Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Comune

Da Wikitravel.

Il comune è l'ente locale fondamentale, autonomo ed indipendente secondo i princìpi consolidatisi nel Medioevo, e ripresi, in modo molto limitato, dalla rivoluzione francese, accentratrice e non autonomista, previsto dall'art. 114]] della Costituzione della Repubblica italiana.

Il comune nella suddivisione amministrativa[Modifica sezione]

In Italia ogni comune appartiene a una provincia, ma la Provincia non fa da tramite nei rapporti con la Regione e questa in quelli con lo Stato a livello gerarchico, poiché esso, essendo dotato di personalità giuridica, può avere rapporti diretti con la Regione e con lo Stato e anzi, essendo le competenze di una regione molto più ampie di quelle di una provincia, un comune detiene generalmente più rapporti con la prima che con la seconda. I Comuni possono ripartire il proprio territorio in circoscrizioni al fine di assicurare alla popolazione una più diretta partecipazione all'amministrazione. Alla circoscrizione sono delegati poteri che vanno al di là della mera funzione consultiva (per la quale possono essere previsti nello statuto del Comune, previsto ai sensi della legge Bassanini, appositi comitati o consulte di quartiere). La suddivisione in circoscrizioni è obbligatoria per i comuni che superano i 100mila abitanti. L'Italia nel 2001 aveva 8.101 comuni (dato ISTAT) cui poi si sono aggiunti il comune di Baranzate e il comune di Cavallino-Treporti, istituiti successivamente. Di questi, un centinaio superano i 50mila abitanti, tra cui gli 80 capoluoghi di provincia. Il comune ha come organi il consiglio comunale, la giunta comunale e il sindaco.

Le città[Modifica sezione]

I comuni si possono fregiare del titolo di "città" se esso viene loro conferito con specifico provvedimento avente forza di legge (decreto) varato dal capo dello Stato, di iniziativa autonoma o su proposta del Governo o del comune interessato. Ai comuni dotati del titolo di città spetta uno stemma particolare. Gli stemmi sono assegnati con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) su proposta del Dipartimento del Cerimoniale dello Stato - Ufficio Onorificenze e Araldica Pubblica (Ripartizione della Presidenza del Consiglio nata dalla trasformazione della Consulta Araldica, soppressa ai sensi delle disposizioni finali della costituzione repubblicana).

Nelle regioni bi-trilingue[Modifica sezione]

Ai comuni della provincia autonoma di Bolzano spetta doppia denominazione, in lingua tedesca e in lingua italiana, che si affianca a quella di lingua ladina per i comuni per i quali è prevista. La traduzione di comune in ladino dolomitico è "chemun" o "comun", mentre in tedesco è:

  • "Gemeinde", per i comuni a cui non sia stato conferito il titolo di città;
  • "Stadtgemeinde", per i comuni a cui sia stato conferito il titolo di città;
  • "Marktgemeinde", riservata ai comuni che già godevano del titolo di "Markt" nell'impero austro-ungarico, prima dell'annessione dell'Alto Adige al Regno d'Italia avvenuta a seguito della guerra del '15-'18. Ora la giunta regionale può conferire questo titolo, nel caso un comune abbia raggiunto i 5.000 abitanti e la sua traduzione italiana sarebbe ufficialmente "borgata". Per ora se ne contano 16, mentre le città sono 8 e i comuni in totale 116.

I comuni della Regione autonoma della Valle d'Aosta hanno un'unica denominazione in lingua francese (sebbene durante il regime fascista i nomi fossero stati tradotti in italiano, come testimoniato dalla frazione di Valtournenche Breuil-Cervinia), anche negli atti ufficiali in lingua italiana, nei quali però sono indicati come "comune di" e "città di" e non come "commune de" o "ville de". Fa eccezione il Comune di Aosta, che gode di doppia denominazione: "Città di Aosta" - "Ville d'Aoste". Anche alcuni comuni del Piemonte, afferenti alle province di Torino e Cuneo, hanno un nome francese. Nelle province di Gorizia e Trieste alcuni comuni hanno nomi bilingui, in italiano e sloveno. Nelle provincie di Udine, Gorizia e Pordenone alcuni comuni al nome italiano affiancano il nome in friulano.

Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti