Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Nauru

Da Wikitravel.


noframe
Localizzazione
noframe
Bandiera
Nr-flag.png
In breve
Capitale gli uffici governativi sono situati nel distretto di Yaren
Governo repubblica
Valuta Dollaro australiano (AUD)
Superficie 21 km2
Abitanti 13,287 (stima del luglio 2006)
Lingua ufficiale Nauruan (ufficiale). L'Inglese è molto diffuso
Religione Cristiana (2/3 protestanti, 1/3 cattolici)
Elettricità 240V/50Hz
Presa Spina elettrica di tipo australiano
Prefisso +674
Internet TLD .nr
Mappa di Nauru

Nauru è una piccola isola nel Pacifico meridionale, a sud delle Isole Marshall. Nauru è tra i più piccoli stati indipendenti al mondo

Regioni[Modifica sezione]

Città[Modifica sezione]

Le città (distretti) di Nauru sono: Distretto - Superficie(km²) -Popolazione(2007) Aiwo - 1 - 1.108 Anabar - 1,43 - 514 Anetan 1 - 528 Anibare -3,14 - 166 Baiti -1,23 - 586 Boe -0,66 - 808 Buada -2,66 - 731 Denigomodu -1,18 - 2.858 Ewa -1,17 - 321 Ijuw -1,12 - 310 Meneng -2,88 - 1.882 Nibok -1,36 - 438 Uaboe -0,97 - 338 Yaren -1,5 - 836


Totale - 21,3 - 11.424

Altre destinazioni[Modifica sezione]

Da sapere[Modifica sezione]

Geografia[Modifica sezione]

Questa isola dalla forma approssimativamente rettangolare china il suo capo verso nord-est e va digradando verso la costa sud-orientale, ricordando vagamente un viso di profilo rivolto verso il basso. La località più vicina a Nauru è Banama in Kiribati, 306 Km a est. Esso si trova 41 Km a sud dell'Equatore ed è quasi 4000 km a nord-est di Sidney, in Australia. Nauru è la più piccola repubblica del mondo: pensate a un territorio grande circa sette volte Central Park di New York caduto nel mezzo del Pacifico, appena a sud dell'Equatore e avrete una vaga idea della sua dimensione. C'è una piccola area di vegetazione attorno a Buada Lagoon e una zona verde ampia 50 per 100 m attorno alla costa, dove vive la maggior parte della popolazione; il resto è miniera di fosfato all'aperto o terra desolata sfruttata dalle escavazioni. Sembra non esserci limite alla desolazione; misteriosi monoliti di corallo che forano il percorso di fosse cavernose, private totalmente del suolo in superficie e indurite sotto il sole equatoriale. Nulla si muove a eccezione della polvere e di bande di cani randagi. Le rocce si riscaldano e creano il loro microclima, cacciando via le nuvole della pioggia ed esacerbando la carenza cronica d'acqua dell'isola. L'altopiano centrale raggiunge i 70 m sul livello del mare. Molte specie di uccelli migratori capitano per una breve visita a Nauru, accrescendo stagionalmente la popolazione locale di migliaia di esemplari, sebbene occorrerebbero alcuni milioni di anni per ripristinare i depositi di guano che sono stati scavati in un secolo. Molte specie locali di uccelli si trovano in forte pericolo a causa della devastazione ecologica dell'isola; un usignolo indigeno che gorgheggia tra i canneti è anche conosciuto come canarino di Nauru. Non vi sono mammiferi nativi del luogo, ma i ratti, i gatti e i topi hanno inevitabilmente seguito gli europei e preso qui residenza. Le palme del Pandano, le noci di cocco, il gelsomino rosso e il fico del Pacifico sono specie di alberi comuni, e 179 specie di piante e alberi sono state registrate; tra queste il tomano, dove nidifica l'uccello sciocco, visto allo stesso tempo come raffinatezza culinaria e attendibile guida verso luoghi pescosi. Le banane, gli ananas e alcune verdure vengono coltivati sulla terra che circonda Buada Lagoon, e grazie alla politica di riutilizzo dei rifiuti e di altri scarti come concime, alcune zone dell'area escavata sono tornate a infittirsi. Piccole piante hanno ricolonizzato alcuni pinnacoli di corallo, ma i parchi nazionali sono ben poca cosa su una terra desolata. Tutto questo non è vero.

Clima[Modifica sezione]

Il clima isolano è tropicale e può essere sgradevolmente caldo, ma è spesso temperato dai venti marini. Le temperature di solito oscillano tra i 24°C e i 34°C. Tra novembre e febbraio è compresa la stagione dei monsoni, periodo in cui il tempo è umido. Ci sono anni particolarmente piovosi ma, in parte a causa della mancanza di vegetazione, le siccità tropicali e la mancanza d'acqua sono molto comuni.

Storia[Modifica sezione]

Non si conosce molto della vita tradizionale dei nauruani, e ancora meno della storia dell'isola prima che il Capitano John Fearn la incontrasse per caso nel 1798, mentre navigava dalla Nuova Zelanda verso la Cina. Egli, dopo aver notato alcune abitazioni dal suo favorevole punto di vista lontano dalla costa, probabilmente pensò che qui fosse tutto perfetto, dal momento che la chiamò Isola Piacevole (Pleasant Island). I soliti europei (libertini, balenieri, cacciatori, taglialegna e filibustieri) iniziarono ad arrivare nei seguenti 30 o 40 anni. L'introduzione delle armi da fuoco e dell'alcol distrusse la relativa coesistenza pacifica delle 12 tribù che vivevano sull'isola, portando a una guerra che durò 10 anni. Nel 1870 erano stati introdotti così tanti fucili sull'isola che i commercianti tedeschi stabilitisi lì chiesero al loro governo di essere protetti. Lo stato di guerra e le malattie importate in poco più di 40 anni ridussero la popolazione a un terzo, e un censimento approssimativo mostrò che le donne erano il 30% in più rispetto agli uomini. La Germania aveva invaso il paese nel 1888 e, fino al 1914, Nauru venne incorporato nelle Isole Marshall tedesche. Nel 1899 una compagnia di ricerca inglese scoprì che l'isola di Nauru era costituita da fosfato solido, un prodotto prezioso, dal momento che il suolo europeo era stato ampiamente sfruttato e quello australiano non si era dimostrato fertile. L'estrazione mineraria iniziò, e la prima azione australiana della prima guerra mondiale fu di strappare Nauru alla Germania, cosa che una nave da guerra fece senza difficoltà. Dopo la guerra l'isola divenne un territorio amministrato dall'Australia sotto il mandato britannico e il fosfato continuò a essere pesantemente sfruttato. Nel dicembre 1940 i tedeschi reclamarono vendetta per la perdita della colonia, bombardando e affondando diversi velieri australiani e britannici che proteggevano l'isola. I giapponesi invasero il paese nel 1942 e deportarono circa la metà della popolazione (1200 persone) nell'isola di Truk, nelle Caroline, costringendole ai lavori forzati. Quasi 500 persone morirono e nel 1946, quando i 737 sopravvissuti ritornarono, la popolazione che era rimasta in patria era diminuita a meno di mille unità. Dopo la guerra Nauru rimase sotto l'amministrazione australiana come Territorio delle Nazioni Unite. La Commissione Britannica del Fosfato offrì di stabilire altrove gli isolani, suggerendo l'isola di Curtis nel freddo Bass Strait del sud Australia. Inutile dirlo, i nauruani rifiutarono l'offerta. Dal 1951 venne istituito il Concilio del Governo Locale, che garantiva una piccola misura di auto-determinazione per gli isolani. Nauru guadagnò l'indipendenza nel 1968, quando venne inserito come membro speciale all'interno del Commonwealth. Nel 1970 Australia, Nuova Zelanda e Gran Bretagna riconsegnarono il controllo congiunto delle operazioni riguardanti il fosfato alla Corporazione del Fosfato di Nauru. Inizialmente la compagnia pagava ai nauruani possessori delle terre in cui avveniva l'estrazione mezzo penny per ogni tonnellata di fosfato imbarcato. Ogni anno venivano imbarcate due milioni di tonnellate di prodotto. Sebbene la percentuale pagata sugli utili aumentasse, nel 1989 Nauru reclamò all'Australia di compensare i danni causati dall'estrazione ancor prima dell'indipendenza. Nel 1993 l'Australia e Nauru firmarono in via amichevole un accordo per US$66 milioni, e la Nuova Zelanda e la Gran Bretagna furono d'accordo nel contribuire con somme simboliche. Il sindacato che calcola le percentuali sugli utili derivati dal fosfato di Nauru (Nauru Phosphate Royalties Trust, investe in Australia, alle Hawaii e in altri paesi, il denaro proveniente dalla vendita del fosfato e lo gestisce sotto forma di assicurazione a compensazione del giorno in cui l'estrazione del fosfato subirà una brusca frenata. La Costituzione di Nauru sancisce che il sindacato debba versare una percentuale, calcolata in base ai diritti sul fosfato, in un fondo che finanzia la bonifica del territorio sfruttato. Si stima che questo lavoro costerà US$230 milioni e ci vorranno più di 20 anni per ultimarlo. Nauru affronterà enormi difficoltà finanziarie quando il fosfato verrà esaurito. Il governo ha annunciato piani per bonificare l'isola durante la Conferenza sullo sviluppo sostenibile che ha coinvolto molte piccole isole del Pacifico nel 1994; tuttavia nessuna linea guida è stata decisa. Con la nazione sull'orlo della rovina economica, il governo si è trovato ad affrontare instabilità e accuse di cattiva gestione finanziaria; dal novembre 1995 a oggi a Nauru si sono succeduti dodici governi, e spesso i cambiamenti sono stati causati da voti di sfiducia. Alcune delle perdite su larga scala furono indennizzate nel 1996, quando il governo sollecitò con successo i suoi consiglieri legali. Nel 2001 Nauru ha ricevuto dal governo australiano dieci milioni di dollari per accogliere sull'isola 237 profughi che l'Australia non intendeva ospitare. Nel 2004, la situazione non è migliorata, perché l'Australia, di fronte all'impossibilità di Nauru di restituire il prestito, è stata costretta ad imporre il controllo di un curatore fallimentare. Nel mese di settembre è stato dichiarato lo stato di emergenza finanziario.

Cultura[Modifica sezione]

La cultura locale è stata intaccata da una forte importazione di usi e costumi occidentali ma, sebbene modificata, continua a sopravvivere.

Festività[Modifica sezione]

Le festività tipiche di Nauru sono la festa dell'Indipendenza (31 gennaio),la festa della costutizione (17 maggio),la giornata della gioventù (25 settembre)

Come arrivare[Modifica sezione]

In aereo[Modifica sezione]

Nella piccola repubblica di Nauru esiste un solo aeroporto,il Nauru International Airport,situato nel distretto di Yaren (dove risiede il parlamento).Esso unisce con voli settimanali l'isola con le città di Brisbane (Australia),Honiara(Isole Salomone)e Tarawa (Kiribati).La compagnia nazionale di trasporti aerei è Our Airline (più comunemente detta Air Nauru).

In treno[Modifica sezione]

In autobus[Modifica sezione]

In auto[Modifica sezione]

In nave[Modifica sezione]

Come spostarsi[Modifica sezione]

In aereo[Modifica sezione]

Nella piccola repubblica di Nauru esiste un solo aeroporto,il Nauru International Airport,situato nel distretto di Yaren (dove risiede il parlamento).Esso unisce con voli settimanali l'isola con le città di Brisbane (Australia),Honiara(Isole Salomone)e Tarawa (Kiribati).La compagnia nazionale di trasporti aerei è Our Airline (più comunemente detta Air Nauru).

In treno[Modifica sezione]

A Nauru esiste solamente una linea ferroviaria,che però non presta servizio pubblico:esso unisce i centri abitati all'altopiano dove un tempo venivano estratti i fosfati.

In autobus[Modifica sezione]

Non esistono Autobus sull'Isola di Nauru.Vi sono unicamente due taxi che prestano servizio in questa piccola repubblica.

In auto[Modifica sezione]

Sull'isola di Nauru vi è un'unica strada perimetrale che unisce tutti i distretti, collegando anche i campi da golf con l'aeroporto. Per poter circolare a Nauru è necessario possedere la patente internazionale. Come servizio di trasporto pubblico ci sono solo due taxi.

In nave[Modifica sezione]

Lingue parlate[Modifica sezione]

La lingua ufficiale sull'isola di Nauru è il Nauruano,un linguaggio parlato dai soli abitanti di quest'isola.Questa lingua presenta tratti propri dei ceppi micronesiani,polinesiani e melanesiani.La lingua utilizzata dal governo nauruano per le relazioni internazionali è l'inglese,ampliamente compreso dagli abitanti di ogni distretto.

Attività ricreative[Modifica sezione]

Nell'isola esistono vari campi da golf,situati nel distretto di Buada.

Moneta[Modifica sezione]

Valuta locale[Modifica sezione]

Costo della vita[Modifica sezione]

Il costo della vita a Nauru è piuttosto alto,in quanto negli ultimi anni la crisi del mercato del fosfato che ha investito l'isola ha costretto questa piccola repubblica a importare tutti i beni primari di consumo,anche l'acqua.

Acquisti[Modifica sezione]

La moneta utilizzata a Nauru è il Dollaro australiano.

Cibi[Modifica sezione]

Tipologia di ristoranti[Modifica sezione]

Bevande[Modifica sezione]

La bevanda tipica più comune dell'isola-stato di Nauru è la kava,acquistabile a modica cifra presso i bar dell'isola.

Alloggi[Modifica sezione]

A Nauru esistono due Hotels.Il più famoso è il Menen Hotel,situato nel distretto di Anibare.La spiaggia Anibare Bay,uno dei posti maggiormente visitati dell'isola,è a poca distanza dall'hotel.L'altro Hotel l'OD-N-Aiwo Hotel,è invece situato nel distretto di Aiwo.

Educazione[Modifica sezione]

A Nauru esiste un campus universitario (il Nauru Campus) dell'Università del pacifico del Sud.Vi sono corsi di management,educazione,educazione dell'infanzia,Inglese e studi informatici.

Opportunità di lavoro[Modifica sezione]

A Nauru ultimamente le opportunità di lavoro sono decisamente diminuite a causa della cattiva gestione finanziaria del paese.Fino a pochi anni fa l'industria del fosfato era uno dei principali campi nel quale Nauru operava,e i posti di lavoro,offerti soprattutto a cinesi ed europei,non mancavano.

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Prevenzioni Sanitarie[Modifica sezione]

Esistono due ospedali a Nauru,entrambi ubicati nel distretto di Denigomodu.Essi sono il Nauru General Hospital e il RON Hospital. A Nauru non sono presenti malattie infettive.La maggior problematica all'interno dello stato è l'obesità:addirittura il 94,5% della popolazione nauruana è sovrappeso.

Rispettare gli usi[Modifica sezione]

Non vi sono particolari usi in questa repubblica,la gente è molto cordiale e rispetta lo straniero.

Comunicazioni[Modifica sezione]

Poste[Modifica sezione]

Telefoni[Modifica sezione]

Internet[Modifica sezione]


Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti