Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Piacenza

Da Wikitravel.

Piacenza [1] è una città italiana della regione Emilia-Romagna, capoluogo della provincia omonima.

Da sapere[Modifica sezione]

Geografia[Modifica sezione]

Piacenza è situata nella Pianura Padana ad un'altitudine di 61 metri s.l.m. e sorge sulla riva destra del Po, dove in esso confluiscono il fiume Trebbia a ovest e il torrente Nure ad est della città. Ad una quindicina di chilometri in direzione sud, compaiono i declivi dei Colli Piacentini, prime propaggini dell'Appennino Ligure. La posizione geografica ne ha da sempre determinato le sorti strategico-militari e ne ha fatto un importante nodo autostradale e ferroviario.

Clima[Modifica sezione]

Il clima è tipicamente continentale, caratterizzato da una grande umidità dovuta alla vicinanza della confluenza del fiume Trebbia nel fiume Po. Le estati sono calde e afose, le massime del mese di Luglio si aggirano attorno ai +30 °C mentre le minime sono di poco superiori ai +17 °C. La giornata più calda mai registrata è 13 Agosto 2003 in cui il termometro ha segnato i +40.4 °C.

Gli inverni sono rigidi ed umidi, nel mese di gennaio le temperature oscillano tra i -3 e +2 °C. Il record per la giornata più fredda spetta al 13 gennaio 1985 in cui la minima ha raggiunto il valore di -22 °C.

Le precipitazioni sono abbondanti nel periodo autunnale (223 mm) e primaverile (107 mm), nel periodo invernale sono meno frequenti ma spesso a carattere nevoso. Nel 1985 si è registrata la quota record di 1,5 m.

Storia[Modifica sezione]

Piacenza vanta una storia molto antica ed un pregevole scenario artistico e culturale, sebbene spesso sia stata teatro di battaglie e preda di saccheggi, che ne hanno impoverito il patrimonio artistico, a causa della sua posizione strategica.

Fondata nel 218 a.C. (probabilmente su un insediamento gallico già esistente) ricevette lo status di civitas romana e il conseguente dono delle insegne con la lupa, in quanto prima colonia romana (assieme alla "gemella" Cremona).

Nel periodo della Repubblica e dell'Impero romano la città conosce un periodo fiorente, tanto che lo stesso Tacito parla di Placentia come di una "colonia potente per forze e per ricchezze". Il porto sul fiume Po e l'importante Via Emilia ne consacrano la naturale vocazione logistica. Sebbene teatro di numerose battaglie fin dai tempi delle guerre Puniche (celebre la Battaglia della Trebbia contro Annibale) la città si risolleva sempre. Nel 476 d.C., proprio a Piacenza si concluse il ciclo storico dell'Impero Romano d'Occidente con l'uccisione del generale Flavio Oreste e la successiva deposizione dell'ultimo imperatore,Romolo Augusto, ad opera del re degli Eruli Odoacre.

Con la caduta dell'impero romano Piacenza è preda dei saccheggi e delle invasioni barbariche, e al centro di diverse lotte di potere con i comuni limitrofi e contro il Barbarossa. Si conferma comunque a centro della vita politica del tempo, teatro di avvenimenti tra i più importanti dell'epoca come La dieta di Roncaglia, e il Concilio di Piacenza con il quale il Papa Urbano II ha indetto la prima crociata (concilio a cui fece seguito quello di Clermont).

La città torna a fiorire nel XVI secolo, secolo in cui Papa Paolo III fonda il Ducato di Piacenza e Parma e vi pone a capo il proprio figlio Pierluigi Farnese. L'arrivo dei Farnese è fortemente osteggiato dalla nobiltà locale, tanto da culminare con l'assassinio del duca. I Farnese spostano quindi la capitale a Parma e rinominano il ducato. In questo periodo a Piacenza si succedono diversi regnanti, spesso con battaglie sanguinose, tra le quali l'annessione all'impero francese da parte di Napoleone. L'esercio napoleonico perpetra un violento saccheggio ai danni della città, spogliandola di molte opere tuttore esposte nei musei francesi.

Con un plebiscito del 10 maggio 1848 Piacenza chiese l'annessione al nascente Regno d'Italia, Il re Carlo Alberto proclamava così Piacenza Primogenita dell'Unità d'Italia, titolo -quello di "Primogenita d'Italia"- di cui la città ancora si fregia. Il massiccio arruolamento dei piacentini fra le truppe volontarie guidate da Giuseppe Garibaldi rappresentano la continuazione dell'impegno a favore dell'indipendenza. Durante la Seconda guerra mondiale la città fu pesantemente colpita dai bombardamenti aerei degli Alleati che fecero crollare anche l'importante ponte ferroviario sul Po, la stazione ferroviaria, l'ospedale e l'arsenale oltre a porzioni del centro storico. Fuori città, in collina e sull'Appennino, erano attivi diversi nuclei di partigiani che combattevano l'esercito nazista.

La città di Piacenza è decorata con medaglia d'oro come "benemerita del Risorgimento nazionale" per le azioni altamente patriottiche compiute dalla città nel periodo del Risorgimento. Inoltre è tra le città decorate al valor militare per la guerra di liberazione perché è stata insignita della medaglia d'oro al valor militare il 9 aprile 1949.

Come arrivare[Modifica sezione]

In aereo[Modifica sezione]

Gli aeroporti più prossimi alla città sono quelli di Milano Linate (66 km.) [2], di Parma (67 km.) [3], Bergamo-Orio al Serio (113 km.) [4] e Milano Malpensa (120 km.) [5].

In treno[Modifica sezione]

Piacenza è servita da una stazione ferroviaria posta all'ingresso del centro storico in piazzale Guglielmo Marconi.

In auto[Modifica sezione]

Il territorio comunale di Piacenza è attraversato dalle autostrade A1 e A21. La città è raggiungibile da Milano con l'A1 imboccando l'uscita Piacenza Nord, da Bologna, Firenze e Roma tramite l'uscita Piacenza Sud; da Genova e Torino si arriva con l'A21 all'uscita Piacenza Ovest e da Brescia con l'A21 a Piacenza Sud.

In autobus[Modifica sezione]

In nave[Modifica sezione]

Come spostarsi[Modifica sezione]

Il centro storico può essere visitato a piedi. Tuttavia, è possibile muoversi in città con gli autobus urbani gestiti da Seta [6], il cui terminal e biglietteria sono situati in piazza Cittadella (tel. 840 000 216), e in bicicletta grazie al servizio regionale di bike sharing "Mi muovo in bici" [7] o per mezzo del servizio di noleggio biciclette attivo alla stazione ferroviaria in piazzale Guglielmo Marconi [8].

Le auto possono essere lasciate in diversi parcheggi gratuiti, a pagamento e custoditi posti all'ingresso della città, alle porte del centro storico e in centro storico. [9].

Da vedere[Modifica sezione]

Musei [10][Modifica sezione]

  • Musei civici di Palazzo Farnese [11]
  • Galleria di arte moderna "Ricci Oddi" [12]
  • Museo civico di storia naturale [13]

Chiese[Modifica sezione]

  • Duomo
  • Basilica di Sant'Antonino
  • Chiesa di San Vincenzo
  • Chiesa di San Savino
  • Chiesa di Santa Maria di Campagna
  • Chiesa di San Sisto
  • Chiesa di San Sepolcro
  • Basilica di San Francesco

Monumenti[Modifica sezione]

  • Palazzo Comunale (conosciuto anche come palazzo Gotico)
  • Palazzo Farnese e Cittadella Viscontea

Altro[Modifica sezione]

  • Piazza dei Cavalli
  • Piazza Duomo
  • Corso Vittorio Emanuele
  • Via XX Settembre

Attività ricreative[Modifica sezione]

Teatri [14][Modifica sezione]

  • Teatro municipale
  • Teatro San Matteo
  • Teatro dei filodrammatici
  • Sala dei Teatini
  • Teatro President
  • Trieste 34 [15]

Folclore e manifestazioni[Modifica sezione]

  • Fiera di Sant'Antonino, si svolge il 4 luglio in occasione della celebrazione del santo patrono.
  • Festa di Santa Rita da Cascia
  • Festival del diritto
  • Piacenza Jazz Fest
  • Cena bianca
  • Venerdì piacentini [16]
  • Omeofest [17], festival internazionale dell'omeopatia che ha luogo a maggio. A conferenze specialistiche alterna appuntamenti musicali, artistici e culturali.

Opportunità di studio[Modifica sezione]

A Piacenza sono presenti un distaccamento dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano [18] con quattro facoltà (Scienze agrarie, Economia, Giurisprudenza e Scienze della formazione) e uno del Politecnico di Milano [19].

Opportunità di lavoro[Modifica sezione]

Acquisti[Modifica sezione]

Dove mangiare[Modifica sezione]

Economici[Modifica sezione]

Prezzi medi[Modifica sezione]

Prezzi elevati[Modifica sezione]

Bere[Modifica sezione]

Vita notturna[Modifica sezione]

Dove alloggiare[Modifica sezione]

Economici[Modifica sezione]

Ostello Don Zermani [20]
Via Zoni, 38/40 29100 - Piacenza
Tel. 0523 712319
Fax 0523 712319
e-mail info@ostellodipiacenza.it

L'ostello "Don Zermani" si trova a pochi passi dal centro storico di Piacenza, in una zona residenziale della città, tranquilla e ben servita dai mezzi pubblici. La struttura è priva di barriere architettoniche, dispone di ascensore e di servizi idonei ai clienti con esigenze speciali.

Prezzi medi[Modifica sezione]

Via Emilia Pavese, 114/A - 29100 Piacenza
Tel: +39 0523 493811 - Fax: +39 02 49522251
E-mail: reservation.piacenza@ideahotel.it

L'Idea Hotel Piacenza è un hotel 3 stelle situato a soli 200 metri dall’uscita Piacenza Ovest dell’autostrada A21 Torino-Piacenza-Brescia. Il centro città di Piacenza dista circa 2,5 Km.

Strada Val Nure 7 - 29100 - Piacenza (PC)
Coordinate GPS: lat. 45,030168 - long. 9,68611
Tel: +39 0523 712600 - Fax: 0523 453024
E-mail: park.pc@bestwestern.it

Facilmente raggiungibile da ogni uscita autostradale. Ideale per soggiorni di lavoro e per itinerari enogastronomici alla ricerca di una genuinità ormai dimenticata che Piacenza ed i suoi dintorni possono ancora offrire in un ricco contesto storico e naturalistico.

Prezzi elevati[Modifica sezione]

Via Primo Maggio, 82 - 29100 - Piacenza - Italia
Tel +39 0523.712222 - Fax +39 0523.711301

Ubicato in una delle strade principali alle porte del centro di Piacenza, l'Hotel Ovest vi propone camere moderne, provviste della connessione internet gratuita e di una TV da 32" a schermo piatto.


  • Grande Albergo Roma [24]

Via Cittadella, 14 - 29100 Piacenza Italia
tel. 0523 323201 (3 linee R.A.) fax 0523 330548


Situato nel centro storico della città, a due passi dalla celebre Piazza Cavalli il Grande Albergo Roma è da quarant’anni il simbolo della tradizione alberghiera di Piacenza.

Comunicazioni[Modifica sezione]

Poste[Modifica sezione]

Telefoni[Modifica sezione]

Internet[Modifica sezione]

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Uscire[Modifica sezione]

Escursioni[Modifica sezione]

Itinerari[Modifica sezione]


Quest'articolo è uno stub e ha bisogno del tuo aiuto. Esso contiene minime informazioni. Per favore buttati e aiutalo!



Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti