Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Nuova Zelanda

Da Wikitravel.
Oceania : Australasia : Nuova Zelanda

Questa pagina non è ancora stata tradotta completamente dalla lingua inglese. Se puoi, terminala o riscrivila tu, eliminando il testo in lingua straniera quando hai finito. Non usare traduttori automatici! Per l'elenco completo delle altre pagine da tradurre dalla stessa lingua vedi la relativa categoria.
Nota: se non vedi il testo da tradurre potrebbe essere nascosto, fai clic su modifica per visualizzarlo.


noframe
Localizzazione
noframe
Bandiera
Nz-flag.png
In breve
Capitale Wellington
Governo Repubbica parlamentare
Valuta Dollaro della nuova Zelanda (NZD)
Abitanti 4,076,140 (luglio 2006)
Lingua ufficiale Inglese, Maori
Religione Anglicana 15%, Cattolica 12%, Presbiteriana 11%, Metodista 3%, Pentecostale 1.7%, Battista 1.3%, altre confessioni cristiane 9%, altre 3%, non specificate o nessuna 43%
Prefisso +64
Internet TLD .nz

La Nuova Zelanda (in inglese New Zealand) è uno stato insulare dal clima sub-tropicale e temperato situato nell'oceano Pacifico meridionale. Un'ex colonia britannica la cui popolazione è per la maggior parte di discendenza europea con una considerevole minoranza di Maori ed altre, meno rilevanti, di Polinesiani e gruppi affini. Un paese moderno ma scarsamente popolato caratterizzato da paesaggi molto belli con varie possibilità di attività ricreative all'aria aperta.

Regioni[Modifica sezione]

La Nuova Zelanda è composta da due isole maggiori più molte altre di piccola o piccolissima grandezza. Le regioni sono elencate di seguito procedendo da Nord a sud. Sono regioni turistiche che non coincidono necessariamente con la divisione amministrativa del paese.

  • (L') isola settentrionale — calda con paesaggi molto vari che vanno dai litorali sabbiosi alle cime di vulcani ancora attivi passando attraverso estese fattorie e foreste.

gion]]




Città[Modifica sezione]

mappa della Nuova Zelanda

Da nord a sud:

Isola settentrionale:

  • Whangarei
  • Auckland — "La città delle vele." La più vasta e più popolosa città del paese con più di un milione di abitanti nella sua area metropolitana. (995.000 ab. area metropolitana 1.050.000 ab.)
  • Hamilton — La città, nella regione di Waikato è ad un'ora e mezza a sud di Auckland. (164.000 ab.)
  • Tauranga — Nella Bay of Plenty, a circa due ore a sud di Auckland.
  • Gisborne
  • Rotorua — Famosa per i geysers e per le piscine naturali di acqua termale con quel tipico odore di zolfo (come le uova non proprio fresche!) (21.000 ab.)
  • Napier and Hastings — Art Deco and wine in the sunny Hawkes Bay.
  • New Plymouth (29.000 ab.)
  • Wanganui — A river city, bloom events and filming spot for the movie "River Queen" (57.000 ab.)
  • Palmerston North (51.000 ab.)
  • Wellington — The national capital — home of the Parliament and the Beehive. "The Windy City" (334.000 ab.)

South Island:

  • Nelson — Sunny. (68.000 ab.)
  • Kaikoura — A great place for whale watching
  • Christchurch — The Garden City. Where the famous 'Wizard' lives and appears every week, by the cathedral, in the square! (328.000 ab.)
  • Queenstown — Home to a large portion of the adventure sports in NZ.
  • Dunedin — The Edinburgh of the South. Proud of its Scots heritage and chocolate factory. (111.000 ab.)
  • Invercargill — The most southerly city in New Zealand. (104.000 ab.)

Altre destinazioni[Modifica sezione]

Comprendere[Modifica sezione]

La geografia[Modifica sezione]

La Nuova Zelanda è composta da due isole maggiori divise dallo stretto di Cook e diverse isole minori nell'Oceano Pacifico meridionale, a circa 2.000 km a sudest dell'Australia. Lo stato è popolato da circa 4 milioni di abitanti. La città più grande è Auckland con circa 1,25 milioni di abitanti.

Colonizzazione e storia[Modifica sezione]

Fusi orari[Modifica sezione]

Sport[Modifica sezione]

Lo sport nazionale è il rugby, e il cricket d'estate.

Clima[Modifica sezione]

Temperatures in (°C)JanFebMarAprMayJunJulAugSepOctNovDec
North Island232423201715141517182022
South Island222219171411111215171921

Film girati in Nuova Zelanda[Modifica sezione]

  • Lezioni di piano
  • Il Signore degli Anelli
  • Indian - La grande sfida

Turismo[Modifica sezione]

Tourism New Zealand

Come arrivare[Modifica sezione]

Visti e requisiti d'ingresso[Modifica sezione]

Periodi di Quarantena[Modifica sezione]

L'economia della Nuova Zelanda è basata sull'agricoltura: l'importazione, anche in piccole quantità, di cibo e materie prime di origine vegetale o animale è rigorosamente controllata allo scopo di limitare la diffusione di malattie e parassiti di piante e animali. La Nuova Zelanda ha leggi molto severe riguardo la protezione della sicurezza della biosfera che sono fatte osservare con scrupolo dagli agenti e dai funzionari addetti. L'importazione e il possesso di gran parte di stupefacenti, tra cui la cannabis, è illegale.

Alla dogana i bagagli dei passeggeri saranno ispezionati sia dai servizi dell'Agricoltura che da quelli delle Dogane, i quali confischeranno ogni articolo proibito. Tra gli oggetti da dichiarare vi sono: ogni tipo di cibo; ogni tipo di pianta; ogni animale, sostanza di origine animale o campione biologico; attrezzature sportive, calzature e attrezzature da campeggio sporche o infangate; qualsiasi cosa possa essere stata a contatto con terreno agricolo, usata in una fattoria o a contatto con animali.

Il cibo in confezioni commerciali è normalmente fatto passare alla dogana. E' meglio dichiarare ogni articolo su cui si hanno dubbi ai funzionari doganali, i quali potranno dirvi se potrete portarlo con voi o se ve ne dobbiate liberare prima dell'ingresso. Possono essere comminate multe immediate pari a diverse centinaia di dollari se articoli proibiti non vengono dichiarati. Alcuni articoli potranno essere sottoposti a sterilizzazione o fumigazione prima di esservi restituiti.

Se portate con voi mazze e calzature da golf è opportuno pulirle prima di mettervi in viaggio. E' anche opportuno rimuovere i chiodi dalle calzature.

Se vi sono irregolarità nella compilazione della sezione quarantena della carta di arrivo, o se questa non viene compilata, può essere comminata una multa immediata di almeno 200 dollari. Violazioni gravi possono risultare in una multa fino a 100.000 dollari e ad una condanna fino a cinque anni di prigione. E' necessario dichiarare gli oggetti come richiesto oppure liberarsene lasciandoli negli appositi contenitori prima di passare la dogana.


In aereo[Modifica sezione]

Gli aeroporti internazionali sono ad Auckland, Hamilton, Palmerston North, Wellington, Christchurch, Dunedin e Queenstown.

Come spostarsi[Modifica sezione]

In treno[Modifica sezione]

In aereo[Modifica sezione]

Tassa di partenza

Prima di lasciare la Nuova Zelanda ogni passeggero sopra i 12 anni e su qualsiasi volo deve pagare in aereoporto NZ$22 – NZ$25. Questa tassa può essere pagata con carta di credito.

I voli nazionali hanno prezzi ragionevoli, e spesso sono più economici dello spostamento in auto o in treno, specie se si deve passara da un'isola all'altra.

In auto[Modifica sezione]

In autobus[Modifica sezione]

In pullman[Modifica sezione]

In nave[Modifica sezione]

In biciclettae[Modifica sezione]

In autostop[Modifica sezione]

Da vedere[Modifica sezione]

Itinerari[Modifica sezione]

Attività ricreative[Modifica sezione]

Lingue parlate[Modifica sezione]

Espressioni comuni[Modifica sezione]

L'inglese parlato della Nuova Zelanda è generalmente simile all'inglese britannico. Vi sono però dei prestiti dalla lingua Maori, e vi sono alcuni modi di dire tipici del luogo o che potrebbero confondere il visitatore.

  • Bach (pron. "batch") — Abitazione pr le vacanze (spesso sulla spiaggia e assai spartana). Nell'Isola Meridionale è spesso chiamata "crib".
  • Bring a plate — (porta un vassoio) i partecipanti ad un certo evento sono invitati a portare un vassoio di cibo da condividere con gli altri.
  • BYO — Bring Your Own (portati il tuo). Un'aggiunta al nome di un ristorante che non ha (o più probabilmente non aveva) il permesso di vendere alcolici. Significa che è senz'altro possibile portarsi il proprio vino. Spesso viene fatto pagare un piccolo sovrapprezzo per "stapparlo" (simile al "coperto").
  • Bugger — Interiezione volgare. Ha guadagnato una certa legittimità e notorietà in quanto è stata usata in una divertente pubblicità televisiva. Può essere tradotta come "Ma guarda!" o per significare forte insoddisfazione. Può essere ritenuta offensiva da alcune persone, ma è comunque accettabile nella conversazione informale maschile.
  • Dairy — Negozio di quartiere, emporio. Termine che pochi forestieri comprendono ma molto usato dai locali, i quali hanno problemi quando a loro volta viaggiano oltremare e chiedono dov'è il dairy shop.
  • Entry by gold (or silver) coin (donation) — Il biglietto di ingresso per un evento, un'a esibizione, una galleria d'arte o un museo viene pagato con una moneta del metallo richiesto, spesso da depositarsi in una cassetta all'ingresso. Le monete d'"oro" in Nuova Zelanda sono da 1 e 2 dollari, quelle d'"argento" da 5, 10, 20 e 50 centesimi. Si veda anche "Koha" più avanti.
  • Ladies a plate — (Le signore portino un vassoio) A coloro che partecipano ad eventi sociali è richiesto di portare un vassoio di cibo pronto da mangiare. Tipicamente si tratta di dolci o torte salate preparate da un membro di ogni famiglia o coppia, non necessariamente la "signora".
  • Claytons — Descrivere qualcosa come un "Claytons" significa dire che l'oggetto non è perfettamente funzionante o è una modesta imitazione dell'originale. Dal nome del whisky analcolico che venne messo in commercio (senza successo) tra i tardi anni '70 e i primi anni '80 con lo slogan The drink you're having when you are not having a drink (il drink che bevete quando non bevete un drink).
  • Glidetime — Orario di lavoro flessibile (detto anche flexitime), spesso utilizzato dai public servants (dipendenti pubblici o di imprese pubbliche), i quali possono cominciare e terminare la giornata di lavoro quando desiderano, tra le 7 e le 18, col vincolo di lavorare tra le 9.30 e le 12 e tra le 14 e le 15.30 per una media di 40 ore settimanali. E' anche il nome di una commedia teatrale sui dipendenti pubblici.
  • Social welfare — Organizzazione statale che si occupa della protezione dei bambini, sussidi economici e collocamento per i disoccupati.
  • Beneficiary — Una persona in età attiva che riceve assistenza pubblica sotto forma di assistenza al reddito o sussidi di disoccupazione.
  • Pensioner — Pensionato, civile o militare.
  • Superannuitants — Pensionato che riceve una pensione sociale nota come New Zealand Superannuation. Questa pensione sociale viene pagata a tutti coloro che superano i 65 anni.
  • Hui — Un incontro o raduno per discutere specifici argomenti di interesse pubblico nella maniera tradizionale Maori.
  • Iwi — Una tribù o popolazione Maori, a volte detta anche Waka (canoa), in quanto molte iwi prendono il nome dalle canoe in grado di attraversare l'oceano che hanno portato i loro antenati in Nuova Zelanda.
  • Kiwi - Termine gergale che i neozelandesi usano per sé stessi nonché per il dollaro neozelandese. Deriva dal nome di un uccello locale a rischio di estinzione. I neozelandesi possono sentirsi offesi se viene usato all'estero per indicare il frutto localmente conosciuto come kiwi-fruit.
  • Koha — Termine Maori per regalo o donazione. Spesso si tratta di uno scambio di doni. A volte un cartello di ingresso dice "Entry Koha", a significare che dovreste lasciare una moneta da 1 o 2 dollari o quello che ritenete opportuno come donazione.
  • Kai — Cibo. Di uso comune sia tra Maori che Europei.
  • Marae — Un punto di ritrovo o di raduno tradizionale Maori. Anche il centro di una comunità.
  • Pakeha — Il termine Maori per definire i neozelandesi di origine europea. Si pensa tragga origine da una storia Maori riguardo creature bianche dette 'pakepakeha'. Alcuni neozelandesi europei lo trovano offensivo, mentre altri vedono in questo nome come parte della loro identità. Molti bianchi di indole liberale le cui famiglie sono presenti da lungo tempo in Nuova Zelanda chiamano sé stessi Pakeha per distinguersi da altri neozelandesi di origine europea ma di arrivo più recente.
  • Powhiri — Una cerimonia di benvenuto Maori. Svolta soprattutto ad un marae, ora può avvenire anche all'inizio di una conferenza o di un grande incontro collettivo.
  • Whanau — Una famiglia (estesa) Maori. Gente dello stesso tipo.
  • Wharenui — La "casa dell'incontro" (letteralmente grande casa) di un marae. Usato spesso in pubblicità in allitterazione con "friends" e "whanau".
  • Wharekai — La sala da pranzo e/o la cucina (letteralmente casa del cibo) di un marae.


Valuta[Modifica sezione]

Electronic banking/purchasing[Modifica sezione]

I neozelandesi sono tra i maggiori utilizzatori di sistemi di pagamento elettronici. I bancomat (localmente noti come "buchi nel muro") sono disponibili praticamente ovunque, anche nei villaggi senza banche. La gran parte dei negozi hanno terminali POS per carte di credito e di debito. Le carte di credito possono non essere accettate da piccoli negozi di alimentari (dairies), rosticcerie e bar. Alcuni piccoli esercizi possono richiedere una spesa di almeno 10 dollari qualora acconsentano a fornire denaro contante. Le banche offrono ampi servizi via telefono e internet. Se pianificate una permanenza abbastanza lunga in Nuova Zelanda potrebbe convenirvi aprire un conto corrente neozelandese per ottenere una carta bancomat locale per evitare di portare troppo contante con voi. Inoltre il resto in moneta può essere più pesante e ingombrante di quanto vi possiate aspettare.

negoziazione sui prezzi[Modifica sezione]

A causa di severe leggi sulla pubblicità, il prezzo esposto è generalmente il prezzo finale di acquisto di quasi tutte le merci in vendita in Nuova Zelanda. Il concetto che "il prezzo dichiarato è il prezzo che si paga" è fortemente consolidato nella cultura neozelandese.

La gran parte dei negozianti non contratteranno sul prezzo, anche se alcuni faranno lo stesso prezzo della concorrenza, o anche un prezzo inferiore, se potete trovare lo stesso articolo ad un prezzo più conveniente del loro. Pare che questo comportamento stia cambiando: si dice che i negozianti di elettrodomestici ed elettronica siano ben disposti alla negoziazione del prezzo pur di vendere, soprattutto se si tratta di apparecchi molto costosi o se ne dovete acquistare parecchi. In alcuni negozi sarete voi a dover chiedere uno sconto (loro non ve lo offriranno certamente se vi vedranno pronti a pagare il prezzo pieno), in altri saranno gli stessi commessi ad offrirvi sconti sui prodotti più costosi.


Tasse e imposte[Modifica sezione]

Mance[Modifica sezione]

Negli alberghi, nei ristoranti e bar i prezzi includono il servizio e non ci si aspettano mance anche se negli esercizi dedicati ai turisti le mance non sono sconosciute. Tuttavia non sorprendetevi se riceverete sguardi interrogativi in alcune situazioni, e non offendetevi se la vostra mancia viene inizialmente rifiutata o è motivo di discussione, perché i neozelandesi non sono abituati alle mance. La scarsa familiarità dei neozelandesi con le mance li mette a disagio quando si trovano nei paesi dove invece sono usate. Le mance sono viste come una volgarità forestiera, un "pagare due volte" o addirittura una specie di corruzione. Il personale di alcuni esercizi può perdere il posto di lavoro se accetta mance. Nelle grandi città le mance tendono ad essere accettate di buon grado dai lavoratori, soprattutto d'estate quando gli studenti fanno i camerieri part time, ma sono considerate comunque una seccatura da parte dei più anziani. Possono esservi contenitori di monete sul bancone, ma sono per dare i resti e non ci si aspetta che i clienti vi lascino monete.

Cucina[Modifica sezione]

Bevande[Modifica sezione]

Dove alloggiare[Modifica sezione]

Apprendere[Modifica sezione]

Opportunità di lavoro/Business[Modifica sezione]

A breve termine[Modifica sezione]

A lungo termine[Modifica sezione]

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Crimine[Modifica sezione]

Natural hazards[Modifica sezione]

Prevenzione sanitaria[Modifica sezione]

Rispettare gli usi[Modifica sezione]

La cultura Maori[Modifica sezione]

Relationship with Australia[Modifica sezione]

Rimanere in contatto[Modifica sezione]

Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti