Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Bukhara

Da Wikitravel.
Buchara : Bukhara
Il monumentale ingresso alla cittadella (Ark) di Bukhara


In breve
Nome Bukhara
Nome
ufficiale
Buxoro, Бухоро in Uzbeko
Status Capoluogo di provincia
Classifica Sito UNESCO
Nazione
noframe
Uzbekistan
Provincia Provincia (viloyat) di Bukhara
Abitanti 237,900 (1999
Prefisso +998 65

Bukhara (talvolta detta Bokhara, Bukhoro o Buxoro) è una città dell'Uzbekistan, capoluogo della provincia omonima. Possiede ricche testimonianze del suo passato e nel 1993 il suo centro storico è stato dichiarato dall'UNESCO, Patrimonio Mondiale dell'Umanità.

Da sapere[Modifica sezione]

Bukhara: Mausoleo Samanide

Geografia[Modifica sezione]

Bukhara è situata al centro di un'oasi attraversata dal canale Shakhrud, a 225 km ad ovest di Samarcanda. È capoluogo della provincia omonima.

Clima[Modifica sezione]

Gli inverni sono molto rigidi e il termometro scende spesso sotto lo 0. Le estati sono invece estremamente calde. Il miglior periodo per una visita è tra marzo-aprile o settembre-ottobre.

Storia[Modifica sezione]

Bukhara fu presumibilmente fondata intorno al I secolo d.C. diventando presto un prospero centro sulla via della seta. Nel 709 d.C. fu occupata dagli Arabi. Tra il X e XI secolo fu la capitale dello stato dei Samanidi, una dinastia di persiani islamizzati vassalli dell'impero degli Abassidi. Nel 1220 fu presa da Genghis Khan e nel 1370 da Tamerlano che la promosse a capitale dei suoi possedimenti. Nel XVI secolo divenne la sede di una dinastia uzbecha gli Shaybanidi. Sotto il loro governo la città acquisì grande importanza e divenne la capitale del Khanato omonimo che si ingrandì territorialmente a spese dei vicini. Nel XIX secolo il khanato entrò nell'orbita d'influenza della Russia zarista. Nel 1920 i Sovietici detronizzarono l'ultimo emiro e il khanato fu assorbito dalla Repubbica socialista dell'Uzbekistan. La scoperta di giacimenti di gas naturale intorno al 1950 contribuì grandemente allo sviluppo economico della città


Come arrivare[Modifica sezione]

Buchara è dotata di un areoporto sevito dalle linee aeree Domodedovo Airlines, Samara Airlines, Transaero Airlines e Uzbekistan Airways

Come spostarsi[Modifica sezione]

Da vedere[Modifica sezione]

Bukhara07.jpg
Bukhara: Il Minareto Kalon
  • La cittadella Ark, nucleo originario della città abitato fin dal IV secolo a.C. secondo scavi recenti. Nel 1920 un incendio distrusse tutti gli edifici in legno. La ricostruzione è avvenuta sulla base di documenti di archivio. Colpisce il monumentale ingresso alla cittadella, una porta fiancheggiata da due alti torri. A fianco si trova un padiglione del XVII secolo adibito a sala di concerti. Degno di nota è il palazzo dell'Emiro con la sala del trono e le sale dell'udienza.
  • La scuola coranica (Madrasa) di Nadir Khan Devanbegi, adibita dapprima a caravanserraglio, con la sua sala di riunione dei mistici sufi ( khānaqā );
  • Mogaki Attari Una delle moschee più antiche dell'Asia centrale, risparmiata con l'alto minareto Kalon dalla furia distruttrice di Genghis Khan.
  • Mausoleo di Ismā‘īl Sam‘ān, fondatore della dinastia dei Samanidi, vassalla dei Tahiridi, costruita con mattoni in terracotta;
  • Chasma Ayub -- particolare mausoleo costruito sopra ad una fonte
  • Palazzo estivo degli ultimi Emiri della città
  • Il Bazar con i suoi commercianti di tappeti.


Attività ricreative[Modifica sezione]

Acquisti[Modifica sezione]

  • Nel passato Bukhara è stata a lungo famosa come centro di produzione e commercio di splendidi tappeti. Oggi la tessitura di tappeti secondo lo stile proprio di Bukhara è appannaggio esclusivo di tribù di Turcomanni ma Indiani e Pakistani sono diventati molto abili nel copiarne i disegni e il tipo di trama, riproducendoli su più vasta scala.
  • A Buchara non è difficile trovare oggetti in corallo cosa insolita per una città così lontana dal mare e che testimonia la versatilità commerciale della comunità ebraica ancora stanziata in città.

Mangiare[Modifica sezione]

Bere[Modifica sezione]

Dove alloggiare[Modifica sezione]

Nome & sito web Indirizzo Tel. FAX e-mail
  • Eshoni pir , 8
  • 25 Shaumyana
  • 8, Navoi Avenue 705000
  • Mekhtar Ambar str. 705018
  • 1, Bozor Hoja
  • +998 65 2244442
  • +998 65 2246256
  • info@hotel-newmoon.com
  • info@malika-bukhara.com

Escursioni[Modifica sezione]

Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti