hendrik Petrus Berlage completato nel 1903, oggi adibita a sala per concerti, mostre e conferenze. Il grande salone interno è coperto da un tetto di vetro su contrafforti metallici. All'interno c'è un caffè.
  • Centraal Station, palazzo neo-gotico progettato da P.J.H. Cuypers e A.L. van Gendt entrata in funzione il 15 ottobre 1889.
  • Begijnhof [17]: una piccola corte, quasi un minuscolo villaggio interno alla città, una delle parti più antiche, alcune antiche case circondate dai relativi hofjes, cortiletti ed una piccola chiesa, il tutto circondato da un parco con alberi centenari, fondato nel 1346 la corte ospitava le case delle beghine le sorellanze laiche che che si dedicavano alla preghiera ed ad aiutare gli anziani. Molte case sono state rifatte dopo gli incendi del 1450, ma al numero 34 c'e' la casa più antica di Amsterdam del 1460, con la facciata in legno.
  • Munttoren, la torre della Zecca ricostruita nel 1619-1620 su disegno di Hendrick de Keyser, al centro della piazza di Muntplein alla confluenza del Single con l'Amstel, il carillon è solo in parte originale (1650), opera dei fratelli Hemony. Il Sabato fra le 14.00 e le 15.00 si tiene un concerto di campane.
  • Stopera, ovvero Stadthuis e Opera cioè Municipio e Teatro dell’Opera, enorme complesso moderno che occupa gran parte di Waterlooplein. Composto da mattoni rossi, marmo e vetro, la Stopera si affaccia a semicerchio sul fiume Amstel.
  • The Whale, La Balena, o The Sphinx: (1995-2000) Architetto: Frits van Dongen. Palazzo residenziale che si trova sulla penisola di Sporenburg ed è visibile dal porto. Ricoperto interamente di zinco, 226 appartamenti su 12 piani, l'inclinazione dei muri e l'apertura al centro sono state studiate per massimizzare la penetrazione della luce.
  • La casa dei tre canali all'angolo fra Voorburgwal, Achterburgwal, Grimburgwal. Ora è una libreria.

Distretto a Luci Rosse[Modifica sezione]

La piazza della Oude kerk confina tutt'intorno con il quartiere delle famose vetrine. In questa zona è anche ubicata la maggior parte dei coffeshop. Il quartiere a luci rosse di Amsterdam è anche uno dei principali simboli che caratterizzano lo stile di vita e la mentalità del Paese.

Piazze[Modifica sezione]

  • Piazza Dam: La piazza principale, il cui nome significa diga centrale di Amsterdam costruita nel 1270 connette le strade Damrak e Rokin. Al centro il Monumento Nazionale del 1956, un pilastro bianco in memoria delle vittime della II Guerra Mondiale.
  • Leidseplein, uno dei centri del divertimento e della vita notturna di Amsterdam, piena di café, pub, club, coffeeshops, ristoranti di ogni genere, hotel, cinema e centri culturali.
  • Rembrandtplein, prende il nome dalla statua di Rembrandt. E' un centro di vita notturna con pub, café, hotel, nightclub, ristoranti e cinema (da segnalare in Regulierbreestraat 26-28 lo spettacolare Tuschinski Cinema, costruito nel 1921 in esotico stile Art Decò).

Parchi[Modifica sezione]

  • Vondelpark, il più famoso e il più esteso parco della città, poco lontano da Leidseplein che si raggiunge velocemente a piedi anche dal Quartiere dei Musei. Prende il nome dal poeta Vondel. Quando c'è bel tempo, attrae sia gente locale sia turisti che nel parco si ritrovano per rilassarsi, ascoltare musica (molti gli artisti di strada che si esibiscono), o bere un drink nei suoi café.

Cosa fare[Modifica sezione]

  • Heineken Experience Stadhouderskade, 78
  • Giro in barca dei canali di Amsterdam: in vari punti dei canali della città è possibile imbarcarsi su una delle tante imbarcazioni per turisti per fare un giro dei canali di Amsterdam. Le visite sono guidate, a volte anche in italiano.
  • Mercatino delle pulci di Waterlooplein: il più conosciuto mercatino delle pulci di Amsterdam a rendere famosa questa piazza. Aperto dal lunedì al sabato, con bancarelle che offrono un po’ di tutto, dall'oggettistica più strana all’abbigliamento trendy o vintage.

Folklore e manifestazioni[Modifica sezione]

  • Bloemenmarkt: il mercato dei fiori sul Singel, ogni giorno dalle 9 a.m alle 17 p.m. una tradizione che risale al 1862. Sulle bancarelle galleggianti ci sono bulbi, fiori, sementi di ogni tipo.

Acquisti[Modifica sezione]

I negozi sono generalmente aperti dal martedì al venerdì dalle 9/10:00 alle 18:00 (il lunedì dalle 13:00 alle 18:00); il giovedì l’apertura è prolungata fino alle 21:00, mentre il sabato molti chiudono alle 17:00. Alcuni supermercati rimangono aperti fino alle 20/22:00. La domenica negozi aperti solo in Kalverstraat, Damrak, Leidsestraat e vicino alla Westerkerk.

  • Nieuwedijk, strada che porta dalla stazione centrale a piazza Dam, piena di negozi di abbigliamento, souvenir e altro.
  • Kalverstraat, proseguimento della Nieuwedijk oltre piazza Dam, anche questa piena di vari negozi e affollata.
  • Leidsestraat, altra via dello shopping, molto frequentata da turisti, che conduce a Leidseplein.
  • Amsterdam offre anche 3 centri commerciali: il Magna Plaza in Nieuwezijds Voorburgwal, dietro a Piazza Dam e al Palazzo Reale, la Kalvertoren in Kalverstraat e Bijenkorf sull’angolo tra Piazza Dam e la Damrak.
  • Postcard ExperienceSe si desidera un souvenir alternativo e modernissimo, con “Postcard Experience”, tramite la tecnica “chroma key” (molto usata nell’ambito cinematografico) potrete diventare gli attori principali della vostra cartolina.

Libri[Modifica sezione]

  • Athenaeum Spui 14, libreria dalla facciata art nouveau.

Dove mangiare[Modifica sezione]

Divieto di fumare

Fumare è vietato in tutti i bar e ristoranti, ma molti sono attrezzati con aree apposite (rookkamer) dove è consentito.

Ad Amsterdam ci sono ristoranti di ogni tipo, molti ristoranti asiatici. Il passato coloniale olandese è ben visibile specie nei molti ristoranti indonesiani.

Nieuwmarkt La maggior parte dei ristoranti asiatici si trovano a Zeedijk a Nieuwmarkt, che per questo motivo viene un po' considerata coma la Chinatown di Amsterdam. Ci sono anche tanti tokos, piccoli negozi di alimentari che vendono cibo orientale e spezie. I ristoranti indonesiani son di solito eccellenti, quelli indiani costosi. In questa zona poi non mancano ristoranti cinesi, thailandesi e giapponesi.

Damstraat strada affollata piena di ristorantini cinesi e mediorientali, buona scelta per chi viaggia in economia.

Nieuwezijds kolk La strada che va da Piazza Dam alla stazione centrale. Ai lati si trovano numerose stradine, in Nieuwendijk trovate i migliori gelati di Amsterdam. Ci sono due negozi, uno è Zomer ijs en winter kost ed è al civico 6. Ha qualsiasi gusto ed è meglio chiedere anche con un paio di giorni di anticipo per avere quello che desiderate, il tutto fatto con ingredienti naturali. D'inverno vende specialità olandesi L'altro è Bakkerij van der Linde. Ufficialmente un panificio, ma non vendono pane ma vendono ottimi gelati, biscotti alle mandorle e dolci. Un gelato piccolo costa 1 euro, uno grande 2.

La cucina Surinamese si trova ovunque e merita di essere provata. La più alta concentrazione di ristoranti si trova a sud, specie a Albert Cuypstraat. Un buon esempio si trova al Surinaams-Chinees Afhaalcentrum Albina a Albert Cuypstraat 69. Economico (circa €6) e molto buono. All'ora di cena è probabile dover aspettare. La zona circostante non è bella ma il cibo è buono e vi verrà voglia di tornare. Provate moksi meti, petjil e Bojo come dolci. Provate anche il Dawet: una bevanda fatta con latte, latte di cocco, sciroppo di rosa e sago.

Eetcafe' sono dei pub che servono cibo anche all'ora di cena.

Ristoranti di tutti i tipi si trovano a Haarlemme (nord di Jordaan), e nelle stradine che li attraversano. Da provare Van Woustraat nel Pijp, o continuare fino al Rijnstraat in Rivierenbuurt. Ottimi e costosi ristoranti a Utrechtse Straat.

Specialità locali[Modifica sezione]

Formaggio Compratelo al mercato di Albert Cuyp, Dappermarket o nei negozi specializzati che si trovano in centro Amsterdam. Il formaggio landese è generalmente duro, fatto su grandi ruote coperte di cera e in genere diviso in "giovane" e "vecchio". All'interno di queste categorie c'è una grande varietà. Tra i più insoliti dei giovani c'è il Komijn. I formaggi di pecora (Schapen) e capra (Geiten) sono comuni. I vecchi (Oud) sono fatti con ogni tipo di latte, e per consistenza e sapore ricordano il parmigiano.

Ossenworst Salsiccia di manzo con spezie, tipica di Amsterdam.

Ad Amsterdam ci sono tanti piccoli birrifici come Brouwerij 't IJ, Bierfabriek, De Bekeerde Suster e De Prael. Fanno ottime birre. A Herengracht 90 c'è Proeflokaal Arendsnest, hanno tante birre olandesi incluse quelle di Amsterdam.

Provate le bitterballen, una specie di polpetta fritta, e le kroketten (stessa cosa, ma di forma cilindrica). Ultimo ma non meno importante il broodje haring (sandwich di aringa), si trova dai vari stand in giro per la città. L'aringa ad Amsterdam di solito è servita con cipolle e aceto. Un buon posto è quello di Koningsplein vicino al mercato dei fiori. Tra novembre e dicembre potete provare le oliebollen, delle paste fritte con uva sultanina e spolverate di zucchero a velo.

Posti da evitare[Modifica sezione]

Evitate le steak house e i fast food in centro - sono trappole per turisti.

Economici[Modifica sezione]

Tutti i supermercati grandi e piccoli hanno pasti di ogni tipo pronti per essere mangiati. Non aspettatevi gran qualità. Buon cibo a pochi euro nei mercati, specie quando stanno per chiudere al pomeriggio.

Provate i vari ristorantida Falafel e Shoarma vicino Damstraat e Muntplein. Di solito nei piatti è inclusa dell'insalata. A Lange Leidsedwarsstraat (vicino Leidseplein) ci sono ristoranti italiani dove mangiare pasta o pizza a €5.

Dove bere[Modifica sezione]

Amsterdam ha una vita notturna piuttosto vivace e ci sono tantissimi bar, pub, club oltre naturalmente ai celebri coffeshop.

Bar e pub[Modifica sezione]

I caffè si suddividono in: bruine kroegs con interni di legno scuro, proeflokaalen che servono superalcolici, in particolare il genever.

Club[Modifica sezione]

Molti club si trovano nella zona di Leidseplein e Rembrandtplein nell'area del Canal Ring. Queste piazze sono anche tra le zone più turistiche di Amsterdam quindi i prezzi sono piuttosto alti. I posti migliori sono Melkweg, Sugarfactory e il Paradiso, locali che fanno musica dal vivo e molto frequentati nei weekend. Il Paradiso è il più bello perché ricavato da una vecchia chiesa, mentre il Melkweg sembra più un normale nightclub. Sugarfactory è più intimo e offre una piattaforma multidisciplinare per i giovani talenti. Jimmy Woo è un VIP-room, il dress code è molto restrittivo. Ci sono altri club nella zona est (il Panama) e vicino Westerpark. Gli amanti della techno/minimal vanno al Trouw in Wibautstraat, appena fuori dal centro, il nome deriva dal quotidiano che veniva stampato lì.

La comunità gay è attiva nella zona di Reguliersdwarsstraat (Canal Ring) e al Club Church. Il gay pride di Agosto è un appuntamento che vede la partecipazione di migliaia di persone (gay e non).

Coffee shop[Modifica sezione]

Amsterdam è ben conosciuta per le politiche liberali riguardo l'uso di droghe. I Coffeeshop, che non vanno confusi con le normali caffetterie, possono vendere cannabis e hashish per uso personale (non più di 5 grammi). Sebbene tecnicamente sia ancora illegale, soprattutto per i trattati internazionali, l'uso personale di droghe leggere è amministrato dal Ministero elle Giustizia sotto le politiche di gedogen, cioè accettare o tollerare, legalmente una dottrina di non persecuzione sulla base del fatto che l'azione intrapresa sarebbe così irregolare da essere selettiva. L'amministrazione cittadina di Amsterdam permette ai coffeeshop di lavorare solo tramite licenze indicate da un adesivo bianco e verde che si trova sulle vetrine dei coffeeshop. Possono vendere solo droghe leggere (come la cannabis), altro non è consentito. La vendita di funghi secchi allucinogeni non è consentita.

Detto questo, il consumo di droghe è sempre più sotto stretta sorveglianza da parte del governo. Pubblicità sgargianti non sono ammesse; alcool e prodotti commestibil ia base di cannabis non possono essere venduti nei coffeeshop; ai clienti che vogliono fumare cannabis mischiata al tabacco sono riservate aree speciali; il numero dei coffeeshop è notevolmente diminuito al 1995; i coffeeshop entro un raggio di 250 metri dalle scuole sono stati chiusi; i funghi allucinogeni sono stati proibiti dal dicembre 2008 (dopo due incidenti fatali che hanno coinvolto dei turisti).

Comunque ci sono ancora circa 250 coffeeshop ad Amsterdam, la maggior parte nel centro storico. I prezzi vanno da circa €7.50 per 1 grammo, con un limite di vendita per persona che va da 0.33g a 5g. È facile ricevere consigli e che il personale dei coffeeshop prepari i joint per i clienti. Alcuni hanno vaporizzatori/inalatori per chi non vuole fumare.

L'uso di droghe leggere non è consentito in pubblico, anche se non è mai un problema. Basta star lontani dai parchi giochi per bambini e dalle scuole. Molti coffeeshop hanno uno 'smoking lounge'. Da ricordare che il divieto assoluto di fumo in Olanda riguarda il tabacco. Tuttavia dato che di solito gli olandesi fumano tabacco mischiato a marijuana e hashish, molti coffeshop e in particolare quelli meno abituai ai turisti, possono chiedere che si vada a fumare in zone riservate o fuori (cosa comune specie fuori Amsterdam). Molti dei coffeeshop in centro lasciano fumare ovunque ma riservano uno spazio apposito se c'è anche del tabacco. Molti coffesshop offrono anche un filler alle erbe (non tabacco) se i joint sono troppo forti. Di solito si possono fumare in ogni parte dei coffeeshop ma possono esserci regole speciali. Chiedete allo staff.

Quella che segue è una lista dei più noti:

  • Bulldog. Catena di coffeshop per turisti.
  • Grey Area. piccolo ma famoso per la qualità
  • The Bluebird - uno dei migliori di Amsterdam.
  • De Kuil (420 Cafe)
  • Global Chillage -
  • Barney's ha vinto diversi premi
  • Kadinsky
  • Hill Street Blues
  • Club Media
  • Katsu
  • The Greenhouse
  • De Dampkring
  • De Kroon.
  • Abraxas.
  • Homegrown Fantasy.
  • The Jungle (Het Oerwoud)
  • The Otherside.
  • Betty Too

Dove alloggiare[Modifica sezione]

Amsterdam ha oltre 400 hotel di ogni genere, da quelli economici ad alcuni dei più cari d'Europa. La prenotazione è sempre consigliata specie se si viaggia nei periodi di festa o nei weekend. La maggior parte degli hotel e degli ostelli sono in centro, a sud della stazione centrale, e nella zona sud vicino al quartiere dei musei. Quelli più cari e belli si trovano lungo il Canal Ring]. Jordaan è un'altra bella zona, un po' cara ma comunque quasi tutto rientra nei prezzi medi. Alcuni degli ostelli più economici si trovano nella zona del quartiere a luci rosse.

I prezzi degli ostelli si aggirano sui €15 nei feriali d'inverno e fino ai €90 nei weekend d'estate. Una doppia in un hotel 1-2 stelle costa sui €40 nei feriali d'inverno e fino ai €100 nei weekend d'estate. Hotel 3-4 stelle i prezzi vanno dai €100 ai €200 a seconda della stagione e gli hotel 5 stelle vanno dai €150 ai €400 a notte.

Non aspettatevi tanti servizi dagli ostelli e dagli hotel economici. La maggior parte non ha ascensore e hanno scale ripide: se soffrite di vertigini fatevi dare una stanza ai primi piani.

Via internet si trovano molte buone occasioni per affittare appartamenti: Amsterdam Stay [18] è uno dei più conosciuti. Molto conosciuta anche CityMundo [19] che permette di affittare stanze e anche houseboat.

Comunicazioni[Modifica sezione]

Amsterdam: via Kalver

Da consultare: Frasario olandese

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Uscire[Modifica sezione]

Escursioni[Modifica sezione]

Quest'articolo è uno stub e ha bisogno del tuo aiuto. Esso contiene minime informazioni. Per favore buttati e aiutalo!


Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti