Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Val Camonica

Da Wikitravel.

La Val Camonica è una delle valli più estese delle Alpi, situata nella Lombardia nordorientale divisa tra le provincie di Brescia e Bergamo.

Da sapere[Modifica sezione]

Geografia[Modifica sezione]

È possibile suddividere il territorio della Valle Camonica in tre macro-settori:

1. Bassa Val Camonica: è una zona pianeggiante, ricca di prati e campi, che inizia dalla sponde del Lago d'Iseo e giunge fino alla cresta trasversale di Bienno, a volte indicata come la Soglia di Breno;

2. Media Val Camonica: dalla Soglia di Breno giunge fino ai comuni di Sonico-Edolo. La media valle inferiore si estende da Breno a Sellero, quella superiore inizia dalla stretta gola di Cedegolo sino a Sonico-Edolo;

3. Alta Val Camonica: questo settore della vallata segue la linea Insubrica, con un orientamento est-ovest. Inizia dalla Val di Corteno e prosegue fino al comune di Ponte di Legno, posto in testata. Climaticamente è simile alla media Valtellina.

Storia[Modifica sezione]

Come arrivare[Modifica sezione]

In treno[Modifica sezione]

Ferrovia Brescia-Iseo-Edolo dal binario ovest della stazione di Brescia

In auto[Modifica sezione]

I due principali accessi alla Val Camonica sono:

  • Strada Statale 42 del Tonale e della Mendola: che la collega con Bergamo attraverso la Val Cavallina
  • Strada Statale 510 Sebina Orientale: che costeggia la sponda orientale del lago d'Iseo e la collega a Brescia

Le due strade si congiungono all'entrata meridionale della valle, poco a nord di Lovere.

Vi sono poi diversi accessi attraverso passi montani:

  • Passo dell'Aprica - 1126 m, collega con la media Valtellina (provincia di Sondrio) - Strada Statale 39 dell'Aprica
  • Passo del Tonale - 1828 m, collega con la Val di Sole (provincia di Trento) - Strada Statale 42 del Tonale e della Mendola
  • Passo del Mortirolo - 1850 m, collega con la media Valtellina (provincia di Sondrio)
  • Passo di Gavia - 2621, m collega con la Valfurva, Bormio e l'alta Valtellina (provincia di Sondrio) - ex Strada Statale 300 del Passo di Gavia
  • Passo di Crocedomini - 1875 m, collega con Valle del Caffaro, tributaria della Valle Sabbia(provincia di Brescia) e con la Val Trompia - ex Strada Statale 345 delle Tre Valli
  • Passo della Presolana - 1293 m, collega con l'alta Valle Seriana (provincia di Bergamo) - ex Strada Statale 671 della Val Seriana
  • Passo del Vivione - 1826 m - con le sue vallate secondarie (la Valle di Scalve e la Val Paisco) - ex Strada Statale 294 della Valle di Scalve

In autobus[Modifica sezione]

Autolinee SAB da Milano e Bergamo

Come spostarsi[Modifica sezione]

Automobile, bicicletta lungo le piste ciclabili

Da vedere[Modifica sezione]

Borghi medievali[Modifica sezione]

Castelli[Modifica sezione]

  • Castello di Breno: il più grande castello della Valle Camonica
  • Castello di Gorzone: dimora dei Federici, sorge su un poggio accanto al torrente Dezzo
  • Castello di Cimbergo: posizionato sulla valle del Re, domina la media Valle
  • Castello di Lozio: la rocca dove si consumò l'eccidio di Lozio
  • Castello di Mù: il bastione dei Federici in alta valle, ne rimangono le fondamenta

Città romana[Modifica sezione]

Località termali[Modifica sezione]

  • Boario: Le Terme di Boario, dove sgorga l'acqua Boario
  • Angolo Terme: area termale all'inizio della Val di Scalve

Musei e parchi tematici[Modifica sezione]

Santuari cattolici[Modifica sezione]

  • Chiesa delle sante Faustina e Liberata a Capo di Ponte
  • Santa Maria della neve a Pisogne
  • Chiesa di Sant'Antonio a Breno
  • Chiesa Parrocchiale di Santo Stefano Protomartire a Rognogno)
  • Santa Maria Annunziata a Bienno
  • Santuario del Cristo Re a Bienno
  • Santa Maria Assunta a Esine
  • Monastero di San Salvatore a Capo di Ponte
  • Oratorio dei Disciplini a Montecchio
  • Pieve di San Siro a Cemmo
  • Santuario della Via Crucis a Cerveno
  • Chiesa San Giacomo a Stadolina
  • Chiesa San Gregorio magno e santuario del redentore a Canè
  • Chiesa San Remigio e santuario di Cortaiolo a Vione
  • Chiesa San Martino e santuario di San Clemente a Vezza d'Oglio


Patrimoni dell'umanità UNESCO[Modifica sezione]

Incisioni rupestri, sito UNESCO n° 94:

  • Parco nazionale delle incisioni rupestri di Naquane a Capo di Ponte
  • Parco archeologico nazionale dei Massi di Cemmo
  • Parco archeologico comunale di Seradina-Bedolina a Capo di Ponte
  • Parco archeologico di Asinino-Anvòia ad Ossimo
  • Parco archeologico comunale di Luine a Darfo Boario Terme
  • Parco archeologico comunale di Sellero
  • Parco archeologico comunale di Sonico
  • Riserva naturale Incisioni rupestri di Ceto, Cimbergo e Paspardo a Nadro

Attività ricreative[Modifica sezione]

Il turismo è una delle attività economicamente più rilevanti per la Valle Camonica.

In primo luogo durante la stagione invernale sono attivi numerosi impianti sciistici a:

Durante la stagione estiva invece le maggiori attrattive sono date dalle escursioni su:

In tutte le stagioni sono frequenti fiere e feste che attirano un gran numero di persone anche dalle località vicine.

Opportunità di studio[Modifica sezione]

Acquisti[Modifica sezione]

Dove mangiare[Modifica sezione]

Economici[Modifica sezione]

  • Trattoria Lambich Via Nazionale 45, 24040, Nadro di Ceto

Prezzi medi[Modifica sezione]

  • Ristorante Pizzeria La Pieve Via G. Marconi 6, 25044, Capo di Ponte - Tel. 0364/426067
  • Ristorante Vivione, località Vivione 6, 25040, Berzo Demo - Tel. 0364/630563 - Fax. 0364/630563

Prezzi elevati[Modifica sezione]

Bere[Modifica sezione]

Vita notturna[Modifica sezione]

==Dove alloggiare==albergo ristorante "legazzuolo"MONTECAMPIONE ARTOGNE

Economici[Modifica sezione]

Prezzi medi[Modifica sezione]

Prezzi elevati[Modifica sezione]

Comunicazioni[Modifica sezione]

Poste[Modifica sezione]

Telefoni[Modifica sezione]

Internet[Modifica sezione]

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Uscire[Modifica sezione]

Escursioni[Modifica sezione]

Itinerari[Modifica sezione]