Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Malé

Da Wikitravel.
Veduta aerea di Malé, capitale delle Maldive

Malé (މާލ) è la capitale delle Maldive ed è geograficamente collocata nell'atollo di Kaafu sebbene non lo sia amministrativamente. È il cuore commerciale e burocratico di tutto il paese. Il nome di Malé deriva dalla parola "Mahaalay" che, a sua volta, deriva dalla lingua sanscrita. Il nome è composto da "maha", che significa "grosso" o "grande" ed "aalay" che significa "casa". Attualmente la parola Mahaalay è usata per designare il palazzo reale.

Da sapere[Modifica sezione]

La città si presenta con una fila interminabile di edifici di cemento, strade asfaltate e semafori che regolano l'intenso traffico di auto, motorini e biciclette. Malé, assieme a Gan, è l'unico atollo provvisto di strade e veicoli a motore su ruote. Lo spazio a disposizione dei cittadini é ormai arrivato al minimo sopportabile, tanto che in un futuro brevissimo sarà costruita Malé 2, bonificando il reef dell'aereoporto di Hulule. La città é divisa in 4 distretti: il primo Maafannu, la seconda Machangolhi, la terza Galolhu e infine Henveiru. Sulla capitale ci sono ben 20 moschee a conferma del fatto della profonda religiosità del popolo maldiviano. Da visitare: il mercato del pesce, il centro islamico, ed il museo nazionale dove è possibile osservare reperti della cultura maldiviana e delle colonizzazioni subite.


Come arrivare[Modifica sezione]

L'Aeroporto Internazionale di Malè (MLE) è locato sull'isola di Hulhule.

Come spostarsi[Modifica sezione]

Da vedere[Modifica sezione]

L'altissima densità della città ha fatto sì che si decidesse la costruzione di un distaccamento della capitale - "Malé 2" - bonificando a nord-est l'atollo di Hulhule (quello dove sorge l'areoporto) una superficie di 188 ettari (più o meno la dimensione di Malé) atta ad ospitare uffici, ospedali, abitazioni ed alberghi. In futuro dovrebbe comunque raddoppiare nella prossima fase di bonifica, che inizierà nel 2010. Una creazione gigantesca, in cui sono stati spesi finora 63 milioni di dollari tra bonifica e costruzione, realizzata due metri sopra il livello del mare in previsione degli effetti del riscaldamento globale.

L'area dell'isola di Malé era già stata raddoppiata con diverse tecniche di bonifica, ma ora si è raggiunto il limite naturale: la barriera corallina, oltre la quale il fondale oceanico declina bruscamente. Il presidente delle Maldive Maumoon Abdul Gayoom, che ha promosso il progetto Hulhumale, sta offrendo incentivi e sconti fino al 40% sui terreni rispetto ai prezzi della capitale, per chi accetti di trasferirsi. La neonata Hulhumale si avvia a essere un'altra attrazione turistica: è stata collegata a un'isola vicina che ospita l'aeroporto internazionale delle Maldive; è già servita da una manciata di negozi e abbellita con alcune palme. Per il momento, però, gli abitanti sembrano apprezzarne soprattutto la tranquillità e l'abbondanza di spazio.

Attività ricreative[Modifica sezione]

Folclore e manifestazioni[Modifica sezione]

Acquisti[Modifica sezione]

Dove mangiare[Modifica sezione]

Economici[Modifica sezione]

Prezzi medi[Modifica sezione]

Prezzi elevati[Modifica sezione]

Dove bere[Modifica sezione]

Vita notturna[Modifica sezione]

Dove alloggiare[Modifica sezione]

Sull'isola che è anche la capitale dell'intero stato, gli alberghi in cui alloggiare sono i seguenti:

  • EXTRA HAVEN
  • BURUNEEGE RESIDENCE
  • CENTRAL HOTEL
  • CITY PALACE HOTEL
  • CHAMPA MOON
  • FARIVA STAY
  • KAM HOTEL
  • KAI LODGE
  • MAADHUNI INN
  • MARBLE TOURIST LODGE
  • MOOKAI HOTEL
  • NASANDHURA PALACE HOTEL
  • RELAX INN
  • ROYAL INN
  • TRANSIT INN
  • VILLINGILI VIEW INN

Comunicazioni[Modifica sezione]

Uscire[Modifica sezione]

Escursioni[Modifica sezione]


Questo articolo è un outline ed ha bisogno di maggiori contenuti. Ha un template, ma non è abbastanza. Per favore, buttati e aiutalo!



Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue