Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

La Thuile

Da Wikitravel.

La Thuile è un comune della Valle d'Aosta. Il paese di La Thuile è adagiato su un’ampia conca, appena sotto il Colle del Piccolo San Bernardo, in un’area protetta da foreste e dominata dal massiccio del Rutor e dal suo ghiacciaio imponente.

Da sapere[Modifica sezione]

Il comune è l'unico del vallone di La Thuile; si trova al confine con la Francia, alla quale è collegata con il Colle del Piccolo San Bernardo.

Geografia[Modifica sezione]

La Thuile deriva da una voce del patois valdostano che indica la Losa (in francese, Lauze), una pietra appiattita per i tetti, tipica delle regioni del Monte Bianco. Nel passato in questo luogo si fabbricavano le lose. Il toponimo "La Thuile" è presente anche in territorio francese e svizzero, nelle regioni limitrofe. Châtelard prende il nome dal castello da tempo scomparso.

Storia[Modifica sezione]

La presenza del Colle del Piccolo San Bernardo rende certa la presenza umana fin da tempi antichi: in epoca romana il paese aveva nome Ariolica[1], mentre in epoca medievale portava il nome di Thuilia. Il toponimo attuale compare nel 1760, sostituito solo nel periodo fascista dal nome Porta Littoria. Fu tra i primi domini di Casa Savoia, insieme alla Tarentaise e alla Maurienne, nel X secolo. La Thuile ricoprì uno strategico ruolo militare tra il XVIII e la prima metà del XX secolo, essendo il Colle del Piccolo San Bernardo a guardia del passaggio fra Tarantasia e il Ducato d'Aosta, e dunque importante nei conflitti tra Regno di Francia e Regno di Sardegna (Guerra della Grande Alleanza, Guerra di successione spagnola, Guerra di successione austriaca, Campagna d'Italia della Rivoluzione Francese). La Thuile fu quindi occupata da truppe francesi nel 1704 e poi di nuovo nel 1794. Nel XX secolo vide combattimenti dell'esercito regolare contro la Francia quando, il 10 giugno 1940, l'Italia fascista le dichiarò guerra. Questo attacco italiano alla Francia già vinta dai tedeschi fu definito un coup de poignard dans le dos (una pugnalata alla schiena). Dopo l'8 settembre 1943 vi furono combattimenti dei partigiani italiani e francesi (maquis) contro le truppe di occupazione della Germania nazista. Dopo essere diventata una cittadina mineraria alla fine degli anni Venti, La Thuile oggi è un rinomato e attrezzato centro turistico, ma non ha perso le sue caratteristiche di antico borgo montano.

Come arrivare[Modifica sezione]

In aereo[Modifica sezione]

Aeroporti internazionali di Torino Caselle / Ginevra Cointrin / Milano Malpensa.

In auto[Modifica sezione]

  • Dall’Italia: Autostrada A5 uscita Morgex e SS26 in direzione Colle Piccolo San Bernardo
  • Dalla Francia: Tunnel del Monte Bianco T1 o Colle del Piccolo S. Bernardo (solo in estate).
  • Dalla Svizzera: Tunnel del Gran San Bernardo T2 o Colle del Gran San Bernardo (solo in estate), SS27, A5 direzione Monte Bianco o SS26

In autobus[Modifica sezione]

Società SAVDA da Autostazione Aosta e Courmayeur.

Come spostarsi[Modifica sezione]

Da vedere[Modifica sezione]

  • Colle del Piccolo San Bernardo - al colle, sulla linea di confine, vi sono i resti di un cromlech protostorico: un’ellisse di 46 pietre distanziate l’una dall’altra, con un diametro di 72 m, databile, forse, all’età del Bronzo. La strada, costruita nel 1862, taglia il cromlech esattamente a metà, per cui le pietre che lo compongono rimangono disposte sia alla destra sia alla sinistra della carreggiata. Nella zona sono inoltre visibili tracce di due Mansiones dell’epoca romana che servivano da magazzino e da alloggio per viandanti e militari. Sulla sommità geografica del passo si trova La Colonna di Giove, alta 4 metri e mezzo, sulla cui cima è posta una statua di San Bernardo in sostituzione di una statua di Giove che, secondo la leggenda, sarebbe stata demolita da San Bernardo giunto sul passo per abbattere i simboli del paganesimo. Poco oltre il confine si trovano il giardino botanico Chanousia e l’Ospizio, fondato nell’XI secolo da San Bernardo e ripetutamente distrutto da guerre e incendi. Venne abbandonato dopo la II Guerra Mondiale a causa dei violenti bombardamenti subiti, e nel 1993 è iniziata la ricostruzione. Attualmente è visitabile il Museo sulla storia del Colle, della Valdigne e della Savoia.
  • Chiesa parrocchiale di La Thuile – possiede un tabernacolo del XVIII secolo e un crocifisso ligneo databile tra il XV e XVI secolo (scampato miracolosamente a un tentativo di profanazione da parte dei soldati francesi nel 1794).

Attività ricreative[Modifica sezione]

In inverno il comprensorio sciistico di La Thuile è collegato a quello francese di La Rosière, con cui forma uno dei comprensori più vasti e più alti delle Alpi: 150 chilometri di piste, alcune di media difficoltà, altre ideali per i più esperti. La neve abbondante, le quote elevate e la particolare esposizione delle piste permettono di sciare fino alla tarda primavera. Sulle discese dal Rutor o dal Miravidi verso La Thuile si pratica l'héliski. In estate La Thuile offre escursioni, pesca, mountain bike, rafting e molte altre attività all'aria aperta. In particolare, gli appassionati di mountain bike trovano 16 itinerari di cross country tra Italia e Francia, per un totale di 220 km, e 15 itinerari di downhill e free ride serviti da due seggiovie attrezzate per il trasporto delle biciclette.

Opportunità di studio[Modifica sezione]

Opportunità di lavoro[Modifica sezione]

Acquisti[Modifica sezione]

Dove mangiare[Modifica sezione]

Tra le specialità, va ricordata la Tometta di La Thuile, a base di cioccolato al latte, gianduja e nocciole. Grazie a questa specialità, a La Thuile è stato conferito il riconoscimento di “Città del Cioccolato”.

  • RISTORANTE DORA de Le MIRAMONTI Hotel & Wellness (****) [1] [info@chotels.it]. Il suggestivo Ristorante Dora de Le Miramonti ha recentemente dato il benvenuto allo Chef Emilio Brera e al suo storico team di maghi della cucina. Lo Chef Brera lavora con ingredienti del territorio per creare menù di forte caratterizzazione che riescono insieme a stupire e conquistare ogni tipo di cliente. Aperto ogni giorno per colazione, pranzo e cena, il suggestivo Ristorante Dora è anche meta dell’aperitivo del dopo sci presso il suo mondano Café Faubourg, famoso per la cioccolata prodotta localmente e la varietà di specialità e cocktail.


Economici[Modifica sezione]

Prezzi medi[Modifica sezione]

Prezzi elevati[Modifica sezione]

Bere[Modifica sezione]

Vita notturna[Modifica sezione]

Dove alloggiare[Modifica sezione]

  • Le MIRAMONTI Hotel & Wellness (****) [2] [info@chotels.it]. Le Miramonti Wellness Hotel è situato in una posizione spettacolare e romantica, circondato dagli elementi naturali dell’acqua e della montagna, a letteralmente un passo dal centro della famosa località sciistica di La Thuile e a meno di 400 metri dalle piste da sci. Una gemma di tradizionale eleganza alpina, un raro rifugio circondato dalle bellezze naturali del fiume, dei boschi di pini e delle vette alpine. Il nostro resort è la rinascita architettonica di un hotel storico nato nel 1887 che sembra prendere vita dalle acque del fiume Dora e che, per la sua vicinanza con il confine francese, offre da sempre ai suoi ospiti l’esperienza unica della tradizione montana ispirata al patrimonio e alle culture italiana e francese. All’interno le pareti di pietra naturale, la fantastica boiserie in legno, il mobilio intarsiato da abili artigiani e il suggestivo camino in pietra conservano l’ambiente e l’atmosfera unica di un tradizionale e lussuoso chalet di montagna. Ristorante tipico, bar panoramico, centro benessere con piccola piscina e centro estetico, terrazza solarium, sala riunione.


Economici[Modifica sezione]

Prezzi medi[Modifica sezione]

Prezzi elevati[Modifica sezione]

Comunicazioni[Modifica sezione]

Poste[Modifica sezione]

Telefoni[Modifica sezione]

Internet[Modifica sezione]

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Uscire[Modifica sezione]

Escursioni[Modifica sezione]

Itinerari[Modifica sezione]


Quest'articolo è uno stub e ha bisogno del tuo aiuto. Esso contiene minime informazioni. Per favore buttati e aiutalo!



Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti