Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Potosi

Da Wikitravel.
noframe


In breve
Status Capoluogo amministrativo
Nazione Bolivia
Regione Dipartimento di Potosi
Abitanti 115,000
Prefisso +591 2
Sito web Sito in inglese non ufficiale

Potosi è una città nella sezione dell'altipiano andino appartenente alla Bolivia. È capoluogo del dipartimento omonimo ed è situata a 4000 metri di altitudine.

Da sapere[Modifica sezione]

Potosí fu fondata nel 1546 in seguito alla scoperta di ricche miniere di argento nell'area di Cerro Rico. Si sviluppo in fretta diventando una delle più grandi città del Nuovo Continente. Generazioni intere di schiavi trapiantati dall'Africa lavorarono incessantemente nelle miniere. Nel XIX secolo però il filone argentifero risultava esaurito, fatto che determinò il progressivo declino della città.
La storia di Potosi è testimoniata dalle sue magioni di epoca coloniale, dalle sue molte chiese barocche e dai suoi stretti vicoli. Potosi è stata dichiarata dall'UNESCO Patrimonio Mondiale dell'Umanità

Come arrivare[Modifica sezione]

In autobus[Modifica sezione]

La stazione delle autolinee extraurbane è in basso 30 minuti a piedi dal centro situato su una collina. Servizi quotidiani per Oruro (impiegano circa 7 ore) e per Sucre (3~4 ore).

In taxi[Modifica sezione]

In alternativa agli autobus, si possono prendere i taxi collettivi sia per Sucre (35B) che per Oruru (prezzo 120B). L'unico inconveniente è che bisogna aspettare che i posti disponibili si esauriscano prima di partire.

In treno[Modifica sezione]

Potosi si trova lungo la linea ferroviaria che parte da Villazon]] (Frontiera con l'Argentina) e passa per Uyuni.

Come spostarsi[Modifica sezione]

Il taxi è il mezzo principe per spostarsi da un capo all'altro. Bisogna però contrattare il prezzo della corsa in anticipo se si vogliono evitare disguidi quando si arriva a destinazione

Da vedere[Modifica sezione]

veduta aerea di Potosi
  • Musei
    • Casa Nacional de Moneda, Calle Ayacocha s/n, Biglietti: Bs. 20 per gli stranieri e Bs. 10 per i cittadini boliviani -- uno dei musei più interessanti del America del Sud.
    • Convento di San Francesco -- oggi adibito a museo di arte religiosa
    • Convento di Santa Teresa -- anch'esso adibito a museo
    • Museo Universitario
  • Edifici religiosi
    • Cattedrale
    • Chiesa di San Bernardo
    • Chiesa di Belen
    • San Benito
    • San Martino
    • San Lorenzo
    • Sant'Agostino (San Augustin)
    • Santo Domingo
    • Chiesa di Belen
    • Chiesa di Jerusalén
    • San Juan de Dios
    • La Merced
    • La Compania de Jesus
  • Altri edifici
    • El Cabildo -- il vecchio municipio in Plaza 10 de Noviembre
    • Casa di Antonio Lopez de Quiroga -- Casa di un appaltatore delle miniere del XVII secolo
    • Palacio de Cristal Calle de Sucre
    • Casa de las tres Portadas sul Calle Bolivar
    • Arcos de Cobijas sulla strada dello stesso nome

Attività ricreative[Modifica sezione]

Acquisti[Modifica sezione]

Dove mangiare[Modifica sezione]

Dove bere[Modifica sezione]

Dove alloggiare[Modifica sezione]

Uscire[Modifica sezione]

Escursioni[Modifica sezione]

Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue