Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Gressoney-Saint-Jean

Da Wikitravel.
Europa : Europa mediterranea : Italia : Valle d'Aosta : Gressoney-Saint-Jean

Gressoney-Saint-Jean è un comune della Valle d'Aosta. Gressoney-Saint-Jean è un’elegante località turistica, già prediletta dalla Regina Margherita di Savoia, che vi trascorreva le vacanze estive. Il paese occupa un vasto pianoro al cospetto del Monte Rosa e del ghiacciaio del Lys, che si specchiano nelle acque del piccolo Lago Gover, poco fuori dal centro del paese.

Da sapere[Modifica sezione]

Geografia[Modifica sezione]

La catena del Monte Rosa, sul confine con la Svizzera, si estende dal colle del Théodule al Passo di Monte Moro in Valle Anzasca, comprendendo un numerose vette che raggiungono i quattromila metri di quota. Fra queste, le più note sono le punte del Breithorn (4.165 m), il Polluce (4.092 m), il Castore (4.228 m), il Lyskamm orientale (4.527 m) il Lyskamm occidentale (4.480 m) e la Pyramide Vincent (4.215 m).

Storia[Modifica sezione]

La valle nella quale si trova Gressoney-Saint-Jean è stata interessata, specialmente nella sua parte più alta, dalla migrazione che ha portato nel XII – XIII secolo le popolazioni walser a spostarsi dal Vallese in varie zone a sud delle Alpi. La valle fu per alcuni secoli luogo di passaggio e di commercio tra Valle d’Aosta, Vallese e Piemonte, fino a quando l’avanzata dei ghiacciai, cominciata nel secolo XIV, rese impraticabili i passi di alta montagna.

Come arrivare[Modifica sezione]

In aereo[Modifica sezione]

Aeroporti internazionali di Torino Caselle / Ginevra Cointrin / Milano Malpensa.

In treno[Modifica sezione]

Trenitalia: stazione ferroviaria di Pont-Saint-Martin.

In auto[Modifica sezione]

  • Dall’Italia: Autostrada A5. Per Valle di Gressoney SR44 uscita Pont-Saint-Martin.
  • Dalla Francia: Tunnel del Monte Bianco T1 o Colle del Piccolo San Bernardo (solo in estate), autostrada A5 o SS26. Per Valle di Gressoney SR44 uscita Pont-Saint-Martin.
  • Dalla Svizzera: Tunnel del Gran San Bernardo T2 o Colle del Gran San Bernardo (solo in estate) e SS27 fino ad Aosta, poi autostrada A5 o SS26. Per Valle di Gressoney SR44 uscita Pont-Saint-Martin.

In autobus[Modifica sezione]

Società SAVDA, SADEM e VITA.

Come spostarsi[Modifica sezione]

Da vedere[Modifica sezione]

  • Centro storico del paese – alcune case walser ben conservate sono raggruppate attorno alla chiesa di San Giovanni Battista. La chiesa, del 1515, ha un bel campanile sormontato da una cuspide in rame e una Via Crucis all’esterno.
  • Villa Margherita – la villa fu fatta costruire a fine '800 da un’antica famiglia locale, e ospitò a più riprese la regina Margherita di Savoia e i membri della famiglia reale.
  • Alpenfaunamuseum – Museo regionale della fauna alpina, con una collezione di trofei e di armi da caccia.
  • Castel Savoia - fu fatto costruire dal Re Umberto I in omaggio alla Regina Margherita, che vi trascorse le vacanze estive fino al 1925. Il castello è costituito da un nucleo centrale affiancato da 5 torrette cuspidate. L’appartamento della regina occupa la posizione più soleggiata: dalle finestre del salottino, ricavato nella torre settentrionale, si gode un magnifico panorama del Monte Rosa e dell’intera vallata. Ai piedi del castello è stato allestito un giardino botanico dove fioriscono piante di ambiente alpino che raggiungono l’apice della fioritura in estate.

Attività ricreative[Modifica sezione]

In estate l’offerta turistica spazia dalle tranquille passeggiate, alle gite agli alpeggi e ai rifugi, alle escursioni alpinistiche e trekking. Vi sono inoltre vie ferrate, palestre di roccia, un campo da golf a 9 buche, la pesca sportiva, l’equitazione. Lo Sporthaus propone diverse attività sportive. Durante la stagione invernale Gressoney-Saint-Jean offre passeggiate con racchette, arrampicata su ghiaccio e vari anelli per lo sci di fondo. Per lo sci da discesa, il comprensorio sciistico del Weissmatten propone alcune piste di alto livello e uno snow park per il divertimento dei bambini.

Opportunità di studio[Modifica sezione]

Opportunità di lavoro[Modifica sezione]

Acquisti[Modifica sezione]

Nella Valle di Gressoney si cuciono calde pantofole tradizionali in panno di lana (D’Socka e pioun), che si possono trovare presso la cooperativa D’Socka a Gressoney-Saint-Jean.

Dove mangiare[Modifica sezione]

Gli amanti delle specialità gastronomiche possono gustare i piatti della cucina tradizionale valdostana e quelli della cucina walser nei numerosi locali tipici dell’area. Il menu valdostano spazia dai salumi (come la motsetta, i boudeun e il lardo), alla polenta, che può essere “grassa”, cioè ben condita con il burro e la Fontina, oppure semplice, ma ben accompagnata, per esempio, dalla toma DOP di Gressoney. Piatti importanti per la tradizione valdostana sono la carbonada con carne di manzo, le zuppe e la famosa e immancabile fonduta a base di Fontina, mangiata dai caratteristici pentolini con crostini di pane oppure quale condimento per pasta, riso e gnocchi di patate. Anche le ricette della tradizione walser sono deliziose: gli chnefflenee, bottoncini di pasta all’uovo serviti con il burro fuso o con una fonduta di toma di Gressoney, talvolta arricchita da dadini di speck; i chiechené, simili alle bugie o chiacchiere preparate per il Carnevale, che tra i Walser sono anche preparati come benauguranti biscotti di Capodanno; le kanoschtrelle, cialde dolci fatte con un ferro a forma di pinza.

Economici[Modifica sezione]

Prezzi medi[Modifica sezione]

Prezzi elevati[Modifica sezione]

Bere[Modifica sezione]

Vita notturna[Modifica sezione]

Dove alloggiare[Modifica sezione]

Economici[Modifica sezione]

Prezzi medi[Modifica sezione]

Prezzi elevati[Modifica sezione]

Comunicazioni[Modifica sezione]

Poste[Modifica sezione]

Telefoni[Modifica sezione]

Internet[Modifica sezione]

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Uscire[Modifica sezione]

Da non perdere le feste tradizionali: il 15 agosto la Festa delle Guide e il 24 giugno il patrono di San Giovanni con la processione in cui i gressonari indossano il tipico costume walser.

Escursioni[Modifica sezione]

Itinerari[Modifica sezione]


Quest'articolo è uno stub e ha bisogno del tuo aiuto. Esso contiene minime informazioni. Per favore buttati e aiutalo!



Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti