Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Porto Potenza Picena

Da Wikitravel.

Porto Potenza Picena è la più popolosa frazione del comune marchigiana di Potenza Picena, in provincia di Macerata, ed è una splendida stazione balneare.

Da sapere[Modifica sezione]

Geografia[Modifica sezione]

Porto Potenza Picena sorge sulla costa adriatica, fra Porto Recanati (6 km a nord) e Civitanova Marche (5 km sud), lungo la Strada Statale 16 "Adriatica". Da Macerata dista circa 25 km e da Ancona circa 40 km.

Cordinate: 43°22′00″N 13°41′39″E - Altitudine: 3 m s.l.m.

Tra Porto Potenza Picena e Civitanova Marche c'è la foce del torrente Asola. E' un torrente di circa una quindicina di chilometri, che nasce presso Monte Nuovo nella campagna marchigiana a 222 metri di altitudine e sfocia nel mare Adriatico. Nel suo percorso lambisce cinque comuni tutti della provincia di Macerata: Montelupone, Morrovalle, Montecosaro, Potenza Picena e Civitanova Marche.

Storia[Modifica sezione]

Da Porto Potenza Picena emigrarono alla fine dell'800 verso l'Argentina i bisnonni del calciatore oriundo italo-argentino (di terza generazione) Mauro Germán Camoranesi, che portavano il cognome di Camporanesi, in seguito modificato.

Nel 1995 operazioni di scavo in Contrada Asola (via Foce Asola, a Civitanova Marche, appena fuori l'area sud di Porto Potenza Picena) portarono alla luce una sepoltura di epoca romana, la cui datazione appare a tutt'oggi non chiara a causa della totale mancanza di un corredo funebre; è inquadrabile tra il 27 a.C e il 14 d.C., ovvero al principato di Augusto. La sepoltura, che è riconducibile alla tipologia cosidetta alla "cappuccina"; la tomba, larga 70 cm e lunga 2,00 m, ospitava all'interno le ossa del defunto; queste, appartenenti probabilmente ad un individuo di sesso maschile alto circa 170 cm, si presentavano al momento del ritrovamento in stato di parziale connessione anatomica. La tomba romana di Foce Asola non è un caso isolato, ma si inserisce in una serie di rinvenimenti che interessano tutto il settore lungo l'asse viario che che collegava Cluana ( antica città romana alla foce del Chienti) con Potentia ( antica città romana tra le attuali Porto Recanati e Porto Potenza Picena). Oggi la sepoltura è stata ricomposta presso la scuola media "L. Pirandello" di Civitanova Marche dalla Prof.ssa A. M. Vecchiarelli che ne ha curato l'eposizione; la stessa ha allestito e provveduto alla musealizzazione di alcuni reperti provenienti dal territorio: ad oggi questo spazio costituisce un importante luogo espositivo per i studiosi della civiltà romana nalle Marche.

Come arrivare[Modifica sezione]

In aereo[Modifica sezione]

Aeroporto Internazionale di Ancona - "Aeroporto Raffaello Sanzio" ( circa 40 Km da Porto Potenza Picena) .

In treno[Modifica sezione]

Stazione di Potenza Picena-Montelupone a Porto Potenza Picena presso Piazzale della Stazione n.7

In auto[Modifica sezione]

Autostrada A14: da nord uscita casello Loreto-Porto Recanati; da sud uscita casello Civitanova Marche

In autobus[Modifica sezione]

In nave[Modifica sezione]

Come spostarsi[Modifica sezione]

Da vedere[Modifica sezione]

Porto Potenza Picena: Torre di S. Anna

Nel borgo marinaro è presente la splendida Torre del Porto o di S. Anna, ciò che resta di un edificio fortificato di origine medievale, che ha subito vari rimaneggiamenti nel corso dei secoli. Nel 1766 il Comune interviene in modo consistente sull'intero edificio e, dunque, sulla Torre che viene coronata anche da merli "ghibellini", al pari dei muraglioni perimetrali.Dopo le guerre napoleoniche, esauritosi il fenomeno delle incursioni barbaresche sull'Adriatico, viene meno anche la sua funzione di difesa; l'edificio, che in età napoleonica era divenuto di proprietà demaniale, viene poi lasciato in stato di semi-abbandono. Dopo l'unità d'Italia , il Comune ne riacquista la proprietà e qualche anno dopo decide di demolire il manufatto conservando solo la Torre vera e propria. Questa subirà un nuovo intervento nel 1884, quando verrà modificata la sua parte superiore. Il 26 Luglio di ogni anno si festeggia S. Anna con un meraviglioso spettacolo pirotecnico.

La Chiesa di S. Anna si trova accanto alla Torre del Porto, e con essa costituisce uno degli elementi storici più interessanti del paese. La chiesa fu riedificata, dopo l'abbattimento della precedente, in forme neogotiche su disegno dell’architetto Eusebio Petetti nel 1926; conserva all’interno un dipinto particolarmente interessante, raffigurante “ La Vergine con Bambino tra i Santi Gioacchino ed Anna” del sec. XVII, attribuita alla mano del pittore Gian Domenico Cerrini meglio noto come “Cavalier Perugino”(Perugia, 1609 – Roma, 1681).

Nelle immediate vicinanze del borgo marittimo merita una visita la rinascimentale Villa Bonaccorsi, splendido esempio di giardino all’italiana del Settecento conservato intatto in ogni particolare. Villa Bonaccorsi è originaria del XVI secolo ma ha subito grandi modifiche di ampliamento e ristrutturazione nel settecento, in particolare nel 1745/50 per mano di Pietro Bernasconi stretto collaboratore del Vanvitelli. Il parco rivolto a sud-est digrada su un fianco della collina verso la valle del torrente Asola presentandosi con cinque terrazze attraversate da una scala centrale. Il giardino presenta piante rare, siepi ed aiuole ed è adornato da nicchie, obelischi, fontane, giochi d'acqua e statue mitologiche o grottesche di origine vicentina della bottega dei Marinali.

Area archeologica di Potentia: a pochi chilometri dal centro abitato di Porto Potenza Picena, percorrendo la S.S. 16 Adriatica in direzione nord verso Porto Recanati, si può visitare un sito archeologico che testimonia l’esistenza dell’antica Colonia romana di Potentia, fondata nel 184 a.C. e poi distrutta da un violento terremoto nel 56 a.C. Successivamente ricostruita, non sopravvisse alle invasioni barbariche. Fino ad ora sono stati portati alla luce resti del Tempio di Giove, l’antico mercato coperto, gli edifici termali e una domus con pavimentazione a mosaico.

Festa di San Giro. Il Santo Patrono di Porto Potenza Picena è San Girio. Girio, nato tra il 1270 e il 1274, era un nobile francese originario della Linguadoca. Lasciò tutti i suoi beni per vivere da eremita. Si recò con il fratello in una zona piena di caverne. Lì rimasero a lungo isolati per la piena di un fiume e furono due serpenti a salvarli, portando del pane. Recatisi nella vicina chiesa per la Messa, raccontarono il miracolo. Presto la notizia si diffuse e molta gente li cercava. Allora partirono col desiderio di recarsi in Palestina. Prima, però, vollero visitare Roma, dove Girio seppe che ad Ancona un sant'uomo, Liberio, voleva partire per Gerusalemme. Pensando di viaggiare con lui, andò nelle Marche. Ma a Tolentino si sentì male e morì nei pressi di Potenza Picena (allora Monte Santo), che lo venera come patrono. Il 1° agosto del 1742 papa Benedetto XIV ne approvò infatti il culto. La Festa Patronale è il 25 maggio.

Tradizionale rievocazione della pesca con la “sciapeca”: dal 2001, ogni anno, la prima domenica di agosto a Porto Potenza si svolge la tradizionale rievocazione in costumi d'epoca della pesca con la “sciapeca”, organizzata dal Circolo “Il Faro” e dal “Centro Studi Portopotentino”, con il patrocinio del Comune di Potenza Picena. Nella tradizione marinara di Potenza Picena, questo tipo di pesca ora non più consentita, ha ricoperto un ruolo importante. Le prime famiglie del Porto di Monte Santo (come si chiamava Potenza Picena prima del cambio del nome avvenuto il 21/12/1862) vivevano essenzialmente di agricoltura e di pesca, e gli abitanti venivano chiamati “Sciapecotti”. La pesca si effettuava utilizzando una lancetta con una grande rete a strascico formata da due lunghe ali e da un sacco usato per la cattura dei pesci più piccoli.

Attività ricreative[Modifica sezione]

Libobello - Porto Potenza Picena: veduta paronamica

Spiagge sia sabbiose che con ghiaia, insignite del vessillo della Bandiera Blu d'Europa nel 2008 e 2011, promuovono Porto Potenza Picena a luogo ideale per le vacanze estive.

Il campo da golf più vicino (20 km circa da Porto Potenza Picena) è il Conero Golf Club, situato a Sirolo in via Betelico 6 . Quasi settanta ettari in cui ginestre, corbezzoli, querce, tamerici e ciliegi avvolgono le 18 buche del percorso campionato e le cinque del campo executive.

E' presente una Scuola di Vela, con la consulenza degli Istruttori Federali, al Circolo Nautico Porto Potenza Picena, Lungomare Marinai d’Italia a Porto Potenza Picena ( tel.: +39 0733.687635 - fax: +39 0733.687256 - e-mail: info@circolonauticoppp.it).

Il Centro Benessere “Shusa” dell'Agriturismo Antico Uliveto è un’oasi di vero relax che permette di rigenerarsi in un percorso di bellezza completo che coinvolge e risveglia tutti i sensi. La struttura è il risultato di un’accurata ricerca che, con i suoi giochi di colori pastello e i suoi percorsi emozionali, crea una vera percezione di armonia e conduce al massimo coinvolgimento interiore. E' dotato di bagno romano (una zona speciale che ricrea l’ atmosfera delle antiche terme romane), palestra attrezzata, zone relax e piscina. (situato a Porto Potenza Picena in via Palazzo Rosso, 1 - tel.: +39 0733 881 178 - sito web: www.anticouliveto.com)

Il Centro ippico Andrea offre sia una Scuola di Equitazione che la possibilità per i cavalieri più esperti di praticare l'equitazione di campagna con varie formule: passeggiate, escursioni e trekking.(situato a Potenza Picena in Contrada Marignano, 9 - tel.: +39 335 437214 - sito web: www.centro-ippico.com)

Opportunità di studio[Modifica sezione]

Ritmosfera: Scuola di Spettacolo, Corsi di Danza, Teatro, Musica e Canto, Corsi di Musical Theater per Performers. (Via Dante Alighierti 17, Porto Potenza Picena, Tel. +39 0733.881272)

L'Istituto Santo Stefano (Santo Stefano Ribilitazione) è una realtà leader nel settore della riabilitazione. Conta 12 centri di riabilitazione, circa 1465 posti letto, 13 centri ambulatoriali e 2000 addetti, rappresentando uno dei principali gruppi per la riabilitazione in Italia. Il Centro di Formazione Permanente del Santo Stefano ha il compito di aggiornare, formare e riqualificare in modo continuativo il personale che opera nelle strutture del Gruppo, con l’obiettivo di migliorarne le performance e conseguentemente la qualità delle prestazioni. I Corsi sono realizzati in collaborazione con enti scientifici pubblici e privati, italiani ed internazionali. (Contatti: Via Rossini 134, 62016 Porto Potenza Picena (MC), email formazione@sstefano.it, tel: +39 0733 881085-881748, fax: +39 0733 686881)

La Scuola Lingue Estere dell'Aeronautica Militare ha l'obiettivo di formare il personale militare Italiano e Straniero per l'impiego in Organismi Internazionali, Ambasciate e Reparti Internazionali NATO. Ha, inoltre, l'onere di accertare il livello di conoscenza delle lingue estere del personale dell'Aeronautica Militare e Interforze seguendo la direttiva di standardizzazione (STANAG 6001) NATO. Tali esami di accertamento J.F.L.T. (Joint Forces Language Test) vengono effettuati, di norma, presso il distaccamento di Porto Potenza Picena (MC); I Corsi si tengono presso la sede di Loreto (AN) e si suddividono in Corsi: di Perfezionamento, Intensivo, C.O.I. (Interforze), di Inglese Tecnico per personale di settore e di Italiano per personale Straniero. (Scuole lingue estere, Via San Giovanni Bosco 31,60025 Loreto (AN), tel: +39 071 7506911)

Acquisti[Modifica sezione]

Vini: Azienda Agricola Montecoriolano (Cantina Casalis Douchet): dispone di 160 ettari di collina affacciata sul mare, ed ha una storia centenaria legata alla nobile famiglia Casalis. La tenuta venne portata a grande splendore da Giulio Douhet, capitano dell'esercito regio che, da vero innovatore, sperimentò l'introduzione di vitigni allora sconosciuti nelle Marche, come il Merlot, il Cabernet Sauvignon e lo Chardonnay. In pochi anni i vini di Montecoriolano divennero celebri non solo in Italia ma anche oltre i confini nazionali. I suoi eredi vollero donare l'Azienda all'Istituto Colosimo di Napoli per l'istruzione di ragazzi non vedenti. Oggi oltre ai vitigni citati, si coltivano anche il Montepulciano, il Sangiovese e la varietà locale Maceratino. L'Azienda Agricola Montecoroliano (Cantina Casalis Douchet)si trova in via Montecoriolano 6 a Porto Potenza Picena - Tel +39 0733/688121 - Punto Vendita, Via Regina Margherita, Porto Potenza Picena).

Calzature. Spacci aziendali ed outlet di calzature nelle immediate vicinanze da Porto Potenza Picena: Cesare Paciotti - Indirizzo: via Pirelli 16, zona industriale A, Civitanova Marche (MC) - Tel. +39 0733/7906429; Fornarina - Indirizzo: via Pirelli, zona industriale A - Civitanova Marche (MC) - Tel. +39 0733.829728; Fabi - Indirizzo: Via Bore Chienti (Località Villa S.Filippo), Monte San Giusto (MC) - Tel. +39 0733/8392212; Santoni - Indirizzo: Via Enrico Mattei 59 , Corridonia - Tel. +39 0733.281904 - 0733.281908; Zecchino d'oro - Indirizzo: Via Purità 128, Monte S.GIusto (MC) - Tel. +39 0733-539046; Geox - Indirizzo: Via Alpi 200, Loc. Villa Luciani Montegranaro (FM) - Tel. +39 0734.893901; Kickers - Indirizzo: Via 8 Marzo 7, Monteurano - Tel. +39 0734.843581; Loriblu - indirizzo: Via dell'Economia 9, Porto Sant'Elpidio (FM) - Tel. +39 0734 996649.

Dove mangiare[Modifica sezione]

Ristorante Pizzeria Rosso di Sera in Viale Regina Margherita n. 359 a Porto Potenza Picena regala il gusto dei sapori della buona cucina marchigiana, con specialità a base di carne, pesce e pizza cotta nel forno a legna. (tel: +39 0733 687584)

Ristorante La Lancetta in via Gramsci a Porto Potenza Picena: in un ambiente raffinato ed elegante a pochi metri dal mare offre piatti ricercati a base di pesce fresco, pescato e selezionato direttamente dal titolare. (tel: +39 0733 880639)

Ristorante Orso in Contrada Foce Asola 28/a, inserito armoniosamente tra le verdi colline che sovrastano Porto Potenza Picena ed il Mare Adriatico, all'interno di un vasto parco perfettamente attrezzato per buffet e cene all'aperto ed arricchito da splendidi giochi d'acqua, dispone di ben 4 sale (Imperial, Fiori, Liberty ed Elite) con menù regionali o internazionali a base sia di pesce che di carne, per soddisfare i palati più esigenti. (tel: +39 0733 70220)

Ristorante Chalet L’Ancora in Via Dante Alighieri 42 a Porto Potenza Picena è una vera osteria marinara dove mangiare prelibate specialità di pesce.(tel: +39 0733 880418)

La Locanda dell'Antico Uliveto I piaceri della carne in via Palazzo Rosso 1 a Porto Potenza Picena, con le sue due sale, fumatori e non, offre una spettacolare vista sul mare e sulle colline. Qui è possibile assaporare deliziosi piatti della cucina tradizionale marchigiana.(tel.: +39 0733 880 649 - sito web: www.anticouliveto.com)

Bere[Modifica sezione]

Vita notturna[Modifica sezione]

Dove alloggiare[Modifica sezione]

Camping Village Costa Verde in via regina margherita incrocio Contrada Asola a Porto Potenza Picena. Complesso ricettivo con accesso diretto al mare in un ambiente tranquillo e familiare dotato di tutti i confort. Immerso nel verde, dispone di piazzole ampie e ben ombreggiate dotato di piscina con un ampio solarium ed uno scivolo acquatico. Sulla spiaggia bar, ristorante, servizio ombrelloni e lettini, beach volley. Offre la possibilità di affittare appartamenti o villette con giardino, completamente attrezzati. Intrattenimento serale con musica dal vivo, animazione per bambini ed adulti e acqua gym. Sono benvenuti gli animali domestici. (Informazioni: tel. +39 0733/881215, sito web www.campingcostaverde.it)

Residence Lido Bello in via Gramsci a Porto Potenza Picena. Appartamenti in affitto nel periodo estivo. Fronte mare con spiaggia sabbiosa. (Informazioni: portineria +39 327/1252647)

Natural Village situato dopo Porto Potenza Picena in direzione Porto Recanati (Contradada Torrenova, Potenza Picena, S.S. 16 km 331,48), è una prestigiosa struttura a quattro stelle. Si estende su una splendida superficie verde di 60.000 mq con accesso diretto al mare. I 276 villini costruiti in legno e dipinti con pittura ecologica, si armonizzano perfettamente con il circostante paesaggio marchigiano, consentendo al cliente di immergersi in un’oasi di relax. La struttura presenta un ristorante centrale "NATURAL VILLAGE" riservato ai clienti in pensione completa o mezza pensione con servizio self-service-buffet, lo chalet "NATURAL BEACH" ristorante con servizio à la carte e pizzeria, ampie aree giochi per i più piccini, una boutique, un bar, un mini market con prodotti tipici marchigiani, estetista, parrucchiera, nursery e un teatro utilizzato dall’animazione per vivacizzare le vostre serate. La piscina, sita a soli 800 mt dal villaggio, è raggiungibile tramite un servizio di navetta gratuito messo a disposizione dal Natural Village. Sono inoltre disponibili villini per diversamente abili. (sito web www.nuovonaturalvillage.com)

L’Antico Uliveto, in via Palazzo Rosso 1 a Porto Potenza Picena, dispone di 20 camere, di cui 2 Suite, 6 Deluxe e 12 Superior, tutte concepite per soggiorni all’insegna del lusso e del comfort dove nulla è lasciato al caso, dall’accurata scelta degli arredi, alle accese cromie delle pareti e dei tessuti. Presente una locanda con cucina tipica marchigiana che su richiesta presta attenzione alle esigenze alimentari personali, una caffetteria e una Spa dotata di bagno romano che ricrea l’ atmosfera delle antiche terme romane. (tel.: +39 0733 880 752 - sito web: www.anticouliveto.com)

Comunicazioni[Modifica sezione]

Poste[Modifica sezione]

CAP 62018

Telefoni[Modifica sezione]

Prefisso Telefonico 0733

Internet[Modifica sezione]

Wifi gratuito (Place with Free Wifi) presso il Bar Pizzeria Hermana, viale Regina Margherita 342, Porto Potenza Picena. (tel. +39 0733/880715)

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Carabinieri: Comando Stazione Potenza Picena (Piazza Douhet 29, Potenza Picena, Tel. +39 0733 676242) Carabinieri: Comando di Compagnia e Stazione (Via Cernaia, 9, Civitanova Marche Macerata Tel. +39 0733 825300) Carabinieri: Comando Stazione Civitanova Alta (Via Montefogliano 2, Civitanova Marche Macerata Tel. +39 0733 890114)‎ ‎ Polizia di Stato, Commissariato di P. S. Civitanova Marche (via Dante Alighieri 14/16, Civitanova Marche Macerata Tel +39 0733 825011)

Uscire[Modifica sezione]

Escursioni[Modifica sezione]

Il Monte Conero (circa 20 km da Porto Potenza Picena) con i suoi 572 m di altezza è il promontorio più importante del medio Adriatico e quello che ha le rupi marittime più alte di tutto l'Adriatico italiano (più di 500 metri). Il Parco Regionale Naturale del Conero è un palcoscenico di rara bellezza comprendente un tratto di costa alta e un’ampia fascia collinare interna, caratterizzati da scorci panoramici e da tanta storia. Le sue pendici orientali sul mare sono costituite da falesie calcaree e nella parte restante è dominato da vaste formazioni mediterranee e boschi misti. Originatosi a seguito di una lunga azione di sedimentazione marina iniziata nel Giurassico , il Monte Conero è emerso nel Pliocene, cinque milioni di anni fa. La presenza di cave dismesse, rende il Parco un libro aperto sulla storia geologica della zona e sull’ intera successione stratigrafica dell’ Appennino umbro-marchigiano. Di particolare importanza è la cava di Massignano, divenuta sezione tipo mondiale per il passaggio Eocene/Oligocene, oggi attrezzata per le visite. Istituito nel 1987 per tutelare ricchezza e varietà di flora e fauna e di tesori culturali, il Parco Regionale del Conero vanta numerose peculiarità botaniche come l'euforbia arborescente, la violaciocca e il finocchio selvatico. Tra le specie di mammiferi la salvaguardia del territorio consente la presenza del tasso, volpe, puzzola, riccio, donnola. Ed anche se non autoctoni ma ormai adottati dall’area protetta, di cinghiali e caprioli. Punto noto di migrazione di rapaci, prezioso per chi ama il birdwatching, non di rado il Parco regala altresì lo spettacolo di aironi in volo o posati in punti di sosta. La Riviera del Conero, con il suo alternarsi di spiagge riparate, pareti rocciose a picco sul mare raggiungibili soltanto percorrendo suggestivi e piccoli sentieri o soltanto con la barca, è un luogo di straordinaria bellezza.

In località Genga (circa 80 km da Porto Potenza Picena), si possono visitare le Grotte di Frasassi, scoperte nel 1971 all’interno del Parco naturale regionale della Gola della Rossa. Le Grotte di Frasassi sono grotte carsiche sotterranee, all’interno delle quali si possono ammirare singolari sculture di formazione calcarea, formatesi naturalmente nel corso di milioni di anni, grazie all’azione dell’acqua sulla roccia.

Itinerari[Modifica sezione]

Recanati (circa 17 km da Porto Potenza Picena) ha dato i natali al poeta Giacomo Leopardi (1798-1837). Palazzo Leopardi (via Leopardi 14, Recanati) è la casa natale. Il palazzo è abitato dai discendenti ed aperto al pubblico. Esso venne ristrutturato nelle forme attuali dall'architetto Carlo Orazio Leopardi verso la metà del XVIII secolo. Casa Leopardi con l'esposizione di oggetti e manoscritti dello scrittore consente di ripercorrerne la vita del poeta; la ricca biblioteca del padre, che custodisce oltre 20.000 volumi, consente di comprenderne la formazione. Di qui un percorso segnalato conduce fino al Monte Tabor, il celebre "colle dell'infinito" da cui si può ammirare un incantevole panorama.(Informazioni: tel. 071/757 3380)

Loreto (circa 15 km da Porto Potenza Picena) è famosa per essere la sede della Basilica della Santa Casa, uno dei più importanti e antichi santuari di pellegrinaggio del mondo cattolico. La Basilica ospita la celebre reliquia della Santa Casa dove, secondo la tradizione, la Vergine Maria nacque e visse e dove ricevette l'annuncio della nascita miracolosa di Gesù. Secondo la tradizione cattolica, quando Nazaret, dove la Santa Casa si trovava, stava per essere conquistata nuovamente dai musulmani (nel 1291 cacciarono definitivamente i cristiani da Gerusalemme), degli angeli, scesi dal cielo, strapparono la Casa e la portarono in volo in più tappe a Loreto. Per questo motivo la Madonna di Loreto è venerata come patrona degli aviatori. La Piazza della Madonna si apre al termine dell'asse principale del borgo come un vero e proprio spazio monumentale attorno al quale si dispongono i massimi capolavori architettonici di Loreto. È tutta incentrata verso l'imponente mole del Santuario della Santa Casa iniziato nel 1468, terminato solo verso il XVII secolo e completato dal suo campanile dal Vanvitelli nel 1755. Vi lavorarono il "gotha" degli architetti del tempo: Baccio Pontelli, Bramante, Andrea Sansovino, Giuliano da Sangallo e Antonio da Sangallo il Giovane. La Basilica è in stile gotico-rinascimentale. La cupola ottagonale fu eretta tra il 1498 e il 1500 da Giuliano da Sangallo. La Cappella dell'Annunciazione fu decorata con affreschi di Federico Zuccari, le sagrestie di San Marco e di San Giovanni rispettivamente da Melozzo da Forlì e da Luca Signorelli, il soffitto ed il padiglione della sala del Tesoro dal Pomarancio. I lati nord ed est della piazza sono chiusi dal grandioso Palazzo Apostolico progettato da Giancristoforo Romano e costruito da Andrea Sansovino, Antonio da Sangallo e Giovanni Boccalini. Sul lato sinistro del sagrato si scorge il Monumento a papa Sisto V, opera eseguita nel 1587 da Antonio Calcagni con la collaborazione di Tiburzio Vergelli. Al centro della Piazza si eleva un'artistica fontana, opera di Carlo Maderno e dello zio Giovanni Fontana che la realizzarono tra il 1604 e il 1614. Ornano la fontana alcune sculture in bronzo, lavorate da Tarquinio e Pietro Paolo Jacometti nel 1622.

Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti