Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Trinidad e Tobago

Da Wikitravel.
Spiaggia di Castara nell'isola di Tobago
Localizzazione
noframe
Bandiera
Td-flag.png
In breve
Capitale Port-of-Spain
Governo Repubblica parlamentare
Valuta Dollaro di Trinidad e Tobago (TTD)
Superficie 5,128
Abitanti 1,163,724 (stima di luglio 2002)
Lingua ufficiale Inglese (ufficiale), Hindi, Francese, Spagnolo, Cinese
Religione Cattolica 29.4%, Induista 23.8%, Anglicana 10.9%, Musulmana 5.8%, Presbiteriana 3.4%, altre 26.7%
Prefisso 1-868
Internet TLD .tt
Visitatori 409,000 (anno 2003)
443,000 (anno 2004)
Sito web sito ufficiale del turismo
Mappa di Trinidad and Tobago

Le isole Caraibiche di Trinidad and Tobago formano una nazione dell'America Centrale situata nella parte orientale del mar dei Caraibi e poche miglia a Nord est del Venezuela. A Pitch Lake, sulla costa sud est di Trinidad si trova il più grande bacino naturale di bitume del mondo.

Regioni[Modifica sezione]

Città[Modifica sezione]


Altre destinazioni[Modifica sezione]


Da sapere[Modifica sezione]

Geografia[Modifica sezione]

Clima[Modifica sezione]

Storia[Modifica sezione]

Trinidad fu avvistata da Colombo nel 1498 durante il suo terzo viaggio. Non si sa se egli abbia denominato l'isola perché avvistata nel giorno della santa Trinità o per via di tre cime montuose che apparivano dal mare. A quel tempo l'isola era popolata da varie tribù di indigeni tra cui gli Arawaks stanziati nella zona meridionale e i Caribi nella zona Nord meno miti dei precedenti. Fu proprio l'ostilità di quest'ultimi che ritardò la colonizzazione spagnola di Trinidad per oltre un secolo. Anche qui come nel resto dei Caraibi, la popolazione originaria fu decimata dalle malattie importate dagli Europei e dalle dure condizione di lavoro coercitivo imposto dai nuovi padroni. Nel 1824 essi erano ridotti a meno di un migliaio e scomparvero completamente qualche decennio più tardi. Il primo insediamento stabile degli spagnoli fu realizzato dopo precedenti insuccessi nel 1592 con la fondazione del centro di San José de Oruña, l'odierna St Joseph. Nel 1595 il centro fu distrutto da un'incursione di Sir Walter Raleigh e ricostruito un decennio più tardi. Nel 1783 un provvedimento regio incoraggiò l'afflusso di coloni cattolici dalla Francia e da altre località dei Caraibi.

Nel 1797 l'isola di Trinidad passò sotto il dominio inglese. Dopo l'abolizione della schiavitù nel 1834 la penuria di mano d'opera nelle piantagioni divenne un problema grave cui si cercò di ovviare facendo affluire immigrati soprattutto dall'India e in seguito dalla Cina

Al 1930 risalgono le prime organizzazioni sindacali e politiche che miravano all'ottenimento dell'indipendenza. Nel 1956 fu fondato il Movimento Nazionale del Popolo (PNM) guidato da Eric Williams che ottenne il controllo del consiglio legislativo. Due anni più tardi Trinidad e Tobago divennero membri della Federazione delle Indie Occidentali che si sciolse pochi anni dopo in seguito alla defezione della Giamaica.

Il 31 Agosto 1962 Trinidad e Tobago divennero membro indipendente del Commonwealth. Eric Williams fu rinominato primo ministro grazie al voto di elementi africani mentre i partiti dell'opposizione erano sostenuti soprattutto da elementi indiani. Le elezioni del 16 dicembre 1986 videro la sconfitta del PNM che aveva governato il paese per un trentennio. Il potere fu preso dall'Alleanza Nazionale per la Ricostruzione (NAR) una coalizione dei partiti d'opposizione che guadagnarono 33 dei 36 seggi del Parlamento. A ricoprire la carica di Primo ministro fu designato Arthur Napoleon Raymond Robinson che si alienò ben preso il favore degli elettori con misure impopolari. Tre anni più tardi alcuni deputati della coalizione al governo defezionarono per fondare il Partito Unito del Congresso Nazionale (UNC) guidato da Basdeo Panday. Le elezioni del 1991 videro il ritorno del PNM al potere e la carica di primo ministro andò a Patrick Manning. L'economia però peggiorava e anche questo governo fu impopolare. L'opposizione però non seppe sfruttare l'occasione e si frantumò in una serie di partiti. Nel 1993 Carson Charles fondava il Partito per lo Sviluppo Nazionale (NDP). Il Partito Repubblicano vide la luce poco dopo ad opera di Nello Mitchell e Yasin Abu Bakr formava nel 1994 il Partito della Visione Nazionale. Pochi mesi più tardi Hulsie Bhaggan metteva su il Movimento per l'Unità e il Progresso.

Nel 1995 il primo ministro in carica fidando nel miglioramento dell'economia indisse elezioni anticipate per irrobustire la sua base elettorale ma la sua tattica fallì e dovette lasciare il posto a Basdeo Panday dell'UNC che si era alleato con il NAR. Basdeo Panday fu il primo indiano ad assumero la carica di primo ministro. Sotto il suo governo Tobago acquisì larga autonomia

Cultura[Modifica sezione]

Festività[Modifica sezione]

Come arrivare[Modifica sezione]

In aereo[Modifica sezione]

In nave[Modifica sezione]

Come spostarsi[Modifica sezione]

Ci sono taxi regolari con la targa che inizia con "H" e "MaxiTaxi" (solitamente grandi furgoncini per passeggeri) che transitano attraverso tragitti specifici. I bus sono usati solo per grosse distanze e non all'interno dell'area cittadina o metropolitana. Esistono anche dei taxi non ufficiali ma bisogna chiedere alle persone che vivono nella zona.C'è una larga disponibilità per affittare l'auto e la guida è a sinistra (stile inglese).

Se si pianifica di andare nell'altra parte dell'isola, è preferibile partire presto e concedersi un giorno intero senza programmi importanti per il tardo pomeriggio. Anche se l'isola non è enorme, andare da qualche parte può richiedere più tempo di quanto si pensi.

Noi siamo stati in Trinidad per alcuni mesi l'anno scorso (da Giugno a Settembre 2005) Solo un commento a proposito della guida - STATE ATTENTI - sembrano non esserci leggi sulla strada. Un semaforo rosso è solo un consiglio e i guidatori possono fare deviazioni in qualunque momento e ovunque! È permesso bere alcool mentre si è alla guida. Fate attenzione!

In aereo[Modifica sezione]

In autobus[Modifica sezione]

In auto[Modifica sezione]

In nave[Modifica sezione]

International Charter Group - Yacht charter and sailing, one of the worlds largest yacht charter companies, can take care of all charter requirements, from bareboat to crewed. Operating from nine offices worldwide (USA, Spain, UK, Germany, Italy, France, Spain, Switzerland, Caribbean, Honk Kong and Dubai).

Lingue parlate[Modifica sezione]

Lingue 
Inglese (ufficiale), Inglese Creolo (solo parlato). Inoltre, Hindi, Francese (principalmente Creolo o Patois), Spagnolo e Cinese. L'Inglese Creolo è comunemente usato nelle comunicazioni tra la gente locale. Alcune volte potrebbe sembrare di trovarsi in un paese che parla solo un linguaggio straniero, in realtà virtualmente tutti conoscono l'inglese standard. Solitamente l'inglese britannico è utilizzato quando differisce dall'americano.

Attività ricreative[Modifica sezione]

Moneta[Modifica sezione]

Valuta locale[Modifica sezione]

Costo della vita[Modifica sezione]

Acquisti[Modifica sezione]

Nei negozi solitamente i prezzi sono esposti e non cambiano a seconda del cliente. Discorso a parte, invece, va fatto per i venditori ambulanti che sono soliti rincarare i prezzi per gli stranieri (soprattutto se la persona è bianca). La discriminazione, anche se non è specificatamente legale, è piuttosto comune. Mantenere la calma, pagare il prezzo maggiorato (che comunque è un prezzo esile rispetto a quando si riconvertono i dollari di Trinidad e Tobago nella propria moneta ) e ricordarsi che la gente che fa questo di solito è molto povera.

Cibi[Modifica sezione]

Tipologia di ristoranti[Modifica sezione]

Bevande[Modifica sezione]

Alloggi[Modifica sezione]

Opportunità di studio[Modifica sezione]

Opportunità di lavoro/business[Modifica sezione]

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Prevenzioni Sanitarie[Modifica sezione]

Rispettare gli usi[Modifica sezione]

Rispettare gli usi[Modifica sezione]

Comunicazioni[Modifica sezione]

Poste[Modifica sezione]

Telefoni[Modifica sezione]

Tenersi informati[Modifica sezione]

Quotidiani
  • Trinidad Express -- [1]
  • News Day -- [2]
  • Guardian --[3]
Canali televisivi
  • Tv 6 -- [4] Canale privato gestito dalla "Caribbean Communications Network"
  • NCC TV -- [5] Canale gestito dalla Commissione Nazionale per il Carnevale



Questo articolo è un outline ed ha bisogno di maggiori contenuti. Ha un template, ma non è abbastanza. Per favore, buttati e aiutalo!



Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti