Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Grande Muraglia

Da Wikitravel.

La Grande Muraglia, in cinese semplificato [长城][1] chángchéng (letteralmente: cháng "lungo" e chéng, "città, fortezza"), fu costruita a difesa del confine nord della Cina dalle devastanti e impetuose incursioni "barbare".

Da sapere[Modifica sezione]

Parecchi punti della Muraglia non sono raggiungibili, vuoi perché in rovina o in cattive condizioni; alcune sezioni della muraglia sono addirittura scomparse.

Cenni storici

L'edificazione della Grande Muraglia cinese è comunemente attribuita al primo grande imperatore della Cina, Qin Shi Huangdi[[2]]; in realtà egli, una volta conquistata l'intera Cina, unì le mura erette in precedenza degli stati che egli stesso sconfisse in un'unica grande costruzione.

Cenni geografici

La Grande muraglia cinese si estende per ben più di 8000 chilometri, tra tratti di muraglia vera e propria, catene montuose e altre fortificazioni (le muraglia vera e propria si estende per più di 6000 chilometri). Ha orgine nella provincia del Liaoning e attraversa tutta la Cina del nord, arrivando fino alla costa, al passo Huangyaguan, nei pressi di Tianjin.

Come arrivare[Modifica sezione]

Di solito queste località sono comodamente raggiungibili in bus. Ogni agenzia viaggi organizza gite in bus o in pullmino nelle zone più comuni. Se ci si trova in vacanza studio in Cina, spesso sarà l'università ad organizzare una gita gratis per gli studenti.

Da vedere[Modifica sezione]

Le zone visitabili dai turisti sono molte; le più famose per chi sosta nei pressi di Pechino sono sicuramente Mutianyu 木田余, Badaling 八达岭 e Simatai 司马太. Da non perdere, per chi passa per Tianjin è il punto esatto dove la Muraglia si tuffa in mare: il posto è chiamato 老龙头 lǎo lóng tóu, ovvero la "vecchia testa del drago".

Mutianyu, Badaling e Simatai

Badaling e Simatai sono le più vicine, e senz'altro le mete più popolari; in estate pullulano di turisti. Optare per Mutianyu è sicuramente un'ottima idea; un po' più distante rispetto alle due precedenti, è sicuramente più tranquilla e offre numerose attrazioni. Salite con una specie di ovovia; una volta arrivati in cima, girate sulla destra e proseguite nel vostro hiking; qui potete scegliere di scendere con uno scivolo metallico: si scende uno ad uno, in una specie di slittino dotato di freno, e il divertimento è assicurato. Fate attenzione a mantenere una certa distanza da chi vi precede e a frenare per tempo, dato che in alcuni punti si raggiunge una certa velocità.


Viaggiare sicuri[Modifica sezione]

Nel caso decidiate di percorrere a piedi lunghe sezioni della Muraglia, indossate abiti e calzature comode, e portate con voi tutto il necessario: lungo il percorso troverete sicuramente venditori ambulanti; si consiglia tuttavia di evitare di comprare viveri o bevande in circostanze simili, primo perché i prezzi sono esorbitanti (se paragonati a costi normali, in località non turistiche), secondo perché, soprattutto in zone remote, è diffusa la pratica di bollire acqua di fiume o del rubinetto e imbottigliarla, per poi rivenderla sui banchetti o sulle strade.

Non è consigliabile addentrarsi in zone poco frequentate, ma soprattutto non conservate e mantenute con costanza dalle autorità: spesso in alcuni tratti la Muraglia è così danneggiata da diventare pericolosa, presentando tratti addirittura in fango o comunque in rovina. Non bisogna scordarsi d'altro canto che la pendenza può diventare molto ripida e presentare ostacoli naturali oppure artificiali. La Muraglia attraversa anche il nulla più totale: a volte il centro abitato più vicino può essere lontano svariati chilometri. Scordatevi quindi di partire all'avventura e rimanete sui tratti conosciuti. Le zone per fare hiking non mancano affatto, specialmente nelle zone meno battute dai turisti e nelle prime ore del mattino.

Soldi: purtroppo in Cina le truffe sono dietro l'angolo. È sempre consigliabile avere con sé qualcuno che parli cinese, soprattutto nel momento in cui si prenota un tour organizzato: i prezzi per gli stranieri possono salire fino al triplo o quadruplo se paragonati ai corrispettivi "cinesi". Lo stesso discorso vale per gli acquisti, specialmente nelle zone caratterizzate da un considerevole afflusso di turisti stranieri. Buona norma è offrire un quarto del prezzo proposto, e da lì si contratterà verso il prezzo più favorevole. Se il venditore "cede" dopo poco, vuole sicuramente dire che non avete fatto un ottimo affare.

Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue