Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Val Venosta

Da Wikitravel.
La Val Venosta appena fuori il centro di Silandro



In breve
Nome Val Venosta
Nome
ufficiale
Italiano: Val Venosta
Tedesco: Vinschgau
Status comprensorio
Nazione Italia
Regione Trentino Alto-Adige
Provincia Bolzano
Capoluogo Silandro
Superficie 1.442 km²
Abitanti 34.300
Sito web [1]

La Val Venosta (Tedesco: Vinschgau) si sviluppa dal Passo di Resia fino alla porte di Merano. Corrisponde all'alto corso del fiume Adige ed è situata nella parte occidentale della provincia di Bolzano.

Valli trasversali[Modifica sezione]

  • Tra le valli solcate dagli affluenti di sinistra dell'Adige troviamo:
    • Vallunga/Langtaufere Tal -- Dalle falde del Monte "Lago Bianco" al lago di Resia. Vi si trova il rifugio Pio XI (Weisskugel H.)
    • Val di Planol/Planeiltal
    • Val di Mazia/Mathscher Tal -- Percorsa dal rio Saldura tra imponenti massicci alpini (Palla Bianca Weisskugel 3738 m s.l.m.) Vi si trova il minuscolo borgo di Tanai
    • Val Senales/Schnalstal -- A differenza delle precedenti è percorsa da una comoda carrozzabile e presenta infrastrutture turistiche di un certo livello per la pratica degli sport invernali.


  • Tra le valli degli affluenti di destra dell'Adige troviamo:
    • Val Roja/Rojental -- con il rifugio 2009
    • Val Singla/Schlinger Tal
    • Val d'Avigna/Avignatal
    • Val di Solda/Suldental -- Si incunea profondamente tra i contrafforti dell'Ortles. "Solda", nella parte alta, è un centro di sport invernali molto apprezzato. La parte bassa della valle è percorsa dalla statale dello Stelvio.
    • Val di Trafoi/Trafoier Tal -- percorsa dalla statale del passo dello Stelvio (SS n° 38) che conduce a Bormio in Valtellina.
    • Val Martello/Martelltal

Città[Modifica sezione]

Il comprensorio Val Venosta-Vinschgau si compone di 13 comuni:

I due Distretti comprensoriali sono la Media Venosta (capoluogo Silandro) e l'Alta Venosta (capoluogo Malles). Nel comprensorio c'è solo una città (Glorenza) e quattro comuni mercato (Silandro, Malles Venosta, Laces, Prato allo Stelvio)

Altre destinazioni[Modifica sezione]

Sulla destra dell'Adige, fino in Lombardia, un'ampia parte della Valle è inclusa nel Parco nazionale dello Stelvio.

Centri di sport invernali:

Da sapere[Modifica sezione]

Geografia[Modifica sezione]

La valle, solcata dall'Adige si sviluppa in direzione dei meridiani per poi cambiar corso in senso longitudinale dopo il paese di Sluderno. È sormontata dal Gruppo dell'Ortles a sud-ovest e dalle Alpi Venostane a nord-est. L'Ortles (3.906 m slm) tra le valli di Solda e Trafoi (comune di Stelvio) è la montagna più alta del Trentino-Alto Adige. Ai suoi piedi si trova il Passo dello Stelvio (2.570 m slm) con la nota strada panoramica particolarmente importante per la storia del ciclismo su strada.

La Venosta è la zona con meno precipitazioni delle alpi orientali. Caratteristico è il Monte Sole, versante meridonale delle Alpi Venostane, che mostra un clima arido-stepposo e una vegetazione unica in tutto l'arco alpino. Solo dal dopoguerra in poi una politica di riforestazione ha cambiato volto a gran parte di questo territorio, anche snaturandolo per via della preferenza accordata a una monocultura di pino nero, estraneo alla vegetazione autoctona. Secondo una leggenda che ancora oggi viene presa per vera da molti venostani, ma chiaramente smentita dagli storici, il Monte Sole sarebbe stata anticamente ricoperte di vaste foreste di querce, che sarebbero state tagliate per fornire il legname necessario alla costruzione di Venezia.

Clima[Modifica sezione]

Storia[Modifica sezione]

Storicamente la Venosta includeva anche il comune di Nauders e il Ventertal (Austria), nonché i comuni di Naturno, Plaus e Parcines con una parte del comune di Lagundo fino alla Tel, oggi aggregati al Burgraviato. La Comunità Comprensoriale Val Venosta fu fondata nel 1962 (la prima tra le 8). I suoi 13 comuni ricoprono un territorio di complessivo 1.442 km² e contano ca. 34.300 abitanti. La lingua più parlata (>95%) è il tedesco.

Lingue parlate[Modifica sezione]

Come arrivare[Modifica sezione]

Come spostarsi[Modifica sezione]

  • La Ferrovia della Val Venosta, Merano-Malles [2] è di nuovo in funzione dal 5 maggio del 2005.
  • Il Servizio Trasporto Integrato dell’Alto Adige consente di utilizzare la corriera, il treno e l'autobus urbano utilizzando un unico biglietto (carta valore disponibili da 5, 10 e 25 €). Conveniente può risultare il biglietto settimanale al prezzo di 25 € per 30 corse e senza limite di percorrenza, che vale solo per le autocorriere. Le carte-valore ed i biglietti sono disponibili presso le tabaccherie, le biglietterie e all'interno degli autobus per il trasporto extraurbano. Il biglietto settimanale si trova nelle biglietterie.

Da vedere[Modifica sezione]

Itinerari[Modifica sezione]

Attività ricreative[Modifica sezione]

Cibi[Modifica sezione]

Bevande[Modifica sezione]

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Uscire[Modifica sezione]


Quest'articolo è uno stub e ha bisogno del tuo aiuto. Esso contiene minime informazioni. Per favore buttati e aiutalo!



Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti