Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Rieti

Da Wikitravel.

Rieti è città del Lazio, capoluogo dell'omonima provincia estesa sul territorio dell'antica Sabina.

Da sapere[Modifica sezione]

Uno scrittore inglese dell'ottocento, Edward Lear, scriveva "Rieti l’antica Reate, città dei sabini, molto antica, sta sul velino, all’estremità di una pianura ampia e fertile la cui bellezza può essere poco apprezzata solo da un visitatore frettoloso…Penso di aver osservato poche volte una scena più importante di quella offerta dalle torri di Rieti e dal suo tranquillo mondo di vigneti, così come la vidi l’ultima sera del mio soggiorno”. Considerata il centro della penisola è soprannominata, per questo, l'Ombelico d'Italia.

Geografia[Modifica sezione]

Capoluogo dell'omonima provincia Rieti è immersa nel verde di una splendida pianura alle pendici del Monte Terminillo. Sorge alla sommità di un piccolissimo colle (405 m.) che si apre sulla Piana Reatina, costellata di numerosi specchi d'acqua, resti del Lacus Velinus bonificato in epoca Romana. I più rinomati sono il Lago di Piediluco, quello di Ventina, il Lago Lungo e quello di Ripasottile. L'acqua è una caratteristica della città, bagnata dalle Fonti di Cottorella.

Storia[Modifica sezione]

Sembra risalire a circa 2.500 anni A.C. il primo insediamento umano nei pressi del Lacus Velinus. I precursori dei Reatini ebbero vita difficile perchè spesso il livello dell'acqua si innalzava sommergendo porzioni di agglomerato fino a che, probabilmente intorno al IX-VIII secolo, il ivello dell'acqua improvvisamente divenne talmente alto da spazzar via gli insediamenti dell'epoca. A quel periodo viene fatta risalire, tra mito e realtà, l'origine di Rieti che spesso viene accompagnata dalla leggendaria irruzione dei Sabini nella vallata del Velino e dalla conseguente cacciata degli aborigeni. Rieti, attraversata dalla via Salaria (importante collegamento tra Roma e l'Adriatico) sorgeva in posizione strategica e questo ne determinò la rapida crescita. Ben presto però i Sabini dovettero cedere il passo ai Romani, che dominarono la città, portando peraltro a termine opere importanti come la bonifica del Lacus Velinus. La vita scorreva tranquilla nel municipio reatino fino a quando arrivarono i longobardi che si insediarono nella città, che peraltro era l'unica sopravvissuta alla crisi demografica e alla depressione economica del V-VI nell'Italia centrale. Di lì si spinsero fin sulle sponde del Tevere. I longobardi si convertirono in massa al cristianesimo grazie anche all'opera dei monaci benedettini dell'abbazia di Farfa, uno dei più importanti centri religiosi europei. Durante questo periodo la città subì però un notevole degrado, e molti dei monumenti d'età romana furono abbandonati. Agli inizi del secolo X Rieti fu saccheggiata ed incendiata dai saraceni, poi assediata dagli ungari. Fu nuovamente ricostruita e il vescovo assunse un ruolo di grande prestigio all'interno della società locale. Lo testimonia la cattedrale, ricostruita a partire dal 1109, simbolo della fede della città riunita intorno al proprio pastore. Nel 1149 fu la volta dei Normanni che, dopo un lungo assedio, conquistarono ed incendiarono la città. Agli inizi del Duecento, S.Francesco ebbe un rapporto particolare con Rieti e la sua vallata, come ancora oggi testimoniano i santuari di Greccio, di Fonte Colombo e di Poggio Bustone. Questo fu il periodo di maggior fulgore, tanto che Rieti fu spesso visitata dai papi, che vi costruirono un imponente palazzo. Alla fine del XIII secolo le lotte tra guelfi e ghibellini determinarono il graduale declino della città e bisogna aspettare fino al 1.500 per vedere segnali di rinascita, grazie all'affermazione di una nuova classe di proprietari terrieri, che fondarono importanti aziende agrarie. La fine dell'ancien régime proiettò Rieti in un ruolo di maggiore quanto improvvisa centralità. Nel luglio del 1816, durante la restaurazione, la città divenne capoluogo della provincia di Sabina, per esser poi aggregata (con l'Unità d'Italia) all'Umbria, dalla quale fu scorporata nel 1923. Nel 1927, infine, fu creata la provincia omonima.

Come arrivare[Modifica sezione]

In aereo[Modifica sezione]

Gli scali aerei più vicini a Rieti sono gli aeroporti di Roma Fiumicino Leonardo da Vinci e di Ciampino. Puoi atterrare anche a Pescara, ma è destremamente difficoltoso poi trovare le coincidenze di treni ed autobus per proseguire...conviene noleggiare direttamente una vettura (puoi farlo anche dalla stazione di Pescara Centrale).

Dall' Aereoporto di Fiumicino in auto L'aeroporto Leonardo da Vinci Fiumicino si trova a soli 32 Km dal centro di Roma ed è facilmente raggiungibile percorrendo l'autostrada Roma-Fiumicino.

Dall' Aereoporto di Fiumicino in treno. Devi raggiungere la stazione di Roma Tiburtina per poi proseguire in autobus, con il servizio extraurbano COTRAL. Per raggiungere la Stazione Tiburtina puoi prendere il terno metropolitano che parte dall'aereoporto mediamente ogni 15 minuti.

Dall' Aereoporto di Ciampino in auto L'aeroporto di Roma Ciampino si trova a 15 km da Roma, sulla Via Appia Nuova. E' situato a pochissima distanza dall'uscita 23 del Grande Raccordo Anulare (GRA), e dal sistema viario delle direttrici autostradali Nord-Sud ed Est-Ovest.

Dall' Aereoporto di Ciampino in autobus. Puoi utilizzare le navette che conducono direttamente al centro di Roma (da lì devi raggiungere poi la Stazione Tiburtina dove puoi proseguire il servizio extraurbano COTRAL per Rieti). Le navette funzionano in coincidenza con i voli Ryanair e Easy-Jet. Trovi anche un servizio notturno reso dalla società COTRAL/Schiaffini. Il servizio notturno prevede 4 orari, con le seguenti partenze: Roma Stazione Termini (P.le dei Cinquecento uscita principale Stazione Termini fermata COTRAL):ore 04.30 e ore 04.50 Aeroporto Roma Ciampino: ore 00.00 e ore 00.30. Il costo del biglietto, che puoi fare direttamente a bordo dell'autobus, è di 5 euro. Dalla Stazione Termini ci sono 4 fermate di metropolitana per raggiungere la Stazione Tiburtina e i servizi di collegamento diretti a Rieti.

In treno[Modifica sezione]

Puoi raggiungere Rieti con la Linea Terni-Rieti-L'Aquila-Sulmona Per maggiori informazioni: Servizio FS Informa - Tel.892021 (raggiungibile da rete fissa)

In auto[Modifica sezione]

Da Nord Autostrada A1 Firenze - Roma, uscire al casello di Orte, proseguire lungo la superstrada Orte-Terni e successivamente in direzione Rieti lungo la SS79.

Da Sud Autostrada A1 Napoli - Roma, all'altezza di San Cesareo non deviare verso Roma ma proseguire per Firenze (tratto detto "bretella") sempre sull'A1, uscire al casello di Fiano Romano e proseguire sulla SS4 Salaria in direzione Rieti.

Da Est Autostrada A24 Teramo - L'Aquila - Roma, poco dopo Tivoli deviare sull'A1 in direzione Firenze, uscire al casello di Fiano Romano e proseguire sulla SS4 Salaria in direzione Rieti.

Da Roma Dal Grande Raccordo Anulare (GRA) prendere l'Autostrada A1 Firenze-Roma (uscita 10), uscire (prima della barriera di Roma-Nord) al casello di Fiano Romano e proseguire sulla SS4 Salaria in direzione Rieti.

In autobus[Modifica sezione]

Roma - Rieti. Qui puoi consultare gli orari delle partenze e degli arrivi. Attenzione! Gli orari cambiano periodicamente.

Autobus di linea COTRAL, partenza dalla stazione Tiburtina di Roma, arrivo alla stazione ferroviaria di Rieti (capolinea). Tempo di percorrenza 1h e 40 minuti. Puoi acquistare i biglietti a Roma Tiburtina (interno stazione) e nella stazione di Rieti.

Da Roma, è attivo inoltre un servizio di treno metropolitano che conduce alla stazione di Fara Sabina (Passo Corese). Da lì puoi proseguire verso Rieti con autobus di linea COTRAL. Il treno parte da diverse stazioni di Roma tra cui la Stazione Tiburtina (frequenza ogni 15 minuti).

Per maggiori informazioni: Tel. +39 0746 256750 Numero verde COTRAL 800 150008 COTRAL

Se parti da Roma può esserti utile anche la mappa della Metropolitana di Roma che attraversa la città e ti consente di spostarti rapidamente da un punto all'altro evitando il traffico, che nella capitale è sempre piuttosto sostenuto. Può esserti d'aiuto inoltre la mappa delle Linee di treni metropolitani che collegano la capitale con i dintorni e con i nodi di scambio più importanti.

Quache informazione sui biglietti:

Metrebus Roma

  • BIT (€ 1,50) valido per 100 minuti dalla prima timbratura
  • BIG (€ 6,00) valido fino alle ore 24.00 del giorno di timbratura e per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale
  • BTI (€ 16,50) valido per 3 giorni dalla data della prima timbratura, ovvero fino alle ore 24.00 del terzo giorno compreso quello della timbratura, e per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
  • CIS (€ 24,00) valido per 7 giorni dalla data della prima timbratura, ovvero fino alle ore 24.00 del settimo giorno compreso quello della timbratura, e per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.

Metrebus Lazio

  • BIRG valido fino alle ore 24.00 del giorno di timbratura e per un numero illimitato di viaggi nel territorio della regione lazio relativo alle zone indicate sul biglietto.
  • BTR valido per 3 giorni dalla prima timbratura, ovvero fino alle ore 24.00 del terzo giorno compreso quello della timbratura, per un numero illimitato di viaggi nel territorio della regione lazio relativo alle zone indicate sul biglietto.
  • CIRS valida 7 giorni a partire dalla data della prima timbratura, ovvero fino alle ore 24.00 del 7° giorno compreso quello della timbratura, per un numero illimitato di viaggi nel territorio della regione lazio relativo alle zone indicate sul biglietto.

Come spostarsi[Modifica sezione]

Puoi girare facilmente dentro Rieti e nei dintorni prendendo gli autobus dell'Azienda Servizi Municipali di Rieti.

Per informazioni: Tel.+39 0746 25649 - Numero verde ASMR 800 239478 - sito internet: [1]

Da vedere[Modifica sezione]

Se ti trovi a Rieti...prenditi tempo e passeggia lentamente lungo le strade e le stradine della città, meglio se accompagnato da una guida esperta che ti farà entrare nell'atmosfera un pò aristocratica di questa città, che colpisce per i suoi archi gotici, le torri mozze, i quartieri pieni di viuzze ma anche per la cattedrale Romanica,il Palazzo dei Papi, la Loggia del Vignola e le molte dimore dell'aristocrazia romana.

Uno dei simboli fondamentali delle città mediovali è rappresentato dalle mura che non soltanto erano un importantissimo mezzo di difesa ma costituivano la prima immagine che la città proiettava all'esterno. Rieti non fa certo eccezione e la cinta muraraia è sempre stata un tutt'unp con la città separando, per lungo tempo. la vallata dallo spazio costruito. Le prime mura risalgono alla conquista di Rieti da parte dei Romani (II secolo A.C.), che le costruirono, Di quelle mura però oggi puoi osservare solo pochi resti...andando in via della Pescheria potrai vedere i blocchi di travertino che originariamente formavano le mura.

Quelle che vedi oggi e che ti conducono all'interno della città furo costruite nell' XI°-XII° secolo e si presentano come un alto muro merlato, con torri tonde e squadrate, sul quale si aprono quelle che erano le antiche porte della città.
Le mura medioevali


Al centro di Rieti puoi visitare la piccola chiesa di san Francesco sulla piazza omonima. Risale al XII° secolo e fu costruita dai francescani in stile gotico-romano con una facciata a frontone in pietra che colpisce per la sua semplicità. La vicinanza al Fiume Velino ha reso necessario, nel '600, rialzare il livello del pavimento per contrastare le piene del fiume. All'interno un bellissimo organo, inserito in una struttura in legno addossata alla parete.

Noterai subito che a dominare il paesaggio urbano la duecentesca torre campanaria che si trova di fronte alla Cattedrale di Santa Maria madre di Dio, più tardi detta dell'Assunta. tra corpi diversi (la basilica, il fonte battesimale, il campanile) che furono collegati con un porticato intorno alla metà del XV secolo. All'interno undici cappelle, ognuna con veri e propri tesori d'arte sacra

Se percorri Via Cintia una sosta la merita il Palazzo Vescovile, che si affaccia sulla piazza M. Vittori. Il Palazzo risale anch'esso al duecento ed è coperto da un sistema di volte a crociera che creano giochi di luce suggestivi e un acustica veramente particolare. Nel 1185 fu celebrato nel Palazzo un matrimonio "famoso": quello tra Enrico VI e Costanza di Altavilla. Dal cortile interno puoi accedere allo spettacolare Salone Papale. La parte settentrionale dell'edificio termina con l'Arco del Vescovo (fine XIII sec) che presenta uno stemma di Bonifacio VIII.

Nella vicina piazza Mazzini, si trova la Chiesa di Sant'Agostino (fine del XIII sec.). Dall'esterno puoi osservare la perfetta geometria dell'abside. Il maestoso chiostro del convento (1605) è ancora visibile all'interno dell'adiacente edificio scolastico.

Piazza Vittorio Emanuele II è il punto più alto della città. Anticamente vi sorgeva il forum e, intorno al III secolo a.C., fu proprio là che si stabilirono i primi insediamenti dell'antica Reate. Al centro della piazza la Fontana dei Delfini (sec. XIX). Di fronte sorge il Palazzo Comunale, la cui struttura originaria risale al sec. XIII. Proseguendo per Via Garibaldi incontri molti palazzi dell'aristocrazia reatina (tra cui Palazzo Cappelletti e Palazzo Vincenti Mareri, finito di costruire intorno al 1820 dall'architetto Giuseppe Valadier...per intenderci lo stesso architetto che a Roma si occupò della sistemazione urbanistica di Piazza del Popolo e, sempre nella Capitale, realizzò il singolare Coffee House (noto come Casina Valadier) al Pincio.

Percorrendo Via Cerroni arrivi al Centro d'Italia, che si trova in Piazza San Rufo ed è segnalato da una lapide. Nelle vicinanze due chiese da visitare: quella di San Rufo, dall'interno fastoso, che all'interno accoglie una tela di Giovanni A. Galli, detto lo Spadarino (sec. XVII) e quella romanica di San Pietro Apostolo, in Via Roma.

Non dimenticarti di scoprire la Rieti Sotterranea, che custodisce un viadotto costruito dai romani nel III secolo a.C. per rialzare la via salaria, l'antica via del sale e difenderla dalle piene del fiume Velino. Potrai percorrere i sotterrani di nobili dimore e scoprire il passato della città attraverso le trasformazioni architettoniche dei suoi edifici. La visita dura circa 1 ora e 45 minuti circa. Info 347-7279591

Attività ricreative[Modifica sezione]

Equitazione: Centri ippici, scuole di equitazione e maneggi non mancano nel territorio reatino e propongono passeggiate, gite ed escursioni a cavallo di uno o più giorni. Circoli ippici sono presenti anche a Contigliano, mentre a Greccio è in attività un allevamento di cavalli da corsa.

Golf: Se sei un appassinato puoi rivolgerti ai Golf Club di Castelfranco, di Belmonte e di Poggio Catino, che organizzano gare, lezioni di golf ed attività ricreative.

Pesca sportiva una terra così ricca di acqua non poteva che offrire molte alternative per la pesca sportiva. Pesca di fiume da provare il canale di Santa Susanna, nei pressi dell'omonima sorgente, paradiso delle trote e dei gamberi di fiume, oltre alle aree riservatee sul fiume Velino e sul fiume Nera. Pesca sul lago...c'è solo l'imbarazzo della scelta tra i laghi della provincia reatina: Salto, Turano, Paterno, Campotosto, Rascino, Ventina e il vicino lago di Piediluco, sul versante umbro.

Opportunità di studio[Modifica sezione]

Sabina Universitas - Polo Universitario di Rieti

Polo di Ingegneria[Modifica sezione]

Presso il Polo di Ingegneria si svolgono il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria delle Costruzioni edili e dei Sistemi ambientali ed il Corso di Laurea triennale in Ingegneria per l'Edilizia e il Territorio.

Polo di Medicina[Modifica sezione]

Presso il Polo di Medicina i Corsi di Laurea triennali in Infermieristica, in Fisioterapia, in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia, in Tecniche della Prevenzione nell'Ambiente e nei Luoghi di Lavoro, in Tecniche di Laboratorio Biomedico.

Polo di Agraria[Modifica sezione]

Presso la sede di Cittaducale si svolge il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie per la Conservazione delle Foreste e della Natura. Per ulteriori informazioni clicca qui.

Opportunità di lavoro[Modifica sezione]

Acquisti[Modifica sezione]

Dove mangiare[Modifica sezione]

Ristorante La Corte - Via Bevilacqua 12 Offre: Colazione/Brunch, Cena, Accetta prenotazioni, Consegna, Dopo mezzanotte

Il Picchio Allegro - Via Criano 18 Cucina: italiana, pizzeria, birreria Offre:Cena, Accetta prenotazioni, Consegna, Dopo mezzanotte Tel: 0746 271826 - Sito web

La Taverna del Capitano - Via della Cavatella 14 Cucina: pesce Offre: Consegna, Dopo mezzanotte Tel: 0746 251610 - Sito web

La Foresta - Via Foresta 5, Offre: Accetta prenotazioni, Dopo mezzanotte Tel.0746 220455 - Sito web

Ristorante da Capparella a Valcanera - Via Tancia, 23 Cucina: mediterranea Tel: 0746 754339 - Sito web

Cantina Centro Italia - Via dei Crispolti, 68 Cucina: tipica Offre: Accetta prenotazioni Tel: 0746 259 253

La Lanterna Al Country Loc. Zoccani Belmonte in Sabina - Bivio Maglianello Cucina: caffetteria, barbecue, pesce Tel: 0765 77302 -

L'Arte di Apicius - Piani di Via Piani di Sant' Elia 7/A loc. Macelletto Cucina: italiana Offre: Accetta prenotazioni Tel: 0746 210859 - Sito web

La Vecchia Quercia - Via Tenerello, 13 Cucina: italiana Offre: Accetta prenotazioni Tel: 0765.519207 - Sito web

Bere[Modifica sezione]

Vita notturna[Modifica sezione]

Depero Club Rieti Via Terenzio Varrone 36 Aperto da martedì a sabato dalle 08:00 alle 02:00, domenica dalle 16:00 alle 02:00 TEL: 3280552756 - sito web -

Hippo Pop Cafe Pub Birreria, Ristorante, Discoteca Via Foresta, 16 Disco pub, latino americano, karaoke, Dr.Why, cabaret... animazione tutte le sere. Aperto 7 giorni su 7 dalle ore 9:00 alle ore 4:00. Specialità: birre alla spina, pizza, vini

Mulai Summer Wave Discoteca, Pub Birreria, Via Oreste Di Fazio

Enjoy Disco Discoteca Via Fratelli Sebastiani, 139

Dove alloggiare[Modifica sezione]

Villa dell'Annunziata Via Foresta 26, 02100 Rieti, Italia

Park Hotel Villa Potenziani V. Colle San Mauro, 02100 Rieti, Italia Piscina Totale camere: 28

Hotel Cavour Piazza Cavour, 02100 Rieti, Italia Parcheggio gratuito, Ristorante, Servizio in camera Totale camere: 38

Relais Villa d'Assio SS 79 Riserva dei laghi | Colli sul Velino, 02100 Rieti, Italia Centro conferenze Parcheggio gratuito Gli animali sono ammessi Ristorante Servizio in camera Suite Piscina Totale camere: 40

Grande Albergo Quattro Stagioni Piazza Cesare Battisti 14, 02100 Rieti, Italia Totale camere: 40

Hotel Miramonti Piazza Oberdan, 7 02100 Rieti, Italia Totale camere: 27

Hotel Serena Via dei Salici, 46/A, 02100 Rieti, Italia Totale camere: 28

Comunicazioni[Modifica sezione]

Poste[Modifica sezione]

Via Dei Salici 7 - 02100 RIETI (RI) tel. 0746 270112

Via Del Peschiera 1 - 02100 RIETI (RI) tel. 0746 201503

Piazza Vittorio Emanuele 14 - 02100 RIETI (RI) tel. 0746 210103

Via Cintia 9 - 02100 RIETI (RI) tel. 0746 203180

Via Dei Villini - 02100 RIETI (RI) tel. 0746 261057

Via Giuseppe Garibaldi 283 - 02100 RIETI (RI) tel. 0746 204162

Via Renzo De Felice - 02100 RIETI (RI) tel. 0746 202883

Via Chiesa Nuova 7/A - 02100 RIETI (RI) tel. 0746 271691

Via Vaiano 1 - 02100 RIETI (RI) tel. 0746 221211

Via Isonzo 14 - 02100 RIETI (RI) tel. 0746 251164

Via Francesco Maria Malfatti - 02100 RIETI (RI) tel. 0746 221232

Telefoni[Modifica sezione]

Internet[Modifica sezione]

LUNGOVELINO CAFE' IL PAPERO srl 26, v. Salaria - 02100 Rieti (RI) tel: 0746 1970108 - fax: 0746 197010

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Uscire[Modifica sezione]

Escursioni[Modifica sezione]

Molte sono le possibilità offerte dal complesso del Monte Terminillo. Vicino Leonessainfatti, in estate è possibile:

  • raggiungere la cima del Monte Cambio da Fontenova
  • fare la traversata delle Scangive dal rifugio Sebastiani
  • percorrere l'anello dei tre Terminilli da Pian de' Valli
  • raggiungere la Vetta Sassetelli da Pian de' Valli
  • raggiungere la Valle della Meta dal rifugio Sebastiani
  • arrampicarsi per la "via Chiaretti-Pietrostefani" dalla Sella delle Scangive
  • andare a Vall'Organo da Vallonina
  • raggiungere Jaccio Crudele e l'altopiano di Maiolica

Itinerari[Modifica sezione]

A piedi: Dal centro di Rieti, si costeggia l'argine del fiume Velino; a partire da Greccio vengono organizzate escursioni a piedi, in bici o a cavallo. Alcuni itinerari guidano alla Riserva naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile, ambiente ideale per il birdwatching

In bicicletta o sui pattini, puoi percorrere la pista ciclabile che dal centro città attraversa la piana reatina, costeggiando alcuni tratti del fiume Velino. Puoi dedicarti al ciclismo da strada e, se sei un appassionato di mountain bike, potri scegliere tra una grande varietà di itinerari di vari livelli di difficoltà.

Eventi[Modifica sezione]

Fiera Campionaria Mondiale Del Peperoncino - fine agosto Oktoberfest a Rieti - terza decade settembre Motoraduno Nazionale - 08 giugno 2014




Quest'articolo è uno stub e ha bisogno del tuo aiuto. Esso contiene minime informazioni. Per favore buttati e aiutalo!



Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti