Aiuta Wikitravel a crescere grazie al tuo contributo: scrivi un articolo! Ecco come.

Ayas

Da Wikitravel.

Ayas è un comune della Valle d'Aosta e si trova in una conca dominata dal massiccio del Monte Rosa, in cima alla valle del torrente Evançon. Il nome Ayas non corrisponde a un abitato specifico, ma a numerosi villaggi, fra cui i più noti sono Champoluc, Antagnod, Frachey, Saint-Jacques-des-Allemands e Le Crest. Il paesaggio è molto vario: ghiacciai e aspre pareti rocciose fiancheggiano prati e pascoli, con il massiccio del Monte Rosa che fa da sfondo.

Da sapere[Modifica sezione]

Geografia[Modifica sezione]

Verso l’ampio massiccio del Monte Rosa salgono due valli, quella d’Ayas e quella di Gressoney; la prima arriva ai piedi dell’anfiteatro di cime che va dal Breithorn al Castore partendo da Verrès e attraversando i comuni di Challand-Saint-Victor, Challand-Saint-Anselme, Brusson e Ayas, mentre la seconda culmina con la costiera che si stende dal Castore alla Punta Gnifetti, dove dal 1893 sorge il rifugio – laboratorio scientifico Regina Margherita.

Storia[Modifica sezione]

Entrambe le valli sono state interessate, specialmente nella loro parte più alta, dalla migrazione che ha portato nel XII – XIII secolo le popolazioni walser a spostarsi dal Vallese in varie zone a sud delle Alpi. Le due valli furono per alcuni secoli luogo di passaggio e di commercio tra Valle d’Aosta, Vallese e Piemonte, fino a quando l’avanzata dei ghiacciai iniziata nel secolo XIV rese impraticabili i passi di alta montagna.

Come arrivare[Modifica sezione]

In aereo[Modifica sezione]

Aeroporti internazionali di Torino Caselle / Ginevra Cointrin / Milano Malpensa

In treno[Modifica sezione]

Trenitalia: stazione ferroviaria di Verrès

In auto[Modifica sezione]

  • Dall’Italia: Autostrada A5. Per Val d’Ayas SR45 uscita Verrès
  • Dalla Francia: Tunnel del Monte Bianco T1 o Colle del Piccolo San Bernardo (solo in estate), autostrada A5 o SS26. Per Val d’Ayas SR45 uscita Verrès.
  • Dalla Svizzera: Tunnel del Gran San Bernardo T2 o Colle del Gran San Bernardo (solo in estate) e SS27 fino ad Aosta, poi autostrada A5 o SS26. Per Val d’Ayas SR45 uscita Verrès.

In autobus[Modifica sezione]

Società SAVDA, SADEM e VITA

Come spostarsi[Modifica sezione]

Da vedere[Modifica sezione]

  • Chiesa parrocchiale ad Antagnod – ha un insolito campanile a bulbo e un prezioso altare barocco.
  • Castello di Villa e Castello di Graines – appartenuti alla famiglia Challant, sono due poderosi castelli ormai in rovina.
  • Maison Fournier – un edificio contraddistinto da una lunga balconata di legno, affiancata da una torre scalare cilindrica; in questo edificio si trova la sede dell’IVAT, istituto per l’artigianato tipico valdostano, e della Cooperativa Li Tsacolé d’Ayas, che produce i tradizionali zoccoli di legno (sabot).

Attività ricreative[Modifica sezione]

Il comprensorio del Monterosa Ski collega Ayas, Gressoney, e Alagna Valsesia (Piemonte), per un totale di 180 km di piste di diversa difficoltà, con zone attrezzate per gli snowboarder e baby snow park per i bambini. Quasi tutte le piste sono servite da impianti di innevamento artificiale. L’area del Monterosa Ski è famosa anche per gli itinerari fuoripista spettacolari. Comprensori più piccoli e più tranquilli si trovano ad Antagnod e a Estoul, nella Val d’Ayas. Per lo sci di fondo la Val d’Ayas propone alcuni anelli intorno a Champoluc, a Périasc e Barmasc, e piste più lunghe e impegnative a Brusson, che è spesso sede di gare di Coppa del Mondo di sci nordico e di biathlon. Tra le altre attività invernali si segnalano pattinaggio, arrampicata su ghiaccio, passeggiate con racchette da neve e, per l’après-ski, locali accoglienti per serate di musica e allegria. D’estate, i monti circostanti sono meta di escursioni di tutti i livelli, dall’alpinismo alla semplice passeggiata, ai tracciati per mountain bike.

Opportunità di studio[Modifica sezione]

Opportunità di lavoro[Modifica sezione]

Acquisti[Modifica sezione]

La produzione artigianale caratteristica della Val d’Ayas sono gli zoccoli di legno (sabot). I maestri sabotier, riuniti nella cooperativa Li Tsacolé d’Ayas, espongono i propri prodotti presso la loro sede di Antagnod.

Dove mangiare[Modifica sezione]

Piatti importanti della cucina tradizionale valdostana sono la carbonada con carne di manzo, le zuppe e la fonduta a base di Fontina, mangiata con crostini di pane o come condimento per pasta, riso e gnocchi di patate. Il menu valdostano comprende spesso salumi (come la motsetta, i boudeun e il lardo) e formaggi; e la polenta, che può anche essere “concia”, cioè condita con burro e fontina e passata in forno.

Economici[Modifica sezione]

Prezzi medi[Modifica sezione]

Prezzi elevati[Modifica sezione]

Bere[Modifica sezione]

Vita notturna[Modifica sezione]

Dove alloggiare[Modifica sezione]

Economici[Modifica sezione]

Prezzi medi[Modifica sezione]

Prezzi elevati[Modifica sezione]

Comunicazioni[Modifica sezione]

Poste[Modifica sezione]

Telefoni[Modifica sezione]

Internet[Modifica sezione]

Sicurezza personale[Modifica sezione]

Uscire[Modifica sezione]

Escursioni[Modifica sezione]

Itinerari[Modifica sezione]


Quest'articolo è uno stub e ha bisogno del tuo aiuto. Esso contiene minime informazioni. Per favore buttati e aiutalo!



Varianti

Azioni

Docenti dell'articolo

In altre lingue

Altri siti