Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Palau, Sardegna

Da Wikitravel.

Palau[1] è una delle più spettacolari coste della Sardegna nord-orientale, di fronte all’Isola della Maddalena. Fino al 1959 era una semplice frazione di Tempio Pausania, oggi è un Comune autonomo di successo nel panorama del turismo internazionale. La sua fama scaturisce principalmente dalla bellezza delle sue spiaggie: Cala Capra, La Sciumara, Porto Pollo, Porto Faro.

Da sapere[Modifica sezione]

Il gigantesco Orso di Palau è il nome dato ad una roccia granitica per le sembianze con l’omonimo animale, peculiarità modellata nei secoli. Una scultura naturale che ha dato il nome al promontorio su cui sorge, meta obbligatoria per tutti i visitatori.

Da vedere[Modifica sezione]

Da visitare è l’Isola della Maddalena[2], concedendosi una gita in barca o visitare la Tomba del Gigante in un sito archeologico all’aria aperta e ancora i fortini militari nei pressi delle Bocche di Bonifacio.


Attività ricreative[Modifica sezione]

La vita ruota attorno ai moli e agli ormeggi del porto turistico. Il punto panoramico Batteria del Monte Altura è un ottimo esempio su come trascorrere la serata in uno dei numerosi locali notturni presenti nel paese.

Feste e intrattenimento si susseguono anche nel Porto Raphael,il cui nome richiama il Conte Raphael Neville che dagli anni sessanta si innamorò della cittadina.

Dove alloggiare[Modifica sezione]

Palau offre differenti tipi di sistemazione: albergi di lusso, rifugi esclusivi e centri benessere, ideali anche per le famiglie .

Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue